dieta zona cuanto peso si perde

perdere peso velocemente in palestra

Salve ho 14 anni e peso quasi 36 kili non so più come fare….da piccola mia madre mi portò da un dottore ma disse che è proprio così il mio fisico e digerisco subito le cose che mangio.

Quando mangio a pranzo dopo di un pò ho sempe fame, e così tutti i giorni…vi prego aiutatemi sono disperata e anche i miei genitori lo sono…Non ho ancora fatto lo sviluppo e i miei genitori si preoccupano perchè con una corporatura così gracile, facendo lo sviluppo e pendendo sangue possa peggiorare la cosa…Aspetto le vostre risposte per qualche consiglio

Io ho sentito parlare di un erba l’hoodia ma non so se è legale,cmq dovrebbe far passare la fame..voi la conoscete? Qualcuno l’ha mai provata?

La cosa che tutti trascuriamo purtroppo quando si parla di ritrovare la forma fisica è l’aspetto psicologico.

Diete estreme ed ore di sport non contano nulla se la nostra mente non è serena.

Io fino a 18 anni ero praticamente sferica, poi finita la scuola inizia una stagione estiva…lavoravo, la sera uscivo con i miei amici, mi divertivo, non pensavo a nulla, la mia mente era così libera e serena…oserei dire che mi sentivo bene e felice nonostante i mie 25 kg di troppo.

Bhe senza accorgermene il mio corpo ha iniziato a buttare via tutto l’eccesso così come aveva già fatto la mia mente. Io vestivo sempre largo e non mi ero accorta di essere dimagrita finchè una sera rincorrendo un mio amico non sono rimasta in mutande…i jeans mi cadevano. A casa mi pesai…avevo perso 18 kg e non me ne ero accorta. Dalla gioia ero così positiva che nel giro di un paio di mesi persi altri 7-8 kg.

Negli anni ho ripreso qualche kg a periodi e per poi tornare al peso forma, finchè un forte stress mi provocó una gastrite terribile e mi bastavano due forchettate in più per vomitare l’anima.

Il dottore mi consiglió di non riempire mai lo stomaco ma di tenerlo in costante

Movimento. Mangiavo pochissimo e spessissimo.

Ogni ora mangiavo qualcosa: una mela, uno yogurt vitasnella (ha pochissime calorie), due biscotti secchi…a pranzo verdura cotta o jocca, la sera gelato!

Bhe la mia gastrite mi ha portato a raggiungere 59 kg per il mio 1,80 di altezza.

Inutile dire che mi vedevo comunque grassa, in fondo sono una donna e sono programmata per non essere mai pienamente soddisfatta.

Purtroppo a causa di una cura ormonale e di un periodo pesante sono ingrassata a dismisura, ed ora mi ritrovo ad essere nuovamente una sfera. Una sfera con due begli occhi e lunghi capelli, ma sempre sfera resto.

Guardare le foto in cui dalla mia minigonna facevano capolino gambe perfette e

Lunghissime non aiuta, e lo stress accumulato è talmente tanto che ho lo stomaco contorto in un continuo ribollire di acidi gastrici.

In dieci giorni ho perso 3 kg, ma stando malissimo, e il solo pensiero di una gastrite lunga 6 mesi come l’ultima che ho avuto mi fa rabbrividire.

Credo che l’unica soluzione sia pensare prima alla mia mente, il corpo poi la seguirà di conseguenza…e tornare al vecchio metodo, mangiare pochissimo e spessissimo!

