trattamenti per dimagrire in fretta

trattamenti per dimagrire in fretta

Se segui una dieta veloce o se si vuole controllare il peso e la forma fisica, il riso integrale è la scelta migliore.

Il problema di fondo è che il riso bianco contiene poche sostanze nutritive ma molto amido.

Vediamo perché l’amido contrasta lo smaltimento dei chili in eccesso e perché devi evitarlo se vuoi seguire una dieta veloce o se vuoi sapere come perdere peso velocemente.

L’amido si trasforma in zucchero che il corpo converte in energia. Come perdere peso velocemente se non bruci l’energia che introduci nell’organismo attraverso il cibo?

E’ molto difficile perché l’energia in eccesso si trasforma in accumulo di grasso.

Con l’arrivo della primavera abbiamo tutti voglia di seguire una dieta veloce o sapere come dimagrire in poco tempo per sentirci più in forma e liberarci dei chili di troppo accumulati durante l’inverno.

La buona notizia è che, anche se non hai voglia di seguire una dieta veloce, la primavera offre cibi che ti consentono di migliorare la tua salute naturalmente non solo perché sono più leggeri rispetto ai ricchi piatti invernali.

Se vuoi sapere come dimagrire in poco tempo segui i miei consigli sui migliori cibi da prediligere durante la primavera sia che tu voglia seguire una dieta veloce o che voglia procedere con un’alimentazione sana all’insegna del benessere.

Queste proposte sono solo alcune delle innumerevoli scelte che questa splendida stagione ci offre per restare in forma con gusto!

come dimagrire in fretta, latte vaccino o latte vegetale?

Il latte vaccino, e più in generale i latticini, sono spesso sconsigliati nelle diete che suggeriscono consigli su come dimagrire in fretta.

Sin da piccoli ci hanno fatto credere che un bicchiere di latte costituisce un ottimo modo per mantenersi in salute e assumere il calcio.

Crediamo ancora che il latte vaccino sia una buona scelta?

Io non credo soprattutto se vuoi seguire una dieta veloce e se vuoi scoprire come dimagrire in fretta!

Ci sono prove scientifiche a dimostrare che il latte vaccino faccia bene e rappresenti una buona fonte di calcio o si tratta di pubblicità di aziende produttrici di questi prodotti?

Il “Journal of the American Medical Association” ha recentemente pubblicato un testo in cui si evidenzia la mancanza di prove relative ai reali effetti benefici sulla salute rappresentati dal latte vaccino.

Se hai lottato per perdere peso e non riesco a perdere quanto vuoi e stanno prendendo in considerazione carboidrati di taglio, il punto di partenza è quello di capire quanti carboidrati per perdere peso rapidamente, al fine di raggiungere il tuo obiettivo.

Il primo passo per la modifica assunzione di carboidrati per perdere peso è quello di capire veramente il tipo di carboidrati nella vostra dieta e quello che fanno al tuo corpo quando si mangia. Una volta che sai questo, è possibile utilizzare un calcolatore di calorie o di carboidrati per determinare la linea di base.

Quando la maggior parte della gente pensa di carboidrati, che pensano di pane bianco, dolci, pasta e altri carboidrati "cattivi" che causano un rapido aumento di peso. Tuttavia, questi sono solo una forma di carboidrati. In realtà ci sono tre tipi di carboidrati - amidi, fibre e zuccheri.

  • Gli amidi possono includere verdure come piselli e lenticchie divise, oppure può includere cibi integrali come il riso a grani lunghi marrone o farina d'avena.
  • Zucchero comprende la più grande famiglia di carboidrati che sono i più dannosi per dietisti. Lo zucchero è sia un additivo o naturale. Per esempio c'è un sacco di zucchero in biscotti o dolci per la colazione, ma lo zucchero nelle mele o arance è naturale.
  • Fibra si trova in alimenti che possono contenere anche lo zucchero, come frutta e verdura, o potrebbe esistere in alimenti che sono starchier, come pane integrale, fagioli e noci.
  • Il fatto che ci siano così tante forme molto sane di carboidrati significa che mentre si può rapidamente perdere peso tagliando carboidrati, è importante scegliere con cura quali carboidrati si taglia altrimenti si potrebbe introdurre l'alimentazione sbilanciata nella vostra dieta. Ciò potrebbe farvi perdere peso, ma non sarà in buona salute.

