perder peso vegetarianismo

perdere peso in una settimana

Una dieta più sana, non prevede l’assunzione di carni di tipo industriale. Infatti, carni in scatola, carni confezionate e di ogni altro tipo, sono piuttosto dannose per la nostra salute. È preferibile consumare carne naturale e condita con prodotti naturali, evitando le salse, che oltre a essere molto caloriche, sono nocive per l’organismo.

Se stai a dieta, devi porre maggiore attenzione anche ai formaggi, perché quelli di tipo industriale non fanno altro che rovinare i propri piani di dimagrimento. Solitamente, si consiglia di consumare moderatamente i latticini. Nella propria dieta è possibile includere i latticini naturali, tuttavia i prodotti industriali come i formaggini, le sottilette e i formaggi spalmabili risultano essere piuttosto nocivi per la dieta, ma anche per la salute. Questo perché sono ricchi di ingredienti artificiali non salutari.

Dunque, per iniziare a fare una dieta devi iniziare a mangiare sano, eliminando dalla tua alimentazione tutti i prodotti non salutari, e leggendo soprattutto le etichette di ogni alimento che acquisti.

Una dieta a basso indice glicemico è un programma alimentare che tiene conto di come i cibi influenzano il livello di zucchero nel sangue.

L’ indice glicemico è un sistema che assegna un valore numerico in base a quanto i carboidrati contenuti nell’alimento aumentano la glicemia nel sangue. L’indice glicemico in sé non è un programma di dieta, bensì uno dei vari strumenti per guidare le scelte alimentari che si fanno.

Il termine “dieta a basso indice glicemico” si riferisce a un programma di dieta che usa l’indice come guida primaria o per la pianificazione del pasto. A differenza di alcuni altri piani alimentari, una dieta a base di cibi con bassi indici glicemici non deve per forza tenere conto delle porzioni o del numero ottimale di calorie per perdere peso o il suo mantenimento.

Molte diete commerciali popolari, libri e siti web che si occupano di diete, basano i loro programmi sull’indice glicemico. Esempi possono essere la dieta a zona, la dieta Montignac.

Lo scopo di questo regime alimentare è quello di mangiare alimenti contenenti carboidrati a lento rilascio. Cibi a basso indice glicemico sono quelli che evitano un veloce picco glicemico nel sangue. Questa dieta è un mezzo per perdere peso e prevenire le malattie croniche che derivano dall’obesità, come diabete e malattie cardiovascolari.

Si può scegliere di seguire la dieta con alimenti a basso indice glicemico perché:

  • vuoi perdere peso o mantenere un peso forma
  • si ha bisogno di aiuto per pianificare l’alimentazione e mangiare pasti sani
  • bisogna tenere sotto controllo i valori degli zuccheri nel sangue per seguire un piano di trattamento del diabete
  • Le prove scientifiche che sostengono che la dieta a indice glicemico basso faccia perdere peso non sono prive di contraddizioni. Potresti ottenere gli stessi benefici per la tua salute con una dieta sana e con la giusta quantità di attività fisica.

    Informati sempre, valuta assieme al tuo medico o al tuo nutrizionista prima di iniziare qualsiasi dieta dimagrante. Sopratutto se ti alleni in modo assiduo, ad elevate intensità o se soffri di diabete.

    Il principio del GI (glycemic index) è stato sviluppato per una strategia nel guidare le scelte alimentari delle persone con diabete. Un database internazionale dell’indice glicemico è conservato al Sydney University. Il database contiene i risultati degli studi condotti lì e negli altri centri di ricerca in tutto il Mondo.

    Una panoramica di base dei glucidi, degli zuccheri nel sangue e dei valori GI è utile per comprendere le diete dell’indice glicemico.

    I carboidrati sono un tipo di nutrienti contenuti negli alimenti. Le tre forme base sono zuccheri, amidi e fibre. Il nostro corpo rompe gli zuccheri e gli amidi in un tipo di zucchero chiamato glucosio, la principale fonte di energia per le cellule del nostro corpo. La fibra invece passa attraverso lo stomaco, perlopiù senza essere digerita.

