dieta mediterranea in spagnolo

come dimagrire in fretta 5 kg

R.: Puede comer gran cantidad de hortalizas de hojas, condimentadas con limón y vinagre, pero cuidado con los aderezos, salsas, ensalada de papas y otros adicionales que pueden tentarlo en los restaurantes con autoservicio. Y, repito, nunca sobrecargue su estómago por ninguna razón: eso implica un peligro especial para la salud.

P.: Cuando como “quesos surtidos”, ¿pueden ser cualquier tipo de queso, incluyendo quesos ricos en grasas?

R.: Si está perdiendo peso rápidamente con la Dieta, tal indulgencia está permitida. De otro modo, seleccione quesos con bajo contenido de grasa.

P.: Cuando como vegetales en la Dieta, ¿debo usar vegetales crecidos orgánicamente? ¿Es mejor comer alimentos saludables?

R.: Definitivamente no es necesario, pero no tengo inconveniente si ésa es su preferencia.

P.: Cuando como fiambres, cordero asado, pollo o pavo, como indican los menús de la Dieta, ¿hay algún límite específico en cuanto al tamaño de las porciones?

R.: No, pero esté seguro de sacar toda la grasa visible y piel antes de comer. Y, vuelvo a repetir, tenga sentido común y no sobrecargue su estómago.

P.: ¿Exactamente a qué se refiere con “fiambres surtidos”, como indica el menú del lunes?

R.: Elija su propia clasificación de carnes frías, pollo, pavo; hasta puede ser pescado frío. Algunas posibilidades son roast beef frío, cordero, ternera, jamón magro (siempre quitando toda la grasa visible y la piel en el caso de las aves). Evite embutidos como el salame, etcétera.

P.: ¿Puedo cocinar los huevos en margarina, manteca o grasa de tocino?

R.: No. Cubra la sartén con algún “spray” vegetal para que no se pegue la comida, o un poco de caldo de gallina; no es necesario utilizar grasas.

P.: Cuando especifica atún en la Dieta, ¿debe ser envasado en aceite?

R.: No. Pero si el atún está envasado en aceite, quite todo el que pueda. Haga lo mismo con el salmón en lata. Luego póngalo sobre un colador y vuélquele agua fría, después deje escurrir.

P.: Cuando como atún o salmón en lata, ¿puedo ponerle apio?

R.: Sí, si lo hace más sabroso para usted; agréguele apio y zanahorias, perejil picado, exprima un poco de limón. Use su creatividad.

P.: Cuando el menú indica “hortalizas”, ¿hay algunas que no están permitidas?

R.: Sí; evite el maíz, arvejas, papas, lentejas y cualquier tipo de porotos, excepto los verdes y amarillos.

P.: Tiene importancia si los vegetales que como en la Dieta son siempre frescos, o puedo comerlos en lata?

R.: Puede comer vegetales frescos (generalmente más gustosos) o en lata, calientes y fríos, crudos o cocidos, pero asegúrese de que los vegetales estén envasados sin azúcar o grasas o salsas; verifique los ingredientes en la etiqueta antes de comprarlos.

P.: ¿Puedo usar hierbas, condimentos y especias en las comidas durante la Dieta, y un poco de cebolla y perejil?

P.: ¿Puedo poner un poco de queso rallado en los huevos revueltos, ensaladas u hortalizas?

R.: Sí, pero las palabras clave de su pregunta son “un poco”. Si llena las porciones con queso, no perderá peso rápidamente. Nuevamente, use su sentido común: verifique su progreso en la balanza todas las mañanas.

P.: ¿Puedo comer algunos pickles y aceitunas con el almuerzo y la cena?

R.: Sí, pero con moderación. Limítese a cuatro aceitunas pequeñas o tres grandes de cualquier tipo.

P.: ¿Puedo usar un poco de ketchup, salsa chili, salsa cóctel y mostaza con la carne, pescados y demás?

R.: Sí. Una vez más, utilice los condimentos con moderación. Si le gusta la mostaza con muchas comidas, pruebe algunas de las distintas variedades disponibles, como la mostaza con estragón.

P.: ¿Puedo tomar todo el limón que quiera con el té?

R.: Sí, a su gusto. Puede también agregar unas hojas de menta o peperina, u otras hierbas, si gusta.

P.: ¿Está permitido usar un poco de leche o crema en el café o té?

