pasticche dimagranti funzionano

come dimagrire in vacanza al mare

Se non sei vegetariano o vegano puoi seguire una dieta dimagrante veloce semplicemente sostituendo gli zuccheri (quindi i carboidrati) e i prodotti che contengono farine raffinate con verdure, carne, pesce, uova, noci.

In questo articolo ti suggerisco come seguire una dieta dimagrante veloce a basso contenuto di carboidrati se sei vegano o vegetariano.

Negli ultimi anni molti studi hanno dimostrato che seguire una dieta veloce a basso contenuto di carboidrati semplici consente di perdere peso velocemente senza dover contare ogni singola caloria introdotta nel corpo attraverso il cibo.

Una dieta dimagrante veloce a basso contenuto di carboidrati riduce sensibilmente l’appetito e di conseguenza, seguendo un regime alimentare di questo tipo, consumerai automaticamente meno calorie.

In una dieta per dimagrire velocemente non può mancare il pesce: uno degli alimenti più sani al mondo.

Il pesce, oltre ad essere la principale fonte di acidi grassi Omega-3, che sono essenziali per salute del corpo e della mente, è carico di proprietà nutritive tra cui la vitamina D e le proteine.

In questo articolo ti presento nel dettaglio 10 effetti benefici del pesce.

Questi effetti sono dimostrati da ricerche scientifiche e rendono il pesce l’ingrediente ideale in una dieta per dimagrire velocemente.

1- Il pesce contiene nutrienti importanti che molto spesso non si assumono in quantità sufficienti. Queste sostanze includono le proteine, lo iodio, diverse vitamine e minerali.

Anche se quasi tutti i pesci sono consigliati in una dieta per dimagrire velocemente, alcuni sono migliori rispetto ad altri. Generalmente i pesci considerati più benefici sono i più grassi come il salmone, le trote, le sardine, il tonno e lo sgombro in quanto contengono più sostanze nutritive a base di grassi (quelli buoni naturalmente). Fra queste troviamo una sostanza importante, di cui molte persone sono carenti, ossia la vitamina D liposolubile che funziona come un ormone steroideo per l’organismo.

I pesci più grassi, come quelli elencati, sono anche i più ricchi di acidi grassi Omega-3. Oltre ad essere ottimi in una dieta per dimagrire velocemente, sono da includere in ogni programma alimentare sano in quanto essenziali per la salute e il corretto funzionamento dell’organismo intero (anche il benessere della mente). Secondo molti studi gli Omega-3 riducono il rischio di incorrere in diverse malattie.

Per apportare il giusto quantitativo di Omega-3 ti suggerisco di mangiare il pesce minimo tre volte alla settimana nell’ambito della tua dieta veloce.

Se vuoi sapere come perdere peso velocemente segui questi due consigli: brucia più calorie di quelle che consumi con l’attività fisica e pensa prima di mangiare.

Se fai attività fisica, in palestra o all’aria aperta, e segui un programma alimentare che indica come perdere peso velocemente, sicuramente ti sarà capitato di avere fame prima dell’allenamento e allo stesso tempo di non sapere se e cosa avresti potuto mangiare.

In queste occasioni anziché aspettare di avere qualcosa di sano e nutriente da mangiare spesso si finisce per mangiare la prima cosa che capita e di cui poi ci si pente.

Se segui una dieta veloce e vuoi sapere come perdere peso velocemente devi innanzitutto controllare e gestire al meglio gli attacchi di fame.

Tra un pasto e l’altro potresti avere fame e anziché consumare cibi confezionati o barrette insapori, considera i seguenti snack: sono sani e nutrienti e puoi consumarli anche prima o dopo l’allenamento in quanto sono comodi e pratici da portare ovunque.

Come perdere peso velocemente: inserire il riso nella dieta veloce.

Come perdere peso velocemente se non puoi resistere ad un piatto di riso bianco cotto a vapore, profumato ed aromatico?

Se segui una dieta veloce o se si vuole controllare il peso e la forma fisica, il riso integrale è la scelta migliore.

Il problema di fondo è che il riso bianco contiene poche sostanze nutritive ma molto amido.

