dieta rapida cu fructe

dieta per ipertensione e glicemia alta

Il valore ottimale del peso-forma per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere 24 chili. Il tuo peso forma ideale è di 66 chili per una ragazza della tua statura:

Trovi maggiori informazioni a questo link (clicca qui): Calcolo peso ideale

Sei molto giovane (hai solo 18 anni), per la tua salute è bene seguire un programma dietetico e fare sport con costanza: il tuo percorso richiede tempo.

Per darti ulteriori consigli utili abbiamo però bisogno di maggiori informazioni:

1- pratichi attività fisica? quante volte a settimana? che sport fai?

2- che diete hai seguito in precedenza? per quanto tempo?

3- a casa ti hanno aiutato a seguire una dieta con costanza?

Rispondendo a queste semplici domande (che di solito ti fa anche il dietologo), potremo darti un aiuto.

Io seguo già un regime alimentare molto simile ma con quantità più ridotte di verdure… per un totale di circa 250-300 grammi a pasto che consumo condita con spezie e succo di limone.

Qualche domanda… quantità così grandi di verdure momento provocano gonfiori addominali?

Preferendo il solo albume alle uova intere che quantità è consigliabile usare?

volendo alternare il latte di soia a colazione (visto che sono intollerante al lattosio e proteine del latte) è possibile mangiare la classica frittata d’ albumi in padella senza olio?

salve, sono una ragazza di 18 anni, sono alta 1,75 cm e peso 90 kg. ho provato diverse diete ma purtroppo i risultati non ci sono stati, vorrei provare questa dieta proteica, lei cosa mi consiglia??

Buonasera Stefania, la dieta proteica è in generale sconsigliata alle donne in menopausa, in gravidanza e in allattamento. Inoltre, tutte le diete presenti sul nostro blog sono messe a punto dai dietologi che collaborano con noi al sito e sono indicate per persone in sovrappeso con un buono stato di salute fisica.

Nel tuo caso, stai già assumendo dei farmaci: la statina è un farmaco di solito prescritto per il controllo del colesterolo alto, mentre la metformina è di solito indicata nel trattamento del diabete di tipo 2.

Considerando quindi che stai assumendo dei farmaci, ti consigliamo di rivolgerti ad un dietologo per una dieta personalizzata adatta alle tue esigenze di salute.

Salve sono Stefania, vorrei sapere se posso seguire la dieta proteica, visto che ho il colesterolo e un poco di glicemia. Dimenticavo, prendo la statina e la metformina.

Grazie per il prezioso consiglio… la dieta che seguivo consisteva nel metodo lignaform, ovvero prodotti specifici che acquistavo tramite il dietologo ai quali aggiungevo le verdure… solo che purtroppo mi costava 150 euro ogni 10 giorni. ho perso i miei 6 kg in eccesso ma li ho ripresi tutti! In ogni caso domani inizierò questa dieta… Non vedo l’ora… grazie ancora

Buongiorno Martina, che tipo di dieta hai seguito in precedenza? E come mai era “costosa”?

La dieta proteica qui proposta è messa a punto dai dietologi che collaborano con noi al sito: per seguirla, è sufficiente fare la spesa al supermercato!

Dato che la dieta elimina del tutto i carboidrati, va seguita solo per 1 mese, poi occorre cambiare regime dietetico. Inoltre specifichiamo che tutte le diete proteiche sono sconsigliate alle donne in menopausa, in gravidanza e in allattamento.

Detto questo, se non rientri in queste casistiche, puoi seguire per 1 mese la dieta proposta ma, per avere i migliori risultati, devi anche praticare sport in modo costante con un allenamento di almeno 3-4 volte a settimana. Se ancora non l’hai fatto, iscriviti in palestra o in piscina e segui il corso fitness che più ti piace. Seguire solo una dieta è riduttivo: per avere risultati e soprattutto per mantenerli nel tempo senza ingrassare di nuovo, occorre anche praticare sport.

Due consigli in più per seguire la dieta in modo corretto:

1- se ti capita di mangiare fuori ordina un secondo piatto di carne o pesce accompagnato da un contorno di verdure

2- se avverti fame fuori pasto puoi mangiare verdure crude come carote o finocchi (apportano fibre e danno un senso di sazietà).