R.: No. Ambas tienen muchas calorías. Muchas personas, con la Dieta aprenden a gustar el rico sabor del café o té “puros”, caliente o helado.

P.: Sé que no puedo ponerle azúcar al café o té, ¿pero está bien si los endulzo con miel?

R.: No: ni azúcar, ni miel, ni almíbar, ni melaza, ni ningún otro endulzante de ese tipo; todos tienen alto contenido de carbohidratos. Puede usar endulzantes artificiales.

P.: ¿Puedo crear recetas propias siempre que use los ingredientes y alimentos especificados para cada comida y no le agregue grasa ni alimentos fuera de lista?

dieta vegetariana lampo

Buonasera Cataneo, puoi provare a seguire la dieta proteica riportata nell’articolo.

Considera però che è consigliabile seguire la dieta proteica solo per 1 mese.

- se hai bisogno di perdere ancora peso, ripeti di nuovo la dieta proteica.

Ecco alcune informazioni utili sulla Dieta Dissociata consigliata:

nello schema alimentare della Dieta Dissociata ci sono diverse opzioni tra cui puoi scegliere. A pranzo puoi optare per un panino veloce oppure, se vai al ristorante, scegli un primo piatto di pasta o riso con sole verdure. Mentre le proteine vanno mangiate a cena.

In sintesi, la dieta dissociata prevede carboidrati a pranzo, proteine a cena, verdure ai pasti in quantità libera e frutta negli spuntini. E’ quindi uno schema alimentare facile da seguire anche se mangi fuori casa.

La dieta dissociata “dissocia” appunto le proteine dai carboidrati che non vanno mangiati nello stesso pasto.

A cena, se vai al ristorante, ordina un secondo piatto proteico di carne o pesce con verdure. La pizza invece è consentita una sola volta a settimana: pizza ortolana alle verdure oppure pizza margherita.

Questo schema ti aiuta a dimagrire, a riattivare il metabolismo e ad avere un’alimentazione varia e sana.

Ti auguriamo un felice Natale e un sereno Anno Nuovo.

vivo in Germania, sono 170 x 75 kg, età 52. faccio palestra da 4 anni per 3 volte alla settimana e 3 volte a settimana marcia (velocità 5,7/6.0 km/h x 15/25 km). risultati mediocri nonostante il mio impegno e la mia perseveranza, ho provato di tutto, anche gli integratori …risultati?? pochissimi, quasi deludenti …cerco dieta proteica che mi faccia perdere il grasso superfluo.

Cara Ilenia, probabilmente non hai letto con attenzione il menù della dieta proteica, oppure non l’hai ancora stampata o salvata.

Gli spuntini sono presenti nella parte “Regole da seguire sempre”. Te li riportiamo:

COLAZIONE: una tazza di tè (preferibilmente tè verde) oppure una tazza di latte (anche di soia) e caffè + 200 grammi di yogurt magro bianco o alla frutta

SPUNTINO: a metà mattina una spremuta di pompelmo o arancio, oppure (in alternativa) un succo di frutta a scelta senza zucchetri aggiunti (leggere l’ etichetta del prodotto) + 200 grammi di frutta fresca di stagione

MERENDA: a metà pomeriggio uno yogurt magro a piacere

CONDIMENTI: per condire e per cucinare usare solo 4 cucchiaini al giorno di olio extravergine d’oliva (2 a pranzo e 2 a cena); per il resto, insaporire con spezie, aromi, limone e aceto a piacere

- bere almeno 1 litro e mezzo di acqua naturale al giorno

- ridurre al minimo l’ uso del sale che apporta sodio e favorisce la ritenzione idrica;

- mangiare una porzione abbondante di insalata (300 grammi) che aumenta la sensazione di sazietà;

- prediligere le cotture veloci e naturali senza l’aggiunta di grassi (come le cotture al vapore o la bollitura, al forno, alla piastra);

- fare regolare attività fisica almeno 3-4 volte a settimana.

Buongiorno, ho iniziato oggi la dieta e ho realizzato che non sono previsti spuntini… si può tenere qualcosa del pranzo da consumare a merenda lasciando così invariato il quantitativo totale degli alimenti?

Buongiorno Ilenia, per prima cosa ti calcoliamo il tuo indice di massa corporea per verificare quanto devi dimagrire.

Cioè: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato. Il risultato del calcolo è il valore (indice) della tua massa corporea e va inserito nella tabella qui di seguito.

– Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)

Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)

– Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9

– Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9

– Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9

– Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

In base alla tabella dei valori tu rientri nel normopeso e non hai problemi di sovrappeso (e questo è un bene per la tua salute).

Il valore ottimale del peso-forma per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere solo 4,8 chili.

Il tuo peso forma ideale è di 61 chili per una donna della tua statura:

61: (1,68×1,68) = 61 : 2,8224 = 21,6 valore ottimale del peso forma

Trovi maggiori informazioni qui: Calcolo Peso Ideale

dieta iperproteica ospedaliera

Provare a mescolare le cose fino a sforzarsi per metterle a fuoco, amplificando così l’esperienza del cibo. Provate ad usare i bastoncini invece di una forchetta, o utilizzate gli utensili con la sinistra se siete destri e viceversa.

Interrompere il pasto prima di essere pieni: serve tempo perché il segnale raggiunga il vostro cervello e gli dica che il cibo è abbastanza. Evitare la tentazione di pulire il piatto. Sì, è vero che ci sono bambini che muoiono di fame, ma il vostro peso non incide sulla loro condizione (meglio pensare a modi alternativi per aiutarli).

Consiglio numero 4 su “come seguire una dieta sana per dimagrire”: riempirsi con frutta, verdure e fibra

Per dimagrire bisogna mangiare meno alimenti calorici, ma questo non vuol dire necessariamente che si debba assumere meno cibo. È possibile riempirsi anche se si è a dieta, a patto che si scelgano con saggezza gli alimenti. La chiave è scegliere un tipo di cibo che possa mantenere soddisfatti e pieni, e che non faccia ingrassare.

Se si vuole dimagrire senza sensazione di fame e di privazione per tutto il tempo, sarebbe opportuno iniziare a mangiare cibi ricchi di fibre, che sono maggiori di volume, che rende necessario al fisico offrire loro più spazio all’interno dello stomaco. Richiedono anche più istanti per essere deglutiti, che li rende più soddisfacenti da mangiare. Gli alimenti ricchi di fibre impiegano parecchie ore per passare al tratto digestivo, il che significa che ci si sente sazi più a lungo. Non c’è nulla di magico, ma la perdita di peso può ricevere grandi benefici.

Frutta e verdura – Tutta la frutta nei colori dell’arcobaleno (pesche noci, arance, mele, frutti di bosco, fragole, prugne), insalate, verdure di tutti i tipi.

Fagioli – Di qualsiasi tipo, neri, lenticchie, piselli, fagioli, ceci, da aggiungere a zuppe, insalate e antipasti, o goderne come piatto a sé stante.

I cereali integrali – Contengono molte fibre, farina d’avena, riso integrale, pasta di grano intero, pane di grano intero o multicereali, focaccine di crusca, o popcorn (senza grassi).

Contare le calorie e misurare le dimensioni delle porzioni può rapidamente diventare noioso, ma non è necessario un diploma di ragioneria per gustare certi prodotti! Quando si tratta di frutta e verdura, è generalmente sicuro mangiarne quanta se ne vuole e quando si vuole. Non servono né misurini né tabelle conta calorie: l’alto contenuto di acqua e di fibre nella maggior parte della frutta e verdura le rende difficili da mangiare in quantitativi esagerati . Ci si sente sazi molto prima di aver esagerato con le calorie.

• Versare un po’ meno cereali nella scodella della colazione, per fare spazio ad alcuni mirtilli, fragole, o banane a fette. Ci si può comunque godere di una ciotola piena, ma con un numero di calorie inferiore.

• Sostituire una delle uova e un po’ del formaggio nella frittata con le verdure. Da provare senz’altro i pomodori, le cipolle, i funghi, gli spinaci e i peperoni.

• Sostituire una parte della carne e dei formaggi contenuti in un sandwich con scelte più sane e vegetariane come lattuga, pomodori, germogli, cetrioli e avocado.

• Invece di uno spuntino ad alto contenuto calorico, come ad esempio le patatine fritte con la maionese, meglio provare ad associare le carote con l’hummus (pasta di ceci), una mela a fette o il buon vecchio sedano con il burro di arachidi (basta non esagerare sul burro di arachidi).

• Aggiungere altre verdure ai vostri piatti preferiti principali per osare un po’ di più sul taglio di calorie. Anche i piatti elaborati, come la pasta con il sugo, possono essere a prova di dieta se sono meno ricchi di pasta e più di verdure.