    Esistono due ormoni principali prodotti dal pancreas e che regolano il glucosio ematico. L’insulina sposta il glucosio dal sangue verso le cellule. Il glucagone aiuta a rilasciare glucosio immagazzinato nel fegato quando il livello di zucchero nel sangue (glicemia) è poco. Questo processo aiuta a mantenere il corpo alimentato e mantiene l’equilibrio naturale di glucosio.

    I glucidi sono diversi e con caratteristiche che influenzano i livelli energetici del corpo. Si differenziano per quanto velocemente il tuo corpo li digerisce e per quanto velocemente il glucosio entra nel flusso sanguigno.

    Ci sono vari metodi di ricerca per l’assegnazione di un valore IG al cibo. In generale, il numero si basa su quanto un alimento aumenta i livelli di glucosio rispetto a quanto lo fa il glucosio puro. I valori dell’indice glicemico sono di solito divisi in tre categorie:

    le carote crude hanno un valore IG di 35. Vuol dire che se consumi 50 grammi di carote (zuccheri e amidi), dopo averle mangiate, hai il 35 per cento di glucosio nel sangue; anche perché non tutti i carboidrati immessi sono digeribili. Se tu assimili 50 grammi di glucosio puro hai ovviamente un valore pari a 100; anche perché completamente digeribile.

    Confrontando questi valori, quindi potresti avere meno difficoltà per fare scelte alimentari più sane. Ad esempio, una pagnotta di pane bianco ha un valore di IG di 70. Una pagnotta di pane 100% integrale con lievito naturale in IG di 40.

    Un regime dietetico con indice glicemico basso ha delle limitazioni, bisogna dirlo. I valori IG non riflettono la probabile quantità mangiata di un particolare alimento.

    L’anguria per esempio ha un valore di indice glicemico pari a 80; in teoria andrebbe nella categoria degli alimenti da evitare. In realtà l’anguria ha pochi glucidi digeribili in una porzione come può essere una fetta. Per non rispettare una dieta con indice glicemico basso, dovresti mangiare un’esagerazione di anguria per raggiungere il livello test di 50 grammi di carboidrati digeribili.

    Per ovviare a questo problema i ricercatori hanno pensato al carico glicemico (GL). Esso indica la variazione dei livelli ematici di glucosio quando si mangia una porzione tipo di cibo. Per esempio una porzione di cocomero (120gr) ha un valore GL uguale a 5 che viene considerata sana. A confronto, una porzione di carote crude (80 gr) ha un valore GL di 2.

    Un valore di GI non dice molto sui valori nutrizionali di un alimento. Il latte intero ad esempio ha un valore GI di 31 e un valore di GL 4 per una quantità di 250 ml. Però contiene molti grassi. Il latte intero, se stai scegliendo di perdere peso, potrebbe rivelarsi una scelta sbagliata.

    Il database GI pubblico non è un elenco completo dei cibi. Comprende solo gli alimenti su cui sono stati effettuati studi. Molti alimenti sani con indice glicemico inferiore non sono nel database.

    Il GI è influenzato da diversi fattori: come il cibo viene prodotto, come viene trattato e da come viene accostato ad altri cibi mangiati assieme.

    E’ un regime alimentare in cui vengono prescritti pasti contenenti cibi dall’indice glicemico basso. Esempi di alimenti con valori bassi, medi e alti GI sono i seguenti:

  • Basso GI: quasi tutta la frutta, carote crude, verdura a foglia verde, ceci, lenticchie , fagioli e la crusca di cereali.
  • Medio GI: ananas, uva passa, mais, banane, crusca di avena, pan bauletto integrale
  • Alta: riso bianco, pane bianco e patate
  • camminare o nuotare per dimagrire

    Leggi anche: unisci miele e cannella alle tisane per sgonfiare la pancia

    Nel momento in cui decidi di perdere peso, ti rendi conto che le ore che passano da un pasto all’altro sono quelle che ti rendono più vulnerabile alle voglie e alle tentazioni alimentari: è questo l’istante in cui ti trovi a fare una pausa in ufficio circondato da distributori automatici e merendine.

