come dimagrire velocemente pancia e fianchi

dieta dimagrante pancia uomo

Controindicazioni e rischi

Il primo rischio di un’eliminazione quasi totale di frutta, verdura e di carboidrati per un periodo di tempo troppo lungo è a livello metabolico. Mangiare solo proteine favorisce la sindrome del peso ballerino o yo-yo, che ti fa perdere peso velocemente e te lo fa riprendere non appena torni a mangiare i carboidrati.

Una dieta completamente priva di carboidrati non è un modo sano e duraturo per perdere i chili di troppo, perché prima o poi è inevitabile avvertire il bisogno di tornare a mangiare pasta, pane, frutta e verdura e generalmente quando si torna ad un’alimentazione più normale, con lei tornano anche tutti i chili persi.

L’eliminazione totale dei carboidrati rende il corpo affamato e sempre alla continua ricerca di cibo da trasformare il grasso ed è per questo motivo che si tende ad accumulare più peso una volta terminata la dieta monotenatica.

Smettendo di mangiare carboidrati i reni vengono nessi a dura prova e grazie alla formazione di corpi chetonici tossici ed è possibile avvertire senso di nausea e malessere.

Gli svantaggi ed i rischi a cui puoi andare in contro con questo tipo di dieta non sono pochi:

  • affaticamento del fegato e dei reni per smaltire i corpi chetonici
  • Consejos prácticos y muy sencillos para seguir una dieta equilibrada, variada y beneficiosa para la salud

    Una dieta sana y equilibrada es la que permite que el cuerpo funcione de manera óptima. Para lograrlo, es fundamental que se base en alimentos que potencien el buen funcionamiento del organismo y eviten las enfermedades relacionadas con la alimentación, como la obesidad o los problemas cardiovasculares. Por esta razón, los expertos recomiendan que la dieta forme parte de un estilo de vida saludable, sea rica en alimentos de origen vegetal y fibra y, por contra, sea baja en grasa de origen animal, en dulces y productos muy calóricos. El presente artículo reseña las principales características de una dieta saludable y presenta sugerencias concretas para el desayuno y la cena.

    Para que la dieta sea equilibrada debe contener al menos dos raciones de verdura diaria, una en la comida y otra en la cena; de 2 a 3 piezas o raciones de fruta al día; de 2 a 3 raciones de alimentos proteicos al día (carne, pescado y huevos, de preferencia poco grasos), cereales o féculas ricos en fibra, tales como la pasta, el arroz o el pan integral o las legumbres; y evitar alimentos como el azúcar, dulces como mermeladas ricas en azúcar, bebidas azucaradas, bollería y pastelería industrial y alimentos precocinados.

    Otro de los aspectos que recomiendan los expertos es repartir la ingesta alimentaria a lo largo del día y hacer, por lo tanto, 5-6 comidas diarias: desayuno, media mañana, comida, merienda, cena y colación después de la cena. Ello favorece el autocontrol de la ingesta y la ansiedad y también reparte el consumo de calorías a lo largo del día.

    No hay ningún estudio que demuestre que saltarse alguna comida pueda ayudar a adelgazar. A pesar de que la base de cualquier dieta baja en calorías para el control del peso corporal es reducir la ingesta calórica, no está recomendado saltarse comidas para conseguirlo. Los expertos recomiendan no saltarse comidas y repartir bien la ingesta a lo largo del día, puesto que ello puede ayudarnos a controlar el hambre y la ansiedad.

    Saltarse comidas puede favorecer que tengamos hambre antes de la siguiente y, por consiguiente, que acabemos picando y comiendo algún alimento no recomendado. Por ejemplo, no cenar puede hacer que a la mañana siguiente tengamos mucho apetito o no merendar puede hacer que tengamos mucha hambre antes de la cena; y, por tanto, acabaremos picando algo antes de la cena o desayunando mucho más de lo habitual a la mañana siguiente.

