nuovi prodotti dimagranti farmacia

come si dimagrisce con le bacche di goji

Se non sei vegetariano o vegano puoi seguire una dieta dimagrante veloce semplicemente sostituendo gli zuccheri (quindi i carboidrati) e i prodotti che contengono farine raffinate con verdure, carne, pesce, uova, noci.

In questo articolo ti suggerisco come seguire una dieta dimagrante veloce a basso contenuto di carboidrati se sei vegano o vegetariano.

Negli ultimi anni molti studi hanno dimostrato che seguire una dieta veloce a basso contenuto di carboidrati semplici consente di perdere peso velocemente senza dover contare ogni singola caloria introdotta nel corpo attraverso il cibo.

Una dieta dimagrante veloce a basso contenuto di carboidrati riduce sensibilmente l’appetito e di conseguenza, seguendo un regime alimentare di questo tipo, consumerai automaticamente meno calorie.

In una dieta per dimagrire velocemente non può mancare il pesce: uno degli alimenti più sani al mondo.

Il pesce, oltre ad essere la principale fonte di acidi grassi Omega-3, che sono essenziali per salute del corpo e della mente, è carico di proprietà nutritive tra cui la vitamina D e le proteine.

In questo articolo ti presento nel dettaglio 10 effetti benefici del pesce.

Questi effetti sono dimostrati da ricerche scientifiche e rendono il pesce l’ingrediente ideale in una dieta per dimagrire velocemente.

1- Il pesce contiene nutrienti importanti che molto spesso non si assumono in quantità sufficienti. Queste sostanze includono le proteine, lo iodio, diverse vitamine e minerali.

Anche se quasi tutti i pesci sono consigliati in una dieta per dimagrire velocemente, alcuni sono migliori rispetto ad altri. Generalmente i pesci considerati più benefici sono i più grassi come il salmone, le trote, le sardine, il tonno e lo sgombro in quanto contengono più sostanze nutritive a base di grassi (quelli buoni naturalmente). Fra queste troviamo una sostanza importante, di cui molte persone sono carenti, ossia la vitamina D liposolubile che funziona come un ormone steroideo per l’organismo.

I pesci più grassi, come quelli elencati, sono anche i più ricchi di acidi grassi Omega-3. Oltre ad essere ottimi in una dieta per dimagrire velocemente, sono da includere in ogni programma alimentare sano in quanto essenziali per la salute e il corretto funzionamento dell’organismo intero (anche il benessere della mente). Secondo molti studi gli Omega-3 riducono il rischio di incorrere in diverse malattie.

Per apportare il giusto quantitativo di Omega-3 ti suggerisco di mangiare il pesce minimo tre volte alla settimana nell’ambito della tua dieta veloce.

Se vuoi sapere come perdere peso velocemente segui questi due consigli: brucia più calorie di quelle che consumi con l’attività fisica e pensa prima di mangiare.

Se fai attività fisica, in palestra o all’aria aperta, e segui un programma alimentare che indica come perdere peso velocemente, sicuramente ti sarà capitato di avere fame prima dell’allenamento e allo stesso tempo di non sapere se e cosa avresti potuto mangiare.

In queste occasioni anziché aspettare di avere qualcosa di sano e nutriente da mangiare spesso si finisce per mangiare la prima cosa che capita e di cui poi ci si pente.

Se segui una dieta veloce e vuoi sapere come perdere peso velocemente devi innanzitutto controllare e gestire al meglio gli attacchi di fame.

Tra un pasto e l’altro potresti avere fame e anziché consumare cibi confezionati o barrette insapori, considera i seguenti snack: sono sani e nutrienti e puoi consumarli anche prima o dopo l’allenamento in quanto sono comodi e pratici da portare ovunque.

Come perdere peso velocemente: inserire il riso nella dieta veloce.

Come perdere peso velocemente se non puoi resistere ad un piatto di riso bianco cotto a vapore, profumato ed aromatico?

Se segui una dieta veloce o se si vuole controllare il peso e la forma fisica, il riso integrale è la scelta migliore.

Il problema di fondo è che il riso bianco contiene poche sostanze nutritive ma molto amido.