    La cannella ha benefici straordinari, visto che aiuta a ridurre l’appetito e fa in modo che tu non ceda alla tentazione di uno spuntino ulteriore. Inoltre, contribuisce a ridurre il livello di zucchero nel sangue e questo ti permette di restare vigile e concentrato per tutto il giorno ed evitare il famoso abiocco post-pranzo.

    Utilizzare miele e cannella è un modo efficace per evitare spuntini a base di cibo spazzatura: assumerli tra un pasto e l’altro è il momento ideale per calmare i morsi della fame e regolare la glicemia e le proprie energie con uno spuntino sano e sfizioso al tempo stesso.

    Il tempo che passa tra la cena e il sonno può essere il più difficile quando stai cercando di dimagrire. Ti ricorda qualcosa il famigerato spuntino di mezzanotte e le gite al frigorifero a notte fonda?

    Tutto questo non ti fa bene : finirà soltanto per mandare all’aria il tuo obiettivo e, soprattutto, non è concepito in nessuno dei programmi di dieta che gli specialisti del settore forniscono ai propri pazienti.

    La soluzione è una tisana per dimagrire con miele e cannella!

    Questo perché non si tratta di un alimento solido e quindi non peserà sul tuo stomaco e sul tuo apparato digerente. Il miele contrasterà il desiderio di dolci, come la voglia di una tazza di gelato in piena notte. La cannella, invece, agirà sul sistema digestivo, aiutandolo a resettarsi durante le ore notturne.

    Dimagrire con miele e cannella permette di annullare tutte le voglie notturne e ti assicura la possibilità di addormentarsi senza che i crampi della fame ti tengano sveglio.

    Ecco 5 bevande molto efficaci per la sera, da bere regolarmente che mantengono sano il fegato e rendono più facile perdere peso.

    La disintossicazione del fegato è particolarmente importante per coloro che combattono il sovrappeso o l’obesità.

    Questo organo è responsabile di quasi 500 funzioni nel corpo, tra cui la purificazione del sangue, la promozione della combustione dei grassi e l’attivazione del metabolismo.

    Tuttavia, cattive abitudini alimentari e contaminanti ambientali influenzano la salute del fegato e riducono la sua efficienza.

    È pertanto opportuno disintossicare il fegato con regolarità per deviare inquinanti che potrebbero influenzare il suo funzionamento.

    Oggi consigliamo 5 bevande sane per la sera, che sono caratterizzate dal loro effetto detossinante e aiutano anche a perdere peso.

    Teniamo a precisare che queste bevande sono molto efficaci, ma bisogna berle regolarmente per ottenere i risultati desiderati, perché non sono immediatamente evidenti.

    La maggior parte dei trattamenti per la disintossicazione vengono eseguiti al mattino a stomaco vuoto. Oggi, tuttavia, vi presentiamo delle bevande che vengono assunte secondo la medicina tradizionale cinese in serata o durante la notte, in quanto il fegato è più attivo tra le 1:00 e le 3:00 del mattino.

    Queste bevande sono quindi consigliate a letto per promuovere il processo di pulizia del fegato. Allo stesso tempo garantiscono un buon funzionamento del metabolismo, attraverso il quale vengono scaricati gli inquinanti e i grassi vengono suddivisi.

    Il tè alla camomilla fa particolarmente bene la sera. È dolce, favorisce la digestione e supporta il fegato nelle sue funzioni di pulizia. Ciò è dovuto agli antiossidanti che contiene.

    Ha anche un effetto calmante sul sistema nervoso e aiuta contro lo stress . Inoltre, il tè alla camomilla migliora la qualità del sonno.

    Inoltre possiede proprietà anti-infiammatorie infatti è un valido aiuto contro l’infiammazione nei muscoli e nei tessuti.

  • Portare la camomilla con acqua bollente e lasciare per 10 minuti.
  • Bere una tazza ogni giorno per almeno due settimane prima di andare a dormire.
  • Bere acqua e limone è particolarmente popolare al mattino a stomaco vuoto, ma fornisce anche risultati molto soddisfacenti la sera.

