come dimagrire le cosce subito

dieta colesterolo agnello

O cérebro requer um suprimento constante de aminoácidos para manter níveis de energia, foco e concentração.

Estudos mostram que quando a privação de aminoácidos ocorre, aprendizagem e coordenação afetadas, mas uma vez que todos os aminoácidos necessários são reintroduzidos na dieta, melhora as habilidades de aprendizagem e motor.

Agora, muitos estudos mostram que uma associação positiva existente entre comer mais alimentos com proteína e a melhora da saúde óssea.

O efeito da proteína nos ossos também se relaciona com os alimentos de proteínas específicas sendo comidos e ingestão de nutrientes de osso edifício importantes como cálcio e magnésio.

Uma dieta rica em proteínas de alimentos, rica em nutrientes pode curar ossos quebrados, evitar fraqueza óssea, fraturas e até mesmo osteoporose, aumentando a absorção de cálcio e ajudando com metabolismo ósseo.

Estudos recentes em idosos nos Estados Unidos mostram que as maiores perdas óssea ocorrerem em pessoas idosas com uma ingestão de baixa proteína de 16 a 50 gramas por dia.

Acredita-se que quando alguém come um baixo nível de proteína, produção de fator de crescimento semelhante à insulina é reduzida, que por sua vez tem um efeito negativo sobre o metabolismo de cálcio e fosfato nos ossos.

Alguns estudos mostram que uma relação inversa entre a ingestão de proteínas e risco de doença cardíaca tem sido observada em adultos, como dietas ricas em proteínas superiores parecem um dos remédios naturais para pressão arterial elevada.

Além disso, substituindo alimentos ricos em carboidratos com resultados de proteína em diminuir o colesterol “ruim” LDL e triglicérides.

Um dos papéis principais de alimentos de proteína está ajudando o corpo a sintetizar a glutationa, muitas vezes chamada o “mestre antioxidante.”

Glutationa é armazenada dentro de nossas próprias células e ajuda a desintoxicar e reduzir substâncias cancerígenas.

Estudos animais e humanos, a que ambos mostram que a ingestão adequada de proteínas é crucial para a manutenção da glutationa e ajuda o corpo permanecer em um estado de equilíbrio “homeostase”.

Deficiência de glutationa contribui para o estresse oxidativo, que desempenha um papel fundamental em doenças relacionadas com a idade, como a doença de Alzheimer, doença de Parkinson, doença hepática, fibrose cística, anemia falciforme, câncer e infecções virais.

Conforme você envelhece, seu corpo é menos capaz de sintetizar aminoácidos por conta própria, que é uma das razões por que a quantidade de músculo que você tem tende a diminuir ao longo dos anos, enquanto a gordura se acumula.

Isso torna ainda mais importante que comer a abundância de alimentos ricos em proteínas para apoiar não só um peso de corpo saudável, mas ao manter sua memória afiada, energia e a força e equilíbrio no lugar.

Algumas pessoas estão preocupadas com a função renal ou a função hepática que pode sofrer quando sua dieta é muito rica em proteínas.

No entanto, há muita evidência que uma dieta bem arredondada que têm moderados a altos níveis de proteína de alta qualidade irá causar problemas em pessoas saudáveis… da mesma forma, como mencionado anteriormente, proteína parece ajudar com osso e em oposição à prevenção dos riscos para a saúde do coração, piorou as condições de saúde.

Dito isso, comer altos níveis de proteína está correlacionada com alguns riscos de saúde em certos casos.

Comer mais calorias em geral do que seu corpo pode usar, se a partir de proteína ou de outra fonte, não resultará em melhor saúde e contribuir para o ganho de peso.

Muito rica em proteínas também pode levar a problemas digestivos, como constipação, alterações nos níveis de açúcar no sangue e, possivelmente, bactérias e leveduras de crescimento no intestino.

Negligenciando outros nutrientes e comer uma grande quantidade de proteína podem também colocar pressão sobre seus órgãos enquanto eles trabalham para equilibrar o nível de pH do seu corpo (desde alimentos de origem animal podem ser ácidos na natureza).

Claro, comer uma dieta bem arredondada que é variada em termos de alimentos é importante para uma saúde ideal.

Para resumir, a proteína desempenha um papel importante em uma dieta saudável, mas a qualidade é a chave e, além disso, você não quer simplesmente se encher de alimentos de proteína o dia inteiro sem comer bastantes legumes, frutas e gorduras saudáveis.

