dieta disociata 13 zile

dieta per perdere fianchi uomo

Atunci cand lucram la birou, pierdeam timp de doua ori in aceeasi zi pentru o simpla salata – dimineata, cand trebuia sa ambalez fiecare ingredient in parte, si la pranz, cand trebuia sa ma desfasor in bucataria de la birou cu frunze, seminte, dressing-uri, boabe de fasole si alte minuni, totul pentru a savura 10 minute de mancare sanatoasa. In cautarile unui mod de a scuti timp si a pastra ingredientele proaspete, am descoperit pe site-urile americane o varianta foarte, foarte interesanta – salata in borcan. Principiul este foarte bun mai ales pentru cei dintre voi care vor sa manance… Read More »

Bine v-am regasit in acest nou an, pe care vi-l doresc frumos, echilibrat si luminos. La sfarsitul anului trecut aveam o discutie cu tata, in urma careia am ajuns amandoi la concluzia ca nu e bine sa-ti faci planuri si sa ai asteptari. Cel mai bine este sa iti stabilesti obiective, sa te tii de munca, insa sa lasi viata sa-si urmeze cursul, fara sa fortezi cu nimic. Si sa te bucuri de prezent. La maxim! Eu am ales sa incep anul cu 10 zile de detoxifiere cu o dieta raw. In ultima luna am tot avut tulburari de somn… Read More »

Le diete iperproteiche fanno dimagrire rapidamente.

Ma forse non tutti sanno che il dimagrimento ottenuto non è stabile, che viene squilibrato il metabolismo naturale e che vengono innescanati numerosi processi tossicizzanti per il nostro organismo.

Il successo delle diete iperproteiche è legato all’esigenza del risultato immediato con poco impegno, della serie “I carboidrati ti fanno ingrassare? Mangia proteine e dimagrirai senza avere mai fame. ”.

Ma la filosofia delle diete iperproteiche – che non perdono tempo a distiguere i carboidrati buoni da quelli cattivi ma semplicemente li eliminano – instaurano un regime alimentare fortemente squilibrato e innaturale, basato sul consumo libero di proteine di origine animale.

E’ sorprendente come le diete iperproteiche abbiano avuto tanto successo nonostante vi siano chiari avvertimenti di non iniziare questo percorso dietetico in caso di patologie renali e, soprattutto, nonostante che l’inventore di una delle più famose sia stato radiato dall’ordine.

COME FUNZIONA, LE 4 FASI DELLA DIETA IPERPROTEICA:

Le “diete iperproteiche” sono regimi alimentari a ridotto contenuto di carboidrati ed elevato contenuto proteico. Il principio è molto semplice: poiché un eccessivo consumo di carboidrati causa la trasformazione degli zuccheri in acidi grassi (vedi il nostro articolo “Zuccheri: fonte di Energia o fabbrica di Grasso?“), la dieta iperproteica diminuisce l’utilizzo di carboidrati per produrre “energia” sostituendolo con le proteine.

Nella fase di attacco, detta regime di proteine pure (PP), si possono mangiare soltanto alimenti ricchi di proteine e quindi carne, pesce, uova, affettati e latticini magri in quantità illimitata. Si eliminano completamente i grassi, tranne un filo d’olio d’oliva per ungere la padella. In questa fase va consumata ogni giorno della crusca d’avena per contrastare la stitichezza. Questa fase dura dai 3 ai 10 giorni al massimo, a seconda dei chili che si vogliono perdere.

Nella fase di crociera o proteine-verdure (PV), si iniziano ad introdurre le verdure: un giorno si mangiano solo alimenti proteici e il giorno seguente a questi si aggiungono le verdure, anche queste senza limitazioni alla quantità. Si possono anche inserire degli alimenti cosiddetti “tollerati” – quali yogurt, formaggi e cioccolato – che però vanno pesati. Questa fase dura fino al raggiungimento del peso voluto.

La sase di consolidamento inizia quando si è raggiunto il proprio peso ideale e dovrebbe continuare 10 giorni per ogni chilo perso. Nella dieta si introducono i carboidrati, ma in quantità limitate due volte alla settimana e 1 frutto al giorno; 1 volta alla settimana si devono mangiare solo proteine.

Nella fase di stabilizzazione si riprende a mangiare liberamente, rispettando alcune regole: assumere ogni giorno della crusca d’avena, passeggiare 20 minuti al giorno e fare le scale a piedi.