• Provare a iniziare il pasto con un’insalata o zuppa a bassa densità di sodio, per contribuire a riempire da subito lo stomaco, in modo da mangiare meno delle portate successive.

Non vi piace la verdura? Forse non la preparate nel modo giusto, perché davvero può diventare deliziosa e saporita, quando la si condisce con le spezie o con un filo d’olio d’oliva.

Frutta e verdura di tutti i colori, forme e dimensioni sono importanti in una dieta sana, ma è necessario fare attenzione ad alcune che hanno un potenziale ingrassante da tenere sotto controllo.

Verdure impanate o fritte, oppure cosparse di salsine caloriche. Non sono più leggere, quindi vanno consumate con cautela. Meglio optare per modi di cottura sani, come la cottura al forno o con il vapore, utilizzando spezie per insaporirle.

L’insalata non fa generalmente sentire colpevoli, a patto che non sia inzuppata in salse e dressing ad alto contenuto di grassi. Si possono aggiungere un po’ di condimenti, ma senza esagerare. Per quanto riguarda il dressing, un po’ di grasso è sano (ad esempio una vinaigrette a base di olio d’oliva), ma ancora una volta la moderazione è la soluzione.

Frutta secca. Meglio prestare attenzione quando si tratta di frutta secca, perché contiene abbastanza calorie e, spesso, ha alcuni zuccheri aggiunti. Si può mangiare un frutto intero fresco, in alternativa. Se però si desidera uno snack frutta secca, meglio mantenere la porzione più piccola possibile.

Succo di frutta. Non c’è nulla di sbagliato nel godersi un bicchiere di succo di tanto in tanto. Ma ricordate che anche queste sono calorie che si aggiungono rapidamente al vostro totale, senza nemmeno tanto beneficio per il vostro senso di pienezza. Assicurarsi inoltre che la vostra bevanda preferita sia a base di succo di frutta al 100% e non contenga zucchero aggiunto.

A tal proposito ecco un articolo da consultare sempre qui su SEB:

Al fine di dimagrire con successo e non riprenderlo mai più, è necessario imparare a godere degli alimenti che amate senza esagerare. Una dieta che pone un veto su tutti i cibi preferiti non funziona nel lungo periodo. Alla fine, vi sentirete privati ​​e cadrete in tentazione… e quando lo farete, probabilmente non vi fermerete davanti a una ragionevole porzione.

Combinare il trattamento con altri alimenti sani. Si può ancora gustare il piatto favorito anche se è ad alto contenuto calorico, che si tratti di gelato, patatine fritte, torta, o cioccolato. La soluzione è quella di prepararne una quantità inferiore, insieme ad un’opzione a un basso contenuto calorico. Per esempio, aggiungere le fragole al gelato o sgranocchiare i bastoncini di carote e sedano con la salsa per le patatine. Rinunciando a qualche opzione, si può mangiare una parte del cibo preferito senza sentirsi defraudati.

Programmare le delizie. Gli esseri umani sono creature estremamente abitudinarie, ed è possibile utilizzare questo a vostro vantaggio quando si cerca di perdere peso. Stabilire orari regolari per indulgere nel cibo preferito potrebbe essere una soluzione: per esempio, godersi un piccolo quadrato di cioccolato ogni giorno dopo pranzo, o una piccola fetta di dolce ogni venerdì sera. Una volta entrati in condizione di mangiarlo solo in quei tempi e in quei modi, noterete che non ne siete più ossessionati.

Sgarrare, ma nel modo più intelligente. Trovare il modo di ridurre il grasso, lo zucchero, o le calorie da piatti preferiti e snack; per esempio se si è abituati a cucinarsi i pasti, ridurre il burro a favore dell’olio nelle ricette, oppure ridurre gli zuccheri sostituendoli con cannella o vaniglia. È inoltre possibile eliminare o ridurre gli ingredienti ad alto contenuto calorico, come la panna montata, a favore di formaggi spalmabili magri.

Coinvolgere ognuno dei cinque sensi e non solo quello del gusto. Anziché mandare giù senza pensare, assaporare e prolungare l’esperienza. È possibile rendere speciale una merenda anche solo apparecchiando un tavolo in modo più attraente, diffondendo musica che vi faccia sentire rilassati, o godendosi un pasto all’aperto in un contesto bellissimo. Ottenere il massimo del piacere e il massimo del relax tagliando il cibo in piccoli pezzi, prendendosi il proprio spazio e tempo per godersi quello che si sta mangiando, assaporando accuratamente.