Vediamo perché l’amido contrasta lo smaltimento dei chili in eccesso e perché devi evitarlo se vuoi seguire una dieta veloce o se vuoi sapere come perdere peso velocemente.

L’amido si trasforma in zucchero che il corpo converte in energia. Come perdere peso velocemente se non bruci l’energia che introduci nell’organismo attraverso il cibo?

E’ molto difficile perché l’energia in eccesso si trasforma in accumulo di grasso.

Con l’arrivo della primavera abbiamo tutti voglia di seguire una dieta veloce o sapere come dimagrire in poco tempo per sentirci più in forma e liberarci dei chili di troppo accumulati durante l’inverno.

La buona notizia è che, anche se non hai voglia di seguire una dieta veloce, la primavera offre cibi che ti consentono di migliorare la tua salute naturalmente non solo perché sono più leggeri rispetto ai ricchi piatti invernali.

Se vuoi sapere come dimagrire in poco tempo segui i miei consigli sui migliori cibi da prediligere durante la primavera sia che tu voglia seguire una dieta veloce o che voglia procedere con un’alimentazione sana all’insegna del benessere.

Queste proposte sono solo alcune delle innumerevoli scelte che questa splendida stagione ci offre per restare in forma con gusto!

come dimagrire in fretta, latte vaccino o latte vegetale?

Il latte vaccino, e più in generale i latticini, sono spesso sconsigliati nelle diete che suggeriscono consigli su come dimagrire in fretta.

bruciare grasso ostinato

Se invece seguiamo una dieta troppo povera di carboidrati avremo una condizione di costante ipoglicemia che porterà a cali energetici, difficoltà di concentrazione, perdita muscolare e alti livelli di cortisolo. Questa condizione ci porterà a perdere peso velocemente all’inizio, ma subito ci troveremo in una fase di stallo a cui seguirà il recupero del peso perso con gli interessi. Mentre in una dieta standard la quota di proteine è del 15-20%, ma se vogliamo dimagrire la quota proteica dovrebbe salire al 30-40% (un altro 40% dovrebbe essere destinato ai carboidrati, mentre il restante 20% ai grassi).

Siamo storicamente convinti che i carboidrati siano la pasta, il pane, la pizza. Ma non dobbiamo dimenticare che anche frutta e verdura sono carboidrati! Frutta e verdura non sono quindi alimenti “neutri”, ma dobbiamo tenerne conto nel calcolo dei nutrienti che mangiamo giornalmente. Ovviamente dobbiamo fare dei distinguo: frutta e verdura sono carboidrati semplici, composti di base da zuccheri, ma sono molto diversi dagli altri alimenti appartenenti alla stessa categoria, come torte e biscotti.

La fibra contenuta nella frutta e verdura cambia il modo in cui l’organismo processa i loro zuccheri e ne rallenta la digestione, rendendoli simili ai carboidrati complessi, ma nel calcolo delle quantità giornaliere dei nutrienti dobbiamo inserirli nella categoria carboidrati. Meglio, quindi, usare buona parte della quota di carboidrati giornaliera per assumere verdura e frutta piuttosto che pane, pasta e riso (meglio se integrali).

Il cervello impiega del tempo a registrare la presenza di cibo nello stomaco e quindi ad inviarci il senso di sazietà. Mangiando lentamente darai il tempo al tuo organismo di “registrare” il cibo introdotto e ti basterà meno cibo per sentirti sazio. In questo modo sarà più facile ridurre le porzioni e quindi le calorie.

Quando segui una dieta dimagrante, potresti dimagrire molto perdendo pochissimi chili. Quanto appena detto sembra una contraddizione, ma non è così: se segui una dieta ottimale che ti permetta di perdere grasso e di mantenere o aumentare un po’ la massa muscolare, il peso dei muscoli potrebbe compensare il peso del grasso che perderai. Potresti quindi essere più magra e tonica, avere una o due taglie in meno di vestiti mentre la bilancia segna una diminuzione minima di peso.