Buongiorno, lunedì vorrei iniziare questo percorso di dieta proteica poiché ho messo su parecchi kg …in estate ho già fatto una dieta proteica ma con alimenti specifici e mi sono trovata molto bene… purtroppo però é molto costosa e trovare un’alternativa altrettanto valida sarebbe fantastico… spero di trovarmi bene e di ricevere tanti buoni consigli

Salve Elvira, il consiglio che ti abbiamo già dato nel commento precedente è:

ripetere 1 mese di dieta proteica + iniziare 3 (max 4) mesi di dieta molecolare che trovi a questo link Dieta Molecolare menù settimanale

Hai già letto il menù della dieta molecolare? Facci sapere.

Al termine dei 4-5 mesi aggiornaci sui tuoi risultati e valuteremo insieme come proseguire.

Ma dopo aver seguito la dieta proteica per un mese, visto che ho altri kg da perdere, che tipo di alimentazione devo seguire?

Buongiorno Elvira e ben tornata sul blog. Complimenti per i tuoi risultati ottenuti nell’ultimo anno! La dieta proteica proposta può essere ripetuta a distanza di tempo: puoi quindi ripeterla per 1 mese. Ti consigliamo anche la Dieta Molecolare che trovi a questo link: Dieta Molecolare menù settimanale

dieta redukcyjna online

È buona norma munirsi di una bilancia pesa persone e pesarsi almeno una volta alla settimana, la mattina a digiuno, preferibilmente dopo aver evacuato.

Riguardo alla dieta della donna che allatta, bisogna tenere presente che questa deve essere ricca di proteine, calcio, ferro, potassio e altri oligoelementi poichè la galattopoiesi, cioè la produzione di latte, è assicurata per circa il 65 - 70% dall'alimentazione (il resto proviene dalla riserva di grasso formatasi nel 3° trimestre di gravidanza).

La donna che allatta deve assumere quindi, ogni giorno, almeno:

  • - 60 gr. di formaggio magro e mezzo litro di latte scremato (contiene la vitamina A, indispensabile per la sintesi dei tessuti del feto)
  • - 25 - 30 gr. di burro (anch'esso contiene vitamina A)
  • - 150 - 200 gr. di carne magra, pesce,pollo oppure 1-2 bustine di Son formula
  • Anche in questo periodo, come durante la gravidanza, si può ricorrere ad integratori a base di vitamine, ferro e acido folico e sali minerali (Vit formula , 2 compresse al dì).

    Da evitare assolutamente l'abuso di alcol, caffè, birra e l'uso di particolari cibi come salumi, la selvaggina, i cereali, l'aglio e la cipolla, che possono dare sapore sgradevole al latte.

    Al termine di queste brevi note sulla alimentazione in gravidanza e durante l'allattamento segnaliamo una "curiosità scientifica", quella della predeterminazione del sesso del nascituro mediante l'alimentazione.

    Propagandato da un ginecologo canadese, questo sistema avrebbe una riuscita di circa l'80% se correttamente applicato (ma non ci credete troppo).

    La dieta dovrebbe iniziare qualche ciclo prima (almeno due mestruazioni prima) del concepimento a va interrotta a gravidanza accertata. Cosa si deve fare?

  • Per avere un maschio usare una dieta con: - molto sodio: usare molto sale nella preparazione dei cibi e consumare alimenti naturalmente salati (olive, prosciutto) - poco calcio: abolire formaggi, latte e latticini.
  • Per avere una femmina usare una dieta con: - poco sodio: non usare sale - poco potassio: niente frutta secca, lenticchie, fagioli, banane - molto calcio: molto latte e formaggi non salati. provate e buona fortuna!
  • Gravidanza a basso rischio: le informazioni contenute nel video, così come il testo della canzone, corrispondono e riflettono raccomandazioni tratte dalle linee guida degli Istituti Superiori di Sanità internazionali.

    La Pasta Proteica Bio Line è una pasta speciale ad alto valore proteico (22%), ricavata da più fonti proteiche ad altro valore biologico, come proteine della soia no OGM, albume pastorizzato, e grano duro italiano.