SALVE,HO 36 ANNI E NELLA MIA VITA HO FATTO SEMPRE IL TIRA E MOLLA CON IL PESO,A 14 ANNI SONO ARRIVATA A 75 KG,PER 1,69 DI ALTEZZA,POI A 16 ANNI DOPO DIETE VARIE FAI DA ME,A 59 KG,POI FINO AL MATRIMONIO ERO CIRCA 65 KG,SUCCESSIVAMENTE CON LA PRIMA GRAVIDANZA A 70 KG E DOPO LA SECONDA UN CRESCENDO DA 80 KG AI 91KG ATTUALI,ALLORA MI SONO STUFATA E MI SONO RIVOLTA INSIEME A MIO MARITO(INGRASSATO DI PARI PASSO CON ME) ad un nutrizionista LUNEDI’ SCORSO ED ABBIAMO CAPITO CHE TANTE ABITUDINI ALIMENTARI SONO SBAGLIATE,CHE A VOLTE SI MANGIA UN PANINO CREDENDO SIA POCO E INVECE SI ECCEDE CON CARBOIDRATI E BISOGNEREBBE MANGIARE PIU’ PROTEINE,FRUTTA E VERDURA,POCHI FORMAGGI E MEZZ’ORA DI ATTIVITA’ FISICA AL GIORNO E BERE DUE LITRI DI ACQUA.

per caso mi sono trovata su questo sito e mi è venuta la pelle d’oca.

Ma stiamo cherzando? 10Kg in un mese?queste diete e soluzioni drastiche sono un masochismo inaudito…..ve lo dice chi da adolescente ha fatto la fame come voi per perdere peso non ascoltando medici e dietologi, ho fatto di testa mia e mi sono trovata un metaboliso che tutt’oggi mi presenta il conto…..volete davvero dimagrire? rivolgetevi a chi sa cosa fare, ma soprattutto abbiate pazienza,i chili si perdono con calma. E poi la vita è un dono prezioso non sciupatela fissandovi per cose futili come la linea e la dieta, pensate e a quelllo che di buono avete. questo non vuol dire,mangiate come vi pare ed ingrassate,ma c’è sempre una soluzione equilibrata per tutto.

ciao a tutti mi kiamo laura, ho 11anni e peso circa 63 kg.aiutatemi x favore.

ciao a tutti sono alta 1.68 e peso 110 kg ho fatto la dieta all’età di 10 anni ho perso 13 kg ma li ho ripresi tutti e li triplicati sono ansiosa su tutto sono chiusa e quello che faccio tutto il giorno è mangiare e guardare la tv anche se non lo voglio fare vengo da una famiglia che per dimagrise di sono operati ma io non voglio farlo voglio fare la dieta ma non so perchè dopo 2 settimana nn ce la faccio più aiutatemi voglio dimagrire vorrei arrivare a 78 kg almeno e la cosa più brutta è che ho 15 anni

hai raggione oggi sto a dieta e poi ti faccio sapere tra un mese come va baci elisabettab

ciao ragazzi io peso 83kg e ho 13 anni e vero sono robusto anzi troppo io circa 4 5 mesi fa andai in palestra e mangiavo poco circa da gennaio a marzo e avevo perso 6kg circa mangiando normale e pesavo 75kg ma smessi x problemi familiari e sono peggiorato circa 2kg da quando cominciai la palestra potete darmi una dieta che mi faccia dimagrire veloce ma senza ammalarmi

P.S ho skype e mi chaimo caputo.domenico2 o msn ultras.domenico@hotmail.it

ciao a tutti mi chiamo alessia sono alta 1.35 ho 9 ANNI E PESO 54KG e ho letto le vostre storie e ora racconto la mia.

per via di una malattia che ho avuto ad 1anno e mezzo ho preso cortisone anzi tantissimissimo e sono diventata cicciona allora i medici mi hanno messo a dieta ma niente.

così a sette annia quando sono guarITA HO DECISO DI FARE SPORT MA COME PER DISPETTO UN MESE DOPO UNA MALATTIA E COSI NIENTE DIETA.VORREI PROVARE A MANGIARE POCO MA…..

CIAO A TUTTI E SE MI VOLETE RISCRIVERE SU QUESTO SITO SCRIVETE ALESSIA 2 PERCHè HO VISTO CHE CE NE è UN’ALTRA

mi chiamo ornella, ha quatordicianni, sono alta 1,70 e peso 65 chili, bensì che più di 5 anni fà pesavo cinquanta chili.