Quando si vietano determinati alimenti o gruppi di alimenti, è naturale voler quei cibi e poi sentirsi dei falliti se si cede alla tentazione. Invece di negare a sé stessi i cibi non sani che si amano, bisogna semplicemente mangiarne meno e meno spesso.

Ritrovarsi a spazzolare una confezione di gelato o di biscotti ripieni e patatine dopo aver trascorso una giornata intera a mangiare insalate, è il tipico modo in cui finiscono tutte le diete estremamente restrittive . Probabilmente ci si sente anche in colpa, ma il problema non è la forza di volontà: è la strategia di perdita di peso. Le diete che si basano sulla privazione sono un preavviso di fallimento e vi faranno morire di fame fino a quando non scatterà quel qualcosa che annullerà tutti i vostri sforzi precedenti.

Consiglio numero 6 su “come seguire una dieta sana per dimagrire”: preparare un ambiente idoneo alla dieta

Se il vostro sforzo sarà un successo o un fallimento, sarà anche basato sul vostro ambiente alimentare. Preparare un ambiente idoneo alla dieta è un ottimo modo per portarla avanti a lungo: predisporre quando si mangia, quanto si mangia, e quali alimenti sono disponibili vi darà un grande aiuto.

Cominciate la vostra alimentazione quotidiana partendo da una corretta prima colazione. Le persone che hanno questa abitudine, tendono ad essere più snelle di quelle che non ce l’hanno. Partire con una buona colazione vi aiuta a mettere in moto il metabolismo e, inoltre, contribuirà a mantenervi lontano dalle tentazioni nel corso delle ore successive.

sport per dimagrire ragazze

  • tra i frutti preferisci ananas, mandarini, frutti di bosco, kiwi, melone, arancia, pompelmo, anguria, pesca
  • segui la dieta per almeno due settimane, per vedere dei risultati duraturi
  • visto che i carboidrati vengono quasi del tutto eliminati, non seguire la dieta proteica per troppo tempo
  • consulta sempre il tuo medico o il nutrizionista prima di iniziare qualunque dieta
  • Un modo eccellente per perdere peso è mangiando insalate. La squisita unione di verdure, legumi e frutta non solo ci fornisce le vitamine e gli antiossidanti di cui ha bisogno il nostro corpo, ma ci aiuta anche a seguire una dieta sana e ideale per perdere chili di settimana in settimana.

    Le insalate son il piatto perfetto da consumare giorno dopo giorno. Grazie ad esse, acquisirete le giuste dosi di fibra, poche calorie, una buona idratazione, sufficiente energia e la sicurezza di alimentarvi in modo corretto. Con un po’ di immaginazione e un po’ di tempo potete preparare insalate davvero saporite. A seguire vi diamo qualche idea.

    Considerate che potete realizzare tutte le combinazioni che desiderate, ci sono tante ricette in base ai gusti e le esigenze che avete. Gli ingredienti sono facili da trovare; potete aggiungere frutta, legumi, frutta secca, spezie…

    Le insalate riempiono lo stomaco e acquisirete solo 200 calorie circa a porzione. La lattuga, per esempio, possiede molta fibra e acqua, quindi, mangiandola idratate anche il vostro organismo. Se aggiungete gli spinaci, inoltre, otterrete ferro e vitamine con solo poche calorie; in più, saziano e contengono molte proteine.

    Spesso non dovrete nemmeno cucinare. Gli ingredienti sono facili da trovare, dovrete solo lavare gli ingredienti, tagliarli, metterli nel piatto e condirli. Tuttavia, ricordate di scegliere bene gli ingredienti: non aggiungete, per esempio, salse grasse come maionese, ketchup… etc. Evitate i grassi saturi e cercate ingredienti freschi e salutari.

    Pensate che le verdure sono una meravigliosa fonte naturale di calcio, ferro, vitamine… etc. Se in più le unite al tacchino alla piastra o ad un petto di pollo, assumerete ancora più proteine. Per questo motivo è così importante una corretta scelta ed unione degli ingredienti.

    Evitate di ricorrere a salse industriali di solito in vendita. Se non riuscite a fare a meno di condire le vostre insalate, scegliete, per esempio, l’olio d’oliva, l’aceto di mele, il limone e alcune spezie (pepe, rosmarino, origano, prezzemolo o aglio tagliato) per insaporire i vostri piatti.

