ricette per dieta vegetariana equilibrata

ricette per dieta vegetariana equilibrata

Il valore ottimale del peso-forma per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere solo 2 chili. Il tuo peso forma ideale è infatti di 61 chili per una donna della tua statura:

Trovi maggiori informazioni cliccando a questo link: Calcolo peso ideale

Detto questo, la dieta proteica proposta va seguita solo per 1 mese ma è sconsigliata per le donne in menopausa, in gravidanza e in allattamento. Se non ti ritrovi in queste casistiche (non hai specificato la tua età nel tuo commento), puoi seguire la dieta proteica.

Questa dieta è facile da seguire anche se ti capita di mangiare fuori casa: al ristorante ordina un secondo piatto di carne o pesce con un contorno di insalata o verdure cotte (anche grigliate).

Se avverti fame, fuori pasto è utile mangiare verdure crude come carote e finocchi che apportano fibre, hanno poche calorie, danno un senso di sazietà e aiutano la funzionalità intestinale; nel tuo frigorifero non farti mancare carote e finocchi da mangiare all’ occorrenza.

Alla fine del mese, quando avrai raggiunto il tuo peso ideale, puoi passare alla dieta di mantenimento. Ti consigliamo il semplice schema della Dieta Dissociata che trovi a questo link: Dieta Dissociata menù settimanale

La dieta dissociata è ideale da seguire per mantenere il peso forma, puoi quindi seguire lo schema della dieta per una sana alimentazione ipocalorica.

Infine ti ricordiamo che quando dimagrisci perdi peso in tutto il corpo. Se vuoi migliorare la zona della pancia e degli addominali, devi impegnarti con un’attività fisica mirata.

In palestra, il corso fitness più indicato per te è la GAG: è un allenamento specifico per gambe, addominali e glutei, si fa in gruppo con la musica ed è anche molto divertente.

Un altro corso fitness che ti consigliamo e che rassoda gli addominali è il pilates: si focalizza proprio sul rimodellamento della pancia. Sono perlopiù esercizi a corpo libero prevalentemente eseguiti a terra. Uno degli effetti maggiori è la tonificazione dell’ addome che durante tutta la lezione rimane sempre attivo. Trovi maggiori informazioni a questo link (clicca qui): Pilates per addominali

Per avere benefici è bene fare sport almeno 3-4 volte a settimana: intensifica il tuo allenamento.

attualmente peso 63 kg per 1.68 vorrei dimagrire soprattutto nella pancia.

Due volte alla settimana faccio attività fisica.

Mi piace questa dieta perché è semplice. La voglio cominciare la prossima settimana e spero di portarla a termine. Grazie e buone feste

Buongiorno Maria, per prima cosa ti calcoliamo il tuo peso forma ideale per verificare quanto devi effettivamente dimagrire. La formula è la seguente:

Cioè: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato. Il risultato del calcolo è il valore (indice) della tua massa corporea e va inserito nella tabella qui di seguito.

– Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)

– Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)

Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9

– Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9

– Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9

– Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

In base alla tabella dei valori sei in forte sovrappeso.

Il valore del peso forma ideale per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere 18 chili. Il tuo peso forma ideale è di 55 chili per una donna della tua statura:

55: (1,60×1,60) = 55 : 2,56 = 21,5 valore ideale del peso forma

Trovi maggiori informazioni a questo link: Calcolo peso ideale

Detto questo e stabilito il tuo obiettivo da raggiungere, se vuoi ottenere i migliori risultati, occorrono tempo e costanza sia con un programma dietetico che con lo sport. Per tornare in peso forma è infatti indispensabile per te praticare attività fisica costante con un allenamento di almeno 3-4 volte a settimana. L’attività fisica costante è molto importante per riattivare il metabolismo, per bruciare più calorie e per mantenere il successivo peso forma raggiunto senza ingrassare di nuovo. Fare solo la dieta è riduttivo: ogni dieta va sempre abbinata allo sport.

Primo consiglio: iscriviti in palestra o in piscina se ancora non l’hai fatto, scegli un corso fitness che ti piace e fai un allenamento costante.