Questi 15 chili in più non mi sento a mio agio e per di più ho provato di tutto e stò ancora tentando, perchè non mangio carne e pesce perchè sono vegetariana,non mangio neanche la cioccolata, i dolci, le caramelle, le torte, e nemmeno le merendine e non bevo succhi di frutta, bibite di qualsiasi genere e neanche acqua gassata, ma mangiotantissima frutta e verdura biologica e bevo due litri e mezzo di acqua naturale al giorno.

Non so più cosa fare, mi potete dare dei consigli perfavore?

diete dimagranti nuove

Colazione: spremuta d’arancia e tuorlo d’uovo;

Spuntino: frutta fresca e secca;

Pranzo: fusilli, rucola e speck, bietole lesse, pane integrale; o passato di verdure;

Cena: pollo, carpaccio con funghi e grana, spinaci bolliti, olio d’oliva, panino integrale.

Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato o yogurt, caffè, poco zucchero, fette biscottate, miele;

Spuntino: frutta o gallette di riso

Pranzo: zuppa di lenticchie con carote, cipolla, pomodoro e spinaci;

Cena: insalata caprese e asparagi bolliti o passato di zucca rossa, melanzane, funghi e riso integrale.

Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato, caffè con poco zucchero, fette biscottate, poca marmellata o miele;

Pranzo: riso integrale con piselli e parmigiano, insalata di pomodori e lattuga, panino integrale;

Merenda: frutta fresca o muesli;

Cena: carne ai ferri, verdura lessa, un panino integrale.

Liberi, limitando il consumo di carboidrati.

Scopri come funziona una dieta proteica: esempio di menù settimanale dimagrante per donna e uomo e schema completo di dieta iperproteica per la palestra mirata allo sviluppo muscolare. Informazioni sulle controindicazioni che un’ alimentazione ricca di proteine può comportare ed approfondimenti sulle principali tipologie di diete proteiche.

Generalmente un regime alimentare si definisce proteico quando prevede l'assunzione di grandi quantità di proteine, abbinato ad una riduzione delle fonti di carboidrati.

Questo tipo di dieta è, secondo i suoi sostenitori, il miglior modello alimentare per mantenersi in forma e non mettere adipe dato che le fonti energetiche sono prevalentemente proteine e grassi, nutrienti che rientrano nelle cosiddette fonti energetiche a lenta utilizzazione e che, fornendo un apporto energetico equilibrato, non determinano aumento di peso.

Il confronto con la mediterranea.

Per capire meglio di cosa stiamo parlando può essere utile fare una breve premessa. Come molti sapranno l’ organismo per funzionare ed essere in salute ha bisogno che gli vengano forniti costantemente macro e micronutrienti, in altre parole che si segua una dieta “sana” ed “equilibrata”.

Se la necessità di coprire il fabbisogno giornaliero dei nutrienti è universalmente riconosciuta, sulla visione di dieta “sana ed equilibrata” le opinioni sono piuttosto diverse, in molti casi legate ad abitudini culturali e geografiche.

Nel nostro paese il modello di dieta “equilibrata” che primeggia è quello della mediterranea, che prevede che il fabbisogno calorico dell’organismo sia coperto per il il 50 – 60% dai carboidrati, per massimo il 30% dai grassi e per il 15% circa da proteine.

Una dieta proteica prevede invece che l’apporto energetico ricavato dai carboidrati venga ridotto a vantaggio di quello che si acquisisce dalle proteine.

In una dieta proteica quindi l’equilibrio dei nutrienti potrebbe essere ad esempio 40% dai carboidrati, per massimo il 30% dai grassi e per il 30% circa da proteine.

Assolutamente no! Anche se tutte hanno in comune il principio di base, ovvero l’assunzione preferenziale di proteine e lipidi rispetto ai carboidrati, esistono diversi tipi di diete proteiche con obbiettivi diversi.

Per comodità didattica potremmo distinguerle in tre macro categorie:

  • proteiche per il mantenimento del peso: sono diete normo-caloriche che si basano sul principio che le fonti proteiche forniscono un tipo di calorie che rende molto più semplice mantenere costante il proprio peso corporeo.
  • proteiche dimagranti: sono diete ipocaloriche che si fondano sulla convinzione che ridurre l’apporto energico abbinato un alto consumo di proteine possa stimolare il metabolismo e consentire una rapida perdita di grasso.
  • proteiche per lo sviluppo della massa muscolare: sono diete iper proteiche che si basano sul principio che essendo le proteine i mattoni dei muscoli un consumo di elevate quantità di questi nutrienti possa favorire un veloce sviluppo della muscolatura.
  • Vediamo nel dettaglio le caratteristiche, vantaggi e svantaggi delle diverse tipologie.

