dieta alimentare per dimagrire la pancia uomo

dieta per colesterolo molto alto

  • Mangiare molta frutta e verdura, che è ricca di vitamine e sali minerali, contiene poche calorie e ha un alto potere saziante.
  • Cercare di eliminare il pane e la pasta per tutto l’arco della settimana oppure non assumerne più di 80 gr al giorno.
  • Evitare gli insaccati, i latticini e i dolci.
  • Non bere bevande alcoliche, superalcoliche, molto zuccherate come ad esempio i succhi di frutta confezionati. Bere invece molta acqua naturale, almeno due litri il giorno, thè e tisane diuretiche.
  • Praticare una moderata attività fisica che vi aiuterà anche a scaricare la tensione che molto spesso crea seguire una dieta.

    Un consiglio prezioso, che però non tutti seguono, è cercare di mangiare in modo equilibrato durante tutto l’anno, in modo da evitare diete drastiche e restrittive dell’ultimo momento. Inoltre un ottimo alleato per evitare di prendere chili è praticare dello sport, che aiuta a bruciare le calorie e ad allenare cuore e muscoli, anche grazie all'uso di integratori alimentari - www.nutripower.it .

    Chi desidera dimagrire in sette giorni potrebbe iniziare a seguire la dieta della settimana.

    Questo regime dietetico consente di perdere dai tre ai sei chili in poco tempo e prevede l'assunzione di molta frutta e ortaggi di stagione, nonché di una buona dose di carboidrati e di zuccheri semplici e complessi.

    In questa dieta i cibi vanno cucinati in modo semplice evitando di eccedere con i condimenti; sono altresì previsti un cucchiaio di olio d'oliva, il consumo di latte e caffè senza zucchero e in alcune giorni piccole dosi di burro (50 grammi). In questo regime dietetico è possibile mangiare la pasta ma deve essere condita in modo semplice; carni bianche; tonno al naturale ecc.

    E' importante ricordare che questa dieta permette un dimagrimento veloce, che però può causare alcuni danni all'organismo, quindi è preferibile cercare di evitare le diete dell'ultimo minuto e invece prediligere un' alimentazione corretta e bilanciata.

    Potete trovare un programma di dieta dei sette giorni su Starbene.it.

    La dieta in sette giorni è un regime dietetico inventato in America che consente a chi la segue di perdere dai due ai cinque chili in una settimana. E’ importante sapere che il menù della dieta sette giorni non è equilibrato e proprio per questo motivo deve essere seguita solo per una settimana. Inoltre le persone che seguono questo genere di dieta possono sentirsi un po’ stanche e giù di morale a causa del basso contenuto di calorie giornaliere contenute nel menù.

    Di seguito è illustrato il menù della dieta in sette giorni che vi permetterà di perdere peso velocemente.

  • Primo giorno: frutta a volontà escluse le banane e succhi di frutta freschi o centrifugati.
  • Secondo giorno: verdure a volontà, è possibile mangiare anche minestrone e zuppe.
  • Terzo giorno: frutta e verdura a volontà, escluse le banane.
  • Quarto giorno: è possibile mangiare cinque banane e bere un litro di latte.
  • Quinto giorno: 4 bistecche di dimensioni medie con contorno d’insalata a volontà.
  • Sesto giorno: 4 bistecche di dimensioni medie con contorno di insalata a volontà. E’ preferibile cambiare la qualità di carne da mangiare, ad esempio se durante il quinto giorno avete mangiato delle bistecche di vitella, il sesto giorno mangerete della carne di manzo.
  • Settimo giorno: 4 bistecche di carne di medie dimensioni con insalata a volontà.
  • E’ bene precisare che al nostro corpo non fa bene perdere i chili velocemente e dovremmo cercare di seguire una sana alimentazione durante tutto l’anno invece di ricorrere ai ripari all’ultimo momento seguendo delle diete drastiche. Una delle migliori alimentazioni che i nutrizionisti da anni consigliano è la dieta mediterranea che permette facilmente di mantenere il proprio peso forma.

