dieta zona per perdere 10 kg

dieta colesterolo pizza

La semplice acqua! Che è una componente fondamentale del nostro organismo. Costituisce gran parte del peso corporeo ed è fondamentale per mantenere attiva e sana la funzione renale e l’organismo in equilibrio.

E non dimentichiamo che è fondamentale per mantenere correttamente idratata la preziosa massa muscolare.

Nell’acqua avvengono tutti gli scambi metabolici tra le cellule e inoltre è il mezzo attraverso cui vengono eliminati dal corpo i cataboliti, cioè i processi di rifiuto del nostro organismo.

Acqua quindi, non bibite, bevande, tè (che tra l’atro disidrata) ecc. che nel quantitativo totale giornaliero, non fanno testo.

La sedentarietà è il peggior nemico della salute e della forma fisica. Le persone passano troppo tempo sedute! Nella vita media di molti, ci sono 8 o più ore di ufficio che sono già una mazzata per l’organismo, in più come se non bastasse si arriva a casa e ci si svacca sul divano. Pessima scelta!

Il nostro metabolismo ha bisogno di essere attivo…i mitocondri devono poter lavorare durante la giornata.

Cammina, muoviti, inserisci delle sedute di esercizio aerobico. Essere sempre attivi è fondamentale. A costo di fare piani di scale in ufficio o degli squat nel bagno!

In conclusione non cercare metodi per perdere peso velocemente, perché non è quello l’approccio da applicare. Cerca piuttosto di dimagrire correttamente con i consigli che hai appena letto e scarica il mio report gratuito qui!

Il termine medico “gravidanza ectopica” indica tutti i casi in cui l’embrione si annida al di fuori dell’utero.

La placenta è un organo che si sviluppa e matura fisiologicamente durante i nove mesi della gravidanza. In alcuni casi però.

Un figlio è una creatura del mondo; per quanto piccolo, fragile e indifeso lui è già un uomo o una donna del domani. Il.

Il settimanale Nuovo titola in copertina: “Michelle e Tomaso, tira aria di crisi. E c’è chi dice: sono troppo.

Erroneamente, e purtroppo comunemente, siamo abituati a considerare gli scarichi domestici come uno strumento per liberarci.

Il peso dei chili in più molto spesso ci porta a prendere decisioni sbagliate, senza soffermarci adeguatamente su quelle che sono le conseguenze!

L’obiettivo della maggior parte delle donne è quello di perdere velocemente chili in zone ben specifiche come pancia, glutei e cosce.

Si finisce coll’ingerire sostanze di ogni tipo, col fare diete che promettono miracoli in poche settimane e solo col senno di poi ci si rende conto che tutto ciò ha gravato solo sul proprio portafoglio e, peggio ancora, sulla propria salute.

Perdere peso velocemente comporta diversi scompensi nell’organismo e si finisce con riacquistare i chili persi appena queste diete vengono interrotte (il classico “effetto yo-yo”).

Per quanto riguarda il dimagrimento mirato di zone specifiche come ad esempio pancia, cosce e fianchi il discorso è un po’ più ampio.

Perché nella donna il “grasso” si va a localizzare soprattutto a livello della zona inferiore del corpo.

Mentre negli uomini la massa adiposa è concentrata su viso, collo, spalle e soprattutto sull’addome al di sopra dell’ombelico, nelle donne il pannicolo adiposo è generalmente più sviluppato su fianchi, natiche, cosce e sull’addome al di sotto dell’ombelico. Questo perché nelle donne gli ormoni sessuali (estrogeni) e l’insulina stimolano maggiormente la formazione di grasso nella regione inferiore del corpo per formare, in questo modo, una riserva energetica naturale necessaria per fornire acidi grassi durante la lattazione . Quindi eliminare queste adiposità localizzate non è semplice e ne può avvenire in modo veloce.

Oggi ci sono diversi trattamenti alimentari mirati a fare ciò ma essi presentano anche dei “contro” da non sottovalutare e per questo motivo è bene farsi seguire sempre da uno specialista. Lo scopo della maggior parte di questi trattamenti è quello di ridurre drasticamente (o addirittura eliminare) i livelli di glucosio all’interno dell’organismo. Infatti, riducendo fortemente l’assunzione di carboidrati si costringe il corpo ad usare lipidi e proteine come fonte energetica alternativa. Quindi l’organismo per darci l’energia necessaria per sopravvivere determina un rapido dimagrimento e perdita di cm proprio nelle zone desiderate .