    Come visto sopra, molti sostengono che assumere un maggior quantitativo di proteine sia un ottima strategia per non aumentare le riserve di grasso, secondo alcuni studi un alto consumo di proteine influirebbe addirittura sul metabolismo velocizzandolo.

    A prescindere dalla veridicità o meno di queste affermazioni tutte le diete proteiche, riducendo il consumo di carboidrati e di cibi con elevato indice glicemico, inducono l'organismo ad utilizzare i depositi di grasso, il che fa registrare generalmente una perdita di peso durante il primo periodo, anche se non si segue un regime proteico ipocalorico, in quanto metabolizzato il glicogeno, il corpo elimina grandi quantità di acqua.

    Quando poi l'organismo comincia ad utilizzare il grasso depositato per produrre energia, la perdita di peso rallenta e si entra quindi nella fase di mantenimento del peso.

    Analizziamo ora i meccanismi per cui le diete proteiche renderebbero più facile il controllo e mantenimento del peso rispetto ad altri modelli alimentari:

    Le proteine danno un maggior senso di sazietà rispetto ai carboidrati riducendo l'appetito e quindi lo stimolo a mangiare. I carboidrati sono digeriti dal nostro organismo più rapidamente e quindi in una dieta ricca di zuccheri il senso di fame è più frequente.

    Le proteine stimolano molto meno dei carboidrati la produzione di insulina, ormone che svolge un ruolo decisivo nel maggiore accumulo di depositi di grasso.

    dieta para quem amamenta perde peso

    Nessuno può dare alcuna garanzia, ma i risultati hanno dimostrato che quando utilizzi i migliori cerotti dietetici, puoi perdere 4,5 kg o più del tuo peso extra.

    Ad esempio, il nostro cerotto dietetico numero uno Slim Diet Patch ha fatto perdere alle persone più di 5 kg e, nel caso di un utente, anche 6 kg in un mese.

    Naturalmente, quanto peso perderai dipende da quanto ne hai da perdere e se combini l'uso dei cerotti con una buona dieta ed esercizio fisico.

    Eppure, tutte le prove suggeriscono che non importa quali siano le circostanze, indossando un cerotto hai maggiori probabilità di perdere peso di quelle che avresti senza cerotto. Questo è il motivo per cui si consiglia vivamente di utilizzare i cerotti dimagranti come perfetta alternativa ad altri integratori alimentari.

    La risposta corretta alla domanda come perdere peso è cambiare lo stile di vita, dedicarvi quotidianamente allo sport e curare l’alimentazione; la sedentarietà e l’alimentazione scorretta sono, infatti, i principali nemici per il vostro peso.

    Per molte donne la bilancia è un incubo perché mostra, senza filtri, quanto si è in sovrappeso o fuori forma. Specialmente quando l’estate è alle porte, in tante si chiedono come perdere peso velocemente e vanno alla ricerca di diete o integratori alimentari in grado di compiere il miracolo. Alcune diete promettono di perdere peso in pochissimi giorni o in poche settimane, mentre le pubblicità ci suggeriscono di indossare anche un abbigliamento che facilita la sudorazione. Sapete cosa accadrà? Probabilmente perdere peso ma non dimagrirete veramente.

    Bisogna tenere a mente che c’è una differenza sostanziale tra perdere peso e dimagrire. Perdere peso senza perdere grasso vuol dire disidratarsi, ridurre le masse ossee e i muscoli mantenendo l’adipe. Dimagrire, invece, vuol dire eliminare l’adipe e irrobustire i muscoli e le ossa.

    All’inizio, il peso potrebbe essere più alto, perché il muscolo pesa più del grasso corporeo, ma nel tempo noterete il dimagrimento. Prova saranno lo specchio e la bilancia.