Questa dieta ha molto successo in quanto si perde rapidamente peso ed è facile da seguire perché la maggior parte degli alimenti non vengono pesati e non è necessario contare le calorie.

COSA PUO’ SUCCEDERE CON LA DIETA IPERPROTEICA

Alcune persone lamentano effetti collaterali quali problemi respiratori, bocca secca, stanchezza, vertigini, nausea e insonnia. Inoltre la mancanza di cereali, frutta e verdura può causare costipazione. E’ una dieta non bilanciata, ossia non fornisce tutti i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno e va integrata con crusca e vitamine.

Il dimagrimento che si ottiene è dovuto principalmente alla riduzione dei carboidrati che nell’organismo sono presenti in forma idratata, ossia legano al loro interno molte molecole di acqua. Quindi la perdita di peso è anche dovuta alla perdita di acqua. Quando si riprende ad assumere carboidrati, il peso viene riacquistato velocemente.

Cosa accade a livello biochimico nel nostro organismo?

Mangiando solo proteine e grassi, questi diventano la sola fonte di energia: per produrre energia dalle proteine (vi ricordiamo che in una dieta bilanciata l’energia – carburante naturale – è fornita dagli zuccheri, mentre le proteine servono principalmente a “costruire” tessuti e molecole (come ad esempio enzimi e anticorpi) con varie funzioni nell’organismo) queste vengono trasformate in acidi grassi e successivamente in corpi chetonici (acidi grassi a 4 atomi di carbonio).

Queste sostanze in piccole quantità hanno effetti benefici, ma quando sono in eccesso diventano nocive. Il loro effetto principale è quello di ridurre la sensazione di fame, in quanto stimolano il centro della sazietà.

Quando sono in eccesso, fegato e rene devono lavorare molto per smaltirli e possono venirne danneggiati. Inoltre un eccesso di corpi chetonici può portare ad un’acidificazione del sangue con conseguente perdita di calcio, osteoporosi e calcoli renali.

Nei primi 15 giorni di una dieta iperproteica l’organismo perde molta acqua perché i corpi chetonici hanno effetto diuretico, se la dieta si protrae si può arrivare a un affaticamento renale.

Inoltre, assumendo grosse quantità di proteine, se queste non vengono bruciate completamente dall’organismo, specialmente se non si fa un’adeguata attività fisica, si possono accumulare tossine acide, come gli acidi urici, responsabili di patologie quali la gotta. Non è un caso che in passato i ricchi, che si alimentavano principalmente di carne, soffrissero di gotta, patologia del tutto sconosciuta ai contadini.

Basada en el consumo de carnes magras, lácteos desgrasados, huevos y embutidos magros, entre otros; conocé en detalle la alimentación proteica

Cada decada tiene su nutriente estrella. En los 80, los hidratos de carbono eran reivindicados de la mano de las pastas y las papas. En la década del 90, fueron las grasas las que estuvieron en boca de todos y plantearon la división entre el consumo de "buenas" y "malas". Hoy, las proteínas son las protagonistas . Y así, las dietas proteicas son un boom –aunque surgieron hace quince años– para quienes buscan bajar de peso.

¿En qué consisten? En el consumo sólo de carnes magras –lomo, nalga, peceto y cuadril, pechuga de pollo sin piel, pescados blancos, mariscos–, lácteos desgrasados, huevos y embutidos magros, que aseguran saciedad y pérdida de peso rápido. Por lo general, en una dieta normal, las proteínas conforman sólo el 15 por ciento del valor calórico total de la alimentación diaria. Este porcentaje aumenta a 30 por ciento en el caso de las dietas proteicas y llega a casi un 100 por ciento en el caso de las hiperproteicas. Normalmente, los hidratos de carbono son la fuente energética preferida por el organismo. Pero, en el caso de este tipo de dietas donde se restringen drásticamente los hidratos de carbono, el organismo recurre a un estado metabólico llamado cetosis.

¿En qué consiste? Como no tiene suficientes hidratos de carbono para obtener energía, el cuerpo comienza a utilizar las grasas para obtenerla. Entonces, quema la grasa y, al convertirla en energía para funcionar, el hígado y los riñones generan unas sustancias llamadas cuerpos cetónicos –que son expulsados en la orina y el aliento–.

El resultado: pérdida de peso. ¿Qué dejan afuera estos regímenes? Carbohidratos, grasas saludables, frutas y vegetales.