    Per vedere come il taglio di tutti i carboidrati dalla vostra dieta può influenzare negativamente la salute, è necessario comprendere come ogni tipo di carboidrati influisce vostro corpo. Una volta capito questo, è possibile utilizzare i calcolatori carb per rimuovere con attenzione e in modo selettivo i carboidrati dalla vostra dieta che causano l'aumento di peso, mentre aumentano i carboidrati che favoriscono la perdita di peso. E 'vero, alcuni carboidrati effettivamente aiutare a perdere peso! Tutti i carboidrati, indipendentemente dal tipo, eventualmente abbattere in glucosio, che agisce come combustibile per i muscoli, il cervello e altri organi. Qualsiasi di quella energia che non viene utilizzato si trasforma in glicogeno, che agisce come una fornitura a breve termine di energia che viene immagazzinata nel fegato. Se hai mangiato tanti carboidrati in una volta che il vostro corpo non può utilizzare immediatamente come combustibile o per glicogeno, che viene depositato in tutto il corpo come grasso. Mentre tutto il cibo è in ultima analisi, convertita in energia e può finalmente trasformarsi in grasso, alcuni tipi di carboidrati accelerare questo processo e di altri tipi di rallentarlo.

  • Carboidrati amidacei - Quando si mangiano carboidrati amidacei, si sta fornendo il vostro corpo con energia quasi immediato. Questo è molto importante nella vostra dieta ogni volta che si sta per esercitare o svolgere qualsiasi altro compito ad alta energia perché per operare in modo efficiente, i muscoli hanno bisogno di glicogeno. Quando il corpo deve tornare subito a usare il grasso immagazzinato perché il glicogeno sono bassi, si finirà per stanco e senza energia sufficiente per eseguire l'esercizio o l'attività bene a tutti. Una piccola quantità di amido nella vostra dieta un po 'di tempo prima di un allenamento faticoso darà al vostro corpo un calcio-start per avviare la masterizzazione di carburante e anche bruciare calorie. Detto questo, i carboidrati amidacei sono sani e importanti in piccole quantità poco prima attività faticose, ma come categoria di carboidrati per tagliare sono una buona scelta.
  • - Zucchero è una forma di carboidrato che richiede il minimo di digestione per convertire in energia. Ciò significa che lo zucchero prenderà il percorso più veloce dalla bocca alle cosce (o dove di solito aumento di peso). Mentre questa è la categoria principale di carboidrati si dovrebbe guardare a tagliare, è anche bene avere zucchero in occasione. La stessa regola si applica come carboidrati amidacei - se siete in procinto di effettuare una attività intensa, poi i muscoli stanno andando a bruciare quel combustibile. Tuttavia dovrebbe essere usato il più parsimonia a causa del suo impatto sulla vostra insulina e perché potrebbe fare ancora di fame nel corso della giornata se non è equilibrato con fibra o proteine ​​per temperare il picco glicemico.
  • Fibra - Questo è il carb più importante nella vostra dieta per la semplice ragione che questi carboidrati prendono più tempo per digerire e ti lascia una sensazione di contenuti e pieno più a lungo. Inoltre, cereali integrali, carboidrati fibrosi non causa un picco significativo per il livello di insulina, come carboidrati amidacei e zuccheri fa. Ciò significa che se si sostituisce il focaccina mattina con burro di arachidi sul pane tostato cereali integrali, invece di essere affamati entro un'ora, rimarrete pieno e contenuti fino al pasto successivo.
  • Utilizzando i seguenti calcolatrici, determinare il numero di base di carboidrati per il vostro peso, altezza, età e sesso. Poi, quando si guarda alla vostra dieta per le aree di tagliare i carboidrati, rimuovere la maggior parte di quegli alimenti che contengono carboidrati amidacei e zuccheri. Quando si ha bisogno di avere carboidrati con un pasto, optare per cereali integrali e fibre, ma non dimenticate di godere di una piccola porzione di amido o di altri "energia veloce" carb appena prima di un allenamento per il miglior allenamento possibile brucia grassi .