    I medici suggeriranno tra i rimedi come perdere peso l’attività sportiva regolare

    Se chiedete ad un medico o a un nutrizionista come perdere peso vi risponderà, immediatamente, suggerendovi di cambiare lo stile di vita, di dedicarvi ad uno sport e di curare l’alimentazione. La sedentarietà e l’alimentazione scorretta sono, infatti, i principali nemici per il vostro peso.

    Le regole per perdere peso e dimagrire sono poche. E’ importante fare in modo che queste diventino un’abitudine nel tempo e non solo un’azione di pochi giorni, settimane o mesi.

    La prima regola è fare movimento per bruciare calorie e aumentare il metabolismo. Questo avviene solo dedicando quotidianamente del tempo all’esercizio fisico. Nelle palestre i programmi di allenamento sono differenti e potrete scegliere tra corsi di pilates e yoga. Questi, oltre ad aiutarvi a ridurre il giro vita vi faranno rilassare, o scegliere corsi più aerobici, come lo spinning e la zumba. Se la palestra non è il vostro ambiente preferito, potrete optare per la piscina.

    Un’altra alternativa è dedicare ogni giorno un’ora del vostro tempo ad una camminata veloce, a una passeggiata in bicicletta o alla corsa all’aria aperta.

    Se, poi, abitate in un condominio non vi resta che preferire salire le scale che usare l’ascensore.

    Seguire una corretta alimentazione è la risposta a come perdere peso velocemente

    Parlando, invece, di alimentazione, sono in tante le persone che credono che saltando i pasti o facendo digiuni prolungati si perda peso. Nulla di più sbagliato. Questo metodo non risponderà alla domanda come perdere peso ma a come ingrassare. Il digiuno rallenta il metabolismo e quindi impedisce al corpo di smaltire più velocemente i grassi.

    Una corretta alimentazione prevede di fare un’abbondante colazione, un pranzo adeguato e una cena leggera. Tra i pasti principali è consigliato fare degli spuntini leggeri e non eccessivi, a base di frutta fresca o secca (mandorle, noci). Sono tanti i nutrizionisti che suggeriscono anche di alimentarsi con frullati e centrifughe di frutta e verdura per disintossicare e drenare l’organismo.

    Siate regolari a tavola e rispettate gli orari; dopo ogni pasto è consigliabile non sedersi immediatamente sulla poltrona o andare a letto.

    Ma qual è la dieta alimentare indicata a rispondere a chi si chiede come perdere peso? Bisogna preferire un’alimentazione ricca di frutta e verdura, di carni magre e di pesce, limitare il consumo di carni grasse, carboidrati (pasta e pane) e formaggi ed evitare fritture, salumi, cibi in scatola e dolci.

    Per condire o dare sapore alle vostre ricette potete utilizzare, oltre ad un filo di olio, l’aceto di mele.

    Nel pomeriggio o la sera concedetevi delle bevande depurative e drenanti, come ad esempio il te verde o una tisana allo zenzero.

    È fondamentale bere molta acqua durante l’arco della giornata, almeno 2 litri al giorno; inoltre, la mattina appena svegli, a digiuno, bere dell’acqua tiepida con il limone aiuta a ridurre i grassi ed accelerare velocemente il metabolismo. Quando si cerca come perdere peso bisogna anche ricordare di evitare bevande zuccherate, energetiche e alcoliche e preferire del vino rosso.

    Bere almeno due litri di acqua al giorno fa perdere peso

    Chi non ha mai detto o pensato “ci vorrebbe una giornata di 48 ore o più per adempiere a tutti gli impegni della giornata”? L’eccessivo stress e la mancanza di sonno contribuiscono a farvi ingrassare. Chi cerca come perdere peso in poche settimane deve ricordarsi che dormire bene è fondamentale per ricaricare l’organismo e ridurre lo stress, ma anche attivare il metabolismo e quindi dimagrire in fretta. Non a caso, i medici consigliano di dormire almeno 7-8 ore a notte.