Foto: Foto: Latinstock Una de las mayores ventajas de una alimentación proteica es que aporta abundantes fibras y limita la ingesta de glúcidos y grasas no saludables para el cuerpo. Esto, a diferencia de otras dietas, ayuda a sentir saciedad y, por ende, a comer menos, y adelgazar más y más rápido, especialmente al principio. Pero del otro lado de la balanza también hay posibles complicaciones. Por ejemplo, si la ingesta de proteínas sobrepasa la capacidad de los riñones de eliminar los compuestos tóxicos, puede derivar en problemas renales. Además, puede traer pérdida de calcio y aumentar así el riesgo de osteoporosis.

En las dietas hiperproteicas, como el organismo recibe más proteínas de las que el cuerpo necesita, se produce un desequilibrio que puede ser riesgoso. Por eso, sólo hay que hacerlas bajo supervisión médica, por un espacio de tiempo muy reducido –máximo tres días– y como elemento de ayuda para el descenso rápido. Eso sí, como todo lo que baja luego tiende a subir –y si baja tan rápido, también sube así de rápido–, después viene el trabajo de mantenimiento.

¿Es para todos? Lo primero que aclaran las especialistas es que no todos pueden realizar esta dieta. Sólo alguien que ya tenía una alimentación equilibrada, con todos los nutrientes necesarios, puede someterse a un plan para adelgazar. Pero, antes que nada, hay que ir al médico y hacerse un análisis de sangre completo para identificar los posibles problemas y contraindicaciones que puedan aparecer. Y tener en cuenta que hay que incorporar como mínimo tres litros de agua por día.

Para quienes no tienen la fuerza de voluntad necesaria para seguir una dieta de este tipo y cumplir a rajatabla con los alimentos "permitidos", hay una alternativa efectiva y segura. Se trata de un plan nutricional de aporte proteico en formato de polvos y preparados. Es la novedad del momento y consiste en una estrategia médico-nutricional que combina micronutrientes, es decir vitaminas y minerales, con proteínas de alto valor biológico. Sirven para suplir alimentos en una primera etapa y ayudan al paciente a mantenerse satisfecho sin sentirse débil o falto de energía.

non riesco a dimagrire le braccia

Chiedo un recapito telefonico con il dottore berrino ho un un indirizzo per contattarlo urgente. Grazie.

Data: 28 Aprile 2015 alle 03:16

La mia idea è che ognuno ha la sua storia e le sue necessità. Ho 26 anni e mangio male nel senso che mi concedo spesso dei bis, bevo alcolici, non disdegno affatto i dolci, non mangio bio ecc.. ecc.. sto benissimo. Sono in forma. Mai un'analisi preoccupante, mai fastidi cronici. C'è chi guarisce dal cancro non mangiando carne e c'è chi come me è fra quelli che corre di piu a calcetto il giovedi. Nonostante questi sgarri a un'alimentazione ottimale non credo di nutrirmi male. Mia sorella mangia decisamente peggio di me. e sta benissimo. Forse tutto sta nel non esagerare e magari ascoltare i medici nutrizionisti veri andando a farsi una visita e non i link di facebook. L'articolo lo trovo interessante proprio perchè moderato ma questo deve servire da stimolo per informarsi, non sul web, e non prendere come verità assoluta qualsiasi cosa si legga che sia affine ai propri pensieri

Data: 3 Maggio 2015 alle 19:11

Come da ricerche scientifiche, vedi de study,tutte la proteine di origine animale permettono lo sviluppo dei fochichinyfochilule con dna modificato e quindi di cancro. Quindi perché consumarle?

Data: 12 Maggio 2015 alle 15:15

cosa pensa il prof Berrino del libro Perfect health diet di Jaminet?

Data: 26 Giugno 2015 alle 11:53

Faccio sport ogni giorno in doppio allenamento.

La mattina seduta medio/intensa di step per 1h e mezza e 30min di bike ed il pomeriggio spinning variabile 1h o 45min.

Il mio problema é l'alimentazione sregolata.

Praticamente lavorando in ristorante mangio solo la sera e anche moltissimo ed é un'abitudine che ho preso da quasi 2 anni.

Ovviamente il mattino ho quasi sempre appesantimento allo stomaco ma energia per sostenere gli allenamenti.

Sono alto 174cm e peso 70kg ma il fisico non é che sia ben definito (un pó di pancetta e gonfiore).