  • Università del Maryland - carboidrati giornaliero calcolatrice requisito
  • Diabetes Control for Life - Carb scelte calcolatrice
  • Ora che avete una migliore comprensione di quanti carboidrati per perdere rapidamente peso, è importante fare le scelte giuste durante il taglio carboidrati. Per ulteriori informazioni sulla gestione l'assunzione di carboidrati, non dimenticate di controllare importanti articoli LoveToKnow Dieta sul tema, tra cui carboidrati Contare, carboidrati complessi e diete low carb. .

    Dopo aver condiviso qui sul blog il metodo con cui sono riuscito a dimagrire velocemente (10 Kg in tre mesi) e mantenere il peso forma nei due anni successivi ho ricevuto una miriade di email con la stessa domanda:

    OK, quello che dici ha senso, ma cosa cucini? Quali sono le tue ricette?

    Ho così deciso di condividere le ricette che utilizzavo più spesso. In questo articolo troverai:

    dieta dukan ideal weight

    Per seguire in modo corretto una dieta vegana, ti consigliamo quindi di acquistare il libro VegPyramid in cui sono presenti menù e programmi dietetici per vegani. Trovi maggiori indicazioni sul libro in questo articolo (clicca qui): Il libro con i menù per vegani

    Infine, per il tuo problema di ritenzione idrica, puoi aiutarti con dei rimedi naturali che trovi in erboristeria. Per contrastare gonfiore e ritenzione idrica sono molto indicati l’equiseto o la betulla; in questo articolo trovi le indicazioni per utilizzare al meglio questi rimedi naturali (clicca qui): Rimedi naturali per ritenzione idrica

    Salve, sono Cinzia, ho 41 anni, sono in perfetta salute, sono alta 1.57 e peso 58 kg, devo asciugarmi ancora, ho qualche problema di ritenzione leggera, nonostante io sia un istruttore di fitness. Volevo sapere se posso seguire la proposta proteica, ovviamente sostituendo le proteine con quelle vegetali in quanto sono vegana, oppure avete una proposta vegana per perdere almeno 6 kg? Grazie attendo una vostra risposta.

    Buongiorno Michela, i dietologi che collaborano con noi al sito hanno messo a punto diete studiate proprio per chi mangia fuori casa a pranzo e ha poco tempo. Si tratta di diete con menù facili e veloci per il pranzo, in modo che tu possa preparare la sera prima il pranzo da portare con te in ufficio.

    Ti mandiamo quindi i link di sei diete tra cui puoi scegliere (clicca sui link qui di seguito):

    Ogni dieta consigliata può essere seguita per un massimo di 2-3 mesi consecutivi. Leggi i menù settimanali proposti e stampa le diete che ti piacciono e che incontrano i tuoi gusti alimentari e le tue esigenze. Inizia con una dieta, seguila con costanza per 2-3 mesi, poi cambia e passa alla dieta successiva finchè non raggiungi il tuo peso forma.

    E’ però necessario praticare anche sport con costanza: fai allenamento per almeno 3-4 volte a settimana. Iscriviti in palestra o in piscina (se ancora non l’hai fatto) e segui il corso fitness che più ti piace.

    Una volta raggiunto il tuo peso forma ottimale, scrivici: ti consiglieremo la dieta di mantenimento da seguire.

    Buongiorno, io mangio tutti i giorni in ufficio. Potreste consigliarmi dei pasti sostitutivi da consumare alla scrivania?

    Buonasera Emanuela, specifichiamo subito che le diete presenti sul nostro sito sono diete proteiche, NON sono diete iperproteiche.

    La nostra dieta proteica (pubblicata nell’articolo sopra) abbina sempre le proteine di carne, pesce e legumi (ricordiamo che i legumi come piselli, ceci, fagioli e lenticchie apportano proteine vegetali) alle verdure, in modo da non affaticare troppo i reni. Un giorno a settimana (la domenica) vanno invece mangiati i carboidrati.