    L’alimentazione ricopre un ruolo molto importante per la salute dell’uomo e in particolar modo per tutti coloro che praticano un’attività sportiva costante. E’ importante sapere che seguire una corretta e bilanciata alimentazione e praticare una moderata attività fisica è considerato da molti medici ed esperti un elisir di lunga vita, quindi non devono essere dei metodi per perdere peso ma devono diventare un vero e proprio stile di vita. Le persone che praticano un’attività fisica, come gli iscritti allo sporting club parco de medici, hanno bisogno di un fabbisogno calorico e nutrizionale maggiore rispetto a coloro che non lo fanno, la dieta dello sportivo deve essere considerata una parte integrante e fondamentale dell’allenamento. Di seguito sono illustrate alcune ricette di succhi di frutta ideali per gli sportivi, che hanno poteri anti-infiammatori e aiutano il regolare recupero muscolare, molto gustose e semplici da realizzare.

    La preparazione di questo dissetante succo è molto veloce e prevede l’utilizzo di una fetta di anguria fresca, il succo di mezzo e una tazza di fragole. La prima cosa da fare è frullare l’anguria con le fragole, poi basta aggiungere il succo di limone, mescolare e la bibita è pronta. E’ importante sapere che non è necessario eliminare dall’anguria tutti i suoi semini, nel caso in cui ne rimangono alcuni possono essere tranquillamente bevuti insieme al succo. Nel caso in cui la bevanda risulti troppo cremosa è possibile aggiungere altro succo di limone. L’anguria è un frutto ideale per diminuire il dolore dei muscoli che si avverte dopo un allenamento e per rendere più facili i tempi di recupero post attività fisica.

    La ciliegia è un altro frutto che ha un gran potere anti-infiammatorio ed è quindi ideale per tutti coloro che praticano sport in modo costante o intensivo. Per preparare questa ricetta basta avere a disposizione 150 gr di ciliegie fresche e di stagione, succo di limone ed acqua. La prima cosa da fare è eliminare il nocciolo dalle ciliegie, poi bisogna frullarle e aggiungere il succo di limone e l’acqua in porzione variabile in base al gusto personale.

    Per realizzare questo delizioso succo è necessario usare 150 mirtilli, il succo del limone e dell’acqua. Frullare i mirtilli per qualche secondo e aggiungere acqua e limone in base alla consistenza desiderata.

    Quest strumento può essere utilizzato per il calcolo dieta personalizzata online senza registrazione o iscrizione.

    Si tratta di un programma utile per calcolare una stima delle calorie da consumare settimanalmente.

    Sia nel caso si voglia dimagrire, sia nel caso si voglia aumentare di peso.

    Inoltre, questo strumento consente di stimare il proprio indice di massa corporea (IMC), il metabolismo basale e il tasso metabolico a riposo.

    Alle fine della valutazione sarà possibile effettuare il download della dieta.

    Indice di massa corporea (IMC): è il rapporto tra il peso e il quadrato dell’altezza ed è utilizzato come indicatore del peso forma.

    Tasso metabolico a riposo: in questo caso cerchiamo di capire quante calorie brucia il nostro metabolismo naturalmente, senza nessun esercizio fisico.

    Metabolismo basale: è il dispendio energetico base per far funzionare respirazione, cuore, reni e cervello.

    prodotti per dimagrire glutei

    Possono venirci in aiuto come alternativa le spezie e gli aromi naturali, e soprattutto il modo di cucinare.

    La cucina dietetica per eccellenza è quella al vapore, che non richiede alcun condimento, ma anche la cottura alla piastra e al forno – senza aggiunta di olio – sono perfette.

    Altrettanto nemici della dieta sono tutti gli i dolci, gli insaccati e i formaggi, ma anche la maggior parte dei latticini, ad esclusione della ricotta fresca, che è decisamente magra.