Facendo calcolo di calorie mi esce qualcosa come 3000/3400 kcal giornaliere.

Come dovrei dividere macronutrienti (percentuale) e come mangiare, senza prendere integratori, in modo corretto e ripartito.

Data: 1 Luglio 2015 alle 17:23

Vivere da malati per. Morire sani? I'm loving eat

Data: 8 Agosto 2015 alle 20:01

Mc Donald fate venire i tumori ai bambini piccoli siete dei delinquenti!

Data: 23 Dicembre 2015 alle 11:37

Il problema non è morire, prima o poi tocca a tutti, ahimè, ma riuscire a morire in salute per vecchiaia e non per malattia.

In altre parole riuscire ad avere un'ottima vecchiaia dato che questa è già una condizione di menomazione di per sè.

Data: 25 Gennaio 2016 alle 19:32

Grazie ad un medico ma anche al Dr Berrino ho cambiato alimentazione. Zero zucchero e farine bianche , tanta frutta verdura e legumi. Ho perso circa 10 kg, guadagnato forza fisica e concentrazione. Le mie analisi sono perfette. Mangiare sano non vuol dire mangiare male o privarsi di chissà cosa. Dopo 15 giorni senza zucchero il corpo non ne sente più bisogno e automaticamente non lo cercate più, è solo questione di volontà.

Data: 25 Febbraio 2017 alle 11:57

pane integrale ,verdura, frutta ,legumi,il mio problema e il diabete 180-200-e prendo nuovaforma 4 al di, alto dove sbaglio aiuto

Data: 8 Marzo 2017 alle 17:46

Carne Carne e carne. Ma quello sana da mucche allevata al pascolo senza cereali- integrale o altro. Nietne soia, niente mais, niente orzo.

Solo erba e fieno. Alloro il giorno che fanno studi con la carne giusta- la carne sana -ci si può analizzarli.

dimagrire facendo pesi

E' importante non cambiare improvvisamente e drasticamente l'alimentazione, ma variare le quantità e semplificare le pietanze (ad esempio togliere 1/3 di quantità pasta che si è soliti mangiare e condire in modo più semplice. L'ideale sarebbe olio a crudo e una spolverata di parmigiano). E' altrettanto sbagliato eliminare del tutto cibi che si è soliti assumere e che hanno comunque una loro importanza nell'alimentazione. Evitare infatti cibi basilari come pane o pasta allo scopo di accelerare il processo di perdita peso è sconsigliato.

Pranzo e cena devono essere pasti completi ed equilibrati costituiti da un PRIMO, un SECONDO e dalla FRUTTA.

Ciò non significa 100 grammi di pasta e una bistecca alla fiorentina ma, ad esempio, 70 grammi di pasta con delle verdure grigliate e una fettina di petto di pollo, oppure medaglione di soia o filetto di pesce.

Regola semplicissima da applicare per tutta la vita: consumare il pasto lentamente in modo da gustarsi il cibo ed evitare il senso di fame a fine pasto e masticare bene. Infatti è scientificamente provato che la digestione inizia in bocca grazie ad alcuni enzimi contenuti nella saliva.

Imparare a cucinare in modo semplice è un bene per tutti. Evitare fritture o combinazioni alimentari dannose aiuterà la perdita di peso. Meglio prediligere la cottura a vapore (una verdura cotta a vapore mantiene meglio tutte le sue proprietà rispetto alla stessa verdura lessata) o la cottura alla griglia (condendo con olio solo una volta impiattata la pietanza). E' inoltre buona abitudine evitare cibi pronti contenenti conservanti, grassi idrogenati, strutto ed altri ingredienti poco sani. Se vi è la possibilità, prediligere una cucina casalinga sana, semplice e molto più gustosa.

Alimenti semplici, buoni, pieni di vitamine e sali minerali, ma soprattutto privi di grassi. Se si ha fame (al di fuori dei 5 pasti principali), meglio una carota o un frutto che una merendina comprata al supermercato. Le verdure crude non dovrebbero mai mancare in una tavola in quanto costituiscono degli "ammazza fame" che possono sostituire gli antipasti e possono placare la fame nervosa.

Se questa nuova alimentazione provoca stitichezza, aiuta l'organismo mangiando 2 kiwi al giorno!