    Inoltre nell’articolo è specificato che la dieta proteica proposta va seguita solo per 1 mese ed è sconsigliata a chi soffre di mal di fegato o mal di reni.

    La dieta proteica pubblicata è stata messa a punto dai dietologi e dai nutrizionisti che collaborano con noi al blog.

    Se stai seguendo la Dieta Dukan (che è invece una dieta iperproteica), la sconsigliamo vivamente perché è potenzialmente dannosa per la salute. Per tua informazione ti mandiamo 2 link di approfondimento sulla dieta Dukan (clicca sui link qui di seguito):

    Salve, questa settimana sto completando una dieta di tipo iperproteico. Ho effettivamente perso 3 o forse 4 Kg. Avevo all’inizio un indice di massa corporea pari a 23,3. Per tornare al mio solito peso dovrei dimagrire ancora 4-5 kg. Secondo voi posso continuare un altro mese con questo tipo di dieta o può essere dannoso per la salute?

    buoni consigli per dimagrire! ottima dieta, facile da seguire

    Buongiorno Laura, per prima cosa ti calcoliamo il tuo peso-forma ideale per verificare se devi o meno dimagrire.

    Cioè: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato. Il risultato del calcolo è il valore (indice) della tua massa corporea e va inserito nella tabella qui di seguito.

    – Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)

    Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)

    – Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9

    – Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9

    – Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9

    – Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

    In base alla tabella dei valori tu rientri già nel normopeso e non hai problemi di sovrappeso (e questo è un bene per la tua salute).

    Il valore ottimale del peso forma per una donna è compreso tra 21-22, tu sei già ad un valore di 21,4: sei in perfetto peso-forma per la tua statura e non hai bisogno di dimagrire.

    Trovi maggiori informazioni qui: Calcolo peso ideale

    Per quanto riguarda l’alimentazione, puoi seguire il semplice schema della Dieta Dissociata: è una dieta di mantenimento che appunto ti aiuta a mangiare in modo sano e a mantenere il tuo peso forma. Trovi lo schema della dieta a questo link: Dieta dissociata menù

    La Dieta Dissociata prevede carboidrati a pranzo e proteine a cena, mentre le verdure possono essere mangiate in quantità libera. La frutta invece va mangiata solo nello spuntino e a merenda, lontano dai due pasti principali.

    Lo schema della dieta dissociata è semplice, ipocalorico (solo 1550 calorie al giorno) e completo. Anche se mangi fuori casa, puoi comunque seguire facilmente lo schema della dieta dissociata: ordina pasta e primi piatti con sugo di verdure per il pranzo, ordina invece secondi piatti di carne o pesce con verdure a scelta a cena se ti capita di mangiare fuori al ristorante.

    Lo schema della dieta dissociata ha inoltre il vantaggio di poter essere seguito sempre come regime alimentare di mantenimento.

    Per variare in cucina puoi inoltre scegliere e stampare le ricette dietetiche che trovi a questo link: Ricette Dietetiche

    come devo fare per fare la dieta

    La leche es el alimento que toleran peor las personas con intolerancia a la lactosa. Muchas personas no saben que son intolerantes, sin embargo, cuando experimentan digestión pesada tras tomar un vaso de leche están teniendo un síntoma de intolerancia.

    La leche descremada contiene aún más lactosa que la leche entera.

    Las leches fermentadas (yogures) suelen ser mejor toleradas por las personas que tienen un grado de intolerancia leve ya que contienen menos lactosa. Es debido a que la lactosa está “predigerida” por las bacterias lácticas que son abundantes en ese tipo de productos. Los alimentos probióticos a base de leche, contienen bacterias lácticas capaces de sobrevivir a los ácidos gástricos del estómago y llegar al intestino grueso donde tienen una influencia beneficiosa para la flora intestinal local. La cantidad de yogur tolerada es variable y dependerá de cada persona.

    Los quesos curados (emmental, gruyere, parmesano) no contienen lactosa. Todos los quesos curados durante más de un año pierden la lactosa. Las personas que tienen intolerancia a la lactosa pero digieren la caseína (proteína de la leche) pueden soportar estos quesos.