    Ecco dunque come si compone la Dieta di una sola Settimana, che comporta circa 1050 calorie al giorno.

    Si tratta di 7 giorni che vi metteranno – in ogni caso – a dura prova e che andranno seguiti necessariamente da una dieta dimagrante di mantenimento, più equilibrata e completa.

    – 125 grammi di yogurt bianco magro con 2 cucchiaini di fiocchi d’avena, un kiwi, the o caffè non zuccherati.

    – 100 grammi di frutta di stagione e una tazza di the verde non zuccherata.

    – una spremuta di frutta (arancia, pompelmo, …) oppure un succo di carote e una tazza di the verde non zuccherata.

    – 100 grammi di ricotta fresca di mucca, 200 grammi di insalata mista verde (songino, lattuga, rucola, belga, radicchio), 30 grammi di pane di segale.

    – 150 grammi di sogliola o merluzzo al forno con 80 grammi di patate bollite, 200 grammi di spinaci al vapore, 30 grammi di pane bianco.

    – 60 grammi di pasta con le zucchine o con pomodoro fresco e basilico, 200 grammi di insalata mista di lattuga, carote e sedano.

    – 150 grammi di petto di pollo ai ferri e 200 grammi di fagiolini verdi lessati.

    – un’insalata mista con 1 uovo sodo, 3o grammi di gamberetti, insalata verde, pomodori, carote e 30 grammi di mais, 30 grammi di pane di segale.

    un minestrone abbondante di verdure (senza patate) e legumi a scelta (fagioli, lenticchie, ceci, …), 200 grammi di zucchine alla griglia, 30 grammi di pane bianco.

    – 70 grammi di bresaola con succo di limone, 200 grammi di radicchio rosso e pomodori in insalata, 30 grammi di pane di segale.

    – 150 grammi di trota o branzino al cartoccio, 80 grammi di patate, 200 grammi di bietola o cavolfiore al vapore.

    – 10o grammi di carne magra di manzo (hamburger) e 200 grammi di verdure miste alla griglia (senza patate), 30 grammi di pane di segale.

    – 150 grammi di insalata di mare (calda o fredda) con totani, seppie, gamberi, polipo e 200 grammi di insalata mista verde e pomodori, 30 grammi di pane bianco.

    – 90 grammi di tonno in scatola al naturale (peso da sgocciolato), 200 grammi di insalata mista con pomodori, lattuga, radicchio e rucola, 30 grammi di pane di segale.

    – 120 grammi di petto di tacchino alla piastra con rosmarino, 200 grammi di fagiolini bolliti o cavolo al vapore, 30 grammi di pane bianco.

    El diseño de un plan nutricional para una competencia saludable puede ser un poco engañoso. Si no ha estado a dieta para competición o solo si ha reducido calorías para perder peso en un nivel general, y no ha seguido la formula básica del balance nutricional en su dieta, las chances son de que no tenga los nutrientes adecuados que su cuerpo necesita debido a las demandas de entrenamiento a la cual esta sometido.

    A continuación se presenta una guía básica para ayudarlo a diseñar un plan de nutrición de acuerdo a su entrenamiento para un desarrollo óptimo:

    Primero y principal su cuerpo necesita alimento para un desarrollo optimo y para funcionar correctamente.

    Para atletas deportistas la alimentación provee nutrientes para el crecimiento y reparación de la pared del músculo debido a la tensión producida por el entrenamiento como: levantamiento, gimnasia, fuerza, resistencia y entrenamiento condicionante. Complemente su dieta con fuentes de alimento adicional como jugos proteicos, polvos de proteína, barras de cereales, etc. para ayudar a su cuerpo a reunir la demanda de nutrientes específicos que se requieren por el aumento de actividad física.

    Son los componentes del músculo. La proteína repara y mantiene los tejidos y órganos del cuerpo, además promueve el crecimiento muscular.