Non mangiare sempre la stessa cosa aiuta non solo il metabolismo, ma anche noi stessi nel proseguire con una dieta equilibrata. Infatti se si mangia sia a pranzo che a cena pasta in bianco con olio e fettina di pollo, ci sarà più predisposizione al "tradimento alimentare", se invece si varia in modo fantasioso cucinando ricette sempre diverse (ma ugualmente sane e leggere), si sarà maggiormente motivati.

Consulta la PIRAMIDE ALIMENTARE per maggiori informazioni

Inutile negarlo, l'esercizio fisico aiuta. Durante l'attività fisica infatti, non solo vi è un consumo di calorie, ma più massa muscolare si possiede, più il metabolismo accelera il consumo di grassi. Non è necessario intraprendere uno sport impegnativo o trascorrere ore e ore su un tapis roulant, ma basterebbe una passeggiata a piedi di 30 minuti al giorno (ad esempio portando il cane a fare i bisognini fuori) o addirittura qualcosa di più "casalingo" come ad esempio fare le pulizie a ritmo di musica.

Regola banale ma da non sottovalutare. E' meglio pesarsi solamente 1 volta a settimana per valutare se la dieta sta dando i suoi risultati. Durante la giornata si hanno degli sbalzi di peso che, se monitorati, possono ingannare e indurre a variare l'alimentazione tradendo tutto il lavoro svolto.

Non disperate se oltre la pizza settimanale vi capita di partecipare ad una festa, mangiare al ristorante per un ricevimento e abusare di una bella fetta di torta golosissima. Non è necessario privarsi del tutto dei "piaceri della vita", basta sapersi gestire. Ciò non significa mangiare l'insalatona in pizzeria con gli amici che vi osservano, ma "ridurre" le dosi che si è soliti assumere (magari con una pizza più leggera o una fetta di torta più piccola) e "alleggerire" il pasto successivo (ad esempio mangiare una macedonia a cena dopo un abbondante pranzo di matrimonio).

N.B. Se siete golosi di cioccolato e non sapete rinunciare ad un quadratino dopo pranzo. mangiatelo con serenità!

Un decalogo che lascia assolutamente liberi di scegliere cosa e quanto mangiare ma insegna ad ascoltare e rispettare il corpo. Saper riconoscere i limiti e saper soddisfare i bisogni non è sempre facile e spesso la frenesia dei ritmi di vita non aiuta ad avere questa consapevolezza basilare. Imparare a gestire con saggezza il metabolismo non significa solamente "perdere peso", anzi, non è questo l'obiettivo che dovremmo porci, piuttosto dovremmo puntare al nostro benessere psico-fisico. Stare bene con se stessi vuol dire accettazione di sè, equilibrio interiore e affrontare la vita con determinazione. Iniziare dall'alimentazione è un primo passo per un benessere totale.

Ovviamente non è semplice impostare nuovamente la propria vita dall'oggi al domani basandosi su queste regole. Potrebbe quindi risultare più semplice seguire una dieta standard scritta, in quanto potrebbe fornire un valido aiuto iniziale. Consigliamo sempre un consulto di un professionista del settore affinchè venga creata una dieta su misura, ma per iniziare, abbiamo creato noi una DIETA PER DIMAGRIRE fino a 10 kg IN UN MESE, i risultati sono garantiti! Vi invitiamo a leggere la guida e ad iniziare con costanza e determinazione. La prova costume e i chili di troppo. non saranno più un problema!

Non è difficile perdere dai 4 ai 5 chili nella prima settimana mangiando meno zuccheri e carboidrati tutti in grasso e acqua. Dieta dell acqua; Dieta. Dimagrire bevendo l acqua E' vero e Come?

Iniziamo dicendo che non esistono soluzioni miracolose, che siano pillole o diete lampo e alla moda per dimagrire e accelerare il proprio metabolismo. Come dimagrire velocemente: ecco come perdere peso in poco tempo.

Pulire la dieta per perdere peso dell acqua Il modo più efficace per perdere peso grazie a un incremento delle dosi d acqua ingerite consiste. 23 consigli per perdere il grasso in eccesso e sviluppare i muscoli. Non è un segreto che le.

Quella di eliminare i liquidi bevendo dell acqua potrebbe sembrare una contraddizione. Il solo pensiero di doverci alzare dalla sedia e fare qualcosa per smaltire quei chiletti in più, ci fa sentire stanchi.

