come usare lassativi per dimagrire

allenamento per dimagrire cosce e glutei

– “Mangiare tanto tutto insieme è il modo migliore per ingrassare” … Ok, se fosse vero la metà del mondo occidentale non sarebbe in sovrappeso pur mangiando almeno 4 volte al giorno… non ti pare?

– I carboidrati non vanno mai mangiati dopo le cinque del pomeriggio… come se il nostro corpo sapesse che ore sono…

Quest’ultimo punto merita qualche parola in più.

Come già detto, gli unici carboidrati esistenti in natura sono:

– Frutta fermentata (il che spiega come mai possediamo enzimi per l’alcol nonostante gli alcolici come li intendiamo siano un’invenzione relativamente recente)

Ne consegue che in natura non esistono fonti glucidiche (carboidrati) con alta densità calorica.

Per intenderci, la pasta e il pane, per non parlare dei dolci e dei cibi industriali e raffinati, hanno un’altissima densità calorica in relazione al loro volume.

In natura infatti, per mangiare così tante calorie tutte insieme devi SEMPRE passare attraverso due fasi:

– trovare qualcosa ricco di zuccheri (camminando magari per ore e ore)

– masticarlo e digerirlo, tenendo presente che nel 99% dei casi (miele a parte) quel cibo sarà ricco anche di fibre (che ti sazieranno e aumenteranno la termogenesi). Il miele è povero di fibre ma come ho detto prima, ci pensano le api a renderti la vita difficile.

Perché alla base di tutto c’è una formula magica indispensabile che devi assolutamente capire e conoscere:

Questo sia se mangi carboidrati alle 12 sia se li mangi alle 16, sia se fai colazione che se non la fai.

Il mondo dei palestrati, vittime di tanta ignoranza gratuita elargita da medici, nutrizionisti e personal trainer della domenica, è da sempre stato convinto che:

– Digiunare per molte ore fa perdere muscolatura

– Mangiare proteine una sola volta durante la giornata ne impedisce l’assorbimento perché il corpo assimila al massimo 30 grammi di proteine a pasto

– Che saltare la prima colazione rallenta il metabolismo, perché il corpo entra in uno stato di carestia

Ogni qual volta parli ad un palestrato di Digiuno Intermittente infatti ti senti dire:

“Se non mangio almeno 5 volte al giorno, nutrendo la mia massa muscolare come una macchina da corsa, la mia muscolatura sparisce”

… Ora, io capisco che per anni è stato il modo comune di pensare, ma se siamo stati dotati di materia grigia forse ogni tanto è anche utile usarla no

– In un atleta natural (che non assume farmaci anabolizzanti) la capacità di aumentare la massa muscolare è fortemente limitata, quindi mangiare tanto oltre il consumo calorico giornaliero farà senza ombra di dubbio ingrassare

– Mai e poi mai, un animale libero e selvaggio mangia continuamente durante tutto l’arco della giornata, ma al contrario, limita i pasti in alcune finestre orarie

– La privazione calorica (che è l’opposto del mangiare di continuo) incrementa l’aspettativa di vita del 30% (leggi bene: limitare l’introito calorico ciclicamente lungo l’arco della vita, aumenta la durata della vita stessa)

Vorrei farti notare inoltre che i BodyBuilder mangiano fino a 10 volte al giorno… che ne pensi? Per quanto mi riguarda, la visibile dilatazione dei loro visceri sinceramente non incentiva a fare lo stesso.

La cosa è spiegabile anche in natura: cosa succede quando prendiamo un animale selvaggio e gli diamo la possibilità di mangiare ogni volta che vuole? Ingrassa.

Ecco quindi che se ti alleni 5 volte alla settimana e mangi 5000 kcal al giorno (conosco Body Builder che mangiano 10 mila calorie al giorno, convinti di fare bene), se il tuo equilibrio metabolico è molto al di sotto di quelle 5000 kcal e se non assumi farmaci anabolizzanti, quelle calorie andranno soprattutto nella tua massa grassa e NON IN QUELLA MAGRA.