Vediamo perché l’amido contrasta lo smaltimento dei chili in eccesso e perché devi evitarlo se vuoi seguire una dieta veloce o se vuoi sapere come perdere peso velocemente.

L’amido si trasforma in zucchero che il corpo converte in energia. Come perdere peso velocemente se non bruci l’energia che introduci nell’organismo attraverso il cibo?

E’ molto difficile perché l’energia in eccesso si trasforma in accumulo di grasso.

Con l’arrivo della primavera abbiamo tutti voglia di seguire una dieta veloce o sapere come dimagrire in poco tempo per sentirci più in forma e liberarci dei chili di troppo accumulati durante l’inverno.

La buona notizia è che, anche se non hai voglia di seguire una dieta veloce, la primavera offre cibi che ti consentono di migliorare la tua salute naturalmente non solo perché sono più leggeri rispetto ai ricchi piatti invernali.

Se vuoi sapere come dimagrire in poco tempo segui i miei consigli sui migliori cibi da prediligere durante la primavera sia che tu voglia seguire una dieta veloce o che voglia procedere con un’alimentazione sana all’insegna del benessere.

Queste proposte sono solo alcune delle innumerevoli scelte che questa splendida stagione ci offre per restare in forma con gusto!

come dimagrire in fretta, latte vaccino o latte vegetale?

Il latte vaccino, e più in generale i latticini, sono spesso sconsigliati nelle diete che suggeriscono consigli su come dimagrire in fretta.

per dimagrire la pancia

Salve, sono Marianna, ho cominciato la dieta proteica da circa due mesi, posso garantirvi che, con estremo stupore, ho perso 9 kg. Considerando che ho il controllo del peso, dal medico, ogni 15 gg, dovrei aver perso qualcosa di piu'!

Scusate l'entusiasmo, ma la mia costituzione e' sempre stata decisamente robusta, ho fatto molte diete, ma erano inefficaci, momentanee e mi lasciavano sempre insoddisfatta e affamata.

Felicita' a parte, trovo miglioramenti sotto molteplici aspetti: meno affaticamento, meno stanchezza, pelle piu' mormida e soprattutto piu' omogenea, meno centimetri, visibili dopo circa 10 gg e l'aspetto psicologico e' decisamente piu' stimolato.

Non voglio, pero', negare che ho sempre le mentine senza zucchero in borsa, a volte, qualche emicrania e il portafoglio ridotto.

Sono convita che, come sostiene la dottoressa, bisogna assolutamente non sottovalutare l'assistenza continua del proprio medico.

Devo perdere ancora 15/20 kg, sono solo all'inizio, ma spero di poter inserire ancora un commento, dove scrivero' di aver raggiunto il mio obbiettivo.

sono Michela e anch'io come Marianna sto seguendo la dieta proteica con ottimi risultati. Volevo fare però una domanda: per quanto tempo si può seguire e con quali conseguenze sull'organismo? Grazie e buon lavoro!

gentile dottoressa, dopo centinaia di diete fatte senza risultato, o comunque, chili persi e poi subito ripresi, vorrei provare anche questa dieta, ho parecchi chili da perdere, cosa mi consiglia? dove mi posso rivolgere?

Gentile Dottoressa, ho seguito la dieta proteica perdendo oltre 16 Kg (sono passata dalla 48/50 alle 42/44)ed ho terminato la fase di transizione. Sono stata seguita molto bene dal mio dietologo, ho solo una perplessità: inizialmente avrei dovuto dimagrire di 11 Kg, ma ne ho persi altri 5 durante la fase di transizione. Il mio dietologo non mi ha dato una spiegazione, tranne commentare negativamente l'ulteriore dimagrimento. E' normale questa situazione?

il commento negativo del suo dietologo deriva dall'indicazione di non dimagrire ulteriormente durante la transizione, in quanto un po' alla volta bisognerebbe terminare il concetto di dieta per arrivare ad una alimentazione bilanciata. Già con le prime fasi della transizione poi si interrompe la chetosi, e generalmente si arresta il dimagrimento.