    Non è un segreto per nessuno che un importante numero di persone nel mondo sono concentrate sul perdere peso per sfoggiare la figura che vogliono, tuttavia, c'è chi desidera aumentare di peso per guadagnare massa muscolare e ottenere una figura più sana. Essere al di sotto del peso raccomandato mette a rischio la salute e favorisce la comparsa di varie patologie, tuttavia, non è sempre facile prendere qualche chilo. Scegliere gli alimenti appropriati, ottimizzare il conteggio di calorie e svolgere attività fisiche per sviluppare la massa muscolare sono alcune strategie utilizzate comunemente per realizzare tale obiettivo. Continua a leggere perché su unCome.it ti spieghiamo in dettaglio come prendere peso velocemente.

    La prima cosa da sapere prima di iniziare il piano per prendere peso, è quante calorie al giorno stai consumando. È importante avere chiaro se la tua assunzione calorica è molto al di sotto di quanto dovresti consumare secondo il sesso ed età, oppure se è al livello appropriato ma, nonostante ciò, il tuo corpo le consuma in maniera efficace e pertanto non prendi peso. Nel nostro articolo quante calorie devo mangiare al giorno secondo l'età, ti spieghiamo nel dettaglio la quantità da ingerire.

    Una volta determinato il numero approssimativo, dovrai pianificare bene i pasti per aggiungere 500 calorie quotidiane in più di quelle che consumi abitualmente. Ciò può aiutarti a prendere 500 grammi di peso a settimana, una cifra abbastanza adeguata per un aumento di peso sano e proporzionale. Se l'obiettivo è guadagnare 1 chilo a settimana, allora dovrai aumentare la tua assunzione di 1000 calorie al giorno.

    Invece di 3 pasti al giorno ne dovrai completare almeno 5: la prima colazione, una merenda a metà mattina, il pranzo, una merenda di pomeriggio e la cena, inoltre e se è possibile fai un piccolo spuntino prima di andare a riposare, in totale 6 pasti al giorno.

    Dovrai sempre ingerire porzioni non troppo grandi, soprattutto se il problema è che non hai molto appetito. La chiave non consiste nel riempire il piatto fino in cima ma di ingerire alimenti di qualità che ti consentano di prendere peso, ecco perché ogni giorno si raccomanda di consumare:

  • Almeno 180 grammi di proteine composte da ingredienti come pollo, tacchino, carne rossa, carne di maiale, uova, frutti di mare o pesce, in particolare quello azzurro come nel caso di salmone, tonno, sardine o trote in quanto contengono grassi benefici che possono favorire la salute.
  • Di tutte le calorie che consumi, come minimo il 20% devono essere grasse. Opta per prodotti sani, come l'olio d'oliva, di lino, canola o mais, l'avocado, i pesci azzurri, la frutta secca o i latticini interi.
  • Non dimenticare i carboidrati: alimenti come le patate, le patate dolci, le lenticchie, i ceci, le fave, i fagioli, i piselli, il pane preferibilmente integrale, la pasta o il riso sono forti alleati per te.
  • Se cerchi di prendere peso velocemente in maniera sana ma efficace, puoi aggiungere alla tua dieta alcuni alimenti considerati molto calorici ma che andranno bene. Alcuni esempi sono:

    dieta para quem amamenta perde peso

    Da tempo è diventanta di gran moda la dieta Lemme, ossia un regime dietetico ideato dal.

    Colesterolo: dieta consigliata Una dieta che permetta di rimanere in salute e allo stesso tempo di.

    Graditi dalla maggior parte degli italiani e inseriti in alcuni regimi dietetici, i formaggi sono apprezzati.

    La contusione è il risultato di una lesione dei tessuti provocata dall’azione violenta di un corpo.

    I biscotti sono una vera delizia da mangiare, a colazione per accompagnare il caffè e.

    Quest’oggi vi proponiamo una nuova ricetta super light, ossia le tagliatelle alla crema di zafferano. Si.