Trabalhamos com amor e dentro do possível seu comentário será respondido!

Este conteúdo não substitui uma consulta medica!

La dieta proteica, o iperproteica, è basata un un menu povero di grassi e zuccheri e ricco invece di proteine; le due varianti più note sono la Scarsdale, la Atkins e la “dieta a zona”. Tutte garantiscono un effetto dimagrante rapido, ma presentano rischi e problemi notevoli, sia per l’affacitamento dei reni e di altri organi, sia per il fatto che l’effetto dimagrante viene ottenuto a spese dei muscoli e non del tessuto adiposo.

Quando si parla di diete non sempre esse sono sinonimo di salute e benessere, anche se sono questi i target inseguiti; a volte esse possono essere così estreme e radicali da poter avere anche collaterali e rischi, come nel caso della dieta proteica.

La linea a tutti i costi: benessere o fissazione? L’icona della bellezza per antonomasia, quella mostrata senza interruzione sul grande e piccolo schermo, continua a fare proseliti, anche se noi aggiungeremo continua a fare vittime. Chiunque creda di non rientrare negli standard fisici richiesti dalla società vive complessi e conflitti interiori di diverso genere, a volte, seriamente preoccupanti e nocivi per la propria salute.

Purtroppo nella nostra “società dell’apparire” prevale la valenza estetica del corpo e anche coloro che non hanno alcun bisogno fisiologico di dimagrire, vivono la perdita di peso come un must, mettendo a volte anche a rischio la propria salute. La dieta non è infatti un mero calcolo di calorie, ma è abitudine, resistenza psicologica e soprattutto informazione. Il termine deriva dal greco e significa “stile di vita”.

Ciò implica che il soggetto interessato ha bisogno di modificare tutte le abitudini, alimentari e non, del proprio stile di vita per raggiungere il proprio peso forma, in maniera sicura ed intelligente, ma soprattutto per mantenerlo poi neltempo. Le diete ricercate e proposte in commercio sono svariate, ma alcune, oltre ad essere praticamente inutili, sono molto dannose. Questo è il caso della vasta gamma di protocolli alimentari che ricadono sotto il marchio di “dieta proteica” o “iperproteica“. Cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Negli anni ’70 in America comparvero in commercio pasti sostitutivi, i cosiddetti P.S.M.F (Protein System Modified Fasting), un sistema a base di aminoacidi, che prevedeva un “digiuno a base di proteine”. Il contenuto calorico era contenuto, ma furono ritirato dal mercato per l’aumentare di decessi a causa di scompensi cardiaci, causati dall’assunzione di tali prodotti. Successivamente comparvero dei protocolli di alimentazione specifici, a carattere dimagrante e basati su altro contenuto proteico, che presero globalmente il nome di “dieta proteica” o “dieta iperproteica dimagrante“. Le più note sono:

La dieta Scarsadale prevedeva un drastico calo di carboidrati (fino al 30%) e un surplus di proteine sino al 50%. Il limite era molto semplice: il dimagrimento era molto visibile, poichè in questo modo la perdita di peso, per di più veloce, era assicurata, ma veniva accompagnata da perdite di liquidi e massa magra; il problema stava nel fatto che essa veniva recuperata sotto forma di massa grassa una volta tornati al proprio standard alimentare tradizionale.

Anche nel caso della dieta Atkins il mezzo per dimagrire era il bombardamento proteico, che determinava un precoce senso di sazietà. I problemi anche in questo caso erano (e sono): problemi per i reni, sforzo cardiovascolare, aumento del colesterolo.

La definizione “dieta a zona” fu un nuovo termine adottato per indicare la dieta proteica, ma essa restava sempre soggetta ai problemi sopra elencati.

Si tratta, da come abbiamo potuto vedere, di un tipo di dieta proteica che utilizza come “canale di smaltimento” la riduzione, se non l’assenza di carboidrati. Questo sistema non porta ad una diminuzione della massa grassa, ma bensì ad un calo di peso dovuta alla perdita di acqua e massa muscolare del nostro corpo. Non bisogna sottovalutare, infatti, l’apporto dei carboidrati al nostro organismo. Sarebbe limitativo e superficiale considerarli semplici apportatori di calorie.

le regime garcon

Debido a que la persona ha estado sin mucho alimento durante un período largo de tiempo, el hecho de comer le puede ocasionar problemas, especialmente si las calorías son demasiado altas al principio.