Le palestre del pianeta sono piene infatti di Fat Builder (Body Builder grassi), che vanno in massa come atleti professionisti e puntualmente si trasformano in omini Michelin.

Ogni qual volta introduciamo più calorie di quante ce ne servono infatti, il corpo entra in uno stato anabolico che non è rivolto soltanto alla massa muscolare, ma anche e soprattutto alla massa grassa. Tradotto: ingrassiamo!

Questo spero possa aiutarti a capire che fare periodi di massa iper-calorici incontrollati, in cui mangi troppo di tutto, serve soltanto a farti diventare più grassa/o.

Ogni volta che mangiamo infatti la termogenesi (il metabolismo), aumenta in risposta all’azione dinamico specifica degli alimenti (la termogenesi indotta dalla dieta).

Il che significa che se assumiamo 2000 calorie provenienti da carboidrati, proteine e grassi, una percentuale variabile tra il 10 e il 30% di quell’energia andrà a disperdersi in cicli futili (che producono calore) e sarà utilizzata proprio per la digestione e l’assimilazione di quegli alimenti.

Questo avviene sia se mangi 2000 calorie divise in 10 pasti, sia se le mangi tutte insieme (come fa chi pratica l’Intermittent Fasting).

Inoltre: brevi periodi di digiuno (di 16-18 ore) hanno un blando effetto di incremento della termogenesi per via della stimolazione adrenergica dovuta al digiuno.

In assenza di cibo infatti non soltanto la mente diviene più lucida (provare per credere) ma addirittura il sistema nervoso simpatico si attiva producendo maggiore adrenalina e noradrenalina che incrementano in minima misura il metabolismo (è un incremento irrisorio quindi possiamo anche non considerarlo).

cliniche private per il dimagrimento

Colazione: una tazza di muesli con mezza tazza di mirtilli e del latte a basso contenuto di grassi

Pranzo: insalata di spinaci, lattuga, cetrioli e 100g di fagioli

Cena: 150 grammi di agnello alla griglia, una tazza di broccoli cotti al vapore, zucchine alla griglia

Colazione: frittata di uova fatta con due tuorli e prezzemolo

Pranzo: quinoa bollito con una tazza di verdure di stagione

Snack: una tazza di carote con dell’hummus

Cena: 180 grammi di pollo al forno con una tazza di funghi saltati in padella e spinaci

Colazione: 100g di yogurt magro con 10g di semi di lino e un frutto della passione

Pranzo: zuppa di lenticchie preparata con 75g di lenticchie, uno spicchio d’aglio, 1 cipolla media tritata, 1 carota tritata, 1 piccolo pomodoro a dadini e un mazzetto di spinaci

Cena: una tazza di zucca rossa, melanzane e funghi e del riso integrale (o riso venere).

Ingredients for protein diet via Shutterstock

Seguire una dieta proteica ha diversi vantaggi per la salute ma al contempo ci sono delle controindicazioni, per cui è necessario rivolgersi al dietologo prima di iniziarne una. Tra i benefici vi è il fatto che aiuta a sviluppare la massa muscolare, a combattere ritenzione idrica e cellulite, a rinforzare i capelli, ad accelerare il metabolismo e a favorire il dimagrimento, il che la rende praticamente ideale per chiunque voglia un corpo in forma.

C’è comunque un rovescio della medaglia: tra i contro vi è la possibilità di mal di testa, depressione, poca energia, disordini del ciclo mestruale, affaticamento epatico, danni ai reni, alitosi e stipsi o diarrea. Queste conseguenze negative sono tutte derivanti dalla maggiore presenza di alimenti proteici nel menu, a discapito dei carboidrati, dunque per limitarle al massimo è bene non esagerare: seguire una dieta low fat non deve significare infatti dire totalmente addio ai carboidrati.

Se vuoi aggiornamenti su Diete, Tornare in forma inserisci la tua email nel box qui sotto:

Di questi tempi sento sempre più parlare nel web e non, di dieta proteica, molto spesso associata alla dieta ipocalorica, particolare regime alimentare che promette di perdere peso in tempi molto brevi, senza intaccare la massa magra, con rischiosa perdita di tonicità muscolare, ma agendo solo sul tessuto adiposo, bruciando quello in eccesso.

