dieta anticellulite dietologo

dieta senza carboidrati colazione

Grazie!! spero sempre possano essere utili a tutti

🙂 cerco di orientarmi sull’acquisto di uno valido,ho perso 30kg ma ora non faccio progressi,non posso correre per dei seri problemi con la schiena,l’unica è camminare,cosa che mi ha affiancato nella dieta,ma con 2 bambini è sempre più difficile trovare il tempo,allora ripiego 😉

ciao scusa la mia profonda ignoranza ma cosa vuol dire battito al 60%?

Ciao Rossana, è riferito alla percentuale del battito massimo che uno ha.

il battito cardiaco viene indicato come fosse il motore di una macchina perché usare ad esempio 120 battiti come parametro, è diverso per ognuno di noi.

ad esempio i 120 battiti potrebbero esser per te il 70% del tuo battito massimo per qualcun altro l’80%.

Come si calcola? devi fare 228- la tua età e quello è il battito massimo teorico, e da li devi poi calcolare le percentuali che indico.

Ero convinto ci fosse un articolo sul come calcolarlo, adesso vedo di rifarlo .. dammi tempo un paio di giorni e poi ti mando il link dell’articolo via mail.

Ciao, ho 37 anni e sono donna, uso il tapis da circa 15gg ogni giorno. Da una sett mi alleno per 45 min a 4,5 mantenendo il battito tra i 100 e i 130 battiti. Purtroppo non vedo nessun risultato…dove sbaglio? Oppure ci vuole ancora tempo per vedere i primi risultati? Grazie

Ciao Cinzia, primo peccato tu non lo abbia preso da noi, ma fan tutti così li comprano altrove e poi chiedono info a noi 😉

Dunque per prima cosa è un grave errore andare tutti i giorni, almeno per cominciare non devi superare massimo le 4 volte.

segui i nostri protocolli vedrai che capirai come muoverti.

Altra cosa, che risultati ti vuoi prefiggere?

sono certo che oggi hai una capacità migliore di 2 settimane fa.

se parli di dimagrire, la domanda che ti devi porre è quanto sono in sovrappeso? quanto tempo ci ho messo per metterlo su?

due settimane sono pochissime, altra cosa, quando si comincia a muoversi si cominciano a gonfiarsi i muscoli, e ciò succede per circa 3 mesi, per poi diminuire lentamente.

quindi spesso anch es eil peso resta invariato si perde grasso aumentando i muscoli

Ciao Fulvio! ho letto le tue risposte alle varie persone che hanno scritto e ho visto che sei una persona intelligente e sincera, vorrei farti una domanda.. Ho 27 anni, sono in sovrappeso (20kg da togliere, forse di più) e da 2 settimane ho cambiato vita diciamo. Sto molto attenta nell’alimentazione, mangiando nelle giuste quantità frutta, verdura, fibre e proteine (x farla breve mangio la pasta solo 1-2 volte a settimana e invece del pane mangio le gallette di riso)e ho iniziato a fare tapis roulant tutti i giorni con riposo settimanale la domenica. Questo perché il mio stile di vita era molto sedentario.. Ora faccio 40min la mattina e un’ora il pomeriggio (circa 7km di camminata al gg)il mio obiettivo é dimagrire in modo tale da arrivare a correre almeno 30minuti. Secondo te,come posso allenarmi x arrivare a correre sul tapis senza appesantire troppo le caviglie e le articolazioni? Se guardo le mie gambe, inizierei anche subito a correre, ma i kg sono un pò eccessivi anche se non si direbbe.. Dammi la tua opinione! Provare qualche minuto e vedere che succede, oppure aspettare i soliti mesi presuppongo di camminata x poi iniziare? Ti ringrazio anticipatamente x la risposta!

p.s. se continuo a camminare due volte al giorno con quel kilometraggio, basta e avanza x dimagrire, o devo cambiare allenamento?

dunque la cosa che dovresti fare non è eliminare completamente i carboidrati, ma mangiarne a basso indice glicemico

puoi leggere gli articoli che ho inserito nella categoria dimagrire o dieta

in quanto all’esercizio, camminare tanto male non ti fa, se riesci a farlo due volte al giorno va bene, il problema è che potresti affaticare le articolazioni, quindi fa attenzione alle scarpe che compri, prima cosa usa un supporto arco plantare che aiuta a scaricare bene i pesi su tutta la pianta del piede.