Por lo tanto, los alimentos deben introducirse gradualmente, comenzando por los carbohidratos para proporcionar energía, seguidos por alimentos proteicos.

Muchos niños desnutridos desarrollarán intolerancia al azúcar de la leche (intolerancia a la lactosa) y será necesario suministrarles suplementos con la enzima lactasa para que puedan tolerar productos lácteos.

El tratamiento oportuno generalmente lleva a obtener buenos resultados.

El tratamiento del kwashiorkor en sus etapas avanzadas puede mejorar la salud general del niño; sin embargo, éste puede quedar con problemas físicos y mentales permanentes. Si no hay tratamiento o si éste llega demasiado tarde, la afección es potencialmente mortal.

Consulte con el médico si su hijo tiene síntomas de kwashiorkor.

Para prevenir el kwashiorkor, asegúrese de que la dieta tenga suficientes carbohidratos, grasa (un mínimo de 10% de calorías totales) y proteínas (12% de calorías totales).

Desnutrición proteica, Desnutrición proteica calórica, Desnutrición maligna

Heird WC. La inseguridad alimentaria, el hambre y la desnutrición. En: Kliegman RM, Behrman RE, Jenson HB, Stanton BF, eds. Nelson de libros de texto de Pediatría. 18th ed. Philadelphia, Pa: Saunders Elsevier; 2007:chap 43.

Versión del inglés revisada por: Neil K. Kaneshiro, MD, MHA, Profesor Adjunto de Pediatría Clinica, Universidad de Washington Facultad de Medicina. También se examinó por David Zieve, MD, MHA, Director Médico, ADAM, Inc. Traducido por: DrTango, Inc.

Para los pacientes de Clínica DAM hay un aparcamiento de pago con descuento.

A.D.A.M., Inc. esta acreditada por la URAC, tambien conocido como American Accreditation HealthCare Commission (www.urac.org). La acreditacion de la URAC es un comite auditor independiente para verificar que A.D.A.M. cumple los rigurosos estandares de calidad e integridad. A.D.A.M. es una de las primeras empresas en alcanzar esta tan importante distincion en servicios de salud en la red. Conozca mas sobre la politica editorial, el proceso editorial y la poliza de privacidad de A.D.A.M. A.D.A.M. es tambien uno de los miembros fundadores de la Junta Etica de Salud en Internet (Health Internet Ethics, o Hi-Ethics) y cumple con los principios de la Fundacion de Salud en la Red (Health on the Net Foundation: www.hon.ch).

El artículo de Kwashiorkor no debe utilizarse durante ninguna emergencia médica, ni para el diagnóstico o tratamiento de alguna condición médica. Debe consultarse a un médico con licencia para el diagnóstico y tratamiento de todas y cada una de las condiciones médicas. En caso de una emergencia médica, llame al 112. Los enlaces a otros sitios se proporcionan sólo con fines de información, no significa que se les apruebe. © 1997-2018 ADAM, Inc. La reproducción o distribución parcial o total de la información aquí contenida está terminantemente prohibida.

Artigo publicado por Aline Couto nas categorias: Dietas

Restringir certos tipos de alimentos é o segredo do sucesso de diversas dietas. No caso da dieta da proteína, o segredo é cortar massas e outros alimentos com grande quantidade de carboidratos do cardápio. Para completar, você faz uma compensação do corte destes carboidratos com uma grande quantidade de proteínas. Confira a polêmica dieta das proteínas e perca até 5kg em 20 dias.

A dieta da proteína é mais uma das formas mais rápidas de perder peso. Se a pessoa seguir as dicas da receita da dieta da proteína, pode perder até 2 kg por semana. Há alguns passos que devem ser seguidos durante a dieta da proteína para você emagrecer e manter a saúde. E Tal qual na dieta dos carboidratos e outros tipos de regimes, é recomendável que se faça a dieta das proteínas por no máximo 15 dias seguidos.

A dieta da proteína é descomplicada. Não é preciso fazer grandes cálculos e nem ter grandes referências em relação as suas características (ao contrário da dieta dos pontos).

A base da dieta das proteínas é aumentar o consumo de proteínas e reduzir o consumo de carboidratos. Proteínas demoram mais para digerir e por isso aumentam a sensação de saciedade. Os carboidratos são nossa fonte de energia. Quando cortamos esta fonte, o organismo passa a consumir energia da gordura do corpo – o que resulta na perda de peso.