    La cena es la última comida del día y no debe ser una comida copiosa y abundante, sobre todo si vamos a acostarnos inmediatamente después de ella. El control calórico de la cena es importante si queremos adelgazar. No obstante, sustituir la cena por algún alimento concreto -como fruta o leche con cereales-, puede contribuir al desequilibrio de la dieta e incluso a un aporte excesivo de calorías en ella.

    Para hacerse una idea: un tazón de fruta con un plátano, 200 g de uva y dos peritas puede contener unas 400 kcal, las mismas que podría tener una ensalada verde con un huevo duro. Lo mismo puede pasarnos si sustituimos la cena por un tazón de leche con cereales. Si controlamos bien las cantidades, una taza de leche semidesnatada con 30 g de cereales aporta unas 200 kcal, pero si sustituimos la taza por un tazón grande, el aporte calórico puede rondar las 400-500 kcal; de manera que estaremos ingiriendo lo mismo, o incluso más, que si hiciéramos una cena equilibrada.

    Además, sustituir la cena equilibrada por estos alimentos puede hacer que disminuya la ingesta de verdura y fruta (en el caso de los cereales) y, por tanto, el consumo de fibra dietética, cosa que podría aumentar el riesgo de estreñimiento. También puede provocar que se reduzca la ingesta proteica, un hecho muy importante en pacientes con riesgo de desnutrición o en personas con disminución de la masa muscular. Así pues, saltarse comidas o desequilibrar la dieta no ayuda a adelgazar ni a llevar una dieta más sana.

    Entre el desayuno y la media mañana se debe consumir un lácteo (leche, yogur o queso) algún alimento feculento (pan, tostadas o cereales), acompañado -o no- por algún alimento proteico, y una fruta. Por ejemplo:

  • Desayuno: café con leche semidesnatada y bocadillito mini. Media mañana: macedonia de fruta. En detalle: bocadillito mini de jamón cocido acompañado de café con leche en el desayuno y macedonia de pera y uvas a media mañana.
  • Desayuno: té con leche con dos kiwis. Media mañana: bocadillito con yogur líquido desnatado. En detalle: té con leche acompañado de dos kiwis en el desayuno y bocadillito de jamón serrano con yogur líquido desnatado a media mañana.
  • Desayuno: café con leche con sándwich de tomate y queso fresco. Media mañana: yogur natural desnatado edulcorado con nueces. En detalle: café con leche con sándwich de pan de molde de horno integral (sin grasas añadidas), con tomate, orégano, aceite de oliva y queso fresco. A media mañana, yogur natural desnatado con nueces.
  • Desayuno: leche con cereales de desayuno. Media mañana: manzana con yogur desnatado edulcorado. Hay que procurar escoger cereales de desayuno integrales y sin miel, azúcar ni grasas añadidas.
  • Una cena equilibrada y ligera debería contener verduras crudas o cocinadas, alimentos proteicos magros (carne, pescado o huevos) y una cantidad moderada de alimentos feculentos (pan, pasta, cereales y legumbres). Es conveniente consultar al dietista-nutricionista sobre la composición cuantitativa, si está realizando una dieta controlada en calorías. Algunos ejemplos:

  • Cena: puré de calabacín con merluza a la plancha. Postre: mandarinas. En detalle: crema de calabacín, cebolla y un poco de patata, aderezada con sal y pimienta negra, todo triturado. Merluza a la plancha. Dos mandarinas de postre.
  • Cena: ensalada completa. Postre: mango. En detalle: ensalada con lechuga y brotes de canónigos, tomate cherry, remolacha y zanahoria con un huevo duro y 25 g de avellanas. Dos tostadas integrales. Medio mango de postre.
  • Cena: verdurita al vapor o lékué con pollo. Postre: melón. En detalle: berenjena, cebolla, zanahoria y tomate a tiras, cocinados al vapor o en lékué, con pechuga de pollo a daditos. Dos rebanadas de pan integral. Melón de postre.
  • Cena: ensalada de tomate y ventresca de atún. Postre: plátano. En detalle: tomate de ensalada en rebanadas gruesas acompañado de ventresca de atún. Dos rebanadas de pan integral. Plátano de postre.
  • La dieta iperproteica lo dice la parola stessa, significa mangiare solo proteine eliminano del tutto carboidrati e zuccheri.