    Los quesos semi-curados y tiernos (manchego, pirineo, camembert, brie…) contienen trazas de lactosa. Algunas personas con un grado de intolerancia leve pueden digerirlos si comen sólo una pequeña cantidad.

    Los quesos frescos (de Burgos, feta, mozzarella, requesón, ricotta, cremosos para untar) contienen hasta 3g de lactosa por 100g de producto.

    La mantequilla y la crema también contienen lactosa aunque no mucha cantidad. Algunas personas con un grado de tolerancia leve los pueden digerir si los consumen en pequeña cantidad.

    Los productos lácteos sin lactosa son una opción para aquellas personas que no quieren abandonar los lácteos.

    El problema con la lactosa es que no está sólo en los productos lácteos, que son bastante fáciles de identificar, sino también su uso como aditivo.

    La utilización de la lactosa en la industria de la alimentación está muy extendida. Se encuentra en la mayoría de los alimentos procesados, en mezclas o condimentos, hasta en dentífricos y medicamentos. Una persona con una intolerancia severa a la lactosa debe verificar las etiquetas de todos los productos antes de comprarlos.

  • Margarinas: muchas contienen lactosa a pesar de ser grasas vegetales.
  • Embutidos: Casi todos los embutidos contienen lactosa añadida.
  • Chocolate con leche, chocolate blanco, cremas de chocolate. El chocolate negro de calidad no contiene lactosa.
  • Bollería: Galletas, dulces, pasteles, algunos turrones, algunos cereales para el desayuno.
  • Postres lácteos: cremas, arroz con leche, mouse, etc.
  • Suplementos para deportistas que contienen proteína de suero de leche o proteína whey.
  • Lee más sobre cómo identificar los alimentos que contienen lactosa: ¿Por qué tantos alimentos procesados contienen lactosa?

    Existe una gran variedad de bebidas vegetales que pueden sustituir los lácteos en el desayuno, merienda o en la elaboración de pasteles.

    Los más populares son la bebida de soja o soya, de almendra, de avena, de arroz. Además existen otras muchas bebidas o leches vegetales como de avellana, de nuez, de mijo, de espelta, de quínoa, de khamut… además de la conocida leche de coco. Cada una de ellas tiene unas propiedades específicas. Muchas de ellas están enriquecidas con calcio y son una buena alternativa a la leche. Un buen hábito es variar dichas bebidas vegetales.

    Elija aquellas elaboradas con productos de cultivo biológico y que no contengan aditivos que favorezcan la inflamación como los carragenanos.

    Si tiene un grado de intolerancia a la lactosa elevado deberá transformarse en un experto “Sherlock Holmes” anti-lactosa:

  • No se sienta avergonzado de leer las etiquetas detenidamente aunque le lleve tiempo.
  • Compre productos de confianza cuando esté seguro de que no contienen lactosa.
  • Prefiera la alimentación casera, y si no le gusta cocinar haga un esfuerzo. La mejor comida es la que Vd. pueda cocinar en casa, estará seguro de todos los ingredientes que componen su plato.
  • No se corte y pregunte siempre qué ingredientes lleva el plato si no está detallado.
  • Informe al camarero o al cocinero de que tiene intolerancia a la lactosa y su plato no puede contenerla o se pondrá enfermo.
  • El complemento de lactasa es un producto diétetico, no un medicamento, y facilita la digestión de los lácteos a aquellas personas que sufren intolerancia a la lactosa. Los comprimidos de lactasa compensan la propia falta de la enzima lactasa de nuestro sistema digestivo. Aunque tampoco es cuestión de abusar de estos complementos para continuar tomando lácteos a todas horas.

    Parece la mejor opción para evitar sentirse mal cuando tienes que comer fuera de casa y no estás seguro de qué ingredientes componen tu plato, y evitar así los desagradables efectos que ésta produce durante la digestión de los alimentos durante el proceso digestivo. También para aquellas personas que no han perdido el gusto de consumir alimentos lácteos y desean darse un capricho de vez en cuando.