Além disso, proteínas ajudam na construção de músculos e aceleram o metabolismo queimando mais calorias.

O problema é que quando ficamos sem carboidratos, aumentam as chances de efeitos colaterais como tontura, falha na memória e desânimo (processo de cetose). Para evitar grandes riscos, não fique mais de uma semana sem carboidratos.

A média de consumo de calorias ficará em torno de 1000 calorias ao dia. Só é preciso cortar (ou pelo menos reduzir ao máximo) os seguintes alimentos:

Abóbora, Açúcar, Adoçantes com Frutose, Adoçantes com Lactose, Água Tônica, Almôndegas, Amendoim, Amidos, Arroz, Balas, Banana, Batata, Beterraba, Biscoito, Bolachas, Bolos, Caju, Carboidratos, Catchup, Catupiry, Cereais, Chiclete, Doces, Ervilhas, Farinha, Feijão, Figos, Frutas, Frutas Secas, Gelatinas, Geléia, Leite, Leite Desnatado, Macarrão, Mandioca, Massas em Geral, Mel, Milho, Mortadela, Panquecas, Pão, Passas, Petiscos, Salsicha, Soja, Sorvetes, Suco de Frutas, Tâmaras, Trigo, Yogurt.

Em compensação, você pode aumentar a quantidade de proteínas no seu cardápio (cuidado para não exagerar) para evitar a sensação de fome constante. Frutas, legumes e shakes a base de proteína podem ajudar no processo da dieta das proteínas. Veja algumas atitudes que você deve tomar durante o regime.

Vagem, Tomate, Sukiaki sem massa, sopa de legumes, sashimi, salsa, salaminho, salada verde, sal, repolho, rabanete, quiabo, queijos industrializados, presunto, pimentão, pimenta, pepino, peixe, ovos, ostra, omelete, nabo, mexilhões, mantega, linguiça, limão, lagosta, jiló, frango, espinafre, couve-flor, couve, cogumelo, chuchu, chicória, cenpoura, cebola, caviar, carnes, carangueijo, camarão, brócolis, bernjela, bacon, bacalhau, azeitona, azeite, aves, atum, aspargos, alface, agrião, acelga, abobrinha verde.

Tudo em excesso faz mal. Excesso de proteína pode afetar a saúde dos rins e do fígado. A quantidade ideal de proteína diária é de 1g por quilo de peso para pessoas sedentárias. Para quem pratica exercícios físicos, o ideal é 1,4 grama por quilo de peso.

  • Utilize um daqueles shakes a base de proteína uma vez ao dia (de preferência no café da manhã). Ele que vai garantir um pouco da energia que você ganharia com os carboidratos. Porém, este suplemento alimentar deve ser tomado no máximo duas vezes ao dia. Senão a dieta vira engorda.
  • Tal qual em todas as dietas, você deve tomar muita água para conseguir suprir as necessidades do seu corpo. O recomendado é beber dois litros ao dia. Apenas evitar beber enquanto está nas refeições. Esta dica é válida mesmo se você não estiver fazendo dieta alguma.
  • Não comer carboidratos e consumir apenas 1000 calorias ao dia não é fácil. Para compensar procure fazer sete refeições ao dia.
  • Se você está com a imunidade (teve gripe recentemente), é gestante ou faz exercícios diariamente não deve fazer a dieta. Este tipo de dieta mais radical (que corta totalmente um tipo de alimento) deve ser feito apenas por pessoas que estão acima do peso e dispostas a passar por algumas privações. Se você seguir corretamente a dieta da proteína, com certeza vai perder peso sem perder saúde.
  • Este cardápio foi criado por uma nutricionista para a revista Boa Forma. Nutricionistas não apoiam a dieta das proteínas pelos riscos envolvidos na eliminação dos carboidratos da dieta, por isso, existem alguns carboidratos (alimentos proibidos) na dieta para que você não sinta tontura e fraqueza.