Questi trattamenti, però, abbassano il pH ematico con conseguente acidosi metabolica e per questo motivo diventano pericolose se non applicate correttamente o se applicate a pazienti che presentano particolari patologie. Inoltre con questo tipo di diete si rischia facilmente di assumere un apporto di proteine giornaliere in eccesso. Le proteine possono essere dannose, se in eccesso, specialmente se di origine animale come quelle della carne rossa. Esse se consumate in quantità eccessive diventano tossiche per il nostro organismo, questo porta, di conseguenza, ad un aumento del lavoro dei reni (e quindi un loro affaticamento) e sono inoltre correlate all’insorgenza di diverse disfunzioni e/o malattie.

  • Per evitare inutili allarmismi è bene ricordare che le proteine animali di per sé non sono tossiche e se consumate nellequantità giuste non destano preoccupazioni per la salute umana .
  • Questi trattamenti, quindi, sottopongono l’organismo a uno stress continuo e non salutare, per questo motivo è vivamente consigliato eseguirli sotto il controllo di una figura professionale qualificata e non protrarli per lunghi periodi.

    Diamo di seguito alcuni consigli pratici da poter eseguire facilmente senza stravolgere eccessivamente il proprio stile di vita ed alimentare:

  • Seguire una dieta ipocalorica nella quale va moderata l’assunzione dei carboidrati (mai eliminarli del tutto!).
  • Non saltare mai la colazione , che, invece, dovrebbe essere considerato come il pasto più abbondante e ricco di zuccheri della giornata in grado di fornire al corpo la giusta energia per affrontare buona parte della giornata.
  • Fare almeno cinque pasti al giorno (colazione, pranzo, cena e due spuntini) in modo da mantenere il nostro metabolismo sempre in funzione… il nostro organismo può essere paragonato ad una macchina: essa più cammina e più consuma benzina; così più mettiamo a lavorare nell’arco della giornata il nostro metabolismo e più esso consuma energia e quindi calorie!
  • Via gli alcolici e i dolci, limitare l’uso dello zucchero.
  • Cercare di consumare carboidrati integrali e alimenti dietetici.
  • perdita di peso costante

  • Un riepilogo della dieta che ho seguito per perdere peso.
  • L’elenco completo degli ingredienti che ho utilizzato e il motivo per cui ho scelto tali ingredienti (e scartato altri, come la soia o l’olio di semi).
  • L’elenco completo degli utensili da cucina necessari (ben pochi a dire il vero).
  • Le scuse più comuni inventate da chi vorrebbe provare la dieta ma alla fine rinuncia e la mia risposta a ciascuna di queste scuse.
  • Come “rilassare” la dieta una volta che si sono persi i chili di troppo in modo da mantenere un regime alimentare sostenibile ma che al contempo ti permetta di non riacquistare i chili di troppo. Perché, come sa bene chi ci ha provato, perdere peso è facile. Il difficile è restare magri!
  • Un e-book con l’elenco completo delle ricette che ho utilizzato. Scarico subito iscrivendoti alla newsletter utilizzando questo modulo:
  • Mettiamo subito in chiaro le cose: io non ho inventato niente. Mi sono piuttosto ispirato a “Quattro ore alla settimana per il tuo corpo (4 Hour Body)” di Tim Ferriss, un libro che raccomando a chi voglia approfondire il tema.

    A dire il vero neanche gli autori di questi libri hanno inventato niente. Hanno però avuto il merito di ricompilare informazioni già note, testarle con successo in prima persona, e farle conoscere al grande pubblico (si tratta di due best-sellers, anche se il secondo è un e-book).

    Ecco la dieta (da seguire sei giorni a settimana):

  • Non puoi mangiare nessun alimento processato (fritti, biscotti, zuccheri, bibite, alcool, eccetera).
  • Non puoi mangiare carboidrati bianchi (pane, pasta, riso e patate).
  • Non puoi mangiare frutta o latticini.
  • Il settimo giorno della settimana (io preferivo il venerdì) sfondati di porcherie (pizze, cioccolati, biscotti; è permesso persino l’hamburger di McDonald).
  • Qui trovi le ragioni del perché questa dieta funziona e la maniera migliore per monitorare i tuoi progressi.

    Io tento sempre di rispettare gli orari seguenti:

    Chiaramente i tuoi ritmi possono essere differenti, l’importante è non mangiare fuori pasto.