    Fuentes ricas en proteínas son las carnes sin grasa como carne de vaca, pollo, pavo y pescado.

    Los aminoácidos de la proteína son usados para suministrar al sistema inmune.

    Los atletas necesitan mas proteína en sus dietas que las personas que son menos activas, o inactivas.

    Sin un adecuado consumo de proteínas el crecimiento del músculo es imposible, y el cuerpo se vuelve catabólico si entrena sin ingerir suficientes proteínas.

    Carbohidratos: son utilizados principalmente como fuente de energía.

    La actividad es proveída con una mezcla de carbohidratos y grasas con una pequeña contribución de proteína.

    La habilidad del cuerpo para almacenar carbohidratos es muy limitada. Esa es la razón por la cual tendemos a aumentar de peso si lo ingerimos en exceso.

    Los carbohidratos se clasifican de cuatro modos: azúcares simples, carbohidratos refinados, almidón, y fibra.

    los azúcares simples se encuentran en barras de azúcar, miel, melaza, fructosa y jarabe de maíz. El azúcar no es la mejor fuente de ingesta de carbohidratos, porque causa niveles elevados de azúcar en la sangre los cuales aumentan rápidamente y recaen dramáticamente causando un efecto de quiebre. Estás se queman rápidamente causando que el cuerpo libere altos niveles de insulina lo cual promueve que las grasas se almacenen.

    carbohidratos refinados: están hechos de harina como los panes, alimentos cocidos en horno, pastas y cereales. El proceso de refinamiento causa que rápidamente sean digeridos y absorbidos como el azúcar. No es bueno para atletas que necesitan fuentes de energía prolongada.

    almidón: la forma más natural de carbohidratos, se encuentran en alimentos como harina de avena, porotos, maíz, guisante, papas, batata y arroz integral. Este tipo de carbohidratos es mejor para el atleta deportivo debido a que las grasas se queman lentamente. No son digeridas rápidamente y no promueven la acumulación de grasas como lo hace el azúcar o los carbohidratos refinados lo cual hace que sean la mejor fuente.

    dieta mediterranea 3500 kcal

    67,5 g di proteine = da assumere sotto forma di integratori nell’arco della giornata

    67,5 g di proteine = da assumere sotto forma di alimenti a colazione, pranzo e a cena ad esempio:

    60 g di bresaola (circa 16 g di proteine) a colazione + 100 g di merluzzo (20,9 g di proteine) a pranzo + 100 g di petto di pollo ai ferri a cena (30,2 g di proteine).

    Tipologie di verdure e carboidrati vanno stabiliti dal medico in base ai casi.

    Vediamo quali sono i benefici della dieta oloproteica, oltre alla perdita di peso, che possono farci prendere in considerazione questa tipologia di alimentazione. Vediamo anche gli effetti collaterali e le controindicazioni di questo regime alimentare.

    La dieta oloproteica ha come beneficio primario quello di ridurre il grasso corporeo in eccesso e viene chiamata liposuzione alimentare poichè elimina le adiposità localizzate in particolare nella zona delle cosce, dei fianchi, dei glutei e della pancia. Oltre a questo la dieta oloproteica sembra anche utile per:

    Ridurre i problemi legati alla sindrome premestruale, grazie alla stimolazione della sintesi di GH il quale avrebbe un effetto contrario a quello degli estrogeni e ne ridurrebbe pertanto gli effetti durante quel periodo.

    Ridurre la ritenzione idrica ed i problemi correlati alla circolazione linfatica e venosa quali ad esempio gli edemi, il prurito agli arti inferiori e i crampi.

    Riduzione della fame dopo circa 48 ore dall'inizio della dieta associata ad una condizione di euforia, tali effetti sono dovuti all'aumento dei corpi chetonici.

    Perdita rapida di peso (dai 3 ai 4 kg di massa grassa a settimana, più precisamente dal 7 al 10% del peso di partenza iniziale), con mantenimento del tono muscolare e della massa magra.