  • 1 fatia de queijo minas, 1 xícara de leite desnatado com café ou chá, 1 pêra
  • 1 fatia de melão, 3 fatias de presunto magro, 2 fatias de queijo prato, 2 fatias de pão integral, chá de ervas ou frutas
  • 1 taça de salada de frutas, 1 iogurte desnatado, 1 copo (200 ml) de suco de acerola
  • 1 taça de salada de frutas, 1 iogurte desnatado, 1 copo de suco de melão
  • 1 torrada integral com 1 fatia média de ricota, 1/2 papaia, 1 xícara de leite desnatado, café ou chá
  • 1 iogurte batido com morangos (e adoçante), 2 fatias de presunto magro, 1 fatia média de queijo-de-minas, 1 copo (200 ml) de suco de mamão
  • come eliminare la mia pancia

    Il Dottore inizia con lo spiegarci perché la cellulite sia una caratteristica prettamente femminile, che probabilmente trova la sua motivazione nel fatto che la natura ha previsto che per la femmina in età fertile sia utile accumulare una riserva di materiale grasso sottocutaneo, da smaltire poi nell’allattamento del nascituro che potrà così avvenire senza problemi anche in caso di mancanza di cibo.

    Naturalmente la natura non aveva previsto che saremmo arrivati ad avere a disposizione tutta questa grande e costante abbondanza di cibo, almeno nella parte del pianeta in cui ci troviamo a vivere.

    Al giorno d’oggi la cellulite si presenta sempre più spesso nelle giovani generazioni che abusano di alimenti contenenti dolcificanti come merendine, chewing-gum, caramelle, gelati, bibite gasate e alimenti contenenti cereali, tutte sostanze che fanno trattenere liquidi. Se poi questo problema si protrae e aumenta nel corso degli anni può portare, dopo la menopausa, all’instaurarsi di vere e proprie patologie come valori della pressione e del colesterolo elevati, diabete e sovrappeso con problemi a carico delle articolazioni, con tutto quello che ne consegue.

    La cellulite non deve essere quindi considerata un semplice problema estetico, ma un vero e proprio problema di salute che si sviluppa a carico della circolazione sanguigna e linfatica, e che si può risolvere solo con una alimentazione adeguata. Alimentazione che consiste nell’evitare il più possibile i dolci, gli zuccheri compresa la frutta per via del fruttosio che contiene, i prodotti che hanno fra i loro ingredienti i dolcificanti artificiali, il latte e i latticini e ogni tipo di cereale, privilegiando l’uso di proteine come carne, pesce, uova e modeste quantità di semi oleosi, oltre ai legumi, alle verdure e agli ortaggi.

    Non serve bere molta acqua, perché se si beve molto ci si riempie di liquidi che in inverno favoriscono le malattie da raffreddamento, e in estate ci portano a sudare continuamente, con perdita di sali minerali e conseguente sensazione di stanchezza. Il Dott. Mozzi dice che dobbiamo “bere mangiando” nel senso che durante il pasto dobbiamo assumere molte verdure che sono ricche di liquidi e sali minerali e che hanno un effetto drenante e diuretico. L’acqua, perché abbia un effetto diuretico, bisogna berla al mattino a digiuno e mai durante il pasto perché in questa circostanza, andando a mescolarsi con gli alimenti presenti nello stomaco, ne ritarda la digestione e crea dilatazioni e fermentazioni, fino ad arrivare a provocare problemi circolatori. Se poi nel pasto si sono mangiati anche dei cereali, che sono fra i maggiori responsabili della ritenzione idrica, il gonfiore è assicurato. Si può bere a inizio pasto l’acqua calda della cottura delle verdure, che oltre ad essere una fonte di sali minerali ha anche un benefico effetto drenante.

    Fondamentale quindi è una alimentazione corretta, però a questa occorre anche abbinare un’attività fisica che servirà a dare tono ed elasticità ai tessuti ed alla muscolatura. Per la parte inferiore del corpo basta camminare, invece per il tronco e le braccia si può praticare il nuoto o usare il vogatore.

    I suggerimenti dietetici per chi è in sovrappeso sono gli stessi che sono stati indicati per la cellulite. Tutti i cereali, anche quelli senza glutine, i latticini, i dolci e gli zuccheri ne sono i responsabili, insieme a tutti i prodotti che contengono dolcificanti artificiali (chewing-gum, caramelle senza zucchero, pastigliette o altri prodotti dolcificanti ecc.). Non serve pesare gli alimenti, ma basta evitare quelli che sappiamo essere dannosi. E attenzione agli “sgarri” perché purtroppo, per coloro che hanno la tendenza ad accumulare peso, bastano poche trasgressioni per riprendere il peso che tanto faticosamente erano riusciti a perdere.