    Ecco una lista completa degli alimenti permessi sei giorni a settimana:

  • Carne (meglio se pollo o carni bianche in generale) e uova.
  • Pesce (consiglio il salmone che innalza il livello di testosterone accelerando quindi perdita di peso).
  • Legumi (fagioli, lenticchie e ceci in quantità per compensare la mancanza di carboidrati bianchi).
  • Verdura (consiglio i broccoli per lo stesso motivo del salmone mentre la soia è da evitare perché abbassa il livello di testosterone).
  • Mandorle (che hanno tante calorie e compensano la mancanza di carboidrati).
  • Peperoncino, aglio e tè verde (che hanno proprietà dimagranti).
  • L’olio d’oliva è da preferirsi a quello di semi perché quest’ultimo quando si riscalda diventa cancerogeno (lo so, non ti ammazzerà però non è affatto sano).
  • Ecco tutti gli utensili da cucina che utilizzo (tra le ricette trovi i dettagli su come utilizzare ognuno di questi strumenti di guerra):

  • Padellone multiuso (io possiedo un wok in acciaio.
  • Pentolone per le zuppe e gli spezzatini.
  • Insalatiere e scolapasta (comodo per lavare le verdure).
  • Una vaporiera elettrica per cucinare le verdure.
  • Lussi che al momento non possiedo ma che utilizzo ogni volta che posso:

  • Caminetto, graticola e spiedo (sono sardo, la carne arrosto è il mio punto debole).
  • erbe dimagranti erboristeria

    Questo messaggio vuole informare e sensibilizzare i lettori verso il trattamento metabolico delle patologie sopraindicate, che ogni anno mietono numerose vittime o rendono la qualità della vita limitata. La dieta chetogenica rappresenta, pertanto, un’ottima ricetta per vivere meglio e più a lungo.

    Per qualsiasi domanda, curiosità o parere sulla dieta chetogenica potete scrivere via email all’indirizzo raf.pilla@gmail.com. Cercherò di rispondere tempestivamente!

    2 Parti:Modificare la DietaModificare lo Stile di Vita

    Il corpo trattiene acqua per diverse ragioni, tra cui disidratazione e un elevato apporto di sodio, e la immagazzina negli strati cellulari sottocutanei. Le cellule cariche di fluidi fanno apparire la cute gonfia e ingrossata, nascondendo il profilo di quei muscoli che abbiamo sviluppato tanto faticosamente. [1] Ci sono molti modi per riuscire a perdere peso eliminando i liquidi in modo naturale, ricorda però che questi consigli sono atti a garantire un dimagrimento solo temporaneo, pertanto non dovrebbero sostituire soluzioni e cambiamenti nello stile di vita a lungo termine, tra cui un'alimentazione più sana e una routine regolare di esercizio fisico.

    Riduci il consumo di alcolici. L'alcool è una delle principali cause della disidratazione, condizione che costringe il corpo a trattenere notevoli quantità di liquido in eccesso per mantenersi idratato. Prima e dopo l'attività fisica, evita sia il vino sia la birra per mantenere il corpo correttamente idratato; inoltre, non assumere alcuna bevanda alcolica durante le ore serali per prevenire la ritenzione di liquidi. [11]

  • Prima di modificare la propria alimentazione o di dedicarsi a una nuova attività fisica è importante parlare con il medico. I passaggi di questo articolo sono volti a permetterti di perdere peso solo temporaneamente attraverso l'espulsione di liquidi. Non intendono sostituire in alcun modo una dieta sana e ipocalorica e un'adeguata attività fisica, indispensabili per una perdita di peso duratura.
  • La informativa che segue è redatta, ai sensi dell'art. 13 del Codice della Privacy, da Ad-hoc s.a.s., in relazione ai dati personali conferiti dagli utenti in occasione dell'accesso e/o della registrazione al sito www.webnutrition.it ("Sito") o della effettuazione di un acquisto sul Sito medesimo. Ad-hoc s.a.s. è titolare del Sito sul quale opera come erogatore del servizio di registrazione e di vendita.

    Sul Sito gli utenti possono acquistare prodotti venduti da Webnutrition, previa registrazione al Sito. In qualità di erogatore del servizio di registrazione, di venditore, assume il ruolo di "Titolare del trattamento", ai sensi dell'art. 4, comma 1, lett. f) del DLgs. 196/2003 ("Codice della Privacy" 1) dei dati personali conferiti dagli utenti sul Sito per le finalità illustrate al punto 2 sotto riportato.

    L'informativa che segue è resa, ai sensi dell'art. 13 del Codice della Privacy, per le attività descritte nei punti da 1 a 7 che seguono, come di seguito meglio precisato.