    Il limone è noto per le sue proprietà di drenaggio e pulizia e supporta anche la salute del fegato.

  • Riscaldare l’acqua e aggiungere il succo di limone.
  • Bere questa bevanda mezz’ora prima di dormire, per almeno tre settimane consecutive.
  • Zenzero e limone rappresentano una combinazione perfetta per perdere peso e sono anche molto utili per la salute generale dell’organismo. Entrambi contengono importanti quantità di vitamina C e altri antiossidanti, che ostacolanole malattie e migliorano il metabolismo.

    Lo zenzero ha proprietà anti-infiammatorie e aiuta anche con altri disturbi, come la cellulite. È noto anche per il suo effetto termogenico, che aiuta a bruciare le calorie in eccesso. Inoltre, lo zenzero promuove lo scarico di inquinanti.

    Il limone rafforza il sistema immunitario e ha un forte effetto di pulizia. Aiuta anche con la flatulenza.

  • Portare l’acqua in ebollizione, quindi aggiungere lo zenzero e il succo di limone lasciandoli per 10, 15 minuti.
  • Bevi questa bevanda almeno tre volte alla settimana.
  • perder peso vegetarianismo

    Ciao fulvio,sono un ragazzo di 25 anni innanzitutto complimenti per la tua enorme disponibilità e professionalità che ci metti nel rispondere a tutti.Io da una settimana circa ho ricominciato ad allenarmi devo rimettermi in forma per delle selezioni di rugby,ho sempre corso parecchio,ho parecchia resistenza e in passato facevo molte gare sulla resistenza quindi non punta tanto sulla velocità,ora ho ricominciato a correre alternando tapis roulant a corsa nel parco,vorrei sapere se sbaglio nel correre 5-6 volte a settimana con una media di 50-60 min facendo tra i 6 e gli 8 km a seduta(so che tu hai detto che al corpo serve un recupero però non sento la fatica quando mi rimetto a correre)e poi vorrei chiederti se c’è un programma diciamo per corridori più esperti che mi puoi consigliare, e per ultimo se per una persona che deve perdere peso è meglio fare prima la corsa e dopo i pesi o viceversa ovviamente al tutto abbino una corretta alimentazione.Grazie mille per la risposta

    Ciao Roberto, dove giochi? Io ho ancora un anno davanti a me, ho 41 anni ed anche se amatoriale (ora gioco in serie c) sono stato un professionista, firenze piacenza milano 🙂 poi terzo tempo finito male, 6 mesi di ospedale quasi un anno di riabilitazione, addio alla carriera, anche se quando lo facevo io, il rugby era ancora sudore sangue e salsicce, soldi nulla o quasi.

    Quello che bisogna capire è cosa vuoi ottenere comunque 8 km in 1 ora sono pochetti un atleta medio in un ora fa almeno 11 km se vai a vedere i km percorsi ricky maccaw rimani a bocca aperta 🙂

    ad ogni modo il miglior modo per incrementare Velocità e Resistenza è fare ripetute, e piramidali.

    domenica e lunedì (se non giochi riposo) se giochi riduci l’allenamento togliendo chiaramente il sabato

    innanzitutto complimenti per i tuoi articoli, sono molto utile per capire come funziona il nostro organismo e cosa dobbiamo fare. Detto questo ho una domanda:

    sono un ragazzo di 21 anni, alto 1.83 metri e peso 81 kg, e ho iniziato da una settimana ad andare in palestra con l’obiettivo di perdere qualche kg (ho messo su una bella panzetta durante l’inverno, come non mi è mai successo), ma sono sempre stato un tipo sportivo, di conseguenza riesco a correre per 40 minuti ininterrotti (esclusa quindi la cyclet prima e la camminata di defaticamento dopo) tenendo fra i 160-170 bpm, e quindi supero il 70% dei bpm.

    ora vorrei chiederti se superando questa soglia il mio corpo riesce comunque ad usare l’ossigeno per bruciare il grasso, e nel caso affermativo se superare la soglia del 70% è uno spreco di energia o se può servire davvero.