A seconda del proprio metabolismo però molte persone dimagriscono ancora, anche se piu lentamente.

La cosa piu importante è stabilire le regole della nuova alimentazione bilanciata, definitiva, a seconda delle proprie risposte metaboliche. All'equilibrio finale il peso deve rimanere costante!

gentile dottoresa, ho cominciato da 6 giorni la dieta proteica con le buste axodiet. sono un pò perplessa dopo aver letto i post su questo sito perchè la dietologa che mi segue mi ha fatto una serie di domande durante la visita , ma non mi ha prescritto nessuna analisi del sangue . potrebbe gentilmente specificarmi che tipo di esami del sangue fare, così mi rivolgerò al mio medico di base .mille grazie maria

anzitutto le faccio i miei complimenti per la sua cortesia disponmibilita e sopratutto professionalita'.

ho 43 anni. qualche rotolino di piu' conseguente alla terza gravidanza e ho cominciato per 14 giorni una proteica senza zuccheri compresa frutta e carboidrati , mangiando a pranzo e a cena carne e raramente pesce con verdure. la mia vera passione è il vino rosso e nonostante dovessi seguire un regime furo che non ammette deroghe ho cmq moderatamente assunto alcolici . Ho verificato azotemia e creatinemia prima di cominciare senza essere seguita da nessuno perchènn conosco nessun dietologo che qua a Bari faccia la dieta chetogenica essendo una non bilanciata acc.

dopo solo un giorno ero gia' in chetosi..mal di testa ..alito pesante ma tutto sommato per 12 gg è andata bene. e ho perso quasi 4 kg passando ad una 44 sopratutto nel punto vita..Ho smesso da 13 gg passando ad una dieta libera che tuttavia prediligeva le proteine eliminando cmq carboidrati ma sopratutto dolci. in questi ultimi giorni con le feste ho mangiato di tutto essendo anche andata ad un battesimo. Pensavo di avere preso almeno mezzo kg ma niente il peso è fermo a quando ho smesso. Oggi , ho pensato di misurare i ketoni e con mia sopresa mi accorgo dia verli ancora a due (violetto). sono preccupata perchè sono ancra in chetosi? ..puo' essere che forse visto il mio abituale consumo di vino , sopratutto in un regime dietetico ristretto aumenti la chetosi. Stamattina stavo per cominciare altri 10 gg di proteica stretta ..ma nn so che fare, ..perchè ho i cori hcetonici ancora alti? premetto che ho misurato spesso la glicemia e non ho mai superato 90. grazie

Per Maria: so che molti professionisti non chiedono le analisi in soggetti in buona salute. Io preferisco visionare tutto, a scopo precauzionale, soprattutto se non ci sono a disposizione almeno analisi recenti. Al minimo glicemia, colesterolo, trigliceridi, uricemia, creatinina, sodio, potassio secondo i protocolli.

Innanzitutto la dieta chetogenica fai da te può essere pericolosa, soprattutto se basata su proteine animali. Giusta la cautela di verificare creatinina e azotemia ma i problemi possono essere anche altri.

La chetosi in alcuni soggetti parte molto presto, basta che abbia mangiato niente carbo per 2 pasti, e magari fatto un po' di attività fisica, che va già in chetosi. Quindi non è preoccupante.

Se vuole un consiglio piu specifico mi contatti via Email

Le scrivo perchè ho trovato molto interessante quanto scritto in questa pagina. Io mi sono sottoposta alla dieta proteica con le buste della Axodiet e tra poco smetterò! Non sono stata seguita come mi sarebbe piaciuto ed infatti ho chiesto chiudere in fretta il rapporto con il dottore che me l'ha proposta. Quest'ultimo (la sua assistente!) mi ha inviato una linea guida di mantenimento dicendomi che potevo sospendere le buste ed iniziare con gli alimenti. Questa cosa mi lascia perplessa, dato che sono due mesi che è diverso tempo che sono in "cura" con le buste proteiche, possibile che smettere da un giorno all'altro non comporti nessun problema fisico? Vorrei precisare che assumo già un pasto "normale" al giorno (la cena), mentre il pranzo è composto da una busta proteica e verdure.