    Titolare del trattamento dei dati personali è Ad-hoc s.a.s., con sede legale in Via Morosini 3/5 21100 Varese. Partita IVA e codice fiscale 02097740126. Iscritta al Registro delle Imprese di Varese al numero VA 19735, fax 0332.156.10.67 e-mail [email protected]

    punto 2 (Finalità del trattamento) solo per le finalità di cui alle lettere (b) - conclusione del contratto e assistenza post-vendita - e (c) - attività amministrativo-contabili - e nel paragrafo "dati sensibili";

    punto 3 (Conferimento dei dati e conseguenze in caso di mancato assenso al trattamento) solo per lefinalità di cui alle lettere (b) e (c) del punto 2;

    punto 4 (Modalità del trattamento dei dati);

    punto 5 (Ambito di comunicazione dei dati) limitatamente ai punti da (iv) a (vii);

    punto 6 (Conservazione dei dati), ultimo paragrafo;

    punto 7 (Diritto di accesso ai dati personali).

    Webnutrition tratterà i dati personali forniti dagli utenti per le seguenti finalità:

    (a) per consentire la registrazione al Sito e di usufruire dei servizi riservati agli utenti registrati

    (b) per consentire la conclusione del contratto di acquisto e la corretta esecuzione delle operazioni connesse al medesimo, ivi incluse le attività di assistenza post-vendita. Inoltre, gli utenti, anche se non registrati, potranno inviare richieste di informazioni o chiarimenti sui prodotti in vendita sul Sito e, per dare corso a tale richiesta, Webnutrition richiederà il conferimento di alcuni dati personali (es. nome, cognome e indirizzo e-mail);

    (c) per finalità amministrativo-contabili nonché per adempiere a obblighi di legge;

    (d) previo consenso espresso dell'utente, per l'invio di comunicazioni informative e promozionali (inclusa la "newsletter"), buoni sconto e offerte speciali, da parte di Webnutrition, in relazione a prodotti e servizi di Ad-hoc s.a.s. o di terzi, nonché per lo svolgimento di ricerche di mercato, a mezzo di email e del servizio postale (c.d. finalità di "marketing").

    (e) limitatamente alle coordinate di posta elettronica fornite dall'utente nel contesto dell'acquisto di un prodotto o di un servizio offerto e venduto sul Sito direttamente da Webnutrition, per consentire la vendita diretta di prodotti o servizi analoghi senza necessità del consenso espresso e preventivo dell'interessato (come previsto dall'art. 130, comma 4 del Codice della Privacy) e a condizione che l'utente non eserciti il diritto di opposizione nei modi descritti al punto 3 che segue (c.d. "soft spamming").

    (f) previo consenso espresso dell'utente, per la elaborazione delle sue scelte di consumo e delle sue abitudini di acquisto da parte di Webnutrition attraverso la rilevazione della tipologia e della frequenza degli acquisti effettuati sul Sito, al fine dell'invio di materiale informativo e/o pubblicitario di specifico interesse dell'utente a mezzo di e-mail e del miglioramento delle proposte inviate da Ad-hoc s.a.s. (c.d. "profilazione").

    Per effettuare un pagamento sul Sito mediante carta di credito, l'utente dovrà inserire i dati riservati della carta di credito (numero della carta, intestatario, data di scadenza, codici di sicurezza). Tali dati verranno acquisiti dal fornitore del servizio di pagamento che agirà in qualità di autonomo titolare del trattamento, senza transitare dal server di Webnutrition che, quindi, non tratterà in alcun modo tali dati. I dati verranno acquisiti in formato criptato e secondo i requisiti di sicurezza previsti dalla certificazione PCI. Il servizio di pagamento si avvale del Protocollo SSL (Secure Sockets Layer). L'utente potrà richiedere, tramite il Sito, il salvataggio di tali dati ma i dati verranno salvati direttamente dal fornitore del servizio di pagamento e non verranno acquisiti da Webnutrition.

    Poche e semplici r egole che dovrebbe seguire chiunque voglia dimagrire:

    QUALCHE CONSIGLIO PER CERCARE DI DIMAGRIRE:

    Si sa bene che molte diete hanno avuto successo per le indicazioni su come consumare gli alimenti, trasmettendo spesso anche errate convinzioni, come ad esempio che mangiare frutta dopo i pasti faccia ingrassare.

    Per far si che questo non accada, quindi per ridurre al minimo la produzione di insulina, ecco alcuni consigli:

    assumere la maggioranza delle calorie della giornata al mattino e a pranzo e ridurre, invece, il pasto della sera.