    Signor Fulvio vorrei farle una domanda per dimagrire :

    sono un ragazzo di 16 anni e fra 4 mesi vado per i 17 , sono alto all incirca 1.90 e peso circa 92 kg . Io per adesso uso il Tapis-roulan a casa mia e piu avanti mi iscrivero per andare in palestra . vorrei perdere almeno 6 kg in 2-3 mesi ma se poi lei midice che in un mese posso perderli per me vabene , cmq mi puo dire cosa devo mangiare in giornata per poi far si che perda peso facendo la corsetta sul tapis-roulan ? la seconda cosa e se mi puo scrivere un programma per i miei allenamenti per il primo mese . cmq sono sovrappeso e non obeso c e la faccio a correre non ho problemi di quore ne di schiena sono sano come un pesce , infatti ho il permesso per andare in palestra . Non si faccia scrupoli mi dica il metodo piu veloce per dimagrire , e cosa mangiare dopo perche cmq io lo faccio dalle 18.00 fino a un orario che mi dice lei , quindi io inizio le 18.00 e dopo mi dira cosa mangiare dopo la corsetta. grazie per il disturbo.

    Ciao sn cristian e ho 16 anni, sn alto 1,75 e peso 71 però ho abbastanz ciccia e vorrei tirarla giù in 3 mesi e visto che io ho gia abbastanza fiato vorrei fare almeno 45 minuti di corsa sul tapis roulant per 3/4 volte a settimana e faccio anche pesi cosicchè da aumentare un pò la massa magra, dici che ce la posso fare. cmq sto gia seguendo una dieta 🙂

    Ciao,volevo chiederti un informazione.Peso 96 kg ho 33 anni e sono a dieta da 1 anno e mezzo.Ho perso quasi 20 kg in questo anno e mezzo di dieta,ora vorrei perdere ancora piu kg.Sto iniziando a fare il tapis roulant,5 volte al giorno velocità dal 5.2 al 6.0 e come inizio ho fatto 20 25 min per 2 settimane.Ora vorrei chiederti se faccio 5 volte a settimana 30 min velocitaà dal 5.4 al 6.0 va bene per dimagrire?…perchè ho l impressione di non perdere kg anzi quasi di ingrassare o cmq rimanere ferma.grazie molte.

    quando si comincia a correre la prima cosa che avviene è che il muscolo aumenta la sua dimensione, il graso diminuisce ma il peso del uscolo è maggiore del grasso, quindi uno dei primi effetti è l’aumento di peso.

    ad ogni modo ti consiglio di dare un occhio al seguente articolo.

    cerca di variar eil più possibile il tuo allenamento

    Ciao!! Sono Cristina, mamma 34enne di due bimbetti di 3 e 1 anno e mezzo…intuibile che io abbia bisogno di rimettermi in forma, in quanto mai stata magrissima e purtroppo mai fatto sport… Ho “ereditato” un tapis roulant che vorreiiniziare a usare…devo perdere almeno 10 Kg, localizzati soprattutto nella zona addominale e inferiore(cosce e glutei). Il mio tapis roulant non ha la possibilità di regolare la pendenza, ma misura un pò tutto il resto. Ti chiedo gentilmente un aiuto per un programma che mi permetta di svegliare un pò il mio metabolismo e buttar giù chili, e magari assotigliare un pò il punto vita…la voglia di far bene è molta, ma l’allenamento e il fiato è pari a zero 🙁 Grazie mille e tanti complimenti per il tuo lavoro!