Non diventare, quindi, schiava della bilancia: ricorda che le variazioni di peso possono dipendere anche dal ciclo femminile o da una aumentata ritenzione idrica. Pesati al massimo una volta a settimana, preferibilmente di mattina, ma senza esserne ossessionata. La vera misurazione che dovrai fare è quella in centimetri (giro vita, giro coscia, giro braccia) e non quella in chili.

Uno dei punti critici del fisico che ingrassa è l’ingrossamento della pancia. Ci sono persone che pura vendo un fisico asciutto e un peso corretto hanno un addome molto pronunciato: sembra proprio che tutto il grasso finisca lì. Da cosa dipende e come è possibile dimagrire la pancia senza dimagrire troppo altrove?

Ridurre il grasso della pancia è importante per due motivi, oltre all’aspetto estetico:

  • il grasso che si accumula nella pancia (detto viscerale) è tra i più pericolosi per la nostra salute. Aumenta il rischio vascolare e di formazioni aterosclerotiche, aumenta il rischio di disordini metabolici quali diabete, ipertensione e squilibrio dei lipidi nel sangue.
  • il grasso della pancia è responsabile anche di molti altri disagi quali difficoltà a dormire, steatosi epatica grassa, reflusso gastroesofageo, apnee notturne, ecc…
  • Come ridurre il grasso della pancia? Purtroppo non è possibile agire in modo mirato sul dimagrimento di alcune parti del corpo, come la pancia, ma come abbiamo detto in precedenza, l’abbinamento di una dieta corretta e dell’attività fisica possono contribuire moltissimo allo smaltimento del grasso sulla pancia. L’aumento della quota proteica e la diminuzione dei carboidrati è la strada maggiormente consigliata per ridurre la pancia.

    A questa dieta va aggiunta dell’attività fisica: si può iniziare con un’attività aerobica (passeggiata a ritmo sostenuto, corsa, bicicletta, nuoto minimo 35 minuti, massimo 90 minuti per almeno tre volte a settimana) a cui si potrà aggiungere dell’attività più intensa come l’High Intensity Training (HIT) o High Intensity Interval Training (HIIT).

    Partendo dal presupposto che quanto detto nella prima parte dell’articolo sia la soluzione di maggior buon senso per dimagrire in salute, esistono comunque altri approcci dietetici grazie ai quali qualcuno potrebbe ottenere un certo beneficio. Fermo restando che prima di intraprendere qualunque regime dietetico è necessario consutlare un medico nutrizionista, vediamo quali sono le 7 diete che stanno riscuotendo maggior successo.

    Il limone è un agrume dalle consolidate proprietà depurative e drenanti. È una dieta d’urto, cioè molto rigida ed efficace, che fa perdere peso in poco tempo e che non va continuata per lunghi periodi. È divisa in due fasi

  • Una prima fase di 3 giorni, per depurare l’organismo
  • Una fase di 7 giorni, con un menù studiato per farti perdere almeno 3 chili in una settimana. In questa fase, oltre al limone, è possibile assumere pochi alimenti magri come pesce, carne bianca, verdure, frutti (soprattutto rossi) e frutta secca (mandorle). Al termine dei 7 giorni, e per non riprendere i chili persi, è consigliabile seguire un regime alimentare equilibrato con il consiglio di un nutrizionista.
  • È una dieta efficace ma equilibrata che consente di perdere 3 chili in 2 settimane senza dare sensazioni di spossatezza e mancamenti tipici delle diete più severe. È un regime alimentare che consente di mantenere costanti i livelli di zuccheri e insulina nel sangue grazie all’assunzione di proteine 5 volte al giorno, basando sull’assunto che ogni pasto o spuntino debba rientrare nelal condizione 40-30-30 (40% glucidi, 30% proteine, 30% grassi) per sostenere una perdita di peso senza quella sensazione di debolezza data dalle diete: la perdita di peso equilibrata è accompagnata da pasti strutturati, che prevedono addirittura uova, carne magra di maiale, formaggi. Importante è non far passare più di 4 ore tra un pasto e l’altro, per mantenere stabile la glicemia e consentire al fisico di rimanere in quella “zona” che gli consente di bruciare i grassi.