Personalmente ho provato questa dieta per due settimane, tempo massimo consigliato per il trattamento, da un lato per la difficoltà a mantenere un regime alimentare che si basa sulla totale o quasi totale consumazione di proteine e pochi carboidrati, dall'altro per il rischio di un sovraccarico di stress per fegato e reni, dovuto alla sola grande assunzione di proteine animali e vegetali, devo dire però che i risultati sono ben visibili, eccome!

In due settimane sono riuscita a perdere 4kg, senza nemmeno rispettare alla lettera tutti i pasti consigliati da questa fantomatica dieta proteica, con grandissima soddisfazione nel guardarmi allo specchio e riscoprire che anche io ho delle costole.

Il principio su cui si basa la dieta proteica è semplice e chiaro la costante assunzione di proteine fa in modo che i livelli di insulina nel nostro corpo rimangano costanti e, se a questa dieta associamo un basso consumo di calorie favoriamo la lipolisi, con conseguente perdita di grasso corporeo e dimagrimento.

Come abbiamo già detto però se effettuata oltre i termini consigliati, la dieta proteica rischia di affaticare gli organi addetti allo smaltimento dell'azoto contenuto nelle proteine, distrutte dagli enzimi del nostro organismo, per utilizzarle come fonte energetica alternativa ai carboidrati, con danni al nostro organismo.

Pertanto consiglio, anzi vi intimo di rispettare i tempi di dieta e, per migliorare il funzionamento di reni e fegato, assumere grandi dosi giornaliere di acqua naturale, dal momento che alcolici o bevande gassate saranno vietate durante le due settimane di regime alimentare iperproteico.

Ed eccoci arrivati al punto focale del nostro articolo, vi presento ora la dieta proteica che personalmente ho seguito nelle due settimane appena trascorse, ottenendo notevoli risultati, visibili non solo nella diminuzione del grasso corporeo, ma anche nella tonicità muscolare, grazie a qualche esercizio fisico giornaliero.

Colazione:Caffè o tè senza zucchero, nella quantità desiderata.

Pranzo:Due uova sode, con contorno di spinaci cotti a piacimento e conditi con poco sale.

Cena:Una bistecca grande(300g) o in caso tre fette di arrosto, il tutto servito assieme ad un contorno di insalata verde e sedano.

Colazione: Caffè o tè senza zucchero assieme a tre fette biscottate oppure un panino.

Pranzo: Una bistecca grande, con contorno di insalata verde, e, a fine pasto, un frutto a piacimento.

Cena: Prosciutto cotto magro quanto basta, se proprio non riuscite a mangiarlo senza contorno, concedetevi un piccolo panino integrale.

Colazione: Caffè o tè senza zucchero assieme a tre fette biscottate oppure un panino.

Pranzo: Due o tre uova sode, insalata a piacimento con pomodori.

Cena: Prosciutto cotto magro e una per contorno una buona dose di insalata verde.

Colazione: Una tazza media di latte, possibilmente scremato, con un panino.

come fare una dieta sportiva

Pranzo: *pesce spada alla griglia, bietole al vapore

Cena: frittata di 2 uova e zucchine, broccolo lesso

Colazione: una tisana depurativa, tè o caffè, 3 biscotti

Pranzo: *petto di tacchino con carote, porri e sedano; zucchine lesse

Cena: formaggi freschi misti (150-200 grammi) accompagnati da insalata

Colazione: una tisana depurativa, tè o caffè, 3 biscotti

Spuntino: succo di succo di pompelmo (200 cc.)

