quanto bisogna correre per dimagrire

ricette proteiche per dimagrire

  • Salsa para parrilladas carb options, salsa de tomate y salsa para pastas
  • I desperate need to loose weight, like 25 lb. I can’t exercise because of fibromyalgia . I’m active in the house, but not good exercise

    Tengo 34 anos y 3 hijos. Mi esposo quiere tener un hijo mas pero yo ya no. Eh subido demasiado de peso en los ultimos 3 anos despues que nuestra hija nacio. Me encuentre algo deprimida y eso me hace subir aun mas ya que encuentro consuelo en la comida. Nose como empexar a cambiar mi forma de alimentarme pero se que debo hacerlo ya. Mi nena de 10 esta siguiendo m patron alimenticio. Ayudame por favor.

    basta de morfar hijo de dios, y con dos dias no vas hacer nada, minimo 4 con aerobico de baja intensidad hasta q puedas caminar sin patearte la panza, tu puedes! si yo pude vos podes!

    hola buenos dias! estoy actualmente pesando 90kg estoy entrenando por las mananas y en las tardes trotando y caminando 6 km aproximadamente siguiendo una dieta balanceada y tomando entre 2 y 3 litros de agua, compre unos suplementos los cuales son el pre workout c4, L carnitina y un thermogenico llamado beltd no se como tomarlo ya que entreno a las 5 am y el cardio lo hago en las tardes 5pm necesito tambien alternativas de comidas por favor y gracias!

    quisiera pudieras ayudarme a bajar de peso pero con urgencia me siento muy cansada . me encanta hacer mis cosas de casa ,pero mi agilidad ha disminuido por fa ,pudieras enviar una dieta adecuada para mi .gracias ЎЎЎЎЎ

    La prossima settimana mi dedicherò ad un articolo che mi sta richiedendo un po’ di tempo non tanto nella documentazione quanto nella stesura del testo; questa settimana invece parlerò di un argomento sul quale la mia penna-tastiera scorre con maggiore fluidità.

    Più di un mese fa ho avuto il piacere di ricevere nel mio studio un amico, ex compagno di liceo, al quale è stata diagnosticata celiachia e lieve intolleranza al lattosio; oltre ad essere un estimatore del buon cibo, lui è anche un amante dell’attività fisica all’aperto, da qualche mese obbligato all’attività da palestra per il recupero da un infortunio.

    Grazie alla dieta personalizzata e qualche consiglio mirato è riuscito in breve tempo a perdere qualche kg di troppo che lo appesantiva, ma soprattutto a recuperare le energie mentali che da diversi mesi erano carenti: senso di spossatezza, fatica a concentrarsi, sonnolenza e sensazione di pensiero rallentato. Tutti sintomi ricollegabili ad una dieta sbilanciata e all’aumentata permeabilità intestinale dovuta alle sue intolleranze. Felice dei risultati ottenuti, una decina di giorni fa mi ha scritto chiedendomi delle alternative alla colazione che gli avevo proposto: benché più saziante ed energetica rispetto a quella cui era abituato, cominciava giustamente a venirgli un po’ a noia.

    Ho pensato di ampliare i suggerimenti dati a lui in quest’articolo, perché effettivamente chi è celiaco e intollerante al lattosio potrebbe avere un po’ di difficoltà proprio sulla prima colazione .

    Con questo mio intervento voglio darvi diverse opzioni su cui poter spaziare. Requisiti delle mie colazioni gluten-and-lactose-free :

    1) Che non contengano i costosi (e spesso poco utili) “prodotti dietetici per celichia o intolleranza al lattosio” , vale a dire pane o fette senza glutine, latte o yogurt delattosati, merendine o biscotti gluten-free e così via. Se mi seguite da tempo, sapete cosa ne penso dei prodotti industriali, di qualsiasi tipo essi siano: se esistono delle alternative naturalmente prive di glutine e lattosio , perché non usufruirne?

    2) Che siano sazianti e che non causino calo della prestazione mentale a distanza di poche ore: se una persona lavora in ufficio o studia, sarebbe una controindicazione temibile.

    Le uova sono, insieme alla carne, uno degli alimenti più bistrattati e demonizzati degli ultimi 50 anni: troppo ricche di colesterolo, piene di grassi saturi, allergizzanti, acidificanti e chi più ne ha più ne metta. Fortunatamente, le contestazioni salutistiche sono state ampiamente smentite: le uova non contribuiscono ad aumentare il colesterolo ematico (rimando qui per approfondire le determinanti dietetiche implicate nella colesterolemia), né causano rischi per la salute.

    Detto questo, le notizie riguardanti la sicurezza delle uova non sono tra le più tranquillizzanti: tanto per fare un esempio, l’allarme alla diossina è certamente sfiduciante. Per questo motivo è bene evitare il consumo di uova da allevamento intensivo , preferendo quelle biologiche a filiera corta o direttamente del contadino (qui avevo parlato delle varie tipologie di uova); oltretutto, l’alimentazione e i comfort di vita delle galline lasciate libere di razzolare sono ben diversi rispetto alle condizioni stressogene delle galline da allevamento intensivo, e questo si riflette sui valori nutrizionali delle uova da esse deposte.

    Ad ogni modo, uova al mattino: sì grazie! Alternate ad altre tipologie di prima colazione sono certamente consigliabili a tutti, celiaci o non celiaci. Attenzione solo a persone allergiche alle proteine dell’albume o che hanno subito un’asportazione della colecisti: in questo caso sono un alimento sconsigliato.

    Come consumare le uova? Il metodo di cottura migliore è sicuramente quello breve, senza frittura, che permette una cottura uniforme dell’albume lasciando però il tuorlo morbido : ad esempio uova al tegamino, alla coque o in camicia; in questo modo avremo una colazione energetica e perfettamente digeribile. L’uovo sodo, fritto o strapazzato comporta un impegno digestivo ed epatico più complesso: è bene valutarne la tollerabilità individuale, senza far sì che una digestione troppo protratta e lenta comporti sonnolenza e letargia.

    Le uova al mattino possono essere affiancate da frutta fresca ed eventualmente crackers gluten-free fatti semplicemente con acqua, sale e farina di riso.

    Un’alternativa più gustosa possono essere i finti-paleo-pancake , amati da chi segue un’alimentazione stile paleo ma adattabili anche ad una dieta più ortodossa; questi pancake non prevedono l’uso di farina da cereali né di latte: andremo semplicemente a sbattere un paio di uova con un pizzico di sale, un cucchiaio abbondante di farina di cocco (o di mandorle), un cucchiaio di miele non pastorizzato, un dito d’acqua (o latte di riso) e a piacere cacao e cannella. Da cuocere come una pancake-frittata in tegame antiaderente con un poco di burro chiarificato (ossia privato di lattosio) o olio extravergine, e da servire con frutta fresca e/o miele.

    Dal momento che esistono cereali naturalmente privi di glutine, perché non sfruttarli al posto dei costosissimi prodotti gluten-free che si comprano addirittura in farmacia?

    Fette biscottate, farine, pane, biscotti e farinacei per celiaci sono sì privi di glutine, ma purtroppo ricchi di tanti altri ingredienti non salutari che mimano l’effetto del glutine stesso. Nell’industria alimentare il glutine è importante a dare coesione al prodotto, oltre che a garantirne una valida lievitazione: produrre pane da farina di riso è difficilissimo proprio perché il riso è un cereale senza glutine. Nei prodotti per celiaci l’assenza di glutine viene compensata da diversi altri ingredienti, principalmente grassi (mono e digliceridi degli acidi grassi), ma anche albume in polvere e ogni sorta di addensanti : leggete le etichette!

    Tornando alla colazione, i cereali senza glutine sono riso, miglio, grano saraceno, quinoa e amaranto. Perché non li sfruttiamo per preparare gustose creme cotte in acqua o in latte di riso, abbinandole poi a ingredienti a nostra discrezione? Potremo aggiungere frutta secca per bilanciare il carico glicemico, oltre che cacao o cioccolato fondente, uvetta, miele o malto d’orzo, frutta fresca, cocco in scaglie… Insaporiamo poi con cannella o zenzero o vaniglia.

    Ad esempio, la sera cuociamo del riso in latte di riso o di mandorla (usiamo la proporzione una parte di cereale per due parti e mezzo di liquido); non prolunghiamo la cottura fino a completo assorbimento, cosicché il composto risulti più cremoso a mo’ di risolat (lo conoscete?). Mettiamo in una ciotola, mescoliamo con mandorle o noci o nocciole tritate grossolanamente, un cucchiaino di uvetta, cioccolato in scaglie o un cucchiaio di cocco tritato; copriamo e andiamo a dormire. Il mattino successivo non dovremo far altro che accompagnare questo budinetto a della frutta fresca.

    Ovviamente possiamo usare al posto del riso un qualsiasi altro cereale senza glutine.

    Benché non siano sempre consigliabili a colazione per via dell’elevato contenuto di zuccheri e dell’alto carico glicemico, potremmo trovare compromessi per “dolci non troppo dolci senza glutine”. Ad esempio, biscotti sul modello di quelli preparati settimana scorsa (qui), oppure il castagnaccio toscano (qui), o delle crepes fatte con farina di castagne o di ceci. E’ anche possibile proporre torte fatte con farina di mandorle o di cocco, e prive di farina di cereali: in questo caso dovremo stare attenti a montare a lungo le uova per far sì che il nostro dolce non venga basso in assenza di lievito chimico (inutile aggiungerlo se la torta è priva di farina di cereali).

    La deficiencia proteica o deficiencia de proteínas es un estado de malnutrición provocado por una ingesta insuficiente de proteínas. Sus síntomas pueden llegar a ser muy graves y afectan a todo el organismo. De hecho, es una de las principales causas de muerte por desnutrición de millones de personas en países del “Tercer Mundo”, especialmente niños. En los países desarrollados, aún contando con una amplia variedad de fuentes de proteínas, la gente también puede sufrir déficit debido sobre todo a dietas de choque restrictivas, desconocimiento de los nutrientes y, en general, dietas desequilibradas y malo hábitos alimenticios.

    Las proteínas son imprescindibles para nuestro organismo, forman nuestros músculos, los anticuerpos de sistema inmune, las enzimas digestivas, las hormonas y trasportan el oxígeno en la sangre entre otras muchas funciones vitales. Están compuestas de aminoácidos, algunos de los cuáles puede fabricar nuestro cuerpo, si cuenta con los nutrientes adecuados, y otros que no puede fabricar y de los que dependemos de la dieta como única fuente (aminoácidos esenciales).

    Por término medio, un adulto necesita 0,8 g de proteínas por kg de peso al día, siendo las necesidades más altas en niños y adolescentes, mujeres embarazadas y otras condiciones de alta demanda (deportistas, algunas situaciones médicas). Además de la cantidad, es importante consumir proteínas que nos aporten los aminoácidos esenciales que nuestro cuerpo no puede obtener de otra forma.

  • Anemia: debido a la participación de las proteínas en el transporte de oxígeno en sangre y formación de los glóbulos rojos.
  • Hipoglucemia: se debe a la alteración del equilibrio entre la insulina, el glucagón y otras sustancias de naturaleza proteica que intervienen en el metabolismo de los hidratos de carbono
  • Edema: acumulación de líquido bajo la piel. Afecta principalmente a extremidades inferiores aunque puede aparecer en cualquier parte del cuerpo.
  • Pérdida de peso: las proteínas de los músculos es utilizada por el organismo como fuente proteica para cubrir necesidades vitales. La pérdida de masa muscular provoca una pérdida de peso severa.
  • Cabello muy frágil: el cabello se vuelve frágil por falta de proteínas para formarlo. Puede llegarse a experimentar un caída capilar severa.
  • Líneas en las uñas: líneas blancas que recorren las uñas de pies y manos de arriba a abajo pueden ser signo de que el organismo no dispone de las proteínas que necesita. Líneas transversales pueden indicar un déficit de proteínas pasado.
  • ricette proteiche per dimagrire

    Salve ho 14 anni e peso quasi 36 kili non so più come fare….da piccola mia madre mi portò da un dottore ma disse che è proprio così il mio fisico e digerisco subito le cose che mangio.

    Quando mangio a pranzo dopo di un pò ho sempe fame, e così tutti i giorni…vi prego aiutatemi sono disperata e anche i miei genitori lo sono…Non ho ancora fatto lo sviluppo e i miei genitori si preoccupano perchè con una corporatura così gracile, facendo lo sviluppo e pendendo sangue possa peggiorare la cosa…Aspetto le vostre risposte per qualche consiglio

    Io ho sentito parlare di un erba l’hoodia ma non so se è legale,cmq dovrebbe far passare la fame..voi la conoscete? Qualcuno l’ha mai provata?

    La cosa che tutti trascuriamo purtroppo quando si parla di ritrovare la forma fisica è l’aspetto psicologico.

    Diete estreme ed ore di sport non contano nulla se la nostra mente non è serena.

    Io fino a 18 anni ero praticamente sferica, poi finita la scuola inizia una stagione estiva…lavoravo, la sera uscivo con i miei amici, mi divertivo, non pensavo a nulla, la mia mente era così libera e serena…oserei dire che mi sentivo bene e felice nonostante i mie 25 kg di troppo.

    Bhe senza accorgermene il mio corpo ha iniziato a buttare via tutto l’eccesso così come aveva già fatto la mia mente. Io vestivo sempre largo e non mi ero accorta di essere dimagrita finchè una sera rincorrendo un mio amico non sono rimasta in mutande…i jeans mi cadevano. A casa mi pesai…avevo perso 18 kg e non me ne ero accorta. Dalla gioia ero così positiva che nel giro di un paio di mesi persi altri 7-8 kg.

    Negli anni ho ripreso qualche kg a periodi e per poi tornare al peso forma, finchè un forte stress mi provocó una gastrite terribile e mi bastavano due forchettate in più per vomitare l’anima.

    Il dottore mi consiglió di non riempire mai lo stomaco ma di tenerlo in costante

    Movimento. Mangiavo pochissimo e spessissimo.

    Ogni ora mangiavo qualcosa: una mela, uno yogurt vitasnella (ha pochissime calorie), due biscotti secchi…a pranzo verdura cotta o jocca, la sera gelato!

    Bhe la mia gastrite mi ha portato a raggiungere 59 kg per il mio 1,80 di altezza.

    Inutile dire che mi vedevo comunque grassa, in fondo sono una donna e sono programmata per non essere mai pienamente soddisfatta.

    Purtroppo a causa di una cura ormonale e di un periodo pesante sono ingrassata a dismisura, ed ora mi ritrovo ad essere nuovamente una sfera. Una sfera con due begli occhi e lunghi capelli, ma sempre sfera resto.

    Guardare le foto in cui dalla mia minigonna facevano capolino gambe perfette e

    Lunghissime non aiuta, e lo stress accumulato è talmente tanto che ho lo stomaco contorto in un continuo ribollire di acidi gastrici.

    In dieci giorni ho perso 3 kg, ma stando malissimo, e il solo pensiero di una gastrite lunga 6 mesi come l’ultima che ho avuto mi fa rabbrividire.

    Credo che l’unica soluzione sia pensare prima alla mia mente, il corpo poi la seguirà di conseguenza…e tornare al vecchio metodo, mangiare pochissimo e spessissimo!

    SALVE,HO 36 ANNI E NELLA MIA VITA HO FATTO SEMPRE IL TIRA E MOLLA CON IL PESO,A 14 ANNI SONO ARRIVATA A 75 KG,PER 1,69 DI ALTEZZA,POI A 16 ANNI DOPO DIETE VARIE FAI DA ME,A 59 KG,POI FINO AL MATRIMONIO ERO CIRCA 65 KG,SUCCESSIVAMENTE CON LA PRIMA GRAVIDANZA A 70 KG E DOPO LA SECONDA UN CRESCENDO DA 80 KG AI 91KG ATTUALI,ALLORA MI SONO STUFATA E MI SONO RIVOLTA INSIEME A MIO MARITO(INGRASSATO DI PARI PASSO CON ME) ad un nutrizionista LUNEDI’ SCORSO ED ABBIAMO CAPITO CHE TANTE ABITUDINI ALIMENTARI SONO SBAGLIATE,CHE A VOLTE SI MANGIA UN PANINO CREDENDO SIA POCO E INVECE SI ECCEDE CON CARBOIDRATI E BISOGNEREBBE MANGIARE PIU’ PROTEINE,FRUTTA E VERDURA,POCHI FORMAGGI E MEZZ’ORA DI ATTIVITA’ FISICA AL GIORNO E BERE DUE LITRI DI ACQUA.

    per caso mi sono trovata su questo sito e mi è venuta la pelle d’oca.

    Ma stiamo cherzando? 10Kg in un mese?queste diete e soluzioni drastiche sono un masochismo inaudito…..ve lo dice chi da adolescente ha fatto la fame come voi per perdere peso non ascoltando medici e dietologi, ho fatto di testa mia e mi sono trovata un metaboliso che tutt’oggi mi presenta il conto…..volete davvero dimagrire? rivolgetevi a chi sa cosa fare, ma soprattutto abbiate pazienza,i chili si perdono con calma. E poi la vita è un dono prezioso non sciupatela fissandovi per cose futili come la linea e la dieta, pensate e a quelllo che di buono avete. questo non vuol dire,mangiate come vi pare ed ingrassate,ma c’è sempre una soluzione equilibrata per tutto.

    ciao a tutti mi kiamo laura, ho 11anni e peso circa 63 kg.aiutatemi x favore.

    ciao a tutti sono alta 1.68 e peso 110 kg ho fatto la dieta all’età di 10 anni ho perso 13 kg ma li ho ripresi tutti e li triplicati sono ansiosa su tutto sono chiusa e quello che faccio tutto il giorno è mangiare e guardare la tv anche se non lo voglio fare vengo da una famiglia che per dimagrise di sono operati ma io non voglio farlo voglio fare la dieta ma non so perchè dopo 2 settimana nn ce la faccio più aiutatemi voglio dimagrire vorrei arrivare a 78 kg almeno e la cosa più brutta è che ho 15 anni

    hai raggione oggi sto a dieta e poi ti faccio sapere tra un mese come va baci elisabettab

    ciao ragazzi io peso 83kg e ho 13 anni e vero sono robusto anzi troppo io circa 4 5 mesi fa andai in palestra e mangiavo poco circa da gennaio a marzo e avevo perso 6kg circa mangiando normale e pesavo 75kg ma smessi x problemi familiari e sono peggiorato circa 2kg da quando cominciai la palestra potete darmi una dieta che mi faccia dimagrire veloce ma senza ammalarmi

    P.S ho skype e mi chaimo caputo.domenico2 o msn ultras.domenico@hotmail.it

    ciao a tutti mi chiamo alessia sono alta 1.35 ho 9 ANNI E PESO 54KG e ho letto le vostre storie e ora racconto la mia.

    per via di una malattia che ho avuto ad 1anno e mezzo ho preso cortisone anzi tantissimissimo e sono diventata cicciona allora i medici mi hanno messo a dieta ma niente.

    così a sette annia quando sono guarITA HO DECISO DI FARE SPORT MA COME PER DISPETTO UN MESE DOPO UNA MALATTIA E COSI NIENTE DIETA.VORREI PROVARE A MANGIARE POCO MA…..

    CIAO A TUTTI E SE MI VOLETE RISCRIVERE SU QUESTO SITO SCRIVETE ALESSIA 2 PERCHè HO VISTO CHE CE NE è UN’ALTRA

    mi chiamo ornella, ha quatordicianni, sono alta 1,70 e peso 65 chili, bensì che più di 5 anni fà pesavo cinquanta chili.

    Questi 15 chili in più non mi sento a mio agio e per di più ho provato di tutto e stò ancora tentando, perchè non mangio carne e pesce perchè sono vegetariana,non mangio neanche la cioccolata, i dolci, le caramelle, le torte, e nemmeno le merendine e non bevo succhi di frutta, bibite di qualsiasi genere e neanche acqua gassata, ma mangiotantissima frutta e verdura biologica e bevo due litri e mezzo di acqua naturale al giorno.

    Non so più cosa fare, mi potete dare dei consigli perfavore?

    perdita di peso eccessiva cause

    – Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9

    – Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9

    – Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

    In base alla tabella dei valori sei in forte sovrappeso.

    Il valore ottimale del peso forma per una donna è tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere 18 chili. Il tuo peso forma ideale è infatti di 52 chili per una donna della tua statura:

    52: (1,56×1,56) = 52 : 2,4336 = 21,4 valore ottimale del peso forma.

    Trovi maggiori informazioni qui: Calcolo peso forma

    Se vuoi raggiungere il tuo obiettivo, occorrono tempo e costanza sia con un programma dietetico che con l’attività fisica. Dato che sei una mamma che lavora, ma che finalmente ha deciso di fare qualcosa per sentirsi meglio e stare bene con sè stessa, ora devi trovare il tempo e la voglia di dedicarti davvero a te!

    Alcune domande per comprendere meglio la tua situazione:

    - pratichi attività fisica? oppure hai bisogno di un programma per la ginnastica a casa?

    - mangi al ristorante per lavoro? hai una mensa aziendale? oppure puoi portarti il pranzo da casa?

    Aspettiamo le tue risposte per consigliarti. Ti ricordiamo che la dieta va sempre abbinata allo sport: se vuoi intraprendere un percorso per il tuo benessere, l’attività fisica è necessaria nei casi di forte sovrappeso come il tuo. Mettersi a dieta e fare sport significa cambiare il proprio stile di vita in meglio.

    RISPOSTA PER ANITA: ti consigliamo di iniziare con lo schema della Dieta Proteica che trovi qui Dieta Proteica menù settimanale

    Rispetto a quello proposto nell’articolo sopra, quello consigliato è un menù settimanale più dettagliato per aiutare a seguire meglio la dieta. Dato che sei intollerante al lattosio, sostituisci la ricotta con degli hamburger di soia (sono ad esempio ottimi quelli surgelati della marca Valsoia che trovi al supermercato). Facci sapere se il menù si adatta ai tuoi gusti alimentati.

    In caso affermativo, stampa e segui la dieta proposta solo per 1 mese e facci sapere i tuoi risultati per valutare come risponde il tuo metabolismo.

    Ti preghiamo di scrivere i tuoi prossimi commenti nella pagina del link che ti abbiamo mandato.

    Buonasera, spesso porto il cibo da casa in quanto sono anche intollerante al lattosio. Il 17 inizio un corso di acqua bike e già sto facendo zumba. Inoltre quando ho tempo libero spesso vado a camminare nella neve con le ciaspole. Di bibite bevo acqua naturale, caffè e a volte te caldo senza zucchero. Intanto buona serata. Anita

    Buonasera a tutti, ho 35 anni, sono alta 156 cm e peso 70 kg. Ho un bimbo di 5 anni e vorrei togliere qualche chilo di troppo in previsione di un ulteriore gravidanza e soprattutto per sentirmi meglio e stare bene con me stessa. Sono un’ impiegata, sono fuori casa 9 ore al giorno. Cosa mi consigliate?

    Buongiorno Anita, per prima cosa ti calcoliamo il tuo peso-forma ideale per verificare quanto devi dimagrire. La formula è la seguente:

    Cioè: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato. Il risultato del calcolo è il valore (indice) della tua massa corporea e va inserito nella tabella qui di seguito.

    – Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)

    – Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)

    – Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9

    – Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9

    – Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9

    – Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

    In base alla tabella dei valori sei in forte sovrappeso.

    Il valore del peso forma ideale per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere 15 chili. Il tuo peso forma ideale è infatti di 55 chili per una ragazza della tua statura:

    55: (1,60×1,60) = 55 : 2,56 = 21,5 valore ideale del peso forma

    Trovi maggiori informazioni qui: Calcolo peso forma

    Considerando che sei molto giovane (hai solo 19 anni), è importante per la tua salute iniziare un programma di dieta e sport per perdere peso e dimagrire.

    Per quanto riguarda l’attività fisica, che è indispensabile nel tuo caso (dato che devi perdere parecchi chili di troppo), di solito il nuoto non è sconsigliato nel caso di infortuni al ginocchio. Consulta comunque il tuo medico: hai avuto questo infortunio nel 2012, ora siamo nel 2015… è il caso di ricominciare a praticare sport con costanza! Per avere risultati è bene praticare attività fisica almeno 3-4 volte a settimana.

    Per quanto riguarda invece la dieta da seguire, dato che mangi fuori casa ti chiediamo:

    - hai la possibilità di portarti il pranzo da casa?

    - oppure mangi al ristorante in pausa pranzo?

    Facci sapere in modo da consigliarti la dieta da seguire per iniziare il tuo percorso. Ti ricordiamo comunque la necessità di abbinare anche attività fisica costante.

    ricette proteiche per dimagrire

  • Devi essere in sovrappeso o in condizione di obesità.
  • Non devi avere patologie legate all'alimentazione (es. bulimia).
  • Devi necessariamente iniziare un'attività fisica da abbinare alla dieta.
  • Impegno, costanza e determinazione devono essere le tue nuove parole chiave.
  • Non saltare i pasti, l'organismo non si fa prendere in giro con le scorciatoie, otterrai un effetto contrario. E non affidarsi ad integratori o merendine magiche, in quanto NON SOSTITUISCONO I PASTI.
  • Varia gli alimenti (a parità di calorie) senza variare le quantità.
  • Pensa positivo, non pesarti con insoddisfazione, ma credi nel raggiungimento dell'obiettivo.
  • Controlla gli attacchi di fame nervosa tenendo sempre a disposizione un'insalatiera con verdure crude (es. carote, sedano, finocchio).
  • Evita fritture e cibi eccessivamente grassi.
  • Adesso che sai esattamente come comportarti e che mentalità devi mantenere durante il mese di dieta, sei pronto per iniziare. Ricordati che dovresti raggiungere una quantità ben precisa di calorie al giorno, in modo da permettere sia il dimagrimento, ma anche l'assunzione di tutti i nutrienti e le energie necessarie. Puoi azzardare questo calcolo da solo e crearti un piano di alimentazione preciso e dettagliato in casa, ma ogni organismo ha delle specifiche necessità e caratteristiche, quindi, per non correre pericoli e per individuare la giusta dieta, ti consigliamo un consulto di un dietologo professionista. IMPORTANTISSIMO: Non rimanere affamato alla fine di un pasto e non ridurti, dopo 2-3 ore, con in crampi allo stomaco, quelli indicano l'innalzamento della glicemia.