Per la corsetta puoi anche cominciare ma non devi fare troppo, se vuoi puoi fare cicli di

2 minuti di corsetta e 5 di camminata per 30 minuti, una volta al giorno vedi come risponde il tuo organismo e le tue caviglie e poi nel caso aumenta a

altra cosa che potresti fare è sempre camminare ma mettere 5 minuti ogni 5 di camminata in piano con inclinazione

questo aiuta tanto a perdere grasso e a migliorare la resistenza sia in fiato che articolare.

Ciao Fulvio, sono Alice, la ragazza a cui hai risposto alla mail riguardo il tapis roulant e allenamenti..

Volevo chiederti, é possibile scriverti privatamente quindi tramite mail? (senza che gli altri leggano le mie cose)

ciao fulvio sono elia e ho 41 anni ho avuto 2 gravidanze nel giro di diversi anni ,ho trovato molto interesante tutto ma ti chiedo io seguo una dieta e faccio attivita fisica 5 volte a settimana tappeto devo tonificare un po tutto e lo faccio da gennaio ho avuto dei risultati buoni, perchè non va bene farlo tutti i giorni ?,ho iniziato con una camminata di 45 minuti dopo 5 mesi sono arrivata a correre 5minuti intervallo 2 minuti per 50 minuti 6kmfino a 7.2km il mio peso attuale e 67 per 1.69 altezza cosa sbaglio? e se sbaglio mi puoi modificare grazie sei molto cortese per aver letto la mia mail.

Ciao Elia Donna, il far attività fisica tutti i giorni impedisce all’organismo di recuperare e solo se si è ben allenati si port ail corpo a recuperare velocemente.

sai però non ho capito bene cosa stai facendo ora e dove vuoi arrivare dammi maggiori info

ciao sono ancora io elia tu mi hai chiesto il mio obbiettivo mi basta diventare COME BELEN ,SCHERZAVO naturalmente vorrei rassodare gambe ,pancia , fianchi e glutei perciò dimmi te come mi devo comportare sul tappetto ,a dimenticavo adesso lo faccio 5 volte a settimana con frequenzimetro pulsazioni min.142 max178 sempre per 50 minuti

cyclette per dimagrire polpacci

Merenda: un frutto a scelta;

Cena: 70 g di spaghetti con salsa di pomodoro e basilico, 80 g insalata.

Colazione: 125 g di yogurt ai cereali, una tazzina di caffè con un cucchiaino di zucchero;

Spuntino: un frutto a scelta;

Pranzo: un piatto di bresaola con rucola e grana, un panino;

Merenda: un frutto a scelta;

Cena: 130 g di spigola al cartoccio, spinaci lessi conditi con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva

Colazione: un succo di frutta senza zucchero, 2 fette biscottate con uno strato sottile di marmellata, una tazzina di caffè d’orzo con un cucchiaino di zucchero;

Spuntino: un frutto a scelta;

Pranzo: cicoria lessa con cucchiaino di olio, 20 g di pane integrale, un cono gelato;

Merenda: un frutto a scelta;

Cena: un uovo sodo, una bruschetta condita con pomodoro e un filo d’olio, 100 g di insalata.

Colazione: una tazzina di caffè con un cucchiaino di zucchero, una brioche;

Spuntino: un frutto a scelta;

Pranzo: un trancio di pizza, 80 g di insalata mista;

Merenda: un frutto a scelta;

Cena: 75 g di fesa di tacchino alla griglia, 100 g insalata con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.

Per dimagrire e tornare in forma in fretta, scopri anche la Dieta Mediterranea Dimagrante da 1200 calorie

Se vuoi aggiornamenti su Tornare in forma inserisci la tua email nel box qui sotto:

Ciao ragazze! Vorrei perdere peso si, ma anche fianchi e cosce! Tutti i giorni mi faccio la mia camminata quotidiana, ma sembri non funzionare tantissimo! Potete aiutarmi? Chi ha provato questa dieta può darmi dei consigli? Se l ha continuata oltre i soli 5 giorni ha avuto successo? Vorrei provarla! Aspetto risposte. Grazie in anticipo!