    Un regime iperproteico fa parte delle diete low carb che riducono al minimo carboidrati e zuccheri.

    La dieta iperproteica è appositamente sbilanciata verso un eccessivo consumo di proteine per costringere l’organismo ad utilizzare le riserve di glucosio come unica fonte di energia da bruciare. Lista degli Alimenti Ricchi di Proteine per Perdere Peso

    Essa si basa sul concetto che mangiare solo proteine e quasi zero carboidrati ti permette di non avere zuccheri disponibili nell’organismo da bruciare e quindi permettere al corpo di attaccare le uniche riserve disponibili: le riserve di grasso.

    come fare per dimagrire uomo

  • Non utilizzare troppo sale negli alimenti.
  • Non fare lo sforzo di mangiare sano da solo, ma cerca di coinvolgere tutta la famiglia.
  • Non andare mai al letto a stomaco vuoto. E’ vero che la cena deve essere leggera, e preferibilmente senza carboidrati, ma almeno mangia uno yogurt o bevi un succo.
  • Questo articolo è stato scritto il 12 settembre 2007 nella categoria Alimentazione, taggato Tag:dieta, Diete, regimi dietetici

    Concordo con il contenuto dell’articolo, personalmente sono succube della “forte tentazione di fare uno strappo alla regola” e pure per solitudine, depressione, noia,tristezza, ansia! tanto poi se voglio riesco a perdere di nuovo i chili che voglio…

    Attorno a me, trovo una specie di gelosia quando perdo peso, mi si dice: “ma mangia ! cosa credi di fare ? tanto col tempo li riprenderai…

    Dipende quindi da noi e dalla nostra volonta’! si deve riuscire a non cedere mai ! neanche per le feste.

    Per me é piu’ facile non cedere mai che farlo con moderazione.

    La moderazione é l’inizio della trasgressione e del cedimento graduale e poi definitivo…e si deve ricominciare da capo.

    Vivo in Camargue da due anni e pur essendo un posto piacevole mi manca l’Italia nostra, e quindi la ritrovo con la cucina…

    buonasera dottore io sono una ragazza di 24 anni e ho 2 bambine l’inizio della seconda gravidanza pesavo 100 chili,al termine della gravidanza pesavo 109 chili pero’ questi 9 chili li ho persi subito dopo partorito.Il problema rimanevano questi 100 chili cosi’ 6 mesi fa’ mi sono messa a dieta da un dietologo e fino adesso ho perso 30 chili adesso sono 70 chili per un’altezza di 168 cm.Il dietologo dice che va’ bene cosi’ e fare quella di mantenimento ma io voglio finire di perdere chili vorrei arrivare a 64-65 chili.La mia domanda e’ questa se ci sara’ una terza gravidanza,perche’ io sono giovane,cosa fara’ il mio corpo riprenderei di nuovo tutti i chili persi.Grazie per la sua disponibilita’.

    ho appena letto l articolo ed è molto bello è motivante!sto a dieta da quasi 5 mesi ho perso 28 kg sno felicissima!spero con tutta me stessa di non tornare mai piu come ero prima 121kg.

    durante il pranzo e la cene insieme alla carne si possono mangiare i galletti di riso senza sale?

    Durante il pranzo vorrei mangiare pane e pasta come faccio?