    La dieta del supermetabolismo dura 28 giorni e permette di perdere fino a 10 chili in un mese basandosi sull’uso degli alimenti bruciagrassi per accelerare il metabolismo. Lo schema della dieta è molto preciso: il lunedì e il martedì si consumano frutta, verdure, cereali, il mercoledì e giovedì si evitano del tutto i grassi, scegliendo proteine e verdure, il venerdì e il fine settimana si reintegrano alcuni alimenti grassi ma sani. È necessario fare un’attività fisica tre volte alla settimana e rispettare con estrema precisione le tre fasi settimanali.

    La dieta del gruppo sanguigno è una dieta studiata sui diversi gruppi sanguigni, consigliando alimenti diversi secondo i vari gruppi di appartenenza. Chi appartiene al gruppo sanguigno 0, per esempio, dovrebbe privilegiare la carne rossa e le verdure e dedicarsi a sport di resistenza. Ciascun gruppo sanguigno ha caratteristiche ben precise, al quale sono consigliati alimenti da privilegiare e sport da fare. Lo scopo della dieta non è solo quello del dimagrimento, ma di portare un generale benessere a tutto l’organismo, che trarrà beneficio dall’assunzione dei cibi più adatti alle proprie caratteristiche.

    Tutto ciò che facciamo per dimagrire velocemente non può prescindere dal preservare la nostra salute. Il rischio di fare del male al nostro organismo per ottenere un fisico più asciutto e magro è altissimo. In generale, se non vogliamo rivolgerci ad un nutrizionista (che è sempre la soluzione migliore) i consigli di base ai quelli attenerci sono i seguenti:

  • aumentare la quantità di proteine e ridurre i carboidrati
  • tra i carboidrati, preferire le versioni integrali, che hanno un basso Indice Glicemico
  • consumare adeguate quantità di frutta e verdura, ricordandoci che fanno parte del gruppo dei carboidrati
  • non eliminare completamente i grassi, perché in realtà ci aiutano a dimagrire (scegliere i grassi di buona qualità)
  • ridurre il più possibile lo zucchero semplice, anche quello nascosto (nelle bevande, nei prodotti da forno, ecc…)
  • fare attività fisica almeno tre volte a settimana per minimo 40 minuti
  • Formatrice, consulente di comunicazione digitale, copywriter, storyteller e blogger.

    Sei sempre a dieta, ma non riesci a perdere peso come vorresti? Forse stai sbagliando alimentazione. Ecco quali sono i cibi brucia grassi per dimagrire davvero!

    Essere sempre belli ed in forma è l’obiettivo di moltissimi uomini e donne in tutto il mondo. Avere un fisico atletico, infatti, rappresenta un punto a favore quando si vuole essere più attraenti.

    Ma si tratta solo di una questione estetica? O meglio, essere magri serve solo ad essere belli? Assolutamente no.

    Perdere peso e dimagrire, infatti, serve anche a migliorare la propria salute.

    Moltissimi ricercatori in tutto il mondo affermano che una perdita di peso ottenuta tramite la modificazione del proprio stile di vita sia utile nel prevenire malattie croniche come il diabete di tipo 2 ed altre patologie di natura cardiovascolare.

    E’ stato inoltre provato scientificamente che una perdita pari al 5-10% rispetto al proprio peso iniziale garantisce alle persone che soffrono di diabete un migliore controllo glicometabolico, grazie al quale il glucosio presente nell’organismo viene trasformato più facilmente in energia, senza finire nel sangue.

    dieta ipocalorica fibre

    Estoy contenta porque al fin está en marcha la nueva web, ya tenemos un dominio propio y voy a poder hacer más cosas, eso sí, poco a poco. Ahora mismo está todo más desordenado que en el blog, pero bueno, … Continuar leyendo →

    Día 127 de Dukan retomado. ————————————————————— 58,2 kg y 35,2 % de grasa. Son los datos de ayer domingo porque hoy no me ha dado tiempo a pesarme, pero no quería comenzar otra semana sin poneros crónica. Datos: 58,2 – 51,7 … Continuar leyendo →