Funziona veramente In 5 giorni ho perso 2 chili E ho deciso di farla a settimane alterne così da non sentirmi sempre a dieta

Interessante articolo, complimenti vivissimi alla redazione. È raro trovare tantissime informazioni così aggiornate nella rete al giorni d’oggi. Sono convinta sempre di più che si vuole dimagrire occorre resettare i vecchi comportamenti che ci hanno messo sulla strada sbagliata, anche perché, il rischio è che una volta che si è perso peso, non avendo sconfitto “il mostro” il peso ritorni e anzi si moltiplichi (effetto yo-yo). Ecco perché occorre agire prima sull'unico strumento che ci permetterà di farlo: la nostra mente. No! Non parlo d’ipnosi (anche se potrebbe essere utile). Parlo di ricondizionare il nostro comportamento modellando (facendo nostri, “fotocopiando”) i comportamenti di chi da sempre è un magro naturale assimilando le loro abitudini e cambiando le nostre. Solo dopo, avviato il processo potremmo adottare uno dei bellissimi consigli adottati in questo articolo. Cambiare si può, basta volerlo perché in fondo questo siamo: abitudine! Un Abbraccio a tutte voi Franca ()

Per poter organizzare al meglio tutte le sue complesse funzioni, il tuo fisico spende ogni giorno un numero consistente di calorie. Il più classico dei trucchi per poter dimagrire è certamente quello di far sì di andare a riequilibrare queste perdite in maniera attenta e senza esagerazioni, attraverso perciò una dieta alimentare equilibrata, varia e sana, ricca di frutta, di verdura, ma anche di carboidrati e lipidi.

Cos’è una dieta equilibrata? potra sembrare una domanda stupida, ma non tutti siamo in grado di capire se la nostar dieta alimentare è equilibrata, per tale motivo quando si vuole perdere peso sarebbe necessario farsi seguire da qualcuno che abbia esperienza nel campo della nutrizione.

Andare da un nutrizionista però può essere costoso e non tuttiabbiamo le disponibilità per chiedere aiuto a un professionista, oggi però c’è la possibilità di consultare un team di nutrizionisti esperti a costi molti bassi, tutto questo grazie a Nutrition Slimming, che mette a disposizione un servizio DIETA PERSONALIZZATA on line.

Infatti, molti degli elementi che sono necessari al tuo organismo, li potrai anche assumere attraverso una modulazione alimentare che preveda il consumo di queste importanti fonti alimentari. Se perdere peso può risultare più semplice, anche grazie alla presenza di vari integratori naturali che sono appositamente preparati per poterti far dimagrire in maniera perfetta, tutt’altra cosa è il farlo senza però perdere l’elasticità della pelle.

Certamente è anche un tuo obiettivo riuscire a smaltire il grasso superfluo, senza poi però avere tutta quella flaccida pelle che cade a penzoloni sul tuo corpo. Non per nulla, gli esperti ricordano che come è importante scegliere una buona dieta per perdere peso, lo è anche il sapere come è possibile evitare che la pelle si afflosci dopo una significativa perdita di peso.

È quindi molto importante sapere come poter evitare che tutto ciò possa accadere. Non per nulla per evitare di avere smagliature, vi è tutta una serie di cose che puoi fare e che adesso andremo ad analizzare.

Le persone che hanno problemi di pelle del tipo appena descritto, sono, in linea generale, coloro che cercano di perdere molto peso e in maniera molto veloce. L’improvviso e rapido cambiamento di peso non dà abbastanza tempo alla pelle di potersi ritrarre naturalmente, causando un surplus che poi cede.

Ragione per la quale devi cercare di perdere peso lentamente e in modo sano. La soluzione migliore, se si vuole perdere peso senza avere la pelle flaccida, è quella di perdere al massimo un chilo alla settimana. È importante, perciò, che tu scelga una dieta che ti faccia perdere peso lentamente piuttosto che una dieta che ti faccia perdere peso velocemente.