In alternativa puoi iniziare a fare ginnastica a casa. In quest’ultimo caso ti possiamo consigliare un programma di allenamento completo ed efficace (facci sapere!). Il tuo corpo ha bisogno di muoversi: te lo sta chiedendo, ascoltalo! Fare sport ti aiuta sia a mantenerti in forma, sia a tenere alto il tuo buon umore.

Sull’importanza di abbinare sempre dieta e sport, ti consigliamo di leggere questi articoli, clicca sui link qui di seguito:

Per quanto riguarda la dieta da seguire, se hai già smesso l’allattamento puoi iniziare con 1 mese di dieta proteica: questa dieta va seguita solo per un mese. Al termine aggiornaci sui tuoi risultati (quanti chili hai perso) e ti consiglieremo la successiva dieta con cui proseguire.

Salve, dopo la mia seconda gravidanza sono ingrassata di molto. Mi sono lasciata andare, mangio spesso e di tutto e a volte pur non avendo fame mangio. Mi sono molto trascurata e adesso mi ritrovo a dover perdere molti kg. Sono alta 1,60 e peso 73 kg e ho 29 anni. Pensavo di seguire questa dieta, pensate sia adatta a me?

Buongiorno Monique, la dieta per dimagrire va scelta principalmente in base alle proprie esigenze di tempo e ai propri gusti alimentari, in modo che sia più facile seguirla. Ogni dieta, se seguita con costanza e se abbinata all’attività fisica, consente di ottenere risultati.

Al di là del dimagrimento, iniziare a mangiare sano e fare sport significa innanzi tutto cambiare in meglio il proprio stile di vita. Anche una volta raggiunto il peso forma, queste sane abitudini vanno mantenute: diventano la “normalità” per stare bene e in forma. Questo è l’obiettivo fondamentale: imparare a mangiare sano, fare sport e volersi bene sempre per migliorare la propria vita!

Anche la Dieta a Zona è un ottimo programma, ti riportiamo di seguito alcune informazioni:

Detto questo, se al momento hai poco tempo, è utile per te iniziare il tuo percorso con 1-2 mesi di Dieta a Crudo (quella che hai scelto), perchè viene incontro alle tue esigenze. Se inizi anche a fare attività fisica, anche tu ti rimodellerai, stanne certa! I risultati dipendono sempre dall’impegno e dalla costanza.

quali alimenti mangiare per perdere peso

Salve ho 14 anni e peso quasi 36 kili non so più come fare….da piccola mia madre mi portò da un dottore ma disse che è proprio così il mio fisico e digerisco subito le cose che mangio.

Quando mangio a pranzo dopo di un pò ho sempe fame, e così tutti i giorni…vi prego aiutatemi sono disperata e anche i miei genitori lo sono…Non ho ancora fatto lo sviluppo e i miei genitori si preoccupano perchè con una corporatura così gracile, facendo lo sviluppo e pendendo sangue possa peggiorare la cosa…Aspetto le vostre risposte per qualche consiglio

Io ho sentito parlare di un erba l’hoodia ma non so se è legale,cmq dovrebbe far passare la fame..voi la conoscete? Qualcuno l’ha mai provata?

La cosa che tutti trascuriamo purtroppo quando si parla di ritrovare la forma fisica è l’aspetto psicologico.

Diete estreme ed ore di sport non contano nulla se la nostra mente non è serena.

Io fino a 18 anni ero praticamente sferica, poi finita la scuola inizia una stagione estiva…lavoravo, la sera uscivo con i miei amici, mi divertivo, non pensavo a nulla, la mia mente era così libera e serena…oserei dire che mi sentivo bene e felice nonostante i mie 25 kg di troppo.

Bhe senza accorgermene il mio corpo ha iniziato a buttare via tutto l’eccesso così come aveva già fatto la mia mente. Io vestivo sempre largo e non mi ero accorta di essere dimagrita finchè una sera rincorrendo un mio amico non sono rimasta in mutande…i jeans mi cadevano. A casa mi pesai…avevo perso 18 kg e non me ne ero accorta. Dalla gioia ero così positiva che nel giro di un paio di mesi persi altri 7-8 kg.

Negli anni ho ripreso qualche kg a periodi e per poi tornare al peso forma, finchè un forte stress mi provocó una gastrite terribile e mi bastavano due forchettate in più per vomitare l’anima.

Il dottore mi consiglió di non riempire mai lo stomaco ma di tenerlo in costante

Movimento. Mangiavo pochissimo e spessissimo.

Ogni ora mangiavo qualcosa: una mela, uno yogurt vitasnella (ha pochissime calorie), due biscotti secchi…a pranzo verdura cotta o jocca, la sera gelato!

Bhe la mia gastrite mi ha portato a raggiungere 59 kg per il mio 1,80 di altezza.

Inutile dire che mi vedevo comunque grassa, in fondo sono una donna e sono programmata per non essere mai pienamente soddisfatta.

Purtroppo a causa di una cura ormonale e di un periodo pesante sono ingrassata a dismisura, ed ora mi ritrovo ad essere nuovamente una sfera. Una sfera con due begli occhi e lunghi capelli, ma sempre sfera resto.

Guardare le foto in cui dalla mia minigonna facevano capolino gambe perfette e

Lunghissime non aiuta, e lo stress accumulato è talmente tanto che ho lo stomaco contorto in un continuo ribollire di acidi gastrici.

In dieci giorni ho perso 3 kg, ma stando malissimo, e il solo pensiero di una gastrite lunga 6 mesi come l’ultima che ho avuto mi fa rabbrividire.

Credo che l’unica soluzione sia pensare prima alla mia mente, il corpo poi la seguirà di conseguenza…e tornare al vecchio metodo, mangiare pochissimo e spessissimo!

SALVE,HO 36 ANNI E NELLA MIA VITA HO FATTO SEMPRE IL TIRA E MOLLA CON IL PESO,A 14 ANNI SONO ARRIVATA A 75 KG,PER 1,69 DI ALTEZZA,POI A 16 ANNI DOPO DIETE VARIE FAI DA ME,A 59 KG,POI FINO AL MATRIMONIO ERO CIRCA 65 KG,SUCCESSIVAMENTE CON LA PRIMA GRAVIDANZA A 70 KG E DOPO LA SECONDA UN CRESCENDO DA 80 KG AI 91KG ATTUALI,ALLORA MI SONO STUFATA E MI SONO RIVOLTA INSIEME A MIO MARITO(INGRASSATO DI PARI PASSO CON ME) ad un nutrizionista LUNEDI’ SCORSO ED ABBIAMO CAPITO CHE TANTE ABITUDINI ALIMENTARI SONO SBAGLIATE,CHE A VOLTE SI MANGIA UN PANINO CREDENDO SIA POCO E INVECE SI ECCEDE CON CARBOIDRATI E BISOGNEREBBE MANGIARE PIU’ PROTEINE,FRUTTA E VERDURA,POCHI FORMAGGI E MEZZ’ORA DI ATTIVITA’ FISICA AL GIORNO E BERE DUE LITRI DI ACQUA.

per caso mi sono trovata su questo sito e mi è venuta la pelle d’oca.

Ma stiamo cherzando? 10Kg in un mese?queste diete e soluzioni drastiche sono un masochismo inaudito…..ve lo dice chi da adolescente ha fatto la fame come voi per perdere peso non ascoltando medici e dietologi, ho fatto di testa mia e mi sono trovata un metaboliso che tutt’oggi mi presenta il conto…..volete davvero dimagrire? rivolgetevi a chi sa cosa fare, ma soprattutto abbiate pazienza,i chili si perdono con calma. E poi la vita è un dono prezioso non sciupatela fissandovi per cose futili come la linea e la dieta, pensate e a quelllo che di buono avete. questo non vuol dire,mangiate come vi pare ed ingrassate,ma c’è sempre una soluzione equilibrata per tutto.

ciao a tutti mi kiamo laura, ho 11anni e peso circa 63 kg.aiutatemi x favore.

ciao a tutti sono alta 1.68 e peso 110 kg ho fatto la dieta all’età di 10 anni ho perso 13 kg ma li ho ripresi tutti e li triplicati sono ansiosa su tutto sono chiusa e quello che faccio tutto il giorno è mangiare e guardare la tv anche se non lo voglio fare vengo da una famiglia che per dimagrise di sono operati ma io non voglio farlo voglio fare la dieta ma non so perchè dopo 2 settimana nn ce la faccio più aiutatemi voglio dimagrire vorrei arrivare a 78 kg almeno e la cosa più brutta è che ho 15 anni

hai raggione oggi sto a dieta e poi ti faccio sapere tra un mese come va baci elisabettab

ciao ragazzi io peso 83kg e ho 13 anni e vero sono robusto anzi troppo io circa 4 5 mesi fa andai in palestra e mangiavo poco circa da gennaio a marzo e avevo perso 6kg circa mangiando normale e pesavo 75kg ma smessi x problemi familiari e sono peggiorato circa 2kg da quando cominciai la palestra potete darmi una dieta che mi faccia dimagrire veloce ma senza ammalarmi