    Buongiorno, sono una ragazza di 22 anni di nome jessica, sono alta 1.57 e peso circa 53 chili, vorrei, se possibile una dieta equilibrata sana e giusta per mantenere il mio peso perchè io e il mio compagno stiamo cercando di avere un bambino e vorrei alimentarmi in modo corretto affinchè vada tutto bene… attendo speranziosa una vostra risposta, un bacio e un saluto a chi risponderà….:-)

    Salve, certamente l’argoomento pane-pasta all’interno dello stesso pasto è uno dei più dibattuti e, per la bontà dei due alimenti in questione, di maggior interesse tra i pazienti. Nulla esclude nulla: l’importante è, se si vuole consumare entrambi nello stesso pasto, lavorare sull’apporto di entrambi. Occorreè sapere che 80 g di pasta corrispondono circa a 90 g di pane bianco, motivo per il quale, basandoci sulla quantità portata ad esempio, se si riduce la porzione di pasta da 80 g a 50 g, ad esempio, sarà possibile consumare anche 40 g di pane. Occorre porre molta attenzione alle quantità di carboidrati, specialmente nelle diete di dimagrimento (mai ridurle del tutto però!).

    Spero di essere stato utile e, soprattutto, chiaro.

    Salve, come avrà intuito dagli articoli pubblicati o dai miei interventi precedenti, sono, e credo di rappresentare anche la politica del sito in questo, piuttosto cauto nel fornire consigli o diete attraverso la rete. E’ evidente infatti la necessità di una visita personalizzata volta a conoscere le abitudini del paziente (corrette o sbagliate) e la situazione fisiologica dell’organismo in questione (miusurazioni e stima del metabolismo basale). Conoscendo questi aspetti, si sarà in grado certamente di elaborare un piano dietetico adatto a Lei. Il consiglio è di rivolgersi ad un esperto in nutrizione le posso assicurare che potrebbe venire a conoscenza, anche in un tono molto cordiale, del giusto modo in cui orientare le sue scelte alimentari.

    Salve a tutti…..io ero in forte sovrappeso di colpo ho eliminato tutto il cibo spazzatura , le fritture, il dolce in generale sostituendo il tutto con cibo sani pasta e pane integrale tantissima verdura e frutta legumi e ortaggi ee come per miracolo ho Gian perso 3o chili in appena 4 mesi………vi chiedo: non mi starò facendo del male. Ci tengo a sottolineare che non ho eliminato nessun tipo di alimento sano dai cereali ai legumi ecc. ecc. in più fa ccio 30 minuti al giorno di corsetta…….

    Salve, innanzitutto vorrei farLe i complimenti per la tenacia e l’impegno che ha messo in gioco al fine di raggiungere un tale obiettivo. Generalmente se si giunge ad un calo ponderale così importante con un’alimentazione bilanciata e adatta al suo metabolismo non dovrebbe sussistere problema, specialmente se il tutto è supportato da un’adeguata attività fisica (come nel Suo caso). Tuttavia consiglierei sempre di rivolgersi ad un esperto che possa, anche a posteriori, identificare il Suo fabbisogno metabolico, tenendo conto delle Sue misurazioni antropometriche e del Suo stile di vita, anche per stilare insieme una possibile dieta di mantenimento.

    Rinnovando le mie congratulazioni, porgo cordiali saluti.

    Salve a tutti,ho 36 anni e circa due anni fà ho perso 25 chili da 92 sono passato a 67 con la dieta metabolica. Dopo il periodo iniziale durato circa tre mesi,dove ho perso tutti il 25 chili,ho continuato sempre con questa dieta riuscendo a mantenere sempre lo stesso peso. E’ una dieta un pò estrema ma,io riesco a seguirla perchè,avendo il sabato e la domenica liberi,mi permette di mangiare di tutto anche i dolci e in qualsiasi quantità.Dopo due anni però,vorrei cambiare e tornare a una dieta dove mangio carboidrati tutti i giorni, mi spaventa un pò il fatto di non avere piu i due giorni liberi.si può con una dieta di carbo tutti i giorni avere per lo meno un giorno libero.