    Seguire un'alimentazione corretta ogni giorno è quanto mai indispensabile se vogliamo mantenerci in buona salute ed evitare di dover ricorrere a diete per dimagrire velocemente. Sia che si intenda perdere peso, sia che si desideri semplicemente mantenere la linea attuale seguendo però un'alimentazione bilanciata, all'interno del nostro sito Dieta Gratis (Dietagratis.com) potrete accedere a tantissimi consigli.

    Molte persone infatti ritengono erroneamente che la dieta sia un'esclusiva di coloro che intendono perdere i chili di troppo. In realtà con questo termine si vuole intendere quello che è per ognuno di noi il regime alimentare equilibrato da seguire per mantenersi in buona salute.

    I benefici della dieta sono tanti. Prendiamo come esempio la nostra dieta mediterranea. È apprezzata in tutto il mondo proprio per i suoi effetti positivi sulla salute. Grazie a questo regime alimentare si riesce a mantenerci in buona salute, tenere a bada l'aumento di peso e nutrire l'organismo con tutti gli alimenti di cui ha bisogno, riducendo l'ingresso delle sostanze dannose in modo sostanzioso.

    Si potrebbe parlare quindi di dieta, intesa proprio come quel regime alimentare soggettivo che consente a tutti di vivere bene e in buona salute, assecondando il suo corpo e i suoi bisogni. E si potrebbe parlare di dieta dimagrante, la quale appunto ha come scopo ultimo quello di far perdere i chili di troppo.

    Per perdere peso in modo salutare è importante rivolgersi a un nutrizionista che possa seguirci nelle varie fasi del nostro cambiamento alimentare. Molte persone si chiedono "come dimagrire", ma di fatto non pongono la stessa domanda al giusto professionista, rischiando spesso di creare anche pericolosi squilibri. Qui su Dieta Gratis infatti cerchiamo di offrirvi alcuni spunti utili, ma il nostro scopo non è quello di sostituire un esperto. La nostra passione è l'alimentazione e le diete e quindi, vogliamo condividere ciò che apprendiamo senza per questo voler invitare nessuno all'auto-dieta.

    Altra cosa sulla quale riflettere è il fatto che molte persone vogliono dimagrire velocemente. Ciò di fatto può essere possibile, ma quali sono i rischi per la salute? Ecco infatti che molte persone iniziano a seguire diete sbagliate o comunque poco idonee al loro metabolismo, rischiando di cadere in eccessi o in carenze alimentari. Avere la pancia piatta, smaltire i chili di troppo, snellire le cosce o il giro vita, richiede impegno e sacrificio. Richiede il seguire una dieta dimagrante giusta evitando assolutamente ad esempio di mangiare poco sperando così di dimagrire in fretta.

    Per perdere peso esistono tante diete, alcune molto famose come la dieta Dukan, altre che invece stanno diventando molto conosciute negli ultimi tempi come ad esempio la dieta del supermetabolismo e la dieta del gruppo sanguigno. Si tratta di regime alimentari a volte estremi e anche noi qui su Dieta Gratis ne abbiamo spesso discusso, cercando di mettere in mostra le luci e le ombre di questi regimi alimentari.

    Contrariamente a quanto molti pensano, la colazione è un pasto principale a tutti gli effetti. Certo, è quantitativamente inferiore agli altri due, pranzo e cena, ma ha un ruolo ben preciso e molto importante.

    Soprattutto nelle diete per perdere peso, una colazione “sbagliata” può vanificare gran parte del lavoro. Questo perché è necessaria a:

  • Fornire l'energia indispensabile all'organismo che, dopo circa 12 ore di digiuno e nel contesto di una lunga terapia alimentare, può avere una necessità impellente di calorie
  • Colmare il desiderio di cibo fin dal primo risveglio; è un aspetto talvolta sottovalutato ma che sta alla base della maggior parte delle diete disorganizzate o caratterizzate da uno - due pasti, molto abbondanti, soprattutto della cena.
  • Le diete per perdere peso sono regimi alimentari che favoriscono lo smaltimento del grasso contenuto nel tessuto adiposo sottocutaneo e viscerale. Per fare ciò, è essenziale che la dieta per perdere peso:

  • Fornisca meno calorie totali di quante ne vengono consumate - dieta ipocaloricadimagrante al 70% dell'energia normale
  • Ponga l'organismo in una condizione metabolica adeguata, attraverso l'equilibrio nutrizionale e un conseguente flusso ormonale corretto (evitando l'impennata insulinica, rispettivamente causata dall'eccesso calorico, soprattutto di alimenti raffinati ad alta concentrazione di carboidrati).
  • Ovviamente i principi basilari della dieta per perdere peso devono essere riprodotti sui singoli pasti, senza alcuna eccezione, senza però ostacolare le scelte alimentari più adeguate alla situazione.