    Si necesitas consejos para cambiar tu dieta de forma progresiva, no dudes en contactarme.

    Si quieres saber más sobre la intolerancia a la lactosa, te recomiendo estos artículos:

    Recuerde que debe consultar con su médico para cualquier cuestión que concierna su salud o un nutricionista para seguir una dieta adaptada a sus necesidades.

    This page describes our privacy practices with respect to Yahoo Search and Yahoo Assistants.

  • When you conduct a search on a product or service that uses Yahoo’s search technology, we collect information from your experience, such as your search queries.
  • Search Assist helps you find what you are looking for by automatically offering popular search terms and new topics to consider. Search Assist may base suggestions on aggregated searches across all users and your individual search history.
  • The Yahoo Search History tool allows you to see what you've searched for in the past. Learn how to manage your Search History tool.
  • When you use Yahoo Search, you may see relevant, private results selected from other sources, such as your Yahoo Mail. Only you can see your private search results when you’re signed in. Learn how to manage, including turning off, Private Results.
  • Some advertising you receive may be customized based on your searches or related terms at Yahoo. Please visit our Opt-Out page to learn more about the information used to personalize your search experience. If you opt-out, you will continue to see ads Yahoo serves on these websites, but they won’t be customized to your interests or search history.
  • come fare per mantenere una dieta

    Basta ridurre drasticamente i carboidrati ed eliminare il sale e si perde peso velocemente: già nel giro di 3-4 giorni si perdono 3 kg, di cui 500 circa di carboidrati che erano stivati nei muscoli e nel fegato, e 2,5 kg di acqua extracellulare che serviva per mantenere costante la concentrazione del sodio. Se la dieta è anche ipocalorica (e in genere lo è. Altrimenti che dieta è. ), a questi kg si aggiungono anche 0,5-1 kg di grasso. Mangiare meno significa avere l'intestino mediamente più vuoto. Altri 0,5 kg.

    Il risultato è il seguente: la perdita di peso nella prima settimana è eccezionale, e può arrivare a 4-5 kg.

    Ovviamente un soggetto che mangia giustamente salato ed è in sovrappeso solo di qualche kg non perderà peso altrettanto velocemente. Comunque, tale perdita di peso è assolutamente fittizia. Dopo la prima settimana, si perde solo il grasso e, se la dieta è troppo restrittiva e senza attività fisica, anche i muscoli. Dunque, dopo la prima settimana la velocità di dimagrimento torna ad essere di 1 kg la settimana, e può arrivare a 2 solo se il soggetto è in sovrappeso di molti kg. Ovviamente, quando il soggetto torna ad assumere una quantità normale di sale e ripristina il glicogeno muscolare, recupererà almeno 2-3 kg: per questo motivo la velocità di dimagrimento iniziale deve essere considerata fittizia.

    I dati appena esposti, ricavati da considerazioni teoriche sulla fisiologia umana, sono confermati dalla nostra esperienza sul campo: il nostro servizio di catering dietetico a domicilio Diet to go consente una perdita di peso effettiva di 2 kg per le donne e di 3-4 kg per gli uomini, in due settimane e senza utilizzare alcun trucco di quelli sopra esposti (i nostri menù contengono la giusta quantità di sale e di carboidrati).

    Alcuni soggetti maschi in sovrappeso di più di 10 kg hanno perso peso molto velocemente nelle prime due settimane, alcuni dimagrendo fino a 7 kg e soprattutto non riprendendo più i kg persi. Si tratta di eccezioni, soggetti sostenuti da un metabolismo molto attivo nella mobilizzazione dei grassi in risposta ad un abbassamento delle calorie. Se utilizzassimo questi dati per promuovere il servizio cadremmo vittima degli "errori" dei promotori dei vari prodotti per dimagrire: si utilizza un dato eccezionale facendo credere che possa funzionare con tutti.