    Questi che sono stati elencati sono solo alcuni degli attenti e precisi suggerimenti del Dott. Mozzi, suggerimenti che potrete ascoltare in modo più dettagliato nel video.

    All orders are protected by SSL encryption – the highest industry standard for online security from trusted vendors.

    Non comprare un altro prodotto per la perdita di peso prima di leggere questo…

    Ciao, sono Sara ed ho una STRATEGIA per perdere peso alquanto insolita, ma straordinaria che oggi vorrei condividere con te.

    Questo Segreto Essenziale Per Bruciare i Grassi, passa per lo più sotto silenzio (spesso di proposito), ed è nascosto proprio davanti al tuo naso. E’ la prima cosa che condivido con i miei clienti personali, e con le persone che usano il mio Semplice Sistema per perdere peso Garantito in 3 Fasi.

    Ti spiegherò come ho perso chili del Grasso Più Ostinato che era rimasto fedelmente ‘al mio fianco’ per decenni.

    PER FAVORE NOTA: Le informazioni contenute in questa pagina saranno disponibili solo per un breve periodo di tempo perché:

    1. Devo essere corretta con i miei clienti che hanno in effetti pagato per questi consigli e2. Ci sono aziende con molti più soldi e influenza di me che non vorrebbero niente di meglio che vedere rimosse la maggior parte delle informazioni che si trovano qui.

    Ti mostrerò perché non è colpa tua se non sei mai stato in grado di ottenere il corpo magro e sano che hai sempre voluto, e come l’industria della dieta e del fitness ha ingannato, truffato e derubato persone oneste.

    Ti DARÒ il mio Sistema Straordinariamente Semplice che ha aiutato Migliaia di persone, proprio come te, ad eliminare il grasso corporeo indesiderato, i rifiuti tossici, la placca del colon e le tossine pericolose. E tutto questo dopo che nient’altro aveva funzionato per loro.

    Questi segreti poco conosciuti Funzionano Con Tutti:

    Ma ANCORA PIÙ IMPORTANTE è che mantieni il peso raggiunto a lungo termine ottenendo così la libertà definitiva dal circolo vizioso delle perdite di peso!

    “Quando dicevo alla gente che la dieta e l’esercizio per me non funzionavano, loro presumevano sempre che stessi segretamente barando, che ero pigro e che non avevo la forza di volontà per proseguire la dieta.

    Dieta Addio mi ha mostrato che erano le sostanze tossiche nel mio sistema che rendevano difficile al mio corpo di operare al 100%.

    ORA capisco che certi alimenti creano il bisogno di mangiare di più! Rallentavano il mio metabolismo e rendevano impossibile la perdita di peso, non importava cosa mangiassi e quanto mi esercitassi.

    Una volta eliminate le tossine la perdita di peso è stata automatica.

    Non ho voglie di nessun tipo; e non mi sento più affamato come prima.

    Sono molto contento del tuo sistema per la perdita di peso e con te in particolare. Nelle tue email ho percepito un interesse genuino da parte tua per le mie difficoltà nel perdere peso, e mi hai dato molti consigli utili e stimoli.”

    “Lo Sai, quello che più mi irrita è tutto ciò che circonda la parola ‘dieta’. Una soluzione temporanea… e poi una volta che smetti tutti i problemi che avevi prima ritornano.

    Non posso e non voglio stare a dieta per sempre.

    Nessun altro ha compreso i problemi che le persone normali con una vita frenetica e poco tempo affrontano ogni giorno.

    Dopo aver utilizzato il tuo sistema per 16 settimane ho perso 10 chili.

    Ora ho il coraggio di smettere di stare a dieta e utilizzo i piccoli cambiamenti nello stile di vita per mantenere il peso a lungo termine.

    E dimostra soltanto che Per Perdere Grasso Non C’è Bisogno Di Passare Ore In Palestra.

    Grazie mille per aver condiviso con me una cosa che finalmente funziona, e di buonsenso.”

    “E’ rinfrescante come Sara prende le teorie dei cosiddetti “Esperti”

    (chiunque sia nell’Industria della Dieta, e che stia facendo i soldi mantenendoti grasso e malato)

    come si dimagrisce non mangiando

    Ancora una volta la posologia prevede l’assunzione di due capsule contemporaneamente, tre volte al giorno un’ora prima dei pasti. Queste devono essere accompagnate da una generosa quantità d’acqua, almeno due bicchieri abbondanti.