La transizione dalla dieta proteica stretta alla dieta "normale" è a mio avviso la fase più importante e più delicata del percorso dietetico. Non perchè causi problemi alla salute, ma perchè è il momento chiave per NON recuperare i chili persi.

Le consiglio di farsi seguire comunque, se possibile, magari da un altro professionista.

Durante la transizione ai cibi "normali" si interrompe la chetosi, quindi avrà di nuovo piu fame. Nulla di strano, nel caso consumi una barretta in piu. Sia attenta a reintrodurre molto gradualmente i carboidrati.

ciao io ho perso 11kg con la dieta dukcan pero dopo 3 mesi sto riprenderi ikg persi ho deciso di fare la dieta protica speriamo bene devo perdere almeno 5 kg grazie

Io ne ho persi 8 in 4 mesi e sto benissimo :-D

Salve, io ho iniziato la dieta Dukan e sono pasati soltanto 3 giorni e mi sento davvero molto molto male: bocca amara come il fiele, mal di testa fisso, nausea e stanchezza, devo dire che io ho i calcoli alla cistifellea, el il colesterolo familiare a circa 250. forse non e' adatta a me questa dieta? Faccio presente che ho 48 anni , a dieta dall'eta' di 13 anni con varie diete piu' o meno altalenanti e mai grossi risultati anche stando molto ligia alla dieta (max 5 chili) e sono in soprappesi di almeno 15 chili, vorrei un aito se possibile, sono disperata.

attenzione la dieta dukan non è come la dieta proteica!

Come gia scritto prima, una dieta che si basi tanto su proteine animali può creare problemi, la chetosi non è moderata ma estrema,con tutte le conseguenze negative per il fisico!

Insisto ancora una volta, il fai-da-te può essere pericoloso oltre che inutile! Fatevi seguire da un professionista serio!

ho letto con interesse i suoi commenti in merito alla diete iperproteica. Desidero sapere se anche facendola per sole due settimane si possono manifestare gli effetti collaterali da lei menzionati (problemi ai reni, ecc).

come vanno reintrodotti gli alimenti nella fase di transizione e quali accortezze avere per mantenere il peso raggiunto? E' necessario ripetere le analisi al termine della dieta? Grazie. Cordiali saluti. Flavia

Dieta proteica = regime alimentare utile alla perdita di peso che va seguito sotto la guida (e la responsabilità) di un professionista.

Il fai da te è sconsigliato e potenzialmente pericoloso, dipende moltissimo ovviamente dalle condizioni di salute di ognuno. Che vanno - appunto- valutate dal professionista scelto!

per dimagrire la pancia

È per questo che gli esperti parlano di perdita di peso in termini di dieta e di esercizio fisico.

Piccoli cambiamenti possono fare una grande differenza. Un biscotto in più alla settimana può portare ad aumentare il peso fino a 2 kg in più all’anno, togliendolo perderete gli stessi chili.

Si dovrebbe pensare alla dieta dimagrante come cambiamento delle abitudini alimentari. Mentre gli obiettivi di perdita di peso sono di solito impostati in termini di settimane, la fine del gioco è quello di sostenere questi cambiamenti nel corso di mesi e anni, vale a dire cambiare stile di vita.

Chi cerca di aumentare i livelli di attività fisica, ma mantiene la stessa quantità di calorie, quasi certamente perderà peso. Non si tratta di agonismo, anche una breve passeggiata di 20 minuti, sarà utile se fatta quasi tutti i giorni della settimana.

Se non hai tempo da dedicare allo sport, cerca di parcheggiare la macchina un po’ più lontana dai negozi che sono raggiungibili a piedi o evita di prendere l’ascensore e fai le scale.

Molto spesso non si ha il tempo per iscriversi e raggiungere la palestra, ma prendi in considerazione l’utilizzo di una cyclette in salotto mentre guardate il vostro programma preferito.

Se siete in sovrappeso, non è possibile continuare con le vostre abitudini alimentari attuali, se davvero si vuole perdere peso.

Non è possibile ridurre il grasso corporeo mentre si mangia un sacco di cibo, torte e dolci. Questo non significa che non potrete mai più festeggiare un compleanno con una torta, ma è necessario imparare a limitare questi alimenti per piccole quantità.

State attenti alla “dieta drastica” perchè di solito si finisce per rinunciare o ad avere un effetto yo-yo cioè la drastica perdita di peso seguita da aumento di peso.

Non ci sono scorciatoie per perdere peso in modo sano e ragionevole.

Mangiare da 300 a 500 calorie in meno al giorno dovrebbe portare a una perdita di un paio di etti a settimana. Questo è un obiettivo realistico. Può sembrare un processo lento, ma il risultato finale sarà duraturo.

Qui di seguito sono modi per ridurre l’apporto calorico senza dover modificare la vostra dieta in modo significativo.

  • Ridurre il consumo di cibi grassi e mangiare più pane integrale, frutta e verdura.
  • Sostituire le bevande gassate con acqua.
  • Sostituire il latte intero con quello scremato o con il latte di soia.
  • Limitare l’uso di salse come la maionese, la salsa tartara ed il ketchup.
  • Evitare dolciumi preconfezionati (biscotti e merendine).
  • Tutto questo influenzerà la vostra salute in modo positivo.

    Infine, non essere tentati di saltare la prima colazione o qualsiasi pasto per perdere peso. Saltare un pasto vi lascerà molto più affamato in seguito.

    Potrebbero passare una o due settimane prima di notare qualche cambiamento. Dopo il primo mese sarete in grado di vedere i primi risultati.

    Ci saranno giorni di voglia irrefrenabile di qualcosa di dolce o di un panino, se la vostra volontà cede, sappiate che potete recuperare la golosità, con 30 minuti di attività fisica in più (ma che non diventi la regola!).

    Ad un certo della dieta sarete fieri di voi stessi perché salendo sulla bilancia noterete il cambiamento dei numeri a ribasso: assicuratevi di segnare i progressi a lungo termine con un premio come un vestito nuovo.

    Gli studi dimostrano che le donne in sovrappeso che perdono tra i 10 e i 15 chili dimezzano il rischio di sviluppare il diabete . Per gli uomini, il rischio di problemi cardiaci si riduce notevolmente.

    Generalmente, l’aumento di peso con l’avanzare dell’età non sono un problema, ma le persone che pesano più di 15 chili rispetto a quando avevano 20 anni saranno a rischio di problemi di salute a causa di quel peso in più. In particolare, nelle donne aumenta il rischio di attacco di cuore e di raddoppiare il loro rischio di morire di cancro .

    Mantenendo il vostro peso forma, sarete meno soggetti a malattie e disturbi di salute

    I medici utilizzano il BMI per valutare il peso.

    Se hai un BMI tra 18,5 e 25 sei in buona salute.

    Se si dispone di un indice di massa corporea superiore a 25, sei in sovrappeso.

    Sopra i 30 hai una obesità di classe I – II

    Per calcolare il tuo indice di massa corporea, è necessario conoscere il peso in chili e l’altezza in metri, quindi seguire l’esempio di seguito.

    1. Moltiplicare l’altezza x l’altezza, ad esempio 1.8×1.8 = 3.24.

    dimagrimento da stress e ansia

    Pur essendo considerato da molti esperti il perdere peso velocemente un sistema non molto consigliabile, è tuttavia corretto parlarne. Ragione per la quale devi sapere che vi sono numerosi programmi di dieta che possono suggerire come perdere peso velocemente.

    Alcuni programmi di dieta funzionano meglio per una perdita di peso veloce, alcuni sono più facili da seguire a confronto di altri, come pure vi sono quelli che risultano essere ripetitivi, quelli che richiedono meno preparazione e alcuni che possono anche essere meno costosi nella loro applicazione.

    La volontà di perdere peso velocemente non si deve però tradurre nell’applicazione di sistemi alimentari che possano risultare essere pericolosi per il proprio benessere, per la propria salute. La cosa da ricordare, quando si sceglie una dieta, è quella di preferire la tipologia in grado di poter fornire sapore, varietà, e la facilità nella preparazione dei cibi.

    Per tutto ciò si andranno a proporre alcune idee, pur rimanendo sempre in vigore il concetto che una dieta per essere effettivamente efficace deve essere per forza di cose ritagliata come un vestito su misura. Quindi, quanto verrà enunciato non è altro che un elenco di alcune tipologie di diete volte a far perdere peso velocemente, che potranno essere quindi valutate insieme ad un dottore, ad uno specialista che abbia il quadro clinico completo del soggetto che intenda seguire una di queste diete.

    Una delle diete più note per perdere peso, in grado di poter farti raggiungere in poco tempo il tuo peso forma è la Dieta Scarsdale. Il programma della dieta Scarsdale non richiede un assiduo ricorso alla bilancia, né una particolare attenzione nel conteggio delle calorie, ma auspica menù semplici con una ampia scelta di cibi. Secondo la valutazione degli esperti funziona e soprattutto dovrebbe riuscire a saziarti a sufficienza.

    Se si vogliono perdere in fretta un paio di chili, perciò risulterebbe essere davvero efficace. Questa tipologia di dieta offre anche la possibilità di seguire una sua versione riservata a coloro i quali seguono uno stile di vita vegetariano o, più semplicemente, per chi preferisce non mangiare carne durante la dieta.

    La Dieta del Limone sarebbe invece suggerita a chi voglia perdere rapidamente dieci chili. È anche valutato come mezzo per una pulizia interna del fisico, fornendo tutti quegli elementi necessari per contribuire a liberare il corpo dalle tossine e, quindi, aiutare a perdere peso velocemente.

    La Dieta del Pompelmo dovrebbe essere in grado di produrre una rapida perdita di peso, ma con un piano alimentare alquanto limitato. La Dieta a base di zuppa di Cavolo è vista come una dieta da applicare per un breve tempo. In generale è suggerita per soggetti ai quali è più che sufficiente avere a disposizione sette giorni per perdere peso.

    La Dieta a basso contenuto di Carboidrati è molto severa circa il consumo di carboidrati. Durante questa dieta è possibile mangiare ogni tipo di carne, ad eccezione del fegato, come pure si può godere del piacere di ostriche, dei frutti di mare come pure dei pesci di mare. Puoi anche mangiare le uova, pochi grammi di formaggio al giorno, ma anche verdure verdi a basso contenuto di amido come ad esempio cavoletti di Bruxelles, sedano, fagiolini, cavolfiori, spinaci asparagi e broccoli. In questa tipologia di dieta è suggerito consumare la frutta in quantità limitate.

    Invece è esclusa la frutta con un alto indice glicemico. Quindi, quei frutti che sarebbero da eliminare seguendo i principi di questa dieta, sono banane, ananas, anguria e tutti gli agrumi

    Ci sono molti modi per perdere di peso in un breve lasso di tempo, ma è anche altrettanto vero che quasi tutti questi metodi rischiano di lasciarti affamato e insoddisfatto.

    La maggior parte di essi richiedono una forza di volontà di ferro. Le diete che permettono di perdere peso velocemente in pratica si basano quasi tutte su due aspetti:

    il primo è quello che prevede la eliminazione dei cibi considerati ad alto contenuto di carboidrati

    il secondo aspetto è quello di suggerire di andare a mangiare proteine, grassi e verdure.

    Sarà forse un programma alimentare indicato per poter perdere peso velocemente, ma il dimagrire è oggettivamente tutt’altra cosa. Se desideri perdere peso seriamente, e una volta per tutte, devi invece adottare un corretto stile alimentare, andando a privilegiare cibi vari e sani.

    Altro punto di fondamentale importante è quello di dedicarti con maggiore costanza allo svolgere dell’esercizio fisico. Ma soprattutto, per poter perdere peso in maniera naturale e senza subire tensioni di qualsiasi origine, è importante affidarsi anche all’utilizzo degli integratori come la Piperina. Non per nulla questi prodotti integratori sono frutto di attente ricerche ed analisi, e sono in grado di poterti far perdere peso in maniera naturale proprio perché gli integratori sono brucia grassi e antifame.