    Salve, certamente il suo problema è molto comune e molte persone chiedono consiglio su come poter tornare a seguire una dieta “regolare”, dopo aver seguito un regime alimentare piuttosto “estremo”. Personalmente, non ritengo quest’ultima soluzione come la più appropriata, ma inquanto le necessità primarie, a mio avviso, sono: preservare la massa magra e la funzionalità epatica e renale, e, soprattutto, di non stravolgere le abitudini alimentari consigliate. Certamente le diete molto restrittive, anche a seconda dei casi, possono comunque garantire risulati e, se gestite saggiamente, anche a lungo termine. Tuttavia nel suo caso consiglio una attenta e graduale variazione, in quanto il cambiamento improvviso può essere visto come agente stressante dal suo organismo. Consiglio quindi molta gradualità nel reinserimento dei carboidsrati ed attività fisica regolare. Sinceramente preferirei una dieta più equilibrata nella settimana, senza giornate libere, ma ripeto, questo è solo il mio punto di vista.

    Sono una Donna di 34 anni, giovanile, sportiva e sopratutto vegetariana da 12 anni.

    Negli ultimi mesi sto perdendo troppi chili..da 52 a 46 per un metro e settanta di altezza.

    Ma mangio di tutto! Pane verdure, frutta yogurt, dolci e cioccolato e pizza una Volta alla settimana.

    Il mio problema sono gli Altri Che mi dicono Che sono anoressica ma non e’ vero! Non vomito! Mangio piu di loro ma sto attenta alle calorie, cammino in salita, faccio aerobica e yoga 5 volte alla settimana.r

    Secondo lei, hanno ragione le persone a dire Che sono troppo magra oppure devo pensare Che sono giudizi di persone piu’ grasse di me e quindi invidiose?

    Salve. Beh certamente, dalle misure riportate, in prima istanza mi verrebbe da ipotizzare uno stato di sottopeso. Il calo del peso piuttosto repentino suggerirebbe un controllo più accurato per indagare sulle cause che hanno portato a tale dimagrimento. Suggerirei ad esempio di controllare la capacità di assorbimento a livello intestinale ed eventuali intolleranze (che possono anche sopraggiungere nell’arco della vita),. E’ necessario ricordare che una tale verifica è possibile solo con l’assistenza di un esperto in nutrizione, che sicuramente, dopo un’attenta e minuziosa consulenza, saprà certamente consigliarLa e, spero, tranquillizzarLa.

    Ciao, sono una ragazza di 17 anni, peso 60 kg per 1.50m di altelzza, vorrei iniziare a seguire la dieta scarsdale che promette di perdere 8 kg in un mese, facendo per le prime due settimane una dieta dimagrante e nelle restanti due una dieta di mantenimento… Perció vorrei avere un suo parere riguardo questa dieta… Aspetto con ansia la risposta Cordiali saluti

    esercizi per dimagrire i glutei a casa

    Apporto calorico con la dieta = metabolismo + attività fisica

    Se assumete più calorie di quante ne siano necessarie al vostro organismo, le calorie in eccesso saranno immagazzinate sotto forma di grasso.

    Nove calorie in eccesso si trasformano in un grammo di grasso corporeo immagazzinato.

    Se mangiate una costina alla griglia (che equivale a 900 calorie) in più rispetto al fabbisogno calorico giornaliero del vostro organismo, le 900 calorie sono immagazzinate sotto forma di 100 grammi di grasso (100 grammi equivalgono più o meno al peso di un hamburger!).

    Per fortuna, però, ci sono alcune buone notizie: la maggior parte della frutta è povera di calorie, ad esempio una mela di piccole dimensioni apporta circa 50 calorie. Per assumere 800 calorie, quindi, dovreste mangiare circa 16 mele! Ecco perché le diete dimagranti non impongono restrizioni sulle quantità di frutta e verdura: questi alimenti, infatti, contengono molte vitamine e fibre, e pochissime calorie.

    Probabilmente non sarà facile capire esattamente di quanta energia ha bisogno il vostro organismo e quante calorie dovrete togliere per raggiungere un determinato peso, ma certamente non sarà impossibile. In questo articolo spiegheremo i principi di base del dimagrimento, ma vi consigliamo di chiedere comunque consiglio al dietologo o al medico per elaborare un programma personalizzato.