    Il ciclo di integrazione non deve essere maggiore di trenta giorni consecutivi. Al termine di questo periodo, prima di ricominciare con l’assunzione, è una buona regola fare almeno quattro giorni da pausa (è sempre e comunque consigliato chiedere il parere del medico o del farmacista).

    La fibra, oltre alla riduzione dell’assorbimento dei carboidrati potrebbe portare anche alla diminuzione delle vitamine assorbite per cui, se si sceglie di cominciare ad assumere questi integratori è caldamente consigliato affiancarvi l’assunzione di un multivitaminico (questo diventa particolarmente importante anche a causa della minor quantità di cibo ingerita dovuta ad un maggior senso di sazietà).

    Solitamente è ben tollerato ma potrebbe portare ad alcuni effetti collaterali che però, dato che non viene assorbito, riguardano solamente il tratto digerente. Tra questi: diarrea, flatulenza ed acidità di stomaco che, nella maggior parte dei casi, si risolvono nel giro di qualche giorno.

    NormaLine è un integratore che, come gli altri, viene consigliato all’interno di un regime dietetico ipocalorico.

    Tra gli attivi principali importanti da ricordare sono: glucomannano, chitosano, cromo picolinato, thè verde, taraxacum officinalis e cassia angustifolia (questi ultimi due hanno una funzione depurativa e favoriscono il drenaggio dei liquidi) che, in sinergia hanno un ruolo nell’aiuto del controllo del peso corporeo.

    Il glucomannano ed il chitosano sono delle fibre in grado di assorbire una buona quantità d’acqua e a livello gastrico che danno una sensazione di sazietà ed impediscono un rapido innalzamento della glicemia evitando picchi esagerati nel rilascio di insulina.

    All’inizio del ciclo d’integrazione è consigliata l’assunzione di tre compresse due volte al giorno prima dei pasti principali. Il mantenimento consiglia come posologia due o tre compresse assunte solamente una volta al giorno.

    Questo integratore, prodotto dalla Arkopharma, vanta di svolgere sull’organismo di chi lo assume quattro azioni, tutte mirate al dimagrimento. Esso contiene, infatti, principi attivi diversi, con diverse funzioni:

  • Aumento del consumo dei grassi, grazie all’azione blandamente termogenica di cola, yerba mate e tè e caffè verdi;
  • Contrasto dell’assimilazione degli zuccheri, mediante il baccello di fagiolo, la cannella e il fieno greco;
  • Azione drenante, svolta da tarassaco ed estratto d’uva;
  • Smaltimento delle tossine, coadiuvato dal carciofo
  • Per ottenere i migliori risultati con Slim Ultimate 4, 3, 2, 1 sono suggeriti due fasi di trattamento: una “d’urto”, che prevede l’assunzione di due capsule multistrato al giorno, ogni mattina per quindici giorni. Successivamente, è prevista una fase “di mantenimento”, della durata di un mese, che prevede l’assunzione di una sola compressa. La confezione, il cui prezzo consigliato al pubblico è di € 18,90, contiene trenta compresse; ne sono, pertanto, necessarie due per completare sia la fase d’urto che quella di mantenimento.

    Questo integratore prodotto dall’azienda parigina Oenobiol vanta dieci anni di commercializzazione. È a base di arginina, CLA e cromo.

    Gli acidi linoleici coniugati (CLA) sono usati negli integratori alimentari per il dimagrimento perché inibiscono la lipoproteina lipasi, l’enzima responsabile della transizione dei trigliceridi dall’intestino agli adipociti.

    L’arginina è nota per le sue presunte proprietà di ottimizzare la sintesi del glicogeno, grazie alla sua capacità vasodilatatoria che comporterebbe un maggior afflusso di sangue ai muscoli. Gli studi condotti su di essa, però, non confermano la capacità – a dosi ridotte e in condizioni generiche – di aumentare il flusso sanguigno.

    Il cromo, infine, entra in gioco durante il metabolismo degli zuccheri, che sarebbe in grado di stimolare.

    Modalità di assunzione: due capsule tre volte al giorno per tre mesi. La confezione da sessanta capsule (in vendita al prezzo consigliato di 25,90 euro), dunque, è sufficiente per dieci giorni. L’assunzione di questo integratore è sconsigliata alle donne in gravidanza, mentre chi soffre di altri problemi di salute dovrebbe – come sempre – consultare il proprio medico prima di iniziare un trattamento con Oenobiol Remodelant Trio.