    La giusta colazione per perdere peso ha un apporto calorico adeguato. Generalmente, secondo la ripartizione mediterranea, questo pasto dovrebbe fornire all'incirca il 15% dell'energia totale. Si tollerano variazioni di ±2/3 %, ma non di più, per evitare il rischio di vanificare la strategia di organizzazione dei pasti.

    Per fare un esempio, in una dieta da 2100 kcal, la colazione dovrebbe fornire all'incirca 315 kcal (tra le 252 e le 378 kcal). “Spannometricamente” parlando, per verificare l'adeguatezza delle porzioni (dando per scontata la corretta scelta degli alimenti), si dovrebbe avvertire appetito circa 2 ore e 30' dopo la colazione (con le dovute differenze legate alla soggettività e allo stile di vita). D'altro canto, se la dieta fosse di tipo ipocalorico dimagrante, per la stessa persona (che non aumenta l'attività fisica) le calorie totali diventerebbero 1470 kcal e quelle della colazione comprese tra 176 e 265 kcal (221 kcal).

    La colazione per perdere peso deve anche essere equilibrata. Il modello della dieta mediterranea prevede di fornire all'incirca il 25-30 % di calorie da lipidi (prevalentemente insaturi, con il 2,5% di grassi essenziali), non meno del 12-13 % (e assolutamente non più del 18-20 %) di energia dalle proteine (da cui almeno 1/3 ad alto valore biologico) e il rimanente da carboidrati, di cui una piccola parte semplici (10 e non oltre il 16 %); sono essenziali all'equilibrio nutrizionale anche: 30 g/die di fibre alimentari, una quota di colesterolo

    Come si potrà osservare dagli esempi riportati nella tabella sottostante, la differenza tra una colazione normale e una per dimagrire non consiste solo nella porzione, ma anche nella scelta degli alimenti. La riduzione del 15% delle calorie avviene sia grazie ad una minor “quantità” di alimenti, sia in virtù della differente composizione nutrizionale.

    E' sempre presente il latte, quale fonte importantissima di acqua, riboflavina e calcio. Inoltre, la piccola concentrazione di proteine e l'alta quantità d'acqua determinano una lenta digestione del pasto. Questa caratteristica, oltre a ritardare l'insorgenza di appetito, diminuisce l'impennata insulinica che potrebbe sopraggiungere mangiando solo derivati dolci delle farine ad alto indice glicemico.

    Variando la scrematura del latte possiamo aumentare o diminuire l'apporto di grassi e calorie. Quello delattosato permette di inserirlo anche nella dieta dell'intollerante al lattosio. Quello di soia è ideale per i vegani e per chi soffre di allergia alle proteine del latte, purché sia rinforzato nei nutrienti potenzialmente carenti (calcio e riboflavina).

    L'altro gruppo di alimenti sempre presente è il III, ovvero quello dei cereali e derivati. Fonte naturale di amido, questi cibi strutturano la maggior parte dell'apporto calorico della colazione. Contribuiscono anche ad apportare certi minerali e vitamine. Le fibre ne diminuiscono la densità calorica ed anche l'indice glicemico; aumentano invece l'apporto di sali e vitamine.

    La marmellata e il miele aumentano la frazione degli zuccheri semplici, ad alto indice glicemico, quindi più velocemente disponibili, e contribuiscono ad aumentare l'appetibilità del pasto. Il cacao, nonostante contenga prevalentemente grassi, ha la stessa funzione alimentare.

    Proponiamo ora alcuni esempi di colazione per perdere peso riferiti a casi diversi e con differenti necessità: