calcolo peso forma lorenz

dimagrire correndo o nuotando

Come per tutte le cose, anche l’uso delle proteine in polvere necessita di una certa attenzione in quanto esse possono provocare seri danni alla salute.

Scopri le Fantastiche Proteine in Polvere di MyProtein in Offerta!

Innanzitutto, le proteine posseggono molti gruppi azotati che vanno smaltiti con l’ingente contributo da parte di fegato e rene. Per questo motivo fanno male ai pazienti con insufficienza epatica e/o renale dovrebbero seguire una dieta povera di proteine.

Se il corpo non viene rifornito delle giuste quantità di carboidrati, la formazione dei corpi chetonici abbassa il pH sanguigno provocando disidratazione per aumento della filtrazione renale oltre a danni a carico del sistema nervoso centrale che ha bisogno di glucosio per poter espletare tutte le sue funzioni.

Se siamo in condizioni di cheto-acidosi ce ne accorgiamo facilmente perché il nostro alito sa di acetone, un po’ come si verificava quando avevamo la febbre da piccoli.

Questa è una condizione da scongiurare assolutamente, in quanto i corpi chetonici creano uno stato di intossicazione per tutte le cellule del nostro organismo.

Pertanto, assunte in eccesso le proteine in polvere possono fare male specie ai reni e al fegato che devono costantemente depurare l’organismo da sostanze nocive.

Prima di assumere qualsiasi tipo di proteine in polvere per dimagrire è bene chiedere consiglio al proprio medico o nutrizionista, che vi fornirà tutti i consigli di cui avete bisogno.

Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l'alimentazione e il benessere.

Esercizi, compresse, diete miracolose, e forse qualcos’altro? Come perdere rapidamente i chilogrammi di troppo dalla vita in giù?

Se ti stai chiedendo come perdere peso dalle cosce prima del nuovo anno, utilizza un efficace metodo di perdita di peso 3in1, che consiste in una combinazione di cosmetici, esercizio fisico e dieta, accompagnate da una supplementazione efficace

Il grasso di troppo intorno alle cosce, di solito chiamato a buccia d'arancia, cioè la sgradevole cellulite . E’ questo tessuto adiposo anti estetico nelle cosce e glutei, ricoperto da una pelle ondulata e ruvida. Quindi, ogni volta che ti chiedi come perdere peso in modo efficace dalle cosce, non puoi dimenticarti.

Per questa parte del corpo la sola dieta o supplementazione non sono bastano. Perdere peso alle cosce si deve necessariamente dall'”esterno", usando cosmetici speciali e massaggi appropriati, che non solo aiutano a cambiare il grasso delle cosce in muscoli, ma anche a rafforzare e rassodare la pelle in questo settore, riducendo in tal modo la visibilità della cellulite. Tale azione snellisce visivamente i glutei e le cosce.

Ottimi risultati nel dimagrimento delle cosce possono arrivare da delicati esercizi rassodanti. Bene, ma probabilmente ti starai chiedendo ora che significa "delicati" e come perdere peso velocemente, senza sforzo?

Perdere peso velocemente, ma solo in maniera sicura! Assicurati di ricordarti di questo, e insieme con le attività sportive e la cura cosmetica, segui una dieta appropriata. E non necessariamente dimagrante! In realtà, si può mangiare esattamente come prima, solo riducendo al minimo la quantità di zucchero nella dieta.

Riassumendo, ricorda: per perdere peso alle cosce usa solo il metodo 3in1 – cosmetici e cura, esercizi e dieta e supplementazione allo stesso tempo. Solo allora potrai aspettarti risultati sorprendenti.

Se ti stai chiedendo come perdere peso dalla pancia, all'inizio smetti di pensare se ce la fai o meno. E 'meglio agire subito. È inverno, per l'estate ci vuole ancora un sacco di tempo. Se inizi ora, in estate avrai una bella "tartaruga"!

Allora cosa fare? Come perdere peso velocemente in modo sicuro? Il modo migliore per iniziare è cambiare le abitudini alimentari. Per cominciare, riduci la quantità di zucchero nella tua dieta, ma non immediatamente e rapidamente, ma a piccoli passi. Per esempio all’inizio comincia con tè e caffè meno zuccherati. Mangia meno dolci e bevande analcoliche sostituiscile con tè o acqua.