Avrai bisogno di un programma di dieta nel quale sia inclusa frutta, verdura e cereali integrali. Infatti, se non si mangia abbastanza frutta e verdura, la pelle può perdere la sua elasticità a causa della mancanza di vitamine. Una dieta che ben si adatta a tutti questi criteri, per esempio, potrebbe essere la dieta Paleo.

La regola d’oro è quella di non perdere peso senza esercizio o lo sport. In effetti, la perdita di volume attraverso lo smaltimento del grasso lascerà una sorta di “vuoto” e, a causa di ciò la pelle tenderà a perdere, in una certa misura, la sua naturale elasticità. Per evitare di creare questa specie di “vuoto”, sarà pertanto opportuno che tu vada a svolgere degli esercizi che possano farti sviluppare i muscoli, i quali, in pratica potranno riempire, in maniera armoniosa, questi spazi e consentiranno di evitare che la pelle del tuo corpo rimanga flaccida e cadente.

come fare gli addominali per dimagrire

Merenda: un frutto a scelta;

Cena: 70 g di spaghetti con salsa di pomodoro e basilico, 80 g insalata.

Colazione: 125 g di yogurt ai cereali, una tazzina di caffè con un cucchiaino di zucchero;

Spuntino: un frutto a scelta;

Pranzo: un piatto di bresaola con rucola e grana, un panino;

Merenda: un frutto a scelta;

Cena: 130 g di spigola al cartoccio, spinaci lessi conditi con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva

Colazione: un succo di frutta senza zucchero, 2 fette biscottate con uno strato sottile di marmellata, una tazzina di caffè d’orzo con un cucchiaino di zucchero;

Spuntino: un frutto a scelta;

Pranzo: cicoria lessa con cucchiaino di olio, 20 g di pane integrale, un cono gelato;

Merenda: un frutto a scelta;

Cena: un uovo sodo, una bruschetta condita con pomodoro e un filo d’olio, 100 g di insalata.

Colazione: una tazzina di caffè con un cucchiaino di zucchero, una brioche;

Spuntino: un frutto a scelta;

Pranzo: un trancio di pizza, 80 g di insalata mista;

Merenda: un frutto a scelta;

Cena: 75 g di fesa di tacchino alla griglia, 100 g insalata con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.

Per dimagrire e tornare in forma in fretta, scopri anche la Dieta Mediterranea Dimagrante da 1200 calorie

Se vuoi aggiornamenti su Tornare in forma inserisci la tua email nel box qui sotto:

Ciao ragazze! Vorrei perdere peso si, ma anche fianchi e cosce! Tutti i giorni mi faccio la mia camminata quotidiana, ma sembri non funzionare tantissimo! Potete aiutarmi? Chi ha provato questa dieta può darmi dei consigli? Se l ha continuata oltre i soli 5 giorni ha avuto successo? Vorrei provarla! Aspetto risposte. Grazie in anticipo!

Funziona veramente In 5 giorni ho perso 2 chili E ho deciso di farla a settimane alterne così da non sentirmi sempre a dieta

Interessante articolo, complimenti vivissimi alla redazione. È raro trovare tantissime informazioni così aggiornate nella rete al giorni d’oggi. Sono convinta sempre di più che si vuole dimagrire occorre resettare i vecchi comportamenti che ci hanno messo sulla strada sbagliata, anche perché, il rischio è che una volta che si è perso peso, non avendo sconfitto “il mostro” il peso ritorni e anzi si moltiplichi (effetto yo-yo). Ecco perché occorre agire prima sull'unico strumento che ci permetterà di farlo: la nostra mente. No! Non parlo d’ipnosi (anche se potrebbe essere utile). Parlo di ricondizionare il nostro comportamento modellando (facendo nostri, “fotocopiando”) i comportamenti di chi da sempre è un magro naturale assimilando le loro abitudini e cambiando le nostre. Solo dopo, avviato il processo potremmo adottare uno dei bellissimi consigli adottati in questo articolo. Cambiare si può, basta volerlo perché in fondo questo siamo: abitudine! Un Abbraccio a tutte voi Franca ()

Per poter organizzare al meglio tutte le sue complesse funzioni, il tuo fisico spende ogni giorno un numero consistente di calorie. Il più classico dei trucchi per poter dimagrire è certamente quello di far sì di andare a riequilibrare queste perdite in maniera attenta e senza esagerazioni, attraverso perciò una dieta alimentare equilibrata, varia e sana, ricca di frutta, di verdura, ma anche di carboidrati e lipidi.