    Miglioramento della cellulite sia grazie all'azione lipolitica che all'azione sulla ritenzione idrica.

    Inoltre la dieta oloproteica è utile per prevenire o trattare tutte le condizioni patologiche o sub patologiche legate all'obesità ed alla sindrome metabolica, ovvero diabete di tipo II, problemi cardiovascolari, problemi di pressione e alterazioni dell'assetto lipidico (colesterolo e trigliceridi).

    La dieta oloproteica, essendo un regime alimentare molto restrittivo che provoca una condizione simil patologica come la chetosi, va prescritta solo ed esclusivamente da un medico competente. In alcuni casi risulta assolutamente controindicata come per esempio in gravidanza ed in allattamento, poichè è un regime alimentare non compatibile con queste due condizioni a causa della riduzione delle calorie. In tutti gli altri casi sarà il medico a valutare quando il paziente può sottoporsi a tale dieta e quando no.

    Gli effetti collaterali sono per lo più legati allo stato di chetosi, e si possono così riassumere:

    Spossatezza, mal di testa, giramenti di testa e sensazione di nausea. Questi effetti si verificano solitamente nelle prime 48 ore di trattamento, prima che si instauri la chetosi.

    Alitosi, stipsi, emicrania, che si verificano solitamente dopo le 48 ore di trattamento.

    Non sono riscontrati altri effetti collaterali o controindicazioni per la dieta oloproteica, purchè venga seguita per il tempo corretto.

    È la promessa della nutrizionista americana Haylie Pomroy, che ha contribuito alla perdita di peso di celebrities come Jennifer Lopez, Reese Witherspoon o Wendy Williams. 4 settimane per riattivare il metabolismo e cominciare a mangiare senza ingrassare più

    Che invidia quell'amica che mangia tanto e non ingrassa. Ma come fa? È fortunata: ha un metabolismo che brucia tanto. Eppure oggi diventare come lei è possibile. Come? Seguendo alla lettera il regime della nutrizionista americana Haylie Pomroy, che ha già stregato star americane come Cher, LL Cool J e Raquel Welch, e che ora arriva finalmente anche in Italia con La Dieta del Supermetabolismo - Mangi di più, perdi più chili (Sperling e Kupfer). Si perdono dieci chili in quattro settimane e non si riprendono più, mangiando ben cinque volte al giorno: tre pasti principali e due spuntini. Possibile? Sì, perché alcuni cibi hanno un potere bruciagrassi e riattivano il metabolismo. Quindi basta con i digiuni e il conteggio delle calorie, qui il punto non è più quante calorie si assumono, ma quante se ne bruciano.

    Il programma dura 28 giorni, ovvero quattro settimane, ognuna delle quali segue tre fasi: calmare gli ormoni dello stress, sbloccare il grasso accumulato e liberare gli ormoni che bruciano il grasso. In questo modo il metabolismo viene spiazzato, perché colto di sorpresa. E qui sta la forza del metodo.

    Cibo: carboidrati e verdure

    L’obiettivo: Stimolare l’organismo a calmarsi e a iniziare a digerire davvero gli alimenti, anziché accumularli. Far riabituare il corpo a trasformare gli alimenti che assume in energia, anziche? accumularli sotto forma di grasso. L’obiettivo e? fare in modo che l’organismo riprenda a bruciare cio? che si mangia.

    Attività fisica consigliata: di tipo aerobico

    L’obiettivo: agire in modo intensivo sulla struttura dell’organismo, trasformando il grasso accumulato in muscoli. Talmente intensa che non si puo? protrarre per piu? di due giorni. È incentrata sui muscoli, e i muscoli divorano calorie. Quindi più si è muscolosi, più si bruciano grassi.