    Esta receta no recuerdo quién nos la dejó, que me perdone y gracias. Por cierto, si alguien quiere aportar más recetitas se agradece. —————————————— Masa de pizza que uso como pan. Ingredientes: – 2 huevos – 2 cuchardas de leche en … Continuar leyendo →

    Día 97 de régimen. Día 31 de Dukan retomado. ————————————————————— 57,7 kg y 35,2 % de grasa. Sólo he bajado 400 gramos en 20 días, que realmente es muy poco, pero la grasa ha descendido un 1,6 % y lo más … Continuar leyendo →

    Ando siempre muy líada (¡cómo no, ajjajaaa!), pero hoy me he dicho que ya está bien, que tengo que retomar la costumbre de abrir el post diario. Cada día abro el blog y no paro de contestar primeros comentarios que … Continuar leyendo →

    Ingredientes: 4 yogures desnatados 0% grasa y sin azúcar. 4 huevos. 4 CS de edulcorante (o más o menos, al gusto). 2 CC de canela (o más o menos, al gusto). Forma de preparación: Juntamos las yemas de huevo con … Continuar leyendo →

    Recordad todos los beneficios del salvado de avena y lo importante que es tomarlo en la dieta Dukan. Gracias a varias foreras sabemos que Mercadona ya lo tiene, a 1,25 € los 500 gr aunque en los que yo he … Continuar leyendo →

    Día 18. Día 11 fase crucero Dukan. PV. —————————————–————— 64,7 kg y 42,1 % de grasa. He bajado 200 gramos, y la grasa también ha bajado un 0,3 % que ayer me confundí al ponerla, por fin el agua también ha subidoy ha subido otro … Continuar leyendo →

    Hoy os traigo una receta que han colgado en la página oficial de Dukan http://www.dietadukan.es/la-comunidad/el-secreto-para-adelgazar y que me ha parecido muy interesante. El señor Dukan siempre sorprendiendo, muchas gracias. ———————————————————— Un plato comodín en caso de baja motivación. Acelera tu pérdida … Continuar leyendo →

    Día 17. Día 10 fase crucero Dukan. PV. —————————————–————— 64,9 kg y 42,2 % de grasa. He bajado 200 gramos, pero como siempre la grasa no ha acompañado y ha subido un 0,4 %, el agua también ha descendido y es que no paro de … Continuar leyendo →

    Día 16. Día 9 fase crucero Dukan. PV. —————————————–————— 65,1 kg y 42,0 % de grasa. He bajado 1,1 kilos pero no es real ya que ayer fue un día muy atípico, luego os cuento. La maldita grasa ha decidido subir un 0,8 %, con lo … Continuar leyendo →

    Día 15. Día 8 fase crucero Dukan. PV. —————————————–————— 66,2 kg y 41,1 % de grasa. He vuelto a subir 200 gramos, o sea que aún peso 300 g más que el jueves, pero sabía que sería normal esto. Lo importante es que la grasa ha … Continuar leyendo →

    Día 14. Día 7 fase crucero Dukan. PP. —————————————–————— 66,0 kg y 42,0 % de grasa. Estoy igual de peso, ando más o menos estancada desde el jueves por el virus que me hizo perder bastante peso en un día y la grasa ha bajao … Continuar leyendo →

    Día 12. Día 5 fase crucero Dukan. PP. —————————————————— 66,1 kg y 42,1 % de grasa. He subido 200 gr pero ya me lo esperaba porque ayer comí más o menos normal y como tuve una bajada tan grande el cuerpo tenía que reaccionar, eso … Continuar leyendo →

    Día 10. Día 3 fase crucero Dukan. PV. —————————————————— 66,7 kg y 41,4 % de grasa. He bajado 300 gramos, y la grasa ha bajado también 0,5 %, bien, pero no sé si es por el régimen o porque volvemos a tener sol, que mi báscula … Continuar leyendo →

    Día 9. Día 2 fase crucero Dukan. PP. —————————————————— 67,0 kg y 41,9 % de grasa. He subido 100 gramos, cosa normal tras un día de PV y la grasa ha bajado otro poquito. Con lo de la grasa estoy un poco mosca porque … Continuar leyendo →