    Per dimagrire e per mantenere i risultati della dieta, dovete iniziare con il piede giusto: ad esempio se vi dite “Se riuscirò a seguire questa dieta solo per alcune settimane, ce la farò a perdere da due a cinque chili”, probabilmente recupererete il peso perso. Provate invece a motivarvi dicendo: “Mi impegno a seguire una condotta di vita più sana.”

    Ecco alcuni comportamenti e atteggiamenti che vi aiuteranno a partire con il piede giusto.

  • Preparatevi a un impegno a lungo termine e a modifiche permanenti dello stile di vita mirate a stabilire abitudini più sane.
  • Fatelo per voi stessi, e solo per motivi di salute. Non cercate di dimagrire solo per ragioni estetiche o per piacere di più agli altri.
  • State con i piedi per terra e ponetevi obiettivi realistici che possano essere raggiunti con calma e gradualità.
  • Iniziate a pensare che i benefici di lungo periodo derivanti da una dieta sana sono più importanti rispetto alle soddisfazioni di breve periodo che ottenete quando vi concedete un alimento che vi piace particolarmente.
  • Per dimagrire è fondamentale cambiare le proprie abitudini alimentari, per riuscire a modificare le proprie abitudini alimentari è opportuno ricordare questi due punti fermi:

  • Aumentare la quantità di frutta e verdura
  • Diminuendo le porzioni di solito si riesce a diminuire la quantità di calorie in ingresso, un modo semplice per iniziare a fare le porzioni giuste è quello di abituarsi a mangiare in piatti più piccoli.

  • Quando mangiate a casa fate le porzioni direttamente in cucina, e portate i piatti pronti in tavola; se lasciate che ognuno faccia le porzioni per sé, la tentazione di fare il bis è maggiore ed è più semplice soddisfarla.
  • Se invece mangiate fuori casa, ordinate una porzione più piccola, o un menu per bambini.
  • Se mangiate più frutta e verdura lo stomaco si riempie prima, e quindi diminuisce lo spazio a disposizione degli alimenti ricchi di calorie. Sostituite gli spuntini ricchi di calorie con frutta e verdura a basso contenuto calorico: ad esempio invece di una bustina di patatine che è ricca di calorie, potete fare uno spuntino croccante, più leggero e molto più ricco di vitamine mangiando una carota o un po’ di sedano.

    Riuscirete a dimagrire se introdurrete meno calorie rispetto a quelle che l’organismo vi richiede, assumendo 250 calorie in meno al giorno, perderete circa 2 etti alla settimana, cioè più di 10 kg in un anno! Perdere peso con gradualità è meglio rispetto a perderlo tutto in una volta. Se seguite una dieta che vi richiede di assumere una quantità di calorie non sufficiente per i vostri bisogni, correte il rischio di non assumere tutte le sostanze nutritive necessarie per il vostro organismo, senza contare che queste diete presentano una percentuale maggiore di fallimento. Anche se queste diete vi aiutano a perdere peso, quindi, correrete un rischio maggiore di recuperarlo.

    Ecco 4 consigli per una dieta sana che valgono per chiunque, anche se non seguite una dieta.

  • Variate la scelta degli alimenti. Nessuna categoria di alimenti, da sola, è in grado di fornirvi tutte le sostanze nutritive di cui avete bisogno. Una dieta sana comprende alimenti provenienti dai diversi gruppi.
  • Abbondate con la frutta, la verdura e i cereali integrali. I dietologi consigliano di assumere molti prodotti vegetariani perché contengono poche calorie, ma sono ricchi di fibre, vitamine e sali minerali; inoltre sono privi di colesterolo e contengono una minima percentuale di grassi.
  • Seguite una dieta povera di grassi e di colesterolo. Al massimo il 30 per cento delle calorie ottenute con l’alimentazione dovrebbe derivare dai grassi.
  • Andateci piano con determinati alimenti e bevande. Le caramelle, i dolci, il sale e gli alcolici dovrebbero essere consumati con moderazione.
  • Uno stile di vita attivo è in grado di diminuire il rischio di morte precoce dovuto a diverse cause, è inoltre dimostrato che l’attività fisica regolare può diminuire il rischio di:

    L’attività fisica regolare è anche in grado di migliorare la salute del sistema cardio-respiratorio (cuore, polmoni e vasi sanguigni) e dell’apparato muscolare.