    Dimagrire in una settimana soltanto sembra un miraggio, ma la verità è che è possibile, arrivando perfino a perdere 4 chili.

    Questa è la buona notizia, naturalmente. Quella non buona, è che la maggior parte delle diete così veloci e “miracolose” sono molto sbilanciate.

    E non solo: la conseguenza è spesso quella di perdere solamente i liquidi in eccesso e di lasciarci stremati e più affamati che mai.

    Inoltre, la prima “massa” che viene persa con una dieta iperproteica troppo ristretta è proprio la massa magra, cioè i muscoli e non il grasso accumulato.

    Ultimo ma non ultimo degli aspetti negativi è che i chili persi molto in fretta tendono nella maggior parte dei casi a riaccumularsi in pochissimo tempo – appena la dieta finisce -, e con un danno in più: quello di sbilanciare il nostro naturale metabolismo basale e di ritrovarsi più ingrassati di prima.

    Non è detto, soprattutto iniziando a seguire indicazioni alimentari e nutrizionali ben precise.

    dieta metabolica retete

  • Pasta con una salsa di pomodoro casalinga o con pesto e formaggio grattugiato.
  • Ceci o lenticchie preparati con qualche proteina come la salsiccia o la bistecca di maiale affumicata.
  • Frullati di frutta come la banana o le fragole preparati con latte intero, che sono un'ottima merenda e riusciranno ad apportare un buon numero di calorie.
  • Avocado un paio di volte a settimana, in quanto il suo apporto di grasso sano ti aiuterà.
  • Proteine con una guarnizione di carboidrati e un'altra di vegetali. Non temere di mangiare patate, riso, patata dolce o pasta.
  • Frutta secca come arachidi, mandorle o nocciole, una merenda perfetta che puoi portare ovunque e che darà al tuo corpo grasso e fibra.
  • Succhi naturali ma mai accompagnati dal cibo, perché potrebbero togliere l'appetito.
  • Frutta calorica come le banane, i fichi, i datteri o l'uva passa.
  • Puoi anche ingerire prodotti come i biscotti, il cioccolato o i dolci ma con moderazione, perché l'idea è quella di prendere peso, non di perdere la salute.
  • Al momento di mangiare per poter prendere peso è importante anche farlo in maniera adeguata, altrimenti finirai per riempirti facilmente, cosa che ti impedirà di consumare le calorie che ti servono. Per cui ti raccomandiamo di:

  • Non bere liquido mentre mangi, lo stesso riempie il tuo stomaco e può impedire di farti mangiare tutto ciò che hai nel piatto. Prima ingerisci i tuoi pasti e solo dopo bevi liquido, preferibilmente a temperatura ambiente. Evita di mangiare bevendo birra, bibite o succhi naturali, perché ti riempirà più velocemente.
  • Concentrati sul mangiare e non ti distrarre in alcun modo, qualsiasi cosa che devi la tua attenzione può farti sentire sazio più rapidamente.
  • Non mangiare molto lentamente perché questa abitudine è utilizzata proprio per perdere peso perché aiuta il cervello a riceve più rapidamente il messaggio che siamo pieni. Mangia quello che hai nel piatto in maniera rapida per poter finire gli alimenti corrispondenti.
  • Inoltre, è consigliato realizzare esercizio almeno 3 volte a settimana. Ciò non solo ti aiuterà ad aprire l'appetito ma favorirà l'aumento della massa muscolare, cosa che ti aiuterà a prendere un po' più di volume e forma. Per farlo è importante fare esercizi di forza e mettere da parte il cardiovascolare, che consuma più calorie di quelle che vuoi.

    Alcuni buoni esercizi per aumentare di peso velocemente sono:

    Se non hai mai praticato attività fisica e pensi ti serva orientamento, è meglio ricorrere a un allenatore personale.

    Oltre a tutte queste raccomandazioni per aumentare di peso velocemente, è molto importante tenere presente abitudini sane come dormire correttamente e almeno sette ore al giorno, non fumare e moderare l'assunzione di alcool.

    Se nonostante tutte queste raccomandazioni non riesci a prendere peso come ti aspetti, ti raccomandiamo di consultare un dietologo che ti aiuti e accompagni nel processo.

    Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

    Se desideri leggere altri articoli simili a Come prendere peso velocemente, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Vita salutare.

    Come dimagrire, ma soprattutto come dimagrire velocemente è ciò che molti si chiedono in questo periodo. Scopriamo le linee guida dei nutrizionisti e le diete più efficaci per rimetterci in forma.