    Bueno, desde el viernes no paso lista, a ver qué ha pasado este fin de semana: 1.- gsx750, primera semana superada con un par de pecadillos, ayer salí con la bici. 2.- Clarice, aunque nos sigas a través de Facebook no … Continuar leyendo →

    Día 7, fase ¿ataque? Dukan. PP. —————————————————— 67,3 kg y 42,2 % de grasa. He subido 300 gramos y ha sido el primer día en toda la semana pero es normal porque ayer fui a comer al restaurante y me pasé un poquito. Sigo … Continuar leyendo →

    Día 6, fase ¿ataque? Dukan. —————————————————— 67,0 kg y 41,7 % de grasa. He perdido 200 gramos y un pelín de grasa, pero casi nada. Estoy algo preocupada por este tema, el agua va bajando demasiado y temo que todo lo que estoy … Continuar leyendo →

    Dieta quema grasa: una dieta eficaz a base de sopa para perder 8 kg por semana.

    Dieta para adelgazar 8 kg: dieta estricta y saludable para perder entre 5 y 8 kg en 1 mes.

    Dieta para adelgazar sin pasar hambre: dieta con 5 normas a seguir, incluye todos los alimentos.

    Dieta para perder peso: dieta de 1200 calorías para perder 2 kg al mes comiendo casi de todo.

    Dieta de la Sopa Mágica: dieta a base de sopa de 700 calorías para perder 6 kg en 7 días .

    Dieta del Astronauta: dieta de 500 calorías prescrita a los pilotos para perder 3 kg en 2 días .

    Dieta Asociada: dieta de 1 mes mínimo basada en la ingesta abundante de glúcidos .

    Dieta de Gaylord-Hauser: dieta eficaz con los alimentos divididos en 7 grupos. ¡Nuevo!

    Dieta de Colette Lefort: bajar 1 kg por semana sin mezclar proteínas y hidratos de carbono .

    Dieta de las 2 fases: dieta para bajar de 1 a 2 kg por semana. Mínimo 1 mes.

    Dieta del Doctor Shelton: dieta para mejorar las digestiones combinado los alimentos.

    perdita di peso costante

    Nella dieta ovolattovegetariana, puoi sostituire le uova e i latticini con altri prodotti vegetali (ad esempio a base di soia). Questa dieta può essere seguita per 1-2 mesi e ti consente di perdere i tuoi chili di troppo.

    La dieta dissociata prevede diverse opzioni tra cui scegliere, puoi quindi optare per piatti vegani. Questa dieta è consigliata come schema di mantenimento una volta raggiunto il peso forma.

    Leggi i menù settimanali e valuta se sono adatti ai tuoi gusti e alle tue esigenze (puoi adattare queste due diete in modo più semplice e vario rispetto alla proteica). Resta comunque sempre valido il consiglio del libro VegPyramid per migliorare la tua dieta, dato che hai deciso di seguire un’alimentazione vegana.

    Vi ringrazio tantissimo per i consigli, comunque in merito ai carboidrati non ne mangio, o meglio forse la domenica la pasta a pranzo, niente pane pasta durante la settimana, raramente mangio quinta, amaranto o miglio… Durante l’attività fisica bevo equisero, ma credo che seguirò il vostro consiglio nell’assumere estratto di equiseto e betulla. Comunque farò una prova nel sostituire proteine vegetali a quelle animali nella proposta proteica e vediamo i risultati, vi terrò informati… Magari potrebbe essere una soluzione, non volendo, anche per i vegani. Grazie ancora e complimenti …siete bravissimi e preparatissimi

    Buongiorno Cinzia, per per prima cosa ti calcoliamo il tuo peso-forma ideale per verificare quanto devi effettivamente dimagrire. La formula è la seguente:

    Cioè: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato. Il risultato del calcolo è il valore (indice) della tua massa corporea e va inserito nella tabella qui di seguito.

    – Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)

    Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)

    – Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9

    – Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9

    – Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9

    – Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

    In base alla tabella dei valori tu rientri nel normopeso e non hai problemi di sovrappeso.