    Negli anziani, inoltre, l’attività fisica migliora la funzionalità mentale.

    L’attività fisica può anche essere utile per:

  • diminuire il rischio di fratture al femore,
  • diminuire il rischio di tumore ai polmoni,
  • diminuire il rischio di tumore all’endometrio,
  • dieta mediterranea facile

  • Caldo Light o sopa crema bajas calorías.
  • Braseado mediterráneo (se saltean en un wok o en sartén de teflón ajíes verdes, rojosamarillos, berenjenas y zapallitos cortados en juliana).
  • Caldo Light o sopa crema bajas calorías.
  • Filet de merluza sobre colchón de verduras.
  • 1 calabacín relleno. Gelatina Light con copete de queso blanco.
  • Filet de brótola sobre colchón de vegetales.
  • Caldo Light o sopa crema bajas calorías.
  • Si bien los tratamientos son personalizados y con estricto control profesional, se puede realizar una síntesis de los conceptos que sostienen los programas de nutrición y alimentación.
  • La cantidad de calorías y la porción pequeña (medida) incorporan el concepto de densidad energética; es decir, bajas calorías y más volumen. La cantidad de calorías en un determinado volumen de alimento es lo que establece la diferencia en el número de calorías que la gente consume en una comida y durante todo un día. En términos de nutrición, esto se llama densidad energética de los alimentos. Cuanto mayor es la densidad energética –es decir, cuantos mas calorías se almacenen en determinado peso o volumen de alimento-, más fácil es comer de más. Las verduras y las frutas son, principalmente, los alimentos de baja densidad energética.
  • Proteínas y grasas: se prioriza el consumo de proteínas de leche, quesos, clara de huevo y carnes blancas y, en menor cantidad, de las carnes rojas, sin evitarlas por la necesidad de hierro que el organismo requiere y que la carne roja aporta en gran cantidad y calidad. En cuanto a las grasas, se incorpora la mínima cantidad para cubrir el requerimiento diario y se utilizan grasas poli-indaturadas y Omega 4, provenientes de los pescados, y grasas mono insaturadas, provenientes del aceite de oliva.
  • Carbohidratos o hidratos de carbono: se tiene en cuenta el concepto de Índice Glucémico, que es la capacidad que tiene un alimento rico en hidratos de carbono de elevar la concentración de glucosa o azúcar en la sangre, y se traduce en tener menos hambre a corto plazo. Si se consumen alimentos o preparaciones de bajo índice glucémico, se mejora la sensibilidad a la insulina y se produce menos glucemia como respuesta la comida subsiguiente. Cuando el azúcar en la sangre se mantiene estable, se tiene menos hambre a corto plazo.
  • Distribución o fraccionamiento de las comidas: al utilizar los conceptos anteriormente mencionados, sólo se necesitan tres o cuatro comidas diarias (para establecer distancia entre las comidas y de la comida).
  • Hola como estas, no te hacian hacer colaciones?? Saludos!

    Noo .tenes q poner distancia con la comida si tenes hambre come gelatina

    La verdad me gusta mucho tu blog. De dónde sacaste las recetas?, me parecen geniales y los postres parecen los de viandas nutra. Yo estoy haciendo la dieta y sigo las charlas por You Tuve. Voy muy lento a pesar que la hago super bien , En dos meses y medio bajé 10Kg. Aun me falta. Según mi experiencia mi peso posible y que me queda bien es 75 Kg. pero mi peso ideal sería 69 Kg. Bueno como sea me faltan 11 o 17 Kg.