Molte persone si avvicinano allo sport e alla corsa in particolare con l’obiettivo primario di perdere peso. Ma come fare per raggiungere l’obiettivo desiderato? Idee e protocolli da seguire sono spesso poco chiari per la maggior parte delle persone. Ecco quali sono i concetti di base spiegati in maniera efficace.

I CONCETTI BASE. Partiamo da concetto fondamentale che perdere grasso è diverso da bruciare grasso. Per dimagrire non basta bruciare i grassi: è fondamentale bruciare più calorie di quante se ne assumono. L’altra cosa importante da sapere è che, quando corriamo, il nostro organismo per produrre energia cinetica usa sia i carboidrati che il grasso.

VELOCITÀ, IL FATTORE DETERMINANTE. Il fabbisogno calorico è proporzionale alla velocità e all’intensità dell’allenamento. Se la velocità di corsa è molto elevata l’organismo userà la benzina più nobile, quella dei carboidrati. Se invece l’andatura di corsa è molto blanda e magari prolungata nel tempo i primi ad essere utilizzati saranno i grassi. A prima vista sembrerebbe allora scontato che per dimagrire basta correre piano ed a lungo. In realtà non è così.

SPESA CALORICA. La chiave di volta per dimagrire è bruciare più calorie di quelle che si assumono. E allora risulta chiaro che più il lavoro è intenso, più calorie si bruciano. Cosa vuol dire? Significa che per bruciare molte calorie bisogna correre ad alte velocità , più o meno all’80% della propria massima frequenza cardiaca. Ma per farlo bisogna anche essere allenati a dovere. Un atleta di élite capace di correre 20 chilometri in 60 minuti brucia circa 1200 calorie, mentre un neofita della corsa poco allenato nei medesimi 60 minuti di chilometri ne percorre solo dieci con un consumo di 600 calorie. Per arrivare a pareggiare il consumo calorico dell’ atleta di vertice, il runner alle prime armi dovrà correre per altri 60 minuti, per un totale quindi di due ore. In questo caso certamente utilizzerà maggiormente gli acidi grassi.

SPORT & ALIMENTAZIONE. Un altro concetto importante da tenere bene a mente per chi vuole iniziare un percorso di allenamento con l’obiettivo di rimodellare il proprio fisico è che a una sana pratica sportiva deve essere abbinata un’adeguata alimentazione. Al riguardo è bene sottolineare che i carboidrati assunti con l’alimentazione si trasformano in grasso solo se le riserve di carboidrati sono al massimo.

SPORT & SUDORE. Un altro mito da sfatare è che per dimagrire bisogna sudare molto. In realtà il calo di peso importante che si registra subito dopo un allenamento è dovuto a un dimagrimento fittizio, legato soprattutto alla reidratazione. I chili persi durante una seduta di corsa con una grande sudorazione vanno reintegrati nel corso delle 24 ore successive perché la loro composizione è fatta di acqua, sali minerali e glicogeno, tutti elementi che devono essere riequilibrati al più presto nell’organismo. Per evitare eccessiva sudorazione il consiglio è di evitare di coprirsi troppo durante l’allenamento perché, oltre al fatto che si tratta di un dimagrimento fittizio, l’elevata temperatura corporea ingenerata renderà la corsa più faticosa.

COME ALLENARSI. Il primo consiglio pratico per chi vuole iniziare a correre a scopo dimagrante è di individuare la velocità che consente a ciascun runner di fare il maggior numero di chilometri in base alle sue condizioni di forma. Non è detto, poi, che si debba correre per tutto il tempo a disposizione, ma conoscere la propria soglia è stimolante e di aiuto.

CORSA & CAMMINO. Nei primi allenamenti, in fase di adattamento all’attività , l’opzione migliore è certamente quella di alternare la corsa al cammino.

FARTLEK & INTERVALL TRAINING. La seconda opzione per riuscire ad allenarsi con maggiore intensità e quindi a bruciare più calorie riguarda due tipologie di allenamento basati sul concetto di variazione della velocità su distanze non troppo lunghe, quali 200/300/400 metri con recupero attivo di corsa lenta. Il fartlek e l’intervall training sono migliorano, inoltre, la resistenza e la potenza aerobica senza stressare oltre misura l’organismo.