Cos’è una dieta equilibrata? potra sembrare una domanda stupida, ma non tutti siamo in grado di capire se la nostar dieta alimentare è equilibrata, per tale motivo quando si vuole perdere peso sarebbe necessario farsi seguire da qualcuno che abbia esperienza nel campo della nutrizione.

Andare da un nutrizionista però può essere costoso e non tuttiabbiamo le disponibilità per chiedere aiuto a un professionista, oggi però c’è la possibilità di consultare un team di nutrizionisti esperti a costi molti bassi, tutto questo grazie a Nutrition Slimming, che mette a disposizione un servizio DIETA PERSONALIZZATA on line.

Infatti, molti degli elementi che sono necessari al tuo organismo, li potrai anche assumere attraverso una modulazione alimentare che preveda il consumo di queste importanti fonti alimentari. Se perdere peso può risultare più semplice, anche grazie alla presenza di vari integratori naturali che sono appositamente preparati per poterti far dimagrire in maniera perfetta, tutt’altra cosa è il farlo senza però perdere l’elasticità della pelle.

Certamente è anche un tuo obiettivo riuscire a smaltire il grasso superfluo, senza poi però avere tutta quella flaccida pelle che cade a penzoloni sul tuo corpo. Non per nulla, gli esperti ricordano che come è importante scegliere una buona dieta per perdere peso, lo è anche il sapere come è possibile evitare che la pelle si afflosci dopo una significativa perdita di peso.

È quindi molto importante sapere come poter evitare che tutto ciò possa accadere. Non per nulla per evitare di avere smagliature, vi è tutta una serie di cose che puoi fare e che adesso andremo ad analizzare.

Le persone che hanno problemi di pelle del tipo appena descritto, sono, in linea generale, coloro che cercano di perdere molto peso e in maniera molto veloce. L’improvviso e rapido cambiamento di peso non dà abbastanza tempo alla pelle di potersi ritrarre naturalmente, causando un surplus che poi cede.

Ragione per la quale devi cercare di perdere peso lentamente e in modo sano. La soluzione migliore, se si vuole perdere peso senza avere la pelle flaccida, è quella di perdere al massimo un chilo alla settimana. È importante, perciò, che tu scelga una dieta che ti faccia perdere peso lentamente piuttosto che una dieta che ti faccia perdere peso velocemente.

Avrai bisogno di un programma di dieta nel quale sia inclusa frutta, verdura e cereali integrali. Infatti, se non si mangia abbastanza frutta e verdura, la pelle può perdere la sua elasticità a causa della mancanza di vitamine. Una dieta che ben si adatta a tutti questi criteri, per esempio, potrebbe essere la dieta Paleo.

La regola d’oro è quella di non perdere peso senza esercizio o lo sport. In effetti, la perdita di volume attraverso lo smaltimento del grasso lascerà una sorta di “vuoto” e, a causa di ciò la pelle tenderà a perdere, in una certa misura, la sua naturale elasticità. Per evitare di creare questa specie di “vuoto”, sarà pertanto opportuno che tu vada a svolgere degli esercizi che possano farti sviluppare i muscoli, i quali, in pratica potranno riempire, in maniera armoniosa, questi spazi e consentiranno di evitare che la pelle del tuo corpo rimanga flaccida e cadente.

dieta senza carboidrati colazione

Receive email-only deals, special offers & product exclusives

¿Has oído hablar de la dieta disociada pero no sabes ni por dónde empezar? ¿Te gustaría saber los pasos exactos que hay que seguir para hacerla correctamente?