    Tutti gli esperti sono più o meno d'accordo nel considerare in un kg la settimana la massima velocità di dimagrimento a regime. Nella prima settimana, massimo nelle prime due, si possono anche perdere più kg, ma poi se si riesce a mantenere per alcune settimane consecutive l'obiettivo di un kg alla settimana ci si deve considerare fortunati. Infatti non tutti riescono a mantenere questo ritmo e non è nemmeno auspicabile farlo, per i motivi che espongo nel video che trovate qui.

    Facendo i conti si può facilmente risalire a questo famigerato kg alla settimana: un kg di grasso corporeo contiene dalle 5000 alle 7000 kcal (perché non è grasso puro: lega a sé una certa quantità di acqua che durante il dimagrimento viene perduta anch'essa), dunque per perderlo in una settimana bisogna riuscire a generare un deficit calorico circa equivalente. E la cosa non è per niente semplice: si tratta infatti di tagliare dalle 700 alle 900 kcal al giorno. Cosa che per molti (soprattutto molte donne) è semplicemente impossibile.

    Le calorie del cioccolato: che sia fondente, al latte o bianco poco cambia dal punto di vista calorico. Purtroppo non esiste il cioccolato che fa dimagrire ma lo si può integrare in una dieta, scopriamo come.

    Il formaggio di alpeggio o di malga viene prodotto in estate durante i pascoli alpini.

    Tutto sul cioccolato: la lavorazione, le tipologie, i valori nutrizionali e le calorie.

    Il cioccolato di Modica: un processo a basse temperature fa di questo cioccolato un prodotto unico nel suo genere.

    Dopo aver condiviso qui sul blog il metodo con cui sono riuscito a dimagrire velocemente (10 Kg in tre mesi) e mantenere il peso forma nei due anni successivi ho ricevuto una miriade di email con la stessa domanda:

    OK, quello che dici ha senso, ma cosa cucini? Quali sono le tue ricette?

    Ho così deciso di condividere le ricette che utilizzavo più spesso. In questo articolo troverai:

  • Un riepilogo della dieta che ho seguito per perdere peso.
  • L’elenco completo degli ingredienti che ho utilizzato e il motivo per cui ho scelto tali ingredienti (e scartato altri, come la soia o l’olio di semi).
  • L’elenco completo degli utensili da cucina necessari (ben pochi a dire il vero).
  • Le scuse più comuni inventate da chi vorrebbe provare la dieta ma alla fine rinuncia e la mia risposta a ciascuna di queste scuse.
  • Come “rilassare” la dieta una volta che si sono persi i chili di troppo in modo da mantenere un regime alimentare sostenibile ma che al contempo ti permetta di non riacquistare i chili di troppo. Perché, come sa bene chi ci ha provato, perdere peso è facile. Il difficile è restare magri!
  • Un e-book con l’elenco completo delle ricette che ho utilizzato. Scarico subito iscrivendoti alla newsletter utilizzando questo modulo:
  • Mettiamo subito in chiaro le cose: io non ho inventato niente. Mi sono piuttosto ispirato a “Quattro ore alla settimana per il tuo corpo (4 Hour Body)” di Tim Ferriss, un libro che raccomando a chi voglia approfondire il tema.

    A dire il vero neanche gli autori di questi libri hanno inventato niente. Hanno però avuto il merito di ricompilare informazioni già note, testarle con successo in prima persona, e farle conoscere al grande pubblico (si tratta di due best-sellers, anche se il secondo è un e-book).

    Ecco la dieta (da seguire sei giorni a settimana):

  • Non puoi mangiare nessun alimento processato (fritti, biscotti, zuccheri, bibite, alcool, eccetera).
  • Non puoi mangiare carboidrati bianchi (pane, pasta, riso e patate).
  • Non puoi mangiare frutta o latticini.
  • Il settimo giorno della settimana (io preferivo il venerdì) sfondati di porcherie (pizze, cioccolati, biscotti; è permesso persino l’hamburger di McDonald).
  • Qui trovi le ragioni del perché questa dieta funziona e la maniera migliore per monitorare i tuoi progressi.

    Io tento sempre di rispettare gli orari seguenti:

    Chiaramente i tuoi ritmi possono essere differenti, l’importante è non mangiare fuori pasto.