CORSA MEDIA E VELOCE. La terza tappa di costruzione dell’organismo trova origine nel fondo lento, cioè la velocità più bassa fra quelle a disposizione per allenarsi, alla quale si bruciano i grassi. Un neofita che riesca a correre per diversi minuti a velocità più elevate rispetto alla sua velocità “fondo lento” brucia più calorie nel singolo allenamento. Nel gergo sportivo si tratta di sedute di allenamento di fondo medio e fondo veloce, due ritmi di corsa che sono più veloci rispetto al fondo lento dai 30 ai 40 secondi per i neofiti, mentre per gli atleti élite si arriva sino a 50/60 secondi al km.

POCHE IDEE, MA CHIARE. Per dimagrire con la corsa servono quindi poche idee, ma chiare. Le riassumiamo di seguito:

A) Si bruciano calorie con i grassi correndo piano, ma il consumo è molto di più con i carboidrati se si corre a velocità più elevate.

B) Il tanto sudore prodotto non vuol dire dimagrimento.

dimagrire correndo o nuotando

nel pranzo del venerdì mangia riso in bianco (senza frutti di mare).

Per il resto, il menù settimanale si adatta ai tuoi gusti.

Per eventuali altre domande, ti preghiamo di scrivere i tuoi commenti direttamente sulla pagina della dieta che seguirai e che è questa: Dieta Ipocalorica

Buongiorno, tra le diete che mi avete proposto mi piace quella ipocalorica, solo che non mangio pesce ma solo tonno in scatola o salmone affumicato; cosa mi suggerite di fare? grazie mille

Buongiorno Elisabetta, ti calcoliamo il tuo indice di massa corporea per verificare quanto devi dimagrire.

Cioè: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato. Il risultato del calcolo è il valore (indice) della tua massa corporea e va inserito nella tabella qui di seguito.

– Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)

Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)

– Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9

– Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9

– Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9

– Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

In base alla tabella dei valori rientri nel normopeso ma sei al limite con l’inizio del sovrappeso.

Il valore ottimale del peso-forma per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere 9 chili.

Il tuo peso forma ideale è di 61 chili per una donna della tua statura:

61: (1,68×1,68) = 61 : 2,8224 = 21,6 valore ottimale del peso forma

Trovi maggiori informazioni in questo articolo: Calcolo Peso Ideale

Detto questo e stabilito il tuo obiettivo, ti consigliamo di proseguire con queste due tipologie di diete:

2- Dieta ipocalorica (da seguire fino al raggiungimento del peso forma)

Una volta raggiunto il tuo peso-forma, puoi seguire la dieta di mantenimento: Dieta Dissociata

Facci sapere se i menù delle diete consigliate si adattano ai tuoi gusti alimentari.

Buonasera, ho fatto questa dieta per un mese e ho perso 4,2 kg ma vorrei perderne altri. sono alta 1.68, attualmente peso 70 kg e ho 27 anni, faccio cyclette e esercizi a corpo libero almeno 3 volte a settimana, con quale dieta mi consigliate di proseguire? Grazie mille

Perfetto, perchè io mangio solo tonno in scatola al naturale e salmone affumicato, grazie mille

Buongiorno Elisabetta, tonno e salmone (freschi al trancio acquistati al banco del pesce oppure in scatola al naturale) sono già presenti nel menù della dieta proteica. Inserisci queste tipologie di pesce al posto del pesce spada (presente nel pranzo del mercoledì).

Il venerdì invece, sostituisci la sogliola al forno presente a pranzo con i legumi.

Salve, sto facendo questa dieta, volevo sapere se posso sostituire una porzione di pesce con i legumi, dato che non mangio pesce ma solo tonno e salmone, grazie.

Auguriamo a tutti i nostri lettori un 2017 ricco di benessere!

IoBenessereBlog è anche su Facebook: per un nuovo anno insieme e per essere sempre aggiornati sulle novità di diete, fitness, alimentazione, bellezza e salute potete mettere “mi piace” alla pagina https://www.facebook.com/iobenessereblog.it/

Grazie a te Cinzia, faremo senz’altro presente la tua richiesta ai dietologi che collaborano con noi al sito. Teniamo sempre in considerazione i commenti dei nostri lettori e, dato che i vegani sono in aumento, faremo inserire diete specifiche oltre a quelle già presenti.