Entonces estás en el lugar indicado. Porque después de leer este artículo serás capaz de saber con exactitud absolutamente todo lo necesario para llevar a cabo esta dieta con un éxito rotundo. Hablaremos de qué es, de si realmente funciona, de los grupos de alimentos y del menú que tendrías que seguir, así como consejos y opiniones propias ¡que no te puedes perder!

La clave para el éxito absoluto de la dieta disociada es tratar de llevar una combinación perfecta de alimentos. Come de todo.

Después de tanto buscar e investigar, hemos dado con la clave, un método infalible, ese que todos vamos buscando, donde es posible no contar minuciosamente cada caloría que ingerimos al mismo tiempo que nos deshacemos de esos milímetros de más y disfrutamos de una amplia variedad de alimentos que con otras dietas estarían prohibidos. Solo hay que aprender a organizar nuestras comidas. Voy a contarte todo lo que he aprendido de esta dieta.

Se trata de una dieta con cierta base racional, pero que, sin embargo, carece de base y aceptación científica así que cuidado. Con esta afirmación sacamos en claro que como en cualquier dieta ésta tiene muchos seguidores pero a la vez también muchos detractores. Al igual cuenta con múltiples ventajas y desventajas.

Tengamos siempre claro que no hay necesidad de llevar las cosas al punto extremo, ya que, por lo general, los extremos siempre acaban siendo perjudiciales. Y en este caso, perjudiciales para la salud. Teniendo esto muy en cuenta y siempre presente, podemos lanzarnos y probar cómo nos funciona la dieta disociada a cada uno de nosotros, sabiendo que cada cuerpo es único. Para ello vamos a averiguar cómo funciona y cuáles son sus exigencias o requisitos indispensables.

La dieta llamada disociada bien explicada trata de que se aprenda a comer sin mezclar los grupos de alimentos que marca como incompatibles sino aprender a combinarlos de la manera correcta y, como he comentado en el primer párrafo del post, que empezaba con una palabra que buscamos continuamente cuando hacemos dieta, “disfrutar” con una nueva fórmula de evitar seguir cargando ese peso de más que se nos ha acoplado y que pretende quedarse.

Con este método de adelgazamiento sencillamente se trata del placer de comer y de adelgazar juntos. Pero tienen una pega y es que, cuando algo se junta, otra cosa inevitablemente se separa. Aquí, en la dieta disociada tenemos que prestar atención a los alimentos que comemos, ya que según ésta, los tenemos que clasificar por categorías, es decir, por grupos de alimentos, y solo ingerir en una misma toma aquellos que pertenecen a la misma clase o combinarlos de manera compatible. Vamos que, lo que comúnmente conocemos como, ¡juntos pero no revueltos!

Es por ello que, para evitar cualquier tipo de error y equivocación por nuestra parte y facilitarnos la buena práctica de la dieta con el fin de bajar ese peso que buscamos eliminar y que como he dicho antes, siempre sin llegar al extremo peligroso, se han elaborado unas tablas de alimentos de la dieta disociada que especifican, por un lado, cuáles están permitidos tomar, y por otro, a qué grupo de alimentos pertenecen para así no mezclar unos con otros.

Nota: un poco más adelante os explico los 5 grandes grupos de alimentos o categorías y dentro de cada uno se muestran los productos aptos para la realización de esta dieta.

Podemos decir que la dieta disociada funciona si, como he planteado anteriormente, pensamos de forma racional y pensando en cómo se dividen los alimentos en cada grupo.

Según esta dieta hay que combinar los alimentos de la manera correcta para evitar combinaciones que no ayudan a la eliminación y absorción de los mismos, de esta manera conseguiremos reducir esos kilos de más. Podemos decir que su característica principal es la que nos permite comer de todo de forma no restrictiva, una dieta ideal para perder peso sin pasar hambre.

Nos basamos en la creencia de que nuestro aparato digestivo no trabaja de la misma manera si mezclamos grupos de alimentos que si los combinamos de manera correcta. Al final todo está relacionado con llevar una alimentación lo más saludable para que no solo afecte a nuestro peso sino también un aporte saludable que hará que te sientas bien.