    La prova costume si avvicina e come ogni anno ci guardiamo allo specchio constatando che gli stravizi alimentari e la sedentarietà dei mesi invernali ci hanno appesantiti, portandoci a chiederci come dimagrire velocemente in vista dei primi caldi. La pancia sporge troppo? I fianchi si sono allargati? Le cosce e i glutei si sono appesantiti? Tutti i vestiti primaverili ed estivi ci stanno stretti?

    Se non abbiamo seguito un regime sano durante tutto l’anno il problema che ci si presenta in questo caso è duplice: non solo abbiamo bisogno di sapere come dimagrire ma, soprattutto, come dimagrire velocemente pur rimanendo in salute. In questo articolo vedremo di capire quali strategie adottare, i trucchi dei nutrizionisti, le diete più sane ed efficaci per aiutarci a perdere peso e sentirci più in forma.

    Inutile pensare che esistano scorciatoie: per dimagrire dobbiamo mettere in atto una strategia che prevede obbligatoriamente un regime alimentare sano e della costante attività fisica. È una verità che non piace a nessuno, perché prevede impegno, fatica e, spesso, tempi lunghi.

    Tutte le strategie che dichiarano di farci perdere molti chili in poco tempo e senza fatica sono nella migliore delle ipotesi inefficaci e, nella peggiore, dannose per la salute. Dobbiamo perciò partire da una dieta corretta, che segua alcuni principi di base.

    Scopriamo gli errori più comuni e i princìpi di base di una dieta e capiamo come dimagrire velocemente e in salute.

    Anche in fase di dimagrimento il nostro organismo ha bisogno di tutti i nutrienti, senza nessuna esclusione. Uno degli errori che si fa più frequentemente è quello di eliminare quasi del tutto i grassi, nella convinzione che questo ci aiuterà a perdere peso. Così si passa all’insalata scondita, allo yogurt magro, al tonno al naturale, con un atteggiamento un po’ maniacale.

    In realtà, i grassi ci aiutano a dimagrire! L’organismo, infatti, quando avverte la carenza di grassi nell’alimentazione, entra in allarme immaginando una sorta di “carestia”. Questo allarme fa sì che l’organismo conservi il più possibile il grasso presente nel corpo, cercando in tutti i modi di non eliminarlo. A tal proposito alcuni studi hanno messo a confronto il fisico di alcune ragazze che seguivano una dieta ipocalorica ma varia (che prevedeva anche l’assunzione di grassi) con ragazze che soffrivano di anoressia: le analisi hanno rilevato che le ragazze anoressiche avevano una percentuale di grasso più alta rispetto alle altre ragazze. Mantenere, pertanto, una discreta quantità di grassi e riducendo l’assunzione di carboidrati ci permette di diminuire la produzione di insulina, che è l’ormone antilipolitico, e si evita di far scattare quel meccanismo di conservazione dei grassi.

    Ma quali grassi dobbiamo assumere? I grassi saturi diminuiscono la sensibilità dell’organismo all’insulina, aumentandone la produzione e più c’è insulina, meno si bruciano i grassi, quindi vanno ridotti. Invece gli acidi grassi polinsaturi aumentano la sensibilità all’insulina diminuendone la produzione favorendo il dimagrimento. La giusta proporzione dovrebbe essere questa: 1/3 polinsaturi (olio di lino, olio di soia, olio di sesamo, olio di pesce), 1/3 monoinsaturi (olio di oliva, arachidi e avocado), 1/3 saturi (contenuti per lo più in prodotti di origine animale, come carni e formaggi, ma anche vegetali come l’olio di palma , di cocco, di colza e le margarine).

    Come detto all’inizio dell’articolo, il nostro organismo, anche durante una dieta dimagrante, ha bisogno di tutti i nutrienti. Dobbiamo però trovare le giuste proporzioni tra i vari nutrienti, per poter ottenere un effetto dimagrante.

    Normalmente, abbiamo la tendenza ad introdurre troppi carboidrati nella nostra dieta (pane, pasta, pizza e farinacei in genere), ai quali spesso non abbiniamo una corretta dose di proteine (uova, formaggi, carne, pesce). Quando consumiamo un pasto abbondante in carboidrati, soprattutto se sono quelli con un alto indice glicemico (riso raffinato, pane bianco, patate, zucchero) avremo un innalzamento della glicemia seguita da un’alta produzione di insulina e successiva ipoglicemia.