    Presentiamo ora un farmaco (i primi prodotti sono solo integratori, e quindi, in linea di massima, molto più blandi): Alli – orlistat. Il farmaco è utilizzato per la riduzione del sovrappeso degli adulti con un alto indice di massa-corporea e va associato a una dieta ipocalorica sotto controllo. Alli è in vendita senza prescrizione medica (al contrario di Xenical, che è la sua versione potenziata). Rappresenta, quindi, un’opzione da valutare per persone sovrappeso che necessitano di ridurre il peso. Rispetto alle sostanze che abbiamo presentato prima, Alli – orlistat contiene un principio attivo di natura farmacologico: l’orlistat.

    La sua funzione è di inibitore delle lipasi gastrointestinali; agisce, quindi, sul metabolismo e s pecificatamente su alcuni grassi, in particolare su un quarto dei grassi ingeriti ad ogni pasto.

    Ciò comporta che non vi sia una riduzione del senso di fame, bensì una riduzione dei grassi assimilati, dalla quale l’aiuto nella perdita di peso. Anche in questo caso, è bene unire all’assunzione del farmaco una dieta equilibrata e un’attività fisica moderata, per facilitare il dimagrimento del soggetto.

    È opportuno osservare che, mentre gli integratori e i dispositivi medici sono obbligati a dimostrare solo di non essere dannosi per la salute, i farmaci devono dimostrare di essere efficaci per la funzione per cui vengono venduti.

    Questo significa che per un prodotto come Xenical o Alli sono presenti numerosi studi che ne misurano e attestano scientificamente l’efficacia.

    Modalità di assunzione: Alli – orlistat si presenta sotto forma di capsule da assumere prima del pasto oppure entro l’ora successiva, tre volte al giorno, in corrispondenza dei pasti principali. Nel caso si debba saltare il pasto, è consigliabile non prendere il farmaco, in quanto non vengono ingeriti grassi.

    La sibutramina è un principio attivo anoressizzante utilizzato nel trattamento dell’obesità. Il suo meccanismo d’azione si esplica a livello del sistema nervoso centrale, nel quale (paragonabilmente ai farmaci antidepressivi inibitori della ricaptazione della noradrenalina) inibisce il reuptake della noradrenalina e della dopamina nella pre-sinapsi aumentandone esponenzialmente gli effetti periferici. La sibutramina agisce incrementando il tono dell’umore e favorendo il senso di sazietà: la riduzione dell’appetito porta al controllo del peso, insieme all’attivazione del sistema nervoso simpatico che incrementa il metabolismo basale termogenico. Come è comprensibile gli effetti collaterali della sibutramina sono collegati all’aumento dell’attività del sistema simpatico con aumento della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca, bocca secca, cefalea, insonnia, ansia, sindrome serotoninergica.

    Infine presentiamo gli integratori termogenici. Una particolare forma di integratori che, alzando la temperatura interna dell’organismo, facilitano il consumo di grassi, la riduzione del senso di fame e, contemporaneamente, dovrebbero far crescere la voglia di praticare esercizio fisico. In comune hanno il contenuto di stimolanti che agiscono sulla temperatura interna del corpo. In via precauzionale, è sempre bene informare il proprio medico prima di utilizzare questo tipo di integratori. Spesso, gli integratori termogenici sono utilizzati dagli sportivi per la loro capacità di provocare dimagrimento anche qualora il corpo sia già ragionevolmente magro.

    Come agiscono gli integratori termogenici?

    Come detto, agendo sulla temperatura del corpo, essi facilitano l’azione metabolica sul grasso. In pratica, il corpo attinge a tutte le fonti disponibili per produrre energia e, dunque, anche alle riserve, ossia al grasso. Ciò fa sì che si riesca a consumare anche il grasso che con una semplice dieta non riesce a intaccare.

    In commercio ci sono vari marchi di integratori termogenici, ma tutti hanno la stessa funzione e si basano sul medesimo principio, per ottenere il dimagrimento.

    Una delle principali novità del 2018 nel campo delle pillole dimagranti è una molecola chiamarta Liraglutide, recentemente approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) e disponibile anche in Italia. La liraglutide permette di perdere fino all’8% di peso corporeo in più rispetto al gruppo di controllo. Si tratta di un farmaco vero e proprio e non di un integratore, quindi va assunto sotto controllo medico.