    Prima di scegliere la tua dieta ti invitiamo a:

  • Calcolare il tuo IMC (indice di massa corporea)
  • Capire di quante CALORIE necessita giornalmente il tuo organismo.
  • Fissare nella mente le due PIRAMIDI (alimentare e dell'attività fisica).
  • Iscriverti al GRUPPO FACEBOOK in cui troverai tutte le persone che hanno intrapreso la dieta o hanno raggiunto il loro obiettivo. Lì avrai consigli e supporto concreto! Leggi subito le FAQ
  • Caffè, tè, te verde oppure orzo (con massimo un cucchiaino di zucchero), con 3 biscotti o una merendina di circa 120 calorie.
  • 200 ml di latte scremato (con un solo cucchiaino di zucchero), con 2 fette biscottate o 2 biscotti.
  • Un vasetto di yogurt magro con 2 fette biscottate normali od integrali, oppure 2 cucchiai di cereali integrali.
  • 100 ml di spremuta di arance con 2 fette biscottate normali od integrali.
  • Un frutto di stagione (evita la banana o i fichi) con 2 fette biscottate normali od integrali con la marmellata.
  • >>>leggi qui altre varianti per una colazione più ricca! >>leggi qui altre varianti per pasta e riso nei pranzi dei giorni dispari! dipende da quanta acqua assorbono) + un abbondante contorno (insalata o verdure alla griglia/al vapore condite con olio a crudo).

  • Un minestrone di verdure e legumi o una passata di verdure + 3 fette di panbauletto integrale seccate sulla piastra.

  • Un frutto di stagione (evita la banana o i fichi).
  • Pesce (120-150 grammi) o carne (possibilmente bianca e alla piastra, 90-100 grammi) + contorno (insalata o verdure alla griglia/al vapore condite con olio a crudo) + 50 gr di pane (meglio se integrale).
  • Un uovo (non fritto e non più di una volta a settimana) + una sottiletta /o/ 1 fettina di prosciutto (crudo o cotto) + 50 gr di pane (meglio se integrale) + contorno di verdure.
  • Uno stracchino (100 g) /o/ una mozzarella light /o/ ricottina light /o/ primo sale + contorno (insalata o verdure alla griglia/al vapore condite con olio a crudo) + 50 gr di pane (meglio se integrale).
  • Pizza margherita con olio a crudo (+ verdure grigliate).
  • (Puoi scegliere di tenerti la domenica libera e mangiare quello che desideri senza eccessi. E' inoltre meglio mangiare la pizza all'interno delle 24h del giorno libero e quindi trattare il sabato come un classico giorno di dieta)
  • Contrariamente a quanto si possa pensare non è sbagliato dimagrire in gravidanza, anzi in alcuni casi può essere addirittura indispensabile, infatti uno strato di adipe eccessivo può rendere difficile controllare l'andamento stesso della gestazione e creare diversei disagi sia per la mamma che per il nascituro.

    Tutto dipende dallo stato in cui si trova la donna al momento del concepimento, infatti se questa è in una buona forma, o sottopeso, è del tutto normale che durante i nove mesi vi sia solo un graduale aumento dipeso, ma se al momento del concepimento la donna è in uno stato di forte sovrappeso, può essere utile che, soprattutto durante le prime settimane di gravidanza, questa perda qualche chilo.

    Il grasso in eccesso infatti potrebbe interferire ed arrecare dei fastidi allo sviluppo del feto soprattutto dopo il primo trimestre di gestazione, quando le dimensioni del feto, e quindi del pancione, tendono ad aumentare.

    E’ del tutto sbagliato pensare che una donna incinta possa mangiare tutto, o meglio solo ciò di cui ha voglia e nelle quantità desiderate, il mito delle “voglie” delle donne incinte infatti non fa altro che alimentare false credenze.

    In realtà le donne incinte devono seguire un alimentazione quanto mai corretta ed equilibrata per fare in modo che il feto abbia tutti i nutrienti necessari per uno sviluppo sano.