P.S ho skype e mi chaimo caputo.domenico2 o msn ultras.domenico@hotmail.it

ciao a tutti mi chiamo alessia sono alta 1.35 ho 9 ANNI E PESO 54KG e ho letto le vostre storie e ora racconto la mia.

per via di una malattia che ho avuto ad 1anno e mezzo ho preso cortisone anzi tantissimissimo e sono diventata cicciona allora i medici mi hanno messo a dieta ma niente.

così a sette annia quando sono guarITA HO DECISO DI FARE SPORT MA COME PER DISPETTO UN MESE DOPO UNA MALATTIA E COSI NIENTE DIETA.VORREI PROVARE A MANGIARE POCO MA…..

CIAO A TUTTI E SE MI VOLETE RISCRIVERE SU QUESTO SITO SCRIVETE ALESSIA 2 PERCHè HO VISTO CHE CE NE è UN’ALTRA

mi chiamo ornella, ha quatordicianni, sono alta 1,70 e peso 65 chili, bensì che più di 5 anni fà pesavo cinquanta chili.

Questi 15 chili in più non mi sento a mio agio e per di più ho provato di tutto e stò ancora tentando, perchè non mangio carne e pesce perchè sono vegetariana,non mangio neanche la cioccolata, i dolci, le caramelle, le torte, e nemmeno le merendine e non bevo succhi di frutta, bibite di qualsiasi genere e neanche acqua gassata, ma mangiotantissima frutta e verdura biologica e bevo due litri e mezzo di acqua naturale al giorno.

Non so più cosa fare, mi potete dare dei consigli perfavore?

voglio dimagrire solo le gambe

L’allattamento è una fase particolare, sia per te, che il tuo bimbo/a, quindi, credo che un parere medico faccia al caso tuo :-).

Un bacio e tanti auguri per il lieto evento.

Buongiorno…ho un piccolo problema che non riesco a capire..ho seguito la dieta dei 7 giorni dukan..la prima settimana con mia grande sorpresa ho perso 1.700 kg..non avendo preso neanche un gr dopo il pasto della festa..il giorno dopo ho riniziato con le proteine e quando mi sono pesata il giorno dopo ho preso 400 Gr…quale è la spiegazione?….

Il dimagrimento stimato, durante la dieta Dukan dei 7 giorni, è di circa 700/800 gr a settimana, tu ne hai persi, togliendo i 400 ripresi, 1 kg e 300 gr in una sola settimana. Mi sa che è un ottimo risultato.

Non c’è nessuna spiegazione, forse eri semplicemente gonfia, o avevi un po di ritenzione idrica.

Sono alla seconda settimana della 7gg ho perso quasi due kg e sono stra felice…non ho capito il ruolo della feta..nel libro viene menzionata gia al mercoledi ma sembra un formaggio grasso da usare dal mercoledi…mi illumini x favore. grazie mille

Fino al mercoledì della dieta Dukan dei 7 giorni, i formaggi concessi sono quelli che non superano il 4% di grassi.

La feta, di grassi, ha circa il 20%, quindi direi proprio che puoi consumarlo dal mercoledì in poi.

Sto facendo la dieta 7 gioni dukan ma il primo giono solo proteine posso mangiare il pollo o tacchino 1% di grasso… se fosse si la quantitaz

Ciao, una blogger su YouTube dice che ha fatto la dieta dei 7 giorni e a partire dal martedì la colazione l’ha fatta con i biscotti dukan, un pacchetto al giorno.. E dice che si possono mangiare tranquillamente e che lei è dimagrita!! Che dici tu?