    3 allenamenti a settimana non di più e una pausa dopo ogni allenamento

    10 minuti di camminata sempre più veloce per scaldarsi

    1 minuto a velocità sostenuta e 4 a velocità lenta

    ogni due settimane fai una variazione, ad esempio nel giorno 1 passa da 1 + 4 a 2 + 3 poi a 3 + 3 poi comincia ad aggiungere ripetute da 5 vai a 6 poi a 7 poi a 8 quindi aumenti la velocità

    nel giorno 2 aumenti la velocità di esecuzione nel giorno 3 aumenti il tempo di lavoro

    ho 55 anni e vado in bici da corsa ma per lavoro mi sono dovuto fermare un annetto e ho messo 8 9hg

    principalmente in pancia non mi va la palestra ho un tap

    Ciao Fulvio, innanzitutto complimenti per la tua competenza e per il tuo sito, così ben organizzato, ricco ed esauriente. Praticamente si trova una risposta ad ogni domanda o dubbio. Addirittura, proprio qui uno spazio dove scrivere le proprie impressioni. A tal proposito vorrei chiederti alcuni consigli, spero tanto tu possa trovare la pazienza ed il tempo per rispondermi.

    Sono un uomo di 44 e da ormai 6 mesi corro con il tapis roulant, uso un cardiofrequenzimetro ed avendo un battito a riposo di 60 pulsazioni, tramite la formula di Karvonen le mie soglie min e max sono 129 e 141 pulsazioni (spero siano esatte). Dunque corro per circa 1 ora 2/3 volte a settimana (lo scopo è dimagrire), restando in questi parametri, sforando la soglia max ogni tanto durante la corsa. Ecco la domanda. Sebbene l’andatura è sempre tra i 6.5 km/h ed i 7 km/h (appunto per restare nel range) a me sembra di andare molto piano e a volte è quasi noioso. Ricordo di essere andato al parco a correre, ebbene, non avendo il tapis che mi imponeva la velocità, praticamente correvo sempre fuori soglia massima, vanificando il mio sforzo. Ma quando decelleravo per arrivare ai 141 pul un’altro pò camminavo quasi. Tutti gli altri corridori naturalmente con un passo più veloce mi doppiavano 3,4 volte . E’ stato frustante. Sono quindi ritornato sul tapis a casa mia e continuo il noioso allenamento di un ora.

    Volevo sapere un tuo parere e sono giuste tutte queste mie considerazioni. Grazie mille.

    Vero che le soglie sono importanti ma vero anche che per sollecitare il cuore e quindi spingerlo a fre di più, bisogna fare tante escursioni verso gli 80-90% del battito massimo.

    Una cosa importante è variare l’allenamento, orami è prassi comune dividere la settimana in 3 sedute diverse.

    una volta ripetute, una volta piramidali 1 volta un lento lungo

    le ripetute aiutano il tuo corpo ad innalzare il metabolismo e migliorare la velocità a parità di battiti, il piramidale migliora la resistenza il lento lungo brucia grassi.

    Grazie fulvio, una cosa non mi è chiara: in una settimana devo fare tutti e tre i protocolli? Ho studiato l’articolo delle ripetute di base e prevede 12 settimane. No so se eseguire un allenamento a protocolli misti oppure partire per le prossime 12 settimane con le ripetute di base (scopo dimagrimento).

    Inoltre nel protocollo delle ripetute base ci sono 10 minuti di riscaldamento , poi le 5 serie da 6 minuti ed infine 10 minuti di recupero. Totale 50 minuti. L’articolo dice totale 45 minuti, sbaglio qualcosa? Sono un pò confuso. Grazie sempre per la pazienza ed il tempo che vorrai dedicarmi.

    nessun metodo è sbagliato, puoi o mischiare inmdo ciclico i protocolli

    oppure seguire il protocollo già inserito delle 12 settimana.

    ricette sane per perdere peso

  • Opção 1: 01 filé de peixe assado,02 fatias de queijo Minas Frescal
  • Opção 2: 04 pedaços médios de carne cozida,02 fatias de queijo de soja
  • Opção 3: 02 coxas de carne de frango assadas sem pele,02 fatias de mussarela light
  • Opção 4: 04 col sopa de carne moída,02 fatias de presunto de frango
  • Opção 2: 02 fatias de queijo Minas frescal
  • Opção 4: 02 fatias de peito de peru light
  • Precisamos comer a abundância de alimentos de proteína todos os dias para manter o nosso metabolismo funcionando, nossa energia acima e nossos níveis de açúcar no sangue estável.