    Attività fisica consigliata: esercizi con i pesi

    Cibo: grassi sani e verdure, carboidrati e proteine

    L’obiettivo: Bruciare anche i grassi. La Fase 3 è ricca di grassi, pochi carboidrati, poche proteine e frutta poco glicemica, ed è? qui che si cominciano a vedere i primi cambiamenti. Questa è la fase che appiattisce il ventre e spiana i rotoli di cellulite. Dura tre giorni, ed è quella più critica della dieta del Supermetabolismo. Si inizia a fornire all’organismo i grassi giusti, quelli buoni, dopo tutto il lavoro che è stato costretto a fare per trovare il grasso accumulato e metabolizzarlo.

    Attività fisica consigliata: rilassante, come yoga. Oppure una passeggiata o un massaggio.

    Mangiare 5 volte al giorno, 35 volte a settimana. Vietato saltare i pasti.

    Mangiare ogni 3­-4 ore, tranne durante il sonno.

    Fare colazione entro 30 minuti dal risveglio. Ogni giorno.

    Rispettare il programma fino al 28°giorno.

    Attenersi agli alimenti consentiti in ciascuna fase. Ripeto: solo gli alimenti previsti per la fase in cui siete.

    Bere ogni giorno 30 millilitri d’acqua ogni chilogrammo di peso corporeo.

    come fare la dieta bene

    Ricordiamoci infatti che se mangiamo troppo o male, o se ci basta ingoiare un po’ di pasta per assimilarla tutta, ciò produce un eccessivo accumulo di grasso che può diventare pericoloso e causare malattie come il diabete, l’ipertensione, la cardiopatia, l'insufficienza respiratoria, l'affaticamento muscolo scheletrico a carico delle articolazioni, eccessivo peso su ginocchio, schiena, anche ecc pertanto maggiore è il grasso e maggiori sono i rischi di sviluppare una delle malattie sopra elencate compresa l'obesità, la cellulite e la ritenzione idrica.

    Quindi per aiutarti, abbiamo preso dalla Guida 1 "Controlla il Peso e mantieniti sempre attivo" dell’Istituto Nazionale di ricerca sugli Alimenti e Nutrizione, INRA, una Tabella riepilogativa sulle attività quotidiane espresse in valori di dispendio energetico complessivo per ogni minuto di attività:

    Considera poi, che esistono diversi gradi di eccesso di grasso, e già il fatto di prendere coscienza del proprio peso, può essere un aiuto per iniziare una dieta.

    Per cui, se proprio non vogliamo salire sulla bilancia, prendiamo almeno un centimetro e misuriamoci la circonferenza della vita.

    La misura va presa in piedi e senza trattenere il respiro, nel punto che corrisponde alla “vita naturale”, ossia alla minore circonferenza del tronco.

    Se la misura della circonferenza della vita è superiore a 80-88 cm, è stimato un fortissimo rischio di contrarre numerose malattie considerate complicanze metaboliche dell’obesità. A questo punto, fai il calcolo peso ideale, e vedi quanti chili devi perdere e rivolgiti ad un nutrizionista o ad un dietologo professionista.

    Dieta 1200 calorie per dimagrire 5 chili in 20 giorni:

    Questo piano alimentare è una dieta ipocalorica di circa 1000/1200 calorie pensata anche e soprattutto per chi per motivi di lavoro è fuori casa a pranzo o per chi non vuole rinunciare ad un bel panino invitante. Per il fine settimana, inoltre, sono previsti una cena e un pranzo che è possibile ordinare al ristorante o in pizzeria.