    Evitate le salse precedentemente nominate (maionesi, ketchup…) oltre al foi gras, il formaggio brie, formaggio di pecora, crostini, pancetta, etc.

    Per preparare insalate salutari e gustose, dovete tenere a mente i seguenti dati:

  • Scegliete sempre alimenti freschi e di stagione.
  • Preparate l’insalata subito prima di mangiarla, non preparatela per il giorno seguente.
  • Conditela prima di servirla e nel seguente ordine: prima il sale (se volete mettere il sale o un suo sostituto), dopo il succo di limone (o aceto di mele) e per ultimo l’olio. Se mettete per primo l’olio, questo lascerà un sapore predominante che cambierà quello degli altri ingredienti.
  • Se avete molta fame, scegliete diverse varietà di lattuga come base della vostra nsalata per riempirvi senza aumentare le calorie e i grassi.
  • Se aggiungerete ingredienti che hanno bisogno di essere cotti (fagiolino, fagioli, frutti di mare, pollo…etc), fatelo prima e metteteli freddi nell’insalata.
  • Le quantità dovrete scegliere voi, l’importante è sapere che potete aggiungere più o meno insalata in base alla fame che avete. Consumatele durante i pasti principali più volte in una settimana, potete accompagnarle con petto di pollo, tacchino… Gli ingredienti che si usano saziano e vi aiuteranno a perdere peso.

    En este apartado de la web quiero explicaros todos los detalles de la dieta Pronokal.

    Como sabéis, llevo toda la vida probando todo tipo de dietas, y la dieta Pronokal no iba a ser menos. Tuve la oportunidad de probarla durante aproximadamente mes y medio, y la verdad es que funciona, y muy bien, eso no lo voy a negar.

    Ahora, reconozco que la abandoné porque no tuve la suficiente fuerza de voluntad para seguirla como es debido, y porque me parecía un auténtico sufrimiento el día a día. Además, lo pasé un poco mal con el tema de ir al baño (aunque puedes pedir consejo a los nutricionistas que te atienden o al mismo médico en consulta).

    Si os soy sincero, no recuerdo el peso exacto que perdí durante esos 45 días, pero lo que sí recuerdo es que, al principio de la dieta, me llamaron desde la central. Una de las preguntas que le hice es cuánto peso iba a perder al mes, y la persona que estaba al teléfono me dijo que dada mi constitución y mi sobrepeso perfectamente podría perder 10 kilos mensuales.

    A mi sinceramente me parece un poco extrema, de hecho entra en pleno conflicto con los consejos que aquí suelo dar, pero me parece correcto ofrecer esta información para que cada uno haga lo que crea conveniente.

    Si alguien no conoce la dieta Pronokal, os diré a modo de resumen que es una dieta donde se utilizan batidos en todas las comidas del día. En las comidas principales, hay que acompañarlo con algo de verdura (de las permitidas, porque no todas valen), que es obligatorio comer, sobre todo por el tema del tránsito intestinal.

    Existen diferentes fases por las que hay que pasar. La primera de todas es la más restrictiva, porque te alimentas exclusivamente de batidos y verduras. Una vez pasada esa fase, se van introduciendo poco a poco distintos tipos de alimentos. Las primeras fases son las utilizadas para perder peso, mientras que las últimas están diseñadas para mantenerse y evitar de esa forma el efecto rebote (de todas maneras, en los artículos que os dejo más abajo podréis ampliar información).

    Existen productos parecidos a Pronokal pero de precio mucho más bajo, como por ejemplo el siguiente:

  • Con probióticos para obtener un poder más saciante
  • Como es lógico, antes de decidirme a hacerla me informe bien por internet, y creo que he escrito unos cuantos artículos que os van a despejar muchas dudas.

    Aquí voy a dejarte unos cuantos artículos más donde explico diversas dudas que me asaltaron en su día, como por ejemplo cuánto dinero voy a gastar, si se pasa hambre o necesidad por comer, etc.

    Aquí los artículos prometidos. Espero que te sirvan para informarte bien sobre Pronokal y su dieta 😉

    ¿Es la mejor dieta para adelgazar que conozco? Desde luego que es de las más efectivas. ¿La repetiría? Probablemente no porque prefiero adelgazar por mi cuenta y riesgo, comiendo más y perdiendo poco a poco tal y como lo estoy haciendo, pero bueno, todo es cuestión de gustos. También puedes mirar este post sobre cómo hacer la dieta perricone .