    Il valore ideale del peso forma per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere solo 5 chili. Il tuo peso forma ideale è infatti di 53 chili per una donna della tua statura:

    53: (1,57×1,57) = 53 : 2,4649 = 21,5 valore ottimale del peso forma

    Trovi maggiori informazioni a questo link: Calcolo peso ideale

    Detto questo, dato che sei un’istruttrice di fitness, i tuoi chili di troppo dipendono con molta probabilità dall’alimentazione. Seguire una dieta vegana porta spesso a mangiare un eccesso di carboidrati. La dieta proteica proposta nell’articolo sopra è indicata per chi segue un’alimentazione “onnivora”, basate anche sulle proteine animali di carne e pesce.

    Per seguire in modo corretto una dieta vegana, ti consigliamo quindi di acquistare il libro VegPyramid in cui sono presenti menù e programmi dietetici per vegani. Trovi maggiori indicazioni sul libro in questo articolo (clicca qui): Il libro con i menù per vegani

    Infine, per il tuo problema di ritenzione idrica, puoi aiutarti con dei rimedi naturali che trovi in erboristeria. Per contrastare gonfiore e ritenzione idrica sono molto indicati l’equiseto o la betulla; in questo articolo trovi le indicazioni per utilizzare al meglio questi rimedi naturali (clicca qui): Rimedi naturali per ritenzione idrica

    Salve, sono Cinzia, ho 41 anni, sono in perfetta salute, sono alta 1.57 e peso 58 kg, devo asciugarmi ancora, ho qualche problema di ritenzione leggera, nonostante io sia un istruttore di fitness. Volevo sapere se posso seguire la proposta proteica, ovviamente sostituendo le proteine con quelle vegetali in quanto sono vegana, oppure avete una proposta vegana per perdere almeno 6 kg? Grazie attendo una vostra risposta.

    Buongiorno Michela, i dietologi che collaborano con noi al sito hanno messo a punto diete studiate proprio per chi mangia fuori casa a pranzo e ha poco tempo. Si tratta di diete con menù facili e veloci per il pranzo, in modo che tu possa preparare la sera prima il pranzo da portare con te in ufficio.

    Ti mandiamo quindi i link di sei diete tra cui puoi scegliere (clicca sui link qui di seguito):

    Ogni dieta consigliata può essere seguita per un massimo di 2-3 mesi consecutivi. Leggi i menù settimanali proposti e stampa le diete che ti piacciono e che incontrano i tuoi gusti alimentari e le tue esigenze. Inizia con una dieta, seguila con costanza per 2-3 mesi, poi cambia e passa alla dieta successiva finchè non raggiungi il tuo peso forma.

    E’ però necessario praticare anche sport con costanza: fai allenamento per almeno 3-4 volte a settimana. Iscriviti in palestra o in piscina (se ancora non l’hai fatto) e segui il corso fitness che più ti piace.

    Una volta raggiunto il tuo peso forma ottimale, scrivici: ti consiglieremo la dieta di mantenimento da seguire.

    Buongiorno, io mangio tutti i giorni in ufficio. Potreste consigliarmi dei pasti sostitutivi da consumare alla scrivania?

    Buonasera Emanuela, specifichiamo subito che le diete presenti sul nostro sito sono diete proteiche, NON sono diete iperproteiche.

    La nostra dieta proteica (pubblicata nell’articolo sopra) abbina sempre le proteine di carne, pesce e legumi (ricordiamo che i legumi come piselli, ceci, fagioli e lenticchie apportano proteine vegetali) alle verdure, in modo da non affaticare troppo i reni. Un giorno a settimana (la domenica) vanno invece mangiati i carboidrati.

    Inoltre nell’articolo è specificato che la dieta proteica proposta va seguita solo per 1 mese ed è sconsigliata a chi soffre di mal di fegato o mal di reni.

    La dieta proteica pubblicata è stata messa a punto dai dietologi e dai nutrizionisti che collaborano con noi al blog.

    Se stai seguendo la Dieta Dukan (che è invece una dieta iperproteica), la sconsigliamo vivamente perché è potenzialmente dannosa per la salute. Per tua informazione ti mandiamo 2 link di approfondimento sulla dieta Dukan (clicca sui link qui di seguito):