    Luisa podrías pasarme el blog de donde dan las recetas. De todas maneras yo te puedo pasar varias de la nutricionista que trabajo ahí años que luego se fue con Meaglia. Gracias. Ana Marìa Rolando (Anama) Facebook

    No se dan cuenta, no? Como lo dice un médico está bien, claro!! No saben que las anoréxicas comen de 400 a 800 calorías? Ustedes comiendo 900 creen que son mucho más sanos?? Por 100 calorías más que son una manzana y media! Lo MÍNIMO son 1500 en una DIETA. Y eso de la acidosis? "Si llegamos a la acidosis dejamos de pasar hambre". Y cito: "LA MALA NOTICIA es que en cuanto comemos de mas, perdemos ese estado de acidosis, y rápidamente nuestro cuerpo, sometido a restricción, almacena lo mas mínimo que incorporamos. Subimos volando. Claro que de lo que subimos, la mayoría es agua (2/3) pero de todas maneras, da mucho trabajo entrar en bajada otra vez: es decir, otra vez debemos lograr deshacernos de todas las reservas de glucógenos. Y recién después podremos comenzar a perder DEPOSITOS DE GRASA.". Se dan cuenta? Para bajar de peso NO hace falta sufrir ni tener que tomar vitaminas obligatoriamente ni mortificar al cuerpo para llegar al estado de dejar de pasar hambre ni nada raro. No puedo creer que les parezca más fácil, que no vean que no lo van a poder sostener porque se VAN a cagar de hambre a la larga o la corta, que es un negocio, que juegan con su salud y que no puedo creer que NO SE DEN CUENTA de lo cualquiera y peligrosa que es esta dieta!! De verdad no ven que es más difícil esto que la que recomiendan TODOS los médicos del MUNDO? Es sólo cuestión de hacer ejercicio 4-5 veces a la semana y variar los alimentos: un día pollo, otro pescado, otro carne, otro arroz, etc. A la noche preferentemente verduras o algo de pastas sin queso rallado, midiendo siempre aceite y sal. Frutas, algunos frutos secos (puñadito) y hasta se pueden dar el gusto de comer alguna golosina pequeña cada dos días, por ej. No es ni el fin del mundo ni lo más difícil que hay. Muchos médicos inventan chicos, dénse cuenta por favor. Experimentan, quieren laburar con las celebridades, quieren ser mediáticos, ganar más plata. Vamos. Piensen.

    Es IMPOSIBLE bajar de peso con una dieta de 1500, y estas dietas son para bajar de peso, no para vivir sanamente

    am si eu un regim care chiar da rezultate incercati-l cu toata increderea eu in 3 saptamani am slabit 6kg

    - carne de orice fel si peste , in orice cantitate, fiarta sau fripta

    - grasimi: slanina, unt, margarina, maioneza

    - supa de carne ( goala, fara zarzavat, fara nimic in ea)

    - muraturi ( in afara celor care sunt cu zahar )

    - orice fel de condimente ( sare, piper, boia, mustar )

    - apa la discretie ( ceai, cafea naturala, fara zahar, doar zaharina)

    La alimentele din etapa I se adauga salata verde, varza, telina, dovleac, ardei gras.

    La alimentele de pana acum se adauga ceapa si usturoi in mancare, fasole vrede, rosii, ardei iute si fructe ( numai visine, capsuni, zmeura, mure, sucul de la o lamiae )

    Se adauga toate zarzavaturile, smantana, ciuperci, sfecla rosie ( pregatita fara zahar )

    - dupa 4 zile, slabirea este brusca in prima etapa

    - se poate slabi in 2 luni intre 12 si 17 kg pt. femei si intre 15 si 20 kg pt. barbate

    - a nu se consuma deloc apa minerala sau bauturi alcoolice, orice fel de sucuri sau fructe

    - o cafea cu zahar, o guma de mestecat, o inghetata, o gura de alcool intrerupe intregul process cu 8 zile.Orice alimente sunt interzise

    O CANA DE CEAI VERDE ANTIADIPOS ( GINSENG ) IN FIECARE SEARA .