    La Dieta delle due settimane o dieta Plank è un regime iperproteico che permette di perdere peso velocemente, permettendo di perdere fino a 9 chili in sole due settimane.

    Ricerche hanno dimostrato che la maggior parte delle persone sovrappeso convivono con circa 4-7 chili di grasso corporeo indesiderato. Ricerche hanno anche dimostrato che la maggior parte delle diete falliscono. Molte diete falliscono perché utilizzano degli approcci lunghi, lenti e noiosi. Quando la perdita di peso si nota di ben 0.5-1 chili alla settimana, la ricompensa per i sacrifici fatti per arrivare fino a questo punto non è certo sufficiente. La Dieta delle due Settimane invece, riesce a fare in due settimane ciò che la maggior parte delle diete fa in 4-5 mesi. La Dieta delle due Settimane è stata creata per essere un metodo estremamente rapido per bruciare tra i 4 ed i 7 chili di grasso corporeo.

    La dieta, ferrea nei primi giorni, elimina quasi del tutto carboidrati e fibre puntando molto su proteine e su caffè, che servono per darvi l'energia necessaria per affrontare la giornata. Nata qualche anno fa per far perdere peso ai malati diabetici ed è effettivamente un regime che cambia il metabolismo e provoca un dimagrimento veloce. Non prevede frutta e verdura, che pure sono le basi di un’alimentazione sana e corretta, per tale ragione non bisogna proseguirla oltre le due settimane.

    Cosa si mangia nella dieta Plank originale

    Prevalentemente proteine animali (soprattutto bistecche di carne rossa), prosciutto e molte uova, una volta soltanto pesce bollito e pollo alla griglia. L’unico formaggio concesso è il tipo svizzero, in quanto poco grasso e ricco di proteine, mentre le verdure si limitano a insalata, spinaci, pomodori e carote. Il vantaggio è che le quantità non sono pesate (a parte le uova che sono indicate per numero) per cui abbondate con i contorni poco calorici e limitate i condimenti.

    Una bistecca equivale a una bistecca di carne rossa, anche medio-grande se preferite ma non di certo a un hamburger. Le uova sode o bollite non possono essere fritte né cotte al forno a modi omelette e neppure sostituite da alimenti simili per chi soffre di colesterolo alto. I condimenti per le insalate si limitano a qualche filo d’olio extravergine d’oliva e gocce di limone, evitate il sale e le salse. Lo zucchero è bandito dalla dieta, il caffè va bevuto amaro anche se non siete abituate. Mantenimento

    Anche se teoricamente si può tornare a mangiare normalmente, vi consigliamo di non vanificare gli sforzi compiuti e di seguire semplici indicazioni per una dieta sana ed equilibrata:

    Bevete molta acqua (scoprite i segreti per bere più acqua) ed evitate le bevande gasate

    Limitate gli alcolici, qualche bicchiere di vino rosso

    Introducete i legumi almeno una volta a settimana

    Riducete le quantità di zuccheri, grassi e condimenti

    Aumentate il consumo di pesce e carni bianche

    Fate sport o seguite una regolare attività fisica, specie dopo la dieta Plank: il movimento vi aiuterà a non riprendere chili quando l’alimentazione tornerà a essere variata e il metabolismo non giocherà brutti scherzi. Abituatevi a un regime sano e allo sport, qualche eccezione è consentita se fatta con parsimonia.

    Infine, non dimenticate di applicare creme e oli rassodanti sul corpo sin dal primo giorno di dieta per evitare una perdita di elasticità della pelle e la comparsa di smagliature.

    Pranzo: due uova sode e degli spinaci (poco salati);

    Cena: una grande bistecca alla griglia oppure bistecche di manzo, come contorno insalata di lattuga e sedano.

    Colazione: caffè senza zucchero e un panino piccolo;

    Pranzo: una bistecca grande, insalata e frutta (a scelta);

    Cena: prosciutto cotto nella quantità desiderata.

    Colazione: caffè senza zucchero e un panino piccolo;

    Colazione: caffè senza zucchero e un panino piccolo;