Ciao e grazie per la domanda. Io di che… probabilmente i biscotti a marchio Dukan non esisteranno più, come spiego in questo articolo: http://www.lamiadietadukan.com/pierre-dukan-azienda-fallita-liquidazione/

No fatta la stabilizzazione…..forse mangio troppo poco ?

Che peccato…. Sono così buoni i biscotti…. Io li ho acquistati in un supermercato… Probabilmente fino a che ci saranno le scorte a questo punto… Grazie della tua cortesia!!

Ciao! Io e mio marito stiamo seguendo la scala nutrizionale da due mesi e siamo in procinto di iniziare il consolidamento. Leggendo il libro, l’olio di oliva non appare ne’nel consolidamento e ne’ nella stabilizzazione. Mi sbaglio?

In fase di consolidamento, hai diritto ad un cucchiaino al giorno di olio d’oliva. In fase di stabilizzazione non ci sono limiti, ovviamente bisogna non eccedere con le quantità. In fase di stabilizzazione olio d’oliva anche tutti i giorni, eccetto per il giovedì proteico.

Ciao, sono intollerante ai latticini cosa posso usare per riempirmi un pò… il latte di mandorla puo andare’

Ciao e bevenuta! Oltre ai latticini ci sono tanti altri alimenti che “riempiono”: per esempio le verdure, le carni magre e i salumi light. Il latte di mandorla te lo sconsiglio perché è molto zuccherato.

Ho letto il blog ed e molto interessante. Vorrei iniziare La dieta dei 7 giorni solo ChE ho un problema io due volte a settimana pranzo e cena mangio da mia suocera e lei cucina tutto tranne cose dietetiche mi sembra brutto andare li e dirle che non posso mangiare una cosa o un altra, poi non essendo a casa mia non mi posso mettere a seguire la dieta che mi consigliate di fare? Come faccio a seguire la dieta?

Non potresti chiedere a tua suocera di cucinare qualcosa di più leggero?

La dieta va seguita senza strappi alle regole.

Parla con tua suocera e spiegale che stai seguendo un tipo di alimentazione, e non ti è permesso strafare e mangiare cibi ricchi di grassi.

innanzitutto complimenti per gli articoli: tutti molto interessanti e aiutanno a capire meglio…

Ho iniziato da ieri la dieta dei 7 giorni e volevo chiedere per lo yogurt vitasnella, a parte quello magro bianco, gli altri si possono aggiungere alla dieta?:

– quello alla frutta in pezzi(ZERO GRASSI)

Lo yogurt permesso è quello con lo 0,1% di grassi, bianco o aromatizzato alla frutta.

Di yogurt zero grassi con frutta in pezzi, mangiane massimo 2 al giorno.

Scusate è solo la seconda settimana che seguo la dieta dei 7 gg e ne sono soddisfatta ma ho dei dubbi, cosa si intende quando dal giovedì per es se possono introdurre 45gr di pane? In tutto il giorno oppure a pranzo e a cena? E idem col formaggio dal venerdì.. Come mi regolo? Grazie!

45 gr di pane sono da intendere come totale giornaliero.

Stessa cosa vale anche per la porzione di formaggi permessi dal venerdì.

Allora ho fatto bene finora e continuerò! Grandi risultati e pochi sacrifici! Buona dieta a tutti!!

Salve volevo chiedervi ma per la bevanda del lunedì posso usare il the verde normale comprato al supermercato? E posso non mettere il sucralosio?

Muitas dietas se aplicam no efeito de perda de peso, porém muitas vezes a pessoa não perde apenas a gordura, mas como também perde líquidos e massa magra, sendo assim um problema para o desenvolvimento do corpo. Quando a massa magra é eliminada, ao invés da gordura, o corpo pode ficar anêmico e não ter um desenvolvimento muscular proporcionar a quantidade de esforço feito sobre os membros. É comum que aconteça com as pessoas que praticam exercícios, que o corpo ao invés de perder gordura eliminar a massa magra, muitas vezes pelo fato de não seguir uma dieta certa, e juntamente com a prática de exercícios errados.

ricette per dieta vegetariana equilibrata

Con estos ingredientes hay que organizar desayuno, comida, merienda y cena + hasta 2 picoteos fuera de las comidas.