Pranzo: *fegato di manzo alla cipolla, barbabietola al vapore

Cena: spiedini di tacchino, melanzane alla griglia con pomodoro e origano

Colazione: una tisana depurativa, tè o caffè, 3 biscotti

Pranzo: *sogliola al forno, insalata di scarola

Cena: *tonno o salmone al naturale, verdure miste (finocchio, sedano, carote)

Colazione: una tisana depurativa, tè o caffè, 3 biscotti

Pranzo: *pollo alla griglia e spinaci bolliti

Cena: *salsicce magre bollite, zucchine e porri al vapore condite con cipolline e pepe rosso

Colazione: una tisana depurativa, 100 grammi di pane tostato, due cucchiaini di marmellata

Pranzo: 100 grammi di riso ai piselli oppure 100 grammi di pasta con 80 grammi di cuori di carciofo; 200 grammi di verdura mista alla griglia

Cena: 200 grammi di champignon al forno, 200 grammi di legumi

REGOLE DA SEGUIRE OGNI GIORNO

  • per i condimenti usare solo due cucchiai di olio extravergine di oliva, aceto di mele e spezie
  • Una volta raggiunto il peso forma o il peso ideale, si può tornare ad una dieta equilibrata introducendo di nuovo i carboidrati nell’ alimentazione.

    COLAZIONE: uno yogurt naturale magro o una tazza di latte magro; caffè o tè senza zucchero, biscotti o pane integrale tostato.

    SPUNTINO: frutta fresca (a metà mattina e nella merenda del pomeriggio)

    PRANZO: verdure crude condite con poco aceto e seguite dai seguenti piatti a rotazione:

    – 80 grammi di pasta integrale due o tre volte alla settimana

    – 80 grammi di riso integrale due o tre volte alla settimana

    – piatto completo a base di cereli e legumi come pasta e fagioli, riso e lenticchie oppure avena e legumi, due volte alla settimana

    Nota: la pasta e il riso vanno conditi con sughi di verdure

    *carne (150-200 grammi) alla griglia, arrosto o al forno con un panino integrale e guarnita da verdure, tre volte alla settimana

    – 150 grammi di *pesce al forno, al vapore o al cartoccio con verdure, due volte a settimana

    due uova sode o alla coque con verdure e un panino integrale, una volta alla settimana

    – 150-200 grammi di formaggi freschi magri una volta a settimana

    Questa dieta funziona veramente, grazie mille e compliementi.

    Non ci credevo ma è stata semplice e “gustosa”, ho recuperato la mia forma senza fatica.

    L’ho consigliata alle amiche di facebook…

    SCUSATE MA INSALATA QUANTA NE VUOI NE MANGI?

    Dipende da cosa intendi “quanta ne vuoi” espressa in chili…

    per dimagrire esercizi aerobici

    Teniamo a precisare che queste bevande sono molto efficaci, ma bisogna berle regolarmente per ottenere i risultati desiderati, perché non sono immediatamente evidenti.

    La maggior parte dei trattamenti per la disintossicazione vengono eseguiti al mattino a stomaco vuoto. Oggi, tuttavia, vi presentiamo delle bevande che vengono assunte secondo la medicina tradizionale cinese in serata o durante la notte, in quanto il fegato è più attivo tra le 1:00 e le 3:00 del mattino.

    Queste bevande sono quindi consigliate a letto per promuovere il processo di pulizia del fegato. Allo stesso tempo garantiscono un buon funzionamento del metabolismo, attraverso il quale vengono scaricati gli inquinanti e i grassi vengono suddivisi.

    Il tè alla camomilla fa particolarmente bene la sera. È dolce, favorisce la digestione e supporta il fegato nelle sue funzioni di pulizia. Ciò è dovuto agli antiossidanti che contiene.

    Ha anche un effetto calmante sul sistema nervoso e aiuta contro lo stress . Inoltre, il tè alla camomilla migliora la qualità del sonno.

    Inoltre possiede proprietà anti-infiammatorie infatti è un valido aiuto contro l’infiammazione nei muscoli e nei tessuti.

  • Portare la camomilla con acqua bollente e lasciare per 10 minuti.
  • Bere una tazza ogni giorno per almeno due settimane prima di andare a dormire.
  • Bere acqua e limone è particolarmente popolare al mattino a stomaco vuoto, ma fornisce anche risultati molto soddisfacenti la sera.