    Você pode estar comendo bastante proteína total, mas está a comer o tipo certo?

    Proteína é usada em cada célula do nosso corpo e é essencial para a construção muscular da massa, apoiando a função neurológica, ajudando na digestão, ajudando a equilibrar os hormônios naturalmente e mantendo nosso humor.

    Alimentos em proteínas também são benéficos para a prevenção de ganho de peso desde que eles nos fazem se sentir completo e exige mais trabalho para o organismo a digerir do que a ação rápida de carboidratos refinados.

    O que são proteínas? As proteínas são consideradas longas cadeias de aminoácidos, que são as moléculas importantes que recebemos da nossa dieta.

    Os aminoácidos podem ser encontrados em muitos diferentes tipos de alimentos, até mesmo legumes, mas as fontes mais altas são aqueles provenientes de animais – como carne, laticínios, ovos e peixes – além de um menor grau de certo vegetal e alimentos como grãos e sementes.

    As proteínas são usadas todos os dias para manter o corpo. Porque eles são usados para desenvolver, crescer e manter quase todas as partes do nosso corpo desde nossa pele e cabelo para nossas enzimas digestivas e anticorpos do sistema imunológico – eles estão constantemente a ser discriminados e devem ser substituídos.

    Comer muito pouco de proteína pode ocasionar estes sintomas:

  • Falta de concentração e de aprendizagem de problemas
  • Mudanças de açúcar no sangue que podem levar à diabetes
  • O corpo pode fazer alguns aminoácidos por conta própria, mas o resto deve obter de alimentos de proteína.

    Dos 20 totais aminoácidos existem certas pessoas que são consideradas “essenciais”, porque estes são os tipos específicos.

    Outros são “não essenciais”, porque o corpo pode criá-los pela síntese de outros aminoácidos.

    Os 20 aminoácidos diferentes são todos originais e tem determinadas funções no corpo, por isso é importante cobrir suas bases e comer uma variedade de alimentos de alta proteína, a fim para certificar-se de que não está faltando certos tipos.

    Mesmo quando um aminoácido não essencial é mais benéfico para obtê-lo de comida, desde que isto requer menos trabalho para o corpo.

    Nos E.U. e a maioria das outras nações desenvolvidas, as pessoas raramente se tornam severamente deficientes em proteína (uma condição chamada Kwashiorkor).

    No entanto, muitas pessoas comem os mesmos alimentos todos os dias e não variam sua dieta suficiente para obter todos os aminoácidos essenciais regularmente.

    Então enquanto comer muita proteína em geral é importante, também é inteligente para comer uma variedade de diferentes alimentos de proteína.

    Pessoas seguindo uma baixa caloria, dieta vegan ou vegetariano são especialmente em um maior risco de perder a importante de aminoácidos, desde alimentos de origem animal são considerados “proteínas completas” (ou seja, que eles contêm todos os aminoácidos essenciais), mas muitos alimentos vegetais não são.

    É possível combinar os alimentos de planta diferentes a fim de criar uma combinação que tem todos os aminoácidos essenciais como comer arroz com feijão ou legumes com grãos integrais, por exemplo – mas alguns especialistas em saúde acreditam que isto não é tão ideal como comer alimentos que são fontes de proteína completa.

    Todos nós precisamos de um nível diferente de proteínas com base em nossas necessidades exatas.

    Por exemplo, seu peso corporal, sexo, idade e nível de atividade ou exercício todos determinam Quanta proteína é melhor para você.

    Existem também algumas condições de saúde que exigem pessoas quer comem mais ou menos proteína do que a pessoa média.

    E os atletas precisam comer mais alimentos para energia e desempenho, incluindo a abundância de proteínas de qualidade.

    Dito isto, há algumas diretrizes gerais de proteína que podem servir como uma boa recomendação a apontar para cada dia.

    De acordo com o USDA, a ingestão diária recomendada de proteína para adultos que estão em um nível médio de peso e atividade é:

    Os montantes acima são a quantidade mínima de proteína que você deve apontar para cada dia, assumindo que é de outra maneira saudáveis e é moderadamente ativo.