Hay además algunos extras: se puede tomar hasta 2.5 litros de refresco sin azúcar a la semana, chicles sin azúcar (limitados), un poco de vino o cerveza una vez a la semana (nunca en días de proteína estricta)

Se establecen unos mínimos y máximos para cada grupo de alimentos y cada persona decide si tomar los máximos y perder peso de forma progresiva o si acercarse más a los mínimos para perder peso de forma más rápida. Por ejemplo, se puede comer algo de arroz, pan y pasta integrales todos los días de dieta mediterránea o tomar un poco de pan integral a diario y dejar el arroz y la pasta para uno o dos días a la semana.

Los primeros días toca sacar lápiz, papel y una calculadora para organizarse. Después es todo una rutina y sale sólo. Los máximos son realmente generosos: esta es una dieta que podría seguir toda la familia (los niños harían 7 días de la dieta mediterránea, con un par de “caprichos” a la semana)

Se han medido los resultados en varios grupos de personas que la han hecho la dieta adaptándola a sus gustos, respetando las cantidades máximas y mínimas. Estas son las medias de los resultados de la dieta en 3 meses

  • pérdida media de 6 quilos ( hasta -14,5 quilos para quien hizo la dieta acerándose a las cantidades mínimas de hidratos )
  • de estos 6 quilos, 4,6 eran de grasa (hasta -11 kg de grasa)
  • contorno de cintura -6 cm de media (hasta -19 centímetros)
  • contorno de cadera -5 cm de media
  • -12% en niveles de insulina (hasta un -76%)
  • -6% en niveles de colesterol (hasta un -34% para quienes hicieron la dieta acercándose a las cantidades mínimas de hidratos)
  • -11% en presión arterial (hasta un -40%)
  • El libro La dieta de los dos días: Alcanza tu peso ideal con solo dos días de dieta a la semana acaba de publicarse en castellano (febrero de 2014) y se puede conseguir en cualquier librería o también para leer en formato electrónico. Yo lo tengo desde hace más de un año, compré el libro original en Amazon.uk y como entonces no había otra forma de conseguir una traducción, decidí hacer un megaresumen de 12 páginas para descargar en PDF.

    Para descargar el PDF tan sólo tenéis que pinchar en este enlace: os sale una ventana como esta de la imagen, en la que tendréis que hacer click sobre el botón de la impresora. Así de fácil.

    En este resumen se incluyen las tablas con las cantidades recomendadas para cada persona de proteínas, grasas, verduras, fruta e hidratos integrales (pan, pasta y arroz integrales) en función de su sexo, edad y peso. Lo hice lo más completo posible, pero como siempre, lo ideal sería que si estáis interesados os compréis el libro, que trae más información, ejemplos de menús y un buen número de recetas.

    Tony Howel y Michelle Harvie son un oncólogo y una nutricionista que trabajan para la fundación Genesis Breast Cancer Prevention (Reino Unido), dedicada a la prevención del cáncer de mama. Esta fundación lleva años investigando sobre la relación entre el sobrepeso y un mayor riesgo de desarrollar cáncer de mama, colon o próstata. Comenzaron a probar su dieta en 2006, con una alternancia entre días de dieta mediterránea y días de 600 calorías, pensada sólo para mujeres con alto riesgo de cáncer de mama, para finalmente elaborar un plan más amplio pensado para poder ser aplicado a la población en general (el método 5:2)

    Nota: Esta dieta no es la que se basa en hacer ayuno durante dos días, aunque con frecuencia se confundan. Por eso a esta la llaman también la “verdadera” dieta de los 2 días.

    La Dieta Oloproteica è una terapia dietetica della durata di 21 giorni che garantisce un calo ponderale rapido, sicuro ed efficace, essenzialmente a carico della massa grassa, con risparmio della massa muscolare e senza recupero dei chili persi, a condizione che il protocollo dietetico venga rigorosamente rispettato in tutte le sue fasi.

    Il metodo è stato elaborato alla fine degli anni ’90 da un equipe di studiosi italiani guidata dal Prof. Giuseppe Castaldo, responsabile dell’U.O. di Dietologia e Nutrizione Clinica dell’A.O.R.N. “San Giuseppe Moscati” di Avellino. L’efficacia del trattamento è stata dimostrata da un’ampia casistica e da molte sperimentazioni internazionali e i protocolli eseguiti in Italia hanno riguardato oltre ventimila casi, tutti con risultati eccellenti. In quanto terapia deve essere obbligatoriamente prescritta e monitorata dal medico, il quale è l’unico in grado di poter valutare, dopo accurata visita medica, le indicazioni e le eventuali controindicazioni al trattamento.