  • Colazione: Una tazza di Latte (200 ml) con caffè e 2 fette biscottate integrali, oppure, 1 tazza di thè con uno Yogurt magro da 125 grammi
  • Pranzo: Un panino integrale (100 grammi) con 40 grammi di prosciutto cotto e un Pomodoro a fette. ! caffè.
  • Spuntino: 1 spremuta di arancia o pompelmo
  • Cena: Pasta (60 grammi pesate a crudo) condita con Polpa di Pomodori o Pomodorini freschi (50 grammi) e Zucchine (50 grammi) e 2 cucchiai di parmigiano + Fettina di vitello ai ferri (100 grammi) + Spinaci (100 grammi) Lessi o in padella conditi con 1 cucchiaino di olio di oliva.
  • Colazione: Una tazza di Latte (200 ml) con caffè e 2 fette biscottate integrali, oppure, 1 tazza di thè con uno Yogurt magro da 125 grammi
  • Pranzo: Toast (60 grammi per 2 fette) + Prosciutto Crudo (40 grammi senza grasso) oppure con sottiletta (20 grammi) + Prosciutto cotto (20 grammi). 1 caffè
  • Spuntino: 1 spremuta di arancia o pompelmo
  • Cena: Pasta (80 grammi a crudo) condita con 1 cucchiaino di olio, peperoncino e aglio - Calamaro alla griglia (100 grammi) + verdura lessa (100 grammi) condita con 1 cucchiaino di olio di oliva.
  • Colazione: Una tazza di Latte (200 ml) con caffè e 2 fette biscottate integrali, oppure, 1 tazza di thè con uno Yogurt magro da 125 grammi
  • Pranzo: 1 panino (100 grammi) con Prosciutto crudo (50 grammi) e Lattuga. 1 caffè
  • Spuntino: 1 spremuta di arancia o pompelmo
  • Cena: Pasta (60 grammi a crudo) condita con polpi (100 grammi) + 1 pomodoro maturo aglio, prezzemolo, peperoncino e 2 cucchiai di vino bianco per sfumare + 1 cucchiaino di olio - Peperoni (100 grammi) grigliati.
  • Colazione: Una tazza di Latte (200 ml) con caffè e 2 fette biscottate integrali, oppure, 1 tazza di thè con uno Yogurt magro da 125 grammi
  • Pranzo: Un panino (100 grammi) con Scamorza (40 grammi) + 2 fette di Pomodoro. 1 caffè
  • Cena: Una porzione di Minestrone di versura con Riso (40 grammi a crudo) + 2 cucchiai di Parmigiano e 1 cucchiaino di Olio - Fettina di Vitello (80 grammi) + Scarola (100 grammi) + 1 cucchiaino di olio.
  • Colazione: Una tazza di Latte (200 ml) con caffè e 2 fette biscottate integrali, oppure, 1 tazza di thè con uno Yogurt magro da 125 grammi
  • Pranzo: Un panino (100 grammi) con frittata preparata con 1 uovo e zucchine (50 grammi) e Cipolla. 1 caffè.
  • Spuntino: Macedonia con Mezza Mela , mezzo kiwi e 100 grammi di frutti di bosco o fragole
  • Cena: Riso (60 grammi) cin 1 cucchiaio di Piselli, Zucchine (20 grammi) Fagiolini (20 grammi) + 1 cucchiaino di olio d’oliva. - Pesce (80 grammi) cotto ai ferri + Verdura (100 grammi).
  • Colazione: Una tazza di Latte (200 ml) con caffè e 2 fette biscottate integrali, oppure, 1 tazza di thè con uno Yogurt magro da 125 grammi
  • Pranzo: Pasta (40 grammi) condita con Pomodori Pelati (60 grammi) + 1 cucchiaino di olio - Pesce o carne ai ferri (80 grammi) + Zucchine (200 grammi) alla griglia con prezzemolo, aglio e pepe.
  • Cena: Una pizza di media grandezza con verdure. 1 caffè.
  • Colazione: Una tazza di Latte (200 ml) con caffè e 2 fette biscottate integrali, oppure, 1 tazza di thè con uno Yogurt magro da 125 grammi
  • Pranzo: Una Tagliata di Carne con rucola + 2 patate bollite + 1 sorbetto al limone. 1 caffè
  • Cena: Pasta (60 grammi) condita con Ricotta (60 grammi) Rucola (60 grammi) + Finocchi (50 grammi) e 1 cucchiaino di Olio.