Perdere peso velocemente non è difficile, quello che è difficile perdere massa grassa! Semplice come l acqua: i benefici per. Modo più semplice per perdere peso velocemente.

Bere acqua fa dimagrire - Bere acqua per dimagrire - Vicodellaforma Il corpo umano é fatto principalmente di acqua. Per ora accontentatevi di sapere che questa dieta nella stessa identica forma gira più o meno da una ventina di anni. Tanti vorrebbero perdere peso velocemente, ma pochi ci riescono: come fare per dimagrire in modo duraturo?

Però con queste astuzie e stile di vita sarà più facile e duraturo perdere peso. e in modo regolare anche frutta . Spremete mezzo limone in un litro d acqua da bere durante tutta la giornata. Come dimagrire velocemente · Storify Se vuoi sapere come dimagrire velocemente e perdere peso in modo naturale senza diete drastiche leggi i nostri consigli per dimagrire in poco tempo.

Che dire invece della dieta del riso per perdere peso e dimagrire velocemente? È molto semplice e richiede solo impegno meno di 1 ora ogni giorno si. Consigli e limiti Si parla di perdita di peso reale quando si perde grasso e non quando si perdono muscoli o acqua.

Depurarsi e dimagrire dopo le vacanze? Ecco alcuni consigli per perdere peso velocemente. Ad ogni modo, se proprio non ci vedete più dalla.

7 consigli per perdere peso velocemente e in modo. Il peso dell acqua può farti sembrare più pesante di.

Questa dieta veloce vi consentirà di perdere 5 kg in 5 giorni, più o meno. 7 modi per perdere peso adatti anche ai più pigri .

Se è vero che dimagrire in poco tempo non è semplice e non è per tutti è vero anche che non si deve fare allarmismo e che quando viene applicato un metodo scientifico e si è seguiti in modo opportuno si possono comunque ottenere dei buoni risultati. Pulire la dieta per perdere peso dell acqua. Consigli x dimagrire in fretta - Consigli efficaci x dimagrire in fretta Ecco alcuni consigli per dimagrire in fretta: Fate dell acqua un bene essenziale della vostra dieta e preferitela di gran lunga a tutte quelle bevande zuccherate che sono sempre più presenti sulle nostre tavole. progressivamente la quantità di zucchero semplice.

mediche, diete e ingredienti del prodotto tformina e. Dimagrire bevendo l acqua e dimagrire del 30% in piu Sembra una cosa impossibile ma vera Scopri la potenza dell acqua e degli infusi per dimagrire. - limitare il consumo di sale . Non mi dire, hai bisogno di perdere qualche kg e ti sei messo a ad allenarti come un pazzo per dimagrire più velocemente possibile.

Dimagrire velocemente 5kg in modo naturale senza effetto yo yo . Sono sempre di più le persone che vogliono consigli su come dimagrire velocemente, ma sono in pochi a sapere che è possibile dimagrire senza dieta e.

ecco come ri trovare il benessere del corpo e della mente. Girava con il passaparola e anche. Vediamo dunque qualche.

Modo più veloce per. Dieta per Perdere peso Velocemente: Menu Completo per Perdere.

pasticche per dimagrire xls

Personalmente sono da anni assertore dei principi esposti nel messaggio dell'illustre oncologo. i Mi piace l'apertura ,sia pure non frequente,alle carni perchè facilita il compito di convincere gli scettici e icarnivori.

Ahimè, purtroopo spesso per avvicinarsi o continuare ad insistere su una alimentazione sana, bisognerebbe essere orfani !

Data: 10 Maggio 2014 alle 21:21

Ho avuto il carcinoma al seno , non ho cambiato il mio modo di mangiare , prediligo frutta e verdura , mangio di tutto senza esagerare

Data: 11 Maggio 2014 alle 08:08

Data: 21 Maggio 2014 alle 18:55

grazie a mia zia anna maria g. ho conosciuto il professore. già da mesi ho iniziato con la dieta vegetariana e continuerò. grazie. ps. x marzia. certo che alla fine si muore tutti ma meglio in tardissima età :D

Data: 22 Maggio 2014 alle 16:42

E soprattutto meglio vivere bene quello che ci resta, siano 10 o 80 anni. che vita è con problemi di mal di testa, osteoporosi, pressione alta, diabete, etc. senza parlare di malattie ben più gravi! Un'alimentazione sana azzera le probabilità di ammalarci di alcune di queste e le riduce drasticamente per altre. Marzia, parla un pò con chi fa chemioterapie !!