    La Dieta Oloproteica trova indicazione principale nel trattamento dell’obesità e in casi selezionati di sovrappeso. Essa rappresenta la fase iniziale “d’attacco” (ripetibile anche a cicli se necessario), a bassissimo contenuto calorico, di un protocollo dimagrante che prevede la successiva introduzione di regimi dietetici ipocalorici bilanciati, la cui finalità ultima è il mantenimento a lungo termine del peso raggiunto, educando la persona ad una sana e corretta alimentazione e ad una regolare attività fisica, nell’ottica di uno stile di vita basato su un atteggiamento salutistico globale.

    La Dieta Oloproteica è stata anche definita “liposuzione alimentare” perché ha un effetto sorprendente nel combattere le cosiddette adiposità localizzate, in particolare la zona gluteo-femorale della femmina e l’addome del maschio, aree in cui il tessuto adiposo presenta un metabolismo diverso rispetto alle altre parti dell’organismo. Per tale motivo costituisce un valido alleato, con ruolo sinergico e complementare, per i principali trattamenti di medicina e chirurgia estetica finalizzati al riequilibrio della silhouette.

    Rispetto ad altri protocolli noti tipo Dieta Proteica che derivano tutti dagli sviluppi degli studi di Blackburn, la Dieta Oloproteica ne condivide le basi fisiologiche, le indicazioni, le controindicazioni, ecc., ma si caratterizza per alcuni elementi più vantaggiosi in termini di sicurezza, gestione e costi:

  • assunzione della quota proteica giornaliera per circa il 50% attraverso specifici integratori in polvere (solubili in acqua o yogurt 0% grassi) a base di sieroproteine arricchite in aminoacidi ad alto valore biologico e, per l’altro 50%, con alimenti proteici (diverse varietà di carni o pesce), la cui grammatura viene precisamente calcolata in base al peso corporeo ideale. La dieta in questo modo sarà sicuramente normo-proteica (1,4 g di proteine per chilo di peso corporeo ideale in entrambi i sessi) e non c’è il rischio di somministrare o assumere erroneamente proteine in eccesso (come spesso avviene a seguito di regimi dietetici autogestiti o gestiti da figure professionali non qualificate), che porterebbero a lungo termine ad affaticare i reni o, paradossalmente, a trasformarsi in grasso!
  • una quota di zuccheri compresa tra i 10 e 20 g al giorno (sono i glucidi presenti nelle verdure e ortaggi “concessi” in questa prima fase, quelli cioè a minor contenuto di carboidrati) ed una quota di grassi pari a 10 g al giorno (2 cucchiaini di olio extravergine di oliva per condire gli alimenti)
  • specifica integrazione con minerali alcalinizzanti per modulare l’acidosi metabolica e le sue conseguenze cliniche determinate dalla produzione di sostanze acide quali i corpi chetonici
  • specifica integrazione di minerali quali potassio, magnesio e calcio che vengono in parte persi durante il processo chetogenetico
  • supplementazione con oligoelementi, vitamine, fruttoligosaccardi, omega 3 e fitoterapici ad azione drenante (deve essere garantito un apporto idrico di almeno 2 litri d’acqua al giorno), antiossidante e favorente l’escrezione di acido urico
  • durata di 21 giorni, rigorosamente sotto stretto controllo medico, al fine di ottenere un’efficacia terapeutica senza effetti collaterali
  • un metodo che prevede il proseguimento del protocollo con diete ipocaloriche più mitigate, partendo dalla Dieta Dissociata Integrata, che prevedono una graduale e adeguata reintroduzione dei carboidrati, evitando il rapido recupero ponderale dovuto a uno scorretto “svezzamento” dopo la fase chetogenica, fino a giungere a un modello alimentare ispirato a quello della “dieta mediterranea”.
  • massima semplicità di gestione e costi più contenuti rispetto ai protocolli basati sull’assunzione di pasti sostitutivi proteici.
  • Esperto e Consulente in Medicina ad Indirizzo Estetico – Clinica Cittàgiardino