Para elaborar la tabla de este régimen disociada tenemos que tener claro que tal y como exige la dieta disociada, está terminantemente prohibido mezclar diferentes grupos de alimentos incompatibles en una misma comida.

Por lo tanto, bajo ningún concepto mezclaremos:

  • Mezclar diferentes tipos de frutas como es el caso de las ácidas (naranja) con las dulces (uvas).
  • Así mismo, las frutas deben comerse por separado, olvídate de la idea de tomar de postre una pieza de fruta. Lo mejor es tomarlas a media mañana o para merendar a media tarde.
  • Las bebidas gaseosas, zumos o azucaradas quedan totalmente prohibidas para su consumo. Es la restricción mayor que encontramos en esta dieta.
  • Al igual que el alcohol que debe ser eliminado, en la medida de lo posible, de la disociada.
  • Se establece que aproximadamente a partir de las 18 h no se debe ingerir hidratos de carbono, aunque este punto lo marcará mejor para cada persona tu nutricionista.
  • Además de estas ocho directrices, hay otras exigencias que hacen referencia a los 5 grupos de alimentos que hemos visto un poco más arriba.

  • Sólo comeremos fruta en el desayuno y a media mañana.
  • Ciertas grasas como los frutos secos (nueces, dátiles, pasas) las podremos tomar tanto a media mañana como a la hora de merendar. Eso sí, nunca como acompañamiento de la fruta.
  • Siempre comeremos carbohidratos a media mañana o en la comida. Nunca en la cena.
  • Lechuga, escarola, canónigos, Acelga, espinacas, apio, puerro, Espárrago, Remolacha, zanahoria, calabaza, calabacín, coliflor, Brócoli, Berenjenas, pimiento, pepino, cebolla, champiñones y setas, judías y guisantes.

    Tomate, pera, manzana, plátano, uvas, naranja, mandarina, cerezas, fresa, tamarindo, chirimoya, kiwi, nectarina, melocotón, paraguayo, ciruelas, Sandía, melón, piña, limón.

    Aguacate, frutos secos como los pistachos, las nueces, los cacahuetes, almendra, avellana. También el aceite de oliva, aceite de girasol, chocolate, dátiles, piñones.

    Arroz, legumbres (garbanzos, lentejas, judía pinta, judía blanca, etc.), haba, trigo y harinas, patata, yuca, boniato, pasta.

    Derivados lácteos, carnes, pescado, marisco, huevos.

    Una vez desmenuzado todo lo relativo a los productos permitidos y establecidos el cómo y el cuándo, vamos a ver qué menús nos propone la dieta disociada.

    Antes de empezar y como siempre dicen los médicos, tenemos que dejar claro y por favor haced el esfuerzo de seguirlo a rajatabla, hay que hacer 5 comidas al día. No por comer más veces al día vamos a engordar. Más bien lo contrario, pues cada vez que tomamos algún alimento ponemos en marcha nuestro organismo y al hacer éste la digestión, de forma involuntaria quema calorías y con ello incluso podemos hasta adelgazar.

    Una vez claro este concepto, os presentamos las 5 comidas que propone el menú de la dieta disociada para conseguir resultados satisfactorios.

    DESAYUNO: Café o infusión té con edulcorante y con dos rebanadas de pan. (lo ideal sería no utilizar el edulcorante pero si realmente necesitas endulzar el café o el té está permitido, ya que bajo ningún concepto debes añadir azúcar)

    ALMUERZO: Frutos secos. (Los frutos secos son ideales por la cantidad de energía que aportan de buena mañana. OJO: no todos los días, ¡en la variedad está el gusto!)

    COMIDA: Entre las opciones encontramos por un lado, una ensalada con distintas variedades de lechugas, cebolla y zanahoria. Y por otro lado, podemos comer una ensalada de pasta con verduras. (se acabó la pasta a la bolognesa, o a la carbonara)

    MERIENDA: Fruta (No os olvidéis que no hay que mezclar las frutas ácidas, semiácidas o dulces, cada grupo por separado).