Data: 5 Giugno 2014 alle 02:11

uno dei tanti pseudo esperti natur/osteo/chiro/vegan dottorino in chissa' cosa?

Data: 5 Giugno 2014 alle 11:54

prima di scrivere un qualsiasi commento io mi informerei bene,e magari potrei scoprire che il dott. Berrino è stato fino a poco fa direttore del dipartimento di medicina preventiva dell'Istiuto dei tumori di Milano, nonché uno dei più grandi esperti nell'ambito della ricerca mondiale sul cancro. Per cui amplia le tue letture, al di là dei Promessi Sposi che ti hanno costretto a leggere alla scuola media.

Data: 8 Giugno 2014 alle 15:53

Al di la dei commenti stupidi che possono essere pure evitati ( Marco, se pensi che il prof. Berrino sia un ciarlatano, perché frequenti il suo sito e il suo blog?), posso dire che da quando non assumo più lo zucchero i miei mal di testa sono spariti. Avevo mal di testa 25 giorni al mese. Dal primo maggio non assumo più zucchero e non ho più avuto nemmeno l'ombra del mal di testa. È brutto ammetterlo, perché sono una golosa di prima categoria. Ma è un veleno bello e buono. Il retaggio culturale avuto ( lo zucchero aiuta a far funzionare meglio il cervello) è un inganno. Lo zucchero ci avvelena, e case farmaceutiche ci " guariscono" (= si arricchiscono e ci avvelenano). Statene lontani il più possibile. L'energia ci viene da altri cibi. Non certo dallo zucchero.. Vedi la frutta, i semi, le noci, mandorle e via dicendo. Anche il latte e la farina. Altri veleni. Diffidate dai prodotti troppo bianchi. Non sono puri. Sono troppo raffinati.. E quindi nocivi per l'organismo.

Data: 29 Luglio 2014 alle 22:39

ri di glicemia che sfioravano o 500,tornato a casa dopo sole 2 settimane, ho abbandonato l'insulina x valori bassi di zucchero nel sangue,con volontà e giusta alimentazione e lavoro pesante hanno fatto il resto . Al diavolo le case farmaceutiche.

Data: 5 Agosto 2014 alle 08:16

Ciao a tutti mi chiamo adriano volevo spendere una parola per amore mi spiego meglio ci amiamo? Ascoltiamo il nostro corpo? Ascoltiamo tutti i messaggi che ci dà? Io si è credo che quello che abbiamo dentro e senziente tanto quanto lo siamo fuori.

Quindi giusto mangiare poco e bene ma è anche importante molto per me ascoltare cosa ci dice il corpo

Inoltre dobbiamo cercare di donare al nostro corpo stati d'animo sereni e

Data: 31 Agosto 2014 alle 15:20

la mia opinione quale ribadisco essere solo opinione è che tutto può essere il contrario di tutto.

Molteplici sono le divergenze stesse tra dottori, medici e luminari, come lo sono tra le persone comuni. A chi credere dunque su ciò che fa realmente bene o realmente male è un po un dilemma. Personalmente cerco e noto soluzioni nel non eccedere in nulla, poiché "ogni cosa", ogni azione in eccesso crea delle conseguenze. Quindi per il cibo, lo zucchero i grassi ecc. la giusta moderazione legata ad attività fisica non dovrebbero portare grossi problemi.

E se per paura di qualche mal di testa dovrei vivere da malato (stando attento a tutto), per poi morire più sano, allora preferisco qualche anno di vita in meno e non stressarmi troppo per il cibo. Di stress oggi ne abbiamo fin troppo, che dite.

Data: 3 Settembre 2014 alle 10:05

Buongiorno, vorrei un parere del Dott. Berrino su come curare il Parkinson recentemente diagnosticato a mio padre 67 anni, con metodi naturali, integratori o metodi omeopatici, senza ricorrere a medicinali chimici, poiché, ognuno di essi, ha provocato un vistoso rigonfiamento a piedi e caviglie, rendendogli quasi difficoltosa la deambulazione. Grazie

Data: 5 Settembre 2014 alle 10:27

Devis, se mi dici come contattarti in privato posso darti l'indirizzo email del Dott. Berrino, ma considera che l'ultima volta ha impiegato un mese a rispondermi.

Data: 8 Settembre 2014 alle 11:01