    Il limone è noto per le sue proprietà di drenaggio e pulizia e supporta anche la salute del fegato.

  • Riscaldare l’acqua e aggiungere il succo di limone.
  • Bere questa bevanda mezz’ora prima di dormire, per almeno tre settimane consecutive.
  • Zenzero e limone rappresentano una combinazione perfetta per perdere peso e sono anche molto utili per la salute generale dell’organismo. Entrambi contengono importanti quantità di vitamina C e altri antiossidanti, che ostacolanole malattie e migliorano il metabolismo.

    Lo zenzero ha proprietà anti-infiammatorie e aiuta anche con altri disturbi, come la cellulite. È noto anche per il suo effetto termogenico, che aiuta a bruciare le calorie in eccesso. Inoltre, lo zenzero promuove lo scarico di inquinanti.

    Il limone rafforza il sistema immunitario e ha un forte effetto di pulizia. Aiuta anche con la flatulenza.

  • Portare l’acqua in ebollizione, quindi aggiungere lo zenzero e il succo di limone lasciandoli per 10, 15 minuti.
  • Bevi questa bevanda almeno tre volte alla settimana.
  • Il tè di menta piperita è molto sano e ha proprietà digestive particolarmente utili dopo una cena sontuosa.

  • Cuocere le foglie di menta in acqua per due minuti.
  • Quindi sorseggiare e bere mezz’ora prima di coricarsi.
  • Bere una tazza ogni sera per almeno tre settimane.
  • L’avena contiene un’importante quantità di fibre, vitamine e minerali che migliorano la digestione, promuovendo la pulizia del fegato e dell’intestino.

    Inoltre, l’avena ha un effetto rilassante e migliora il benessere generale e migliora la qualità del sonno.

    È la promessa della nutrizionista americana Haylie Pomroy, che ha contribuito alla perdita di peso di celebrities come Jennifer Lopez, Reese Witherspoon o Wendy Williams. 4 settimane per riattivare il metabolismo e cominciare a mangiare senza ingrassare più

    Che invidia quell'amica che mangia tanto e non ingrassa. Ma come fa? È fortunata: ha un metabolismo che brucia tanto. Eppure oggi diventare come lei è possibile. Come? Seguendo alla lettera il regime della nutrizionista americana Haylie Pomroy, che ha già stregato star americane come Cher, LL Cool J e Raquel Welch, e che ora arriva finalmente anche in Italia con La Dieta del Supermetabolismo - Mangi di più, perdi più chili (Sperling e Kupfer). Si perdono dieci chili in quattro settimane e non si riprendono più, mangiando ben cinque volte al giorno: tre pasti principali e due spuntini. Possibile? Sì, perché alcuni cibi hanno un potere bruciagrassi e riattivano il metabolismo. Quindi basta con i digiuni e il conteggio delle calorie, qui il punto non è più quante calorie si assumono, ma quante se ne bruciano.

    Il programma dura 28 giorni, ovvero quattro settimane, ognuna delle quali segue tre fasi: calmare gli ormoni dello stress, sbloccare il grasso accumulato e liberare gli ormoni che bruciano il grasso. In questo modo il metabolismo viene spiazzato, perché colto di sorpresa. E qui sta la forza del metodo.

    Cibo: carboidrati e verdure

    L’obiettivo: Stimolare l’organismo a calmarsi e a iniziare a digerire davvero gli alimenti, anziché accumularli. Far riabituare il corpo a trasformare gli alimenti che assume in energia, anziche? accumularli sotto forma di grasso. L’obiettivo e? fare in modo che l’organismo riprenda a bruciare cio? che si mangia.

    Attività fisica consigliata: di tipo aerobico

    L’obiettivo: agire in modo intensivo sulla struttura dell’organismo, trasformando il grasso accumulato in muscoli. Talmente intensa che non si puo? protrarre per piu? di due giorni. È incentrata sui muscoli, e i muscoli divorano calorie. Quindi più si è muscolosi, più si bruciano grassi.

    Attività fisica consigliata: esercizi con i pesi

    Cibo: grassi sani e verdure, carboidrati e proteine