Ti auguriamo una felice giornata e a presto sul blog!

Vi ringrazio tantissimo dei consigli preziosi, il libro lo comprerò sicuramente e continuerò a seguirvi costantemente. Grazie ancora per la vostra disponibilità

Cara Cinzia, nel caso di un’alimentazione vegana consigliamo sempre di acquistare libri specifici per avere un’alimentazione più bilanciata e varia possibile. Se comunque non ritieni necessario leggere il libro VegPyramid (in cui sono riportate anche diete per vegani), ti sconsigliamo un fai-da-te con la dieta proteica.

Piuttosto, ti consigliamo di seguire queste due diete proposte:

dieta proteica 7 kg in 15 giorni

Si estuviera en tu lugar pediría cita con el endocrino, para que te haga análisis específicos de tiroides para Hashimoto.

Hola… Estoy embarazada y quiero. Comenzar esta dieta… Ya que quede embarazada. Con muchos kilos de mas… Me la. Recomiendan?

Estoy en la dieta cetogenica llevo 4 días, y en estos días he aumentado mi porcentaje de grasa, mi duda es: es esto normal. esta comenzará a reducir con el paso del tiempo??… Mil gracias y espero respuesta…

En la primera etapa bajé 2,300 kgs….pero al terminar la 2° etapa aumenté 1,200kgs (¿que pudo haber pasado?) La hice la pie de la letra la dieta….no entiendo

Hola me encanta esta dieta pero me gustaría saber si se puede comer garbanzos ,lentejas etc…gracias

En teoría no (si lo haces que sea una cantidad mínima y de forma esporádica)

Hola, yo soy nueva en el blog mas no en la dieta cetogenica, hace un ano exactamente comence una y por una bronquitis muy agreseva que agarre, no pude seguirla y ya iba a finales del segundo tramo, luego la comence meses despues dos veces mas y me raje en los primeros 6 dias por cobarde por no prepararme bien para ella, ahora estoy haciendola con todas las de la ley, me prepare comprando los alimentos para tener que comer pues vivimos en un mundo de carbohidratos y si no te preparas, solo tendremos, huevo, carnes y lechuga y eso no se puede preparar todo el dia, PEROOO, si queria meterme a dar mi opinion y experiencia respetando el de los demas, yo soy una persona sin energia, con anemia cronica y un estado de animo por el piso en el 80% de las veces, la unica vez que le di el chance a esta dieta de llevarla a mas de la mitad, me cambio la vida como para nunca mas olvidarla, una vez que pase el malestar severo de los 5 dias, mi energia, mi piel, mi estado de animo y mi bajon de Peso fueron milagros en mi vivir, lastima que esa vez no la pude terminar pues cai en el hospital con esa gripe de aquel tiempo que acabo con algunas personas, las otras dos veces no resisti el malestar de cuando el cuerpo cree que lo estan matando de hambre por falta de carbos y fue muy fuerte, la fatiga no me dejaba ni hablar y cobardemente me rendi, pero una cosa si quiero decir en mi experiencia, el que supera esa etapa sin rajarse, experimentara el cambio de vida mas notable jamas visto, le pido a dios esta vez poder seguir sin tanto malestar para pasar a la etapa feliz, yo en mi criterio personal la recomiendo 100%, es el fin de la diabetes tipo dos, de la pancreatitis, del sindrome de intestino irritable y cientos de otras enfermedades. gracias por el blog y por la gente de bien que participa, me gusto no ver ofensas ni gente mala leche, un saludo desde los Florida en los estados unidos, una Cubana los saluda con afecto.

Hola Ana, hace poco que he empezado la #LCHF y, buscando, encontré tu blog que ha sido una herramienta super útil, aclara casi todas mis dudas y a la minima, busco la respuesta aquí. Me da seguridad a la hora de hacer los menus y a la vez, confianza en que puedo hacerla bastante bien por mi cuenta. Te escribo para agradecerte inmensamente lo importante que está siendo tu blog y también toda la información que compartes de manera sencilla y documentada. Yo tengo los famosos acrocordones con lo cual, gracias a ti, ahora sé que tengo resistencia a la insulina. Estoy a tope con la dieta y solo tomo xilitol como endulzante. Muchísimas gracias por existir porque por supuesto: Me Gusta Estar Bien! Saludos

Ultimamente no ando mucho por la web pero sí me encuentras fácil en redes sociales.

El que tengas acrocordones no significa que ahora tengas resistencia a la insulina, significa que en algún momento (cuando te salieron) la tuviste. Tardan en desaparecer pero acaban por marcharse.

Hola llevo 15 dias con la dieta y hace 5 dias que me siento mariada sera normal

Sí es normal se le conoce como la gripe ceto (keto flu) está provocada por la falta de electrolitos. Tienes que aumentar la cantidad de sal y darte baños con sal epson te hará sentir mucho mejor.

Aunque mi consejo es que no vayas demasiado rápido, no es una dieta es un estilo de vida

Esta dieta fue propuesta por un médico francés y pertenece al grupo de las dietas disociativas, en las que se persigue bajar de peso siguiendo una alimentación; en la que no se mezclan los grupos de alimentos, normalmente restringiendo los hidratos de carbono (pan, patatas, pastas, etc.) y permitiendo los alimentos proteicos sin limite de cantidad (carnes, pescado, lacteos, etc.). Esta dieta se asemeja a la del Dr. Atkins y de forma menos severa (siguiendo 3 fases en las que se van incorporando los hidratos poco a poco para evitar el efecto rebote), tenemos la famosa dieta de South Beach.

En la dieta de Montignant, se restringen los alimentos que contienen hidratos de carbono como por ejemplo el pan, el arroz, las pastas, las patatas, las leguminosas (legumbres), la bollería, las galletas, los dulces, etc. Y también se prohibe la fruta después de las comidas.

Sin embargo están permitidos (sin límite de cantidad) los alimentos proteicos, como son todos los tipos de carnes (pollo, ternera, cerdo, cordero) por tanto se pueden comer fiambres, hamburguesas, filetes, jamón serrano, etc. También se permiten los pescados, mariscos, huevos, el queso, la leche, yogures (edulcorados) y cualquier tipo de lácteo.

El mecanismo que hace adelgazar a las personas que siguen esta dieta es el siguiente: La fuente de energía natural del cuerpo son los azúcares, es decir, nuestros músculos, nuestro cerebro, etc. funciona con glucosa, que extrae con la descomposición de los hidratos de carbono (moléculas complejas) en glucosa (moléculas sencillas). Si nuestro cuerpo no tiene estos hidratos de carbono, descompone otras moléculas para conseguir el aporte energético. En este caso obligamos al cuerpo a descomponer las proteínas en aminoácidos y éstos se degradan para obtener energía. Sin embargo este proceso consume muchas calorías. Es por ello que al suprimir los hidratos de la dieta, forzamos al organismo a quemar las proteínas para obtener energía logrando un mayor gasto calórico

  • Desayuno: café o té, fruta, un yogur desnatado y pan integral con mermelada sin azúcar.
  • Comida: una ensalada aliñada con aceite de oliva y vinagre, y un filete de ternera con verduritas de guarnición o un pescado a la plancha con verduras.
  • Cena: crema de champiñones o de tomate o un plato de pasta integral con una salsa sin grasas.
  • Montignac asegura que si se sigue su dieta fielmente, se debe perder un kilo por semana. Además gracias a él se adquieren ciertos hábitos que ayudan a mantener el peso toda la vida.

    Sin embargo se debe tener en cuenta que el aumento de la proporción de proteínas en la dieta puede causar daños renales y hepáticos. Por lo que antes de comenzar cualquier dieta recomendamos que la consulte con su médico.

    La famosa dieta de South Beach permite perder kilos de forma rápida, ha tenido un gran éxito en EEUU donde ha vendido millones de ejemplares de su libro. Fue creada por el cardiólogo Arthur Agatston un estadounidense preocupado por el aumento de las complicaciones de los pacientes con cardiopatías con obesidad y diabéticos que acudían a su consulta. Tenia su consulta en South Beach ciudad costera de playa, de ahí el nombre que se le ha dado a la dieta.

    Esta dieta se basa en los planteamientos de la dieta del Dr. Atkins, que ya comenzó a investigar y a aconsejar una dieta baja en hidratos de carbono y alta en proteinas. La diferencia de la dieta de south beach es que esta reconoce el valor de algunos hidratos de carbono "buenos" o saludables que incluye en su dieta y sin embargo reconoce los riesgos de algunas grasas como las de los alimentos fritos, las grasas de algunas carnes, mantequillas, natas, etc, por tanto esta dieta pretende ser algo más equilibrada que la dieta de las proteínas de Atkins.

    El libro "The South Beach Diet" está disponible en español con el título "La dieta South Beach" y está consiguiendo grandes récords de venta en EEUU y en España. Se puede adquirir en cualquier librería.

    La dieta tiene tres fases. Cada fase tiene un objetivo concreto y tiene unas listas de alimentos permitidos que se pueden comer y otros prohibidos que hay que evitar. No hay que seguir unos menús detallados, si no que tu mismo puedes cocinar a tu gusto con los alimentos que tengas a tu alcance, siempre siguiendo las listas de alimentos permitidos.

    En la fase uno se pierde peso rápidamente, solo dura dos semanas pero es muy efectiva. Durante la fase dos el peso se va perdiendo poco a poco como debe ser para evitar problemas con el metabolismo y flacidez excesiva.

    Se logra perder peso rápidamente sólo dura 2 semanas. Durante esta fase no se comen panes, azúcar, arroz tampoco se comen frutas o jugos de frutas. Se pueden comer carnes, leche y derivados bajos en grasa y vegetales.

    En esta fase los hidratos "buenos" se empiezan a introducir poco a poco nuevamente en la dieta. Los hidratos de carbono buenos son: las frutas, pan integral, pasta de harina entera, arroz entero o arroz integral, etc. Se comienza introduciendo 1 fruta en la merienda y cereales en el desayuno. En esta fase se sigue perdiendo peso de forma más lenta pero nos ayuda a volver a un hábito de alimentación equilibrado.

    Una vez que hemos logrado alcanzar el peso ideal empieza la fase 3. Se asume que ya la persona ya ha aprendido a comer correctamente y por lo tanto la fase tres es en realidad una continuación de los hábitos alimenticios que se han desarrollado. La fase tres debe mantenerse de forma habitual siempre, de por vida.

    Si se recupera algo de peso se puede realizar la fase uno durante 1 semana.

    Os dejo un enlace donde podéis consultar algunos menús elaborados: Menu South Beach

    dimagrire correndo o nuotando

  • Assumere carboidrati nella prima metà della giornata e mai di sera, in quanto diamo al nostro organismo la possibilità di digerirli e utilizzarli per produrre l’energia che ci serve per tutto l’arco della giornata.
  • Mangiare almeno una volta al dì frutta , meglio di mattina e lontano dai pasti principali (pranzo e cena).
  • Bere almeno un litro e mezzo o meglio due litri di acqua al giorno per aiutare il nostro organismo a drenare i liquidi in eccesso che si vanno a depositare proprio nella parte dei fianchi e delle cosce, nonché assumere cibi in grado di sgonfiare (f rutta, verdura, yogurt magro; alimenti ricchi di fibre che migliorano la funzionalità intestinale ).
  • Ridurre l’uso di grassi.
  • 10. Eseguite esercizi fisici specifici per bruciare il grasso nella zona dei fianchi come il nuoto che se praticato con costanza aiuta ad assecondare il dimagrimento generale, la corsa che deve essere breve ma intensa e caratterizzata da adeguate variazioni di ritmo in modo da spingere l’organismo a bruciare il grasso corporeo attraverso l’allenamento cardiovascolare, la camminata veloce in maniera tale da favorire il drenaggio dai fianchi e il dimagrimento di quest’ultimi, ed altre attività aerobiche come: kickboxing, Jogging, bicicletta e balli veloci (perfetti per bruciare le calorie e rassodare girovita e addominali grazie alla veloce e continua oscillazione dei fianchi).

    Per avere effetto bisogna praticare una o più attività sopracitate ogni giorno per almeno per 30 minuti oppure un’ora se praticati 3 volte alla settimana.

    Perdere peso in modo sano è, senza dubbio, l’obiettivo prioritario di ogni persona che cerca di eliminare quei chili di troppo che si immagazzinano sui fianchi, sull’addome e, in generale, su tutto il corpo.

    Non è facile, lo sappiamo. I miracoli non esistono e l’ultima cosa che possiamo pretendere è di perdere grasso velocemente perché, in quel caso, metteremmo a rischio la nostra salute.

    Da parte nostra vi proponiamo di rivolgervi al vostro medico per valutare il vostro stato di salute. Dopo questo primo passo, bisogna stabilire un programma di allenamento giornaliero con cui compiere obiettivi quotidiani semplici e capaci di motivarci.

  • Una passeggiata giornaliera, un po’ di esercizio aerobico e, soprattutto, una buona dieta sono fattori chiave per perdere peso.
  • Oggi nel nostro blog vogliamo approfondire quest’ultimo aspetto: quello della dieta. Avete alla vostra portata 7 favolose verdure proteiche che la natura vi mette a disposizione affinché possiate disfarvi di quei chili di troppo in modo sano.

    Sono quelle più ricche di proteine, più saporite e quelle che forniscono maggiori benefici. Cosa aspettate a provarle?

    Prima di enumerarvi le migliori 9 verdure che potete assumere, vogliamo spiegarvi l’importanza che hanno le proteine quando ci accingiamo a seguire una qualsiasi dieta con l’obiettivo di perdere peso.

  • Quando mangiamo alimenti ricchi di proteine, otteniamo un prolungato effetto saziante. Ciò non avviene quando, ad esempio, consumiamo semplicemente carboidrati o persino alimenti dolci. In questi ultimi casi, abbiamo più fame.
  • Un altro dato che dobbiamo considerare è che se non ci prendiamo cura dell’apporto proteico quando seguiamo una dieta al fine di perdere peso, perderemo massa muscolare. Possiamo notarlo su chi, dopo aver perso molto peso, presenta un eccesso di flaccidità su corpo e pelle… Queste persone hanno perso molta massa muscolare!
  • Le proteine –e questo lo dobbiamo sempre ricordare– favoriscono la formazione del muscolo e riducono la quantità di grassi.
  • Consumando alimenti proteici, produciamo anche un maggior dispendio energetico per digerirli (termogenesi). Ciò ci fornisce un maggior vantaggio metabolico per bruciare più grassi.
  • Come potete vedere, sono tutti vantaggi. Tuttavia, non dobbiamo eccedere nel loro consumo e l’ideale sarebbe combinare proteine di origine animale (come la carne di tacchino) con le verdure che vi elencheremo di seguito.

    Gli spinaci sono tra le verdure a foglia verde con più principi nutritivi che possiamo assumere.

  • Si tratta di una delle verdure più ricche di proteine e, inoltre, contengono molteplici amminoacidi essenziali.
  • Contengono anche alte quantità di acido folico, manganese, magnesio, ferro, potassio, calcio, vitamina A e vitamina C.
  • Oltre al loro alto contenuto di proteine, gli spinaci presentano composti dal grande potere antiossidante che riducono l’infiammazione.
  • Vi suggeriamo: un’insalata di spinaci, fragole e noci.

    Il crescione è una pianta crucifera (come i broccoli e i cavoletti di Bruxelles) che dall’elevato contenuto proteico.

  • Possiede anche buone quantità di vitamine A, del gruppo B, C e minerali (calcio, manganese e potassio).
  • È bene sapere anche che se scegliamo di bollire il crescione in acqua, esso perderà tutto il suo contenuto di antiossidanti. Preferiremo, dunque, mangiarlo crudo nelle insalate.
  • Avete già provato i germogli di alfalfa? Danno un tocco originale ai nostri piatti e non hanno quasi calorie in cambio di molteplici principi nutritivi.

    Contengono anche vitamine del gruppo B, C, K e minerali quali ferro, magnesio, fosforo, zinco e rame.

    Come dato interessante, bisogna sottolineare che i germogli di alfalfa sono ideali per ridurre il colesterolo cattivo (LDL), per alleviare i sintomi della menopausa e per prevenire anche l’osteoporosi.

    Il cavolo cinese vi piacerà moltissimo. Non vi consentirà solo di perdere peso in modo sano, offrirà anche un tocco saporito e originale a tutti i vostri piatti.