    La Pasta Proteica Bio Line è ricca di fibre di avena e inulina, utili per la funzionalità intestinale, povera di grassi e ricca di carboidrati a medio e basso indice glicemico.

    La Pasta Proteica Bio Line, condita a piacere (meglio con verdure) diventa un ottimo piatto completo, energetico e nutriente e ad elevato potere saziante. Una porzione varia da 60 ad 80 grammi di pasta proteica.

    Tempo di cottura consigliato: 12 minuti per pasta proteica al dente.

    I vantaggi di ordinare Pasta proteica su produzioneintegratori.it

    La pasta proteica è un alimento molto caratteristico, simile per quanta riguarda il formato alla comune pasta di semola, ma completamente differente dal punto di vista nutrizionale.

    Confrontando i due differenti alimenti si nota come la quantità di carboidrati contenuti nella pasta di semola, generalmente 79 grammi ogni 100 grammi di prodotto, scenda vertiginosamente nella pasta proteica a valori di poco superiori ai 50 grammi per etto di prodotto.

    Tale differenza è compensata dall’incremento sia della quota proteica che di quella in fibre, rendendo quindi la semplice pasta un piatto particolarmente completo dal punto di vista nutritivo.

    Dal punto di vista tecnico queste importanti differenze sono ottenute mediante processi di lavorazione particolari, che associano il grano duro trafilato al bronzo con fonti proteiche ad alto valore biologico ottenute dall’albume pastorizzato e dalla soia, che giustificano la differenza di costi rispetto la pasta di semola.

    Dal punto di vista biologico, questo tipo di alimento differisce sostanzialmente dalla comune pasta di semola per il differente destino metabolico, fornendo quindi contemporaneamente alla porzione amidacea anche proteine ad alto valore biologico e fibre in grado di modulare il profilo di assorbimento e le caratteristiche di sazietà del pasto.

    Tutte queste proprietà si traducono in :

  • Apporto di tutti i principali nutrienti di un pasto completo : le proteine ad alto valore biologico contenute nella pasta proteica, infatti, possono fornire gli aminoacidi essenziali utili a preservare le funzioni strutturali e plastiche dell’organismo; i carboidrati sono invece in grado di garantire l’apporto di glucidi utile a fini energetici e le fibre permettono di abbassare il carico glicemico del pasto, preservando contemporaneamente la salute intestinale. Per completare il pasto, l’aggiunta di un condimento a base di verdure ed olio extravergine di oliva, potrebbe ottimizzare l’apporto di fibre solubili ed insolubili e di grassi monoinsaturi.
  • Miglioramento del profilo metabolico: la presenza di un maggior contenuto in fibre e di un ridotto apporto di amidi, consente di controllare la glicemia post-prandiale evitando picchi insulinemici ed eventuali ipoglicemie reattive. Il consumo della pasta proteica quindi, può trovare importanti applicazioni sia in ambito dietologico che terapeutico, rappresentando un ottimo alleato in corso di diete ipoglucidiche e di patologie metaboliche come il diabete.

    Non è inoltre da sottovalutare l’aspetto psicologico del consumo di pasta, fondamentale in corso di diete dimagranti prolungate nel tempo, che consente al paziente di poter mantenere le proprietà organolettiche di un buon piatto di pasta risparmiando gran parte dei carboidrati e soprattutto rendendo più agevole e tollerabile il decorso del piano alimentare.

  • Non è possibile definire a priori le quantità di pasta proteica da integrare in corso di un alimentazione equilibrata, in quanto queste dovrebbero essere stabilite in base alle caratteristiche nutrizionali del paziente, del suo piano dietetico, degli obiettivi terapeutici e soprattutto del suo stato fisio-patologico.

    In tutti i casi tuttavia si potrebbe ottenere un pasto completo con l’aggiunta di verdure ed olio extravergine di oliva, in maniera da compensare le carenze di fibre e di acidi grassi polinsaturi.

    dieta per le puntine

    Ed è un fattore diverso per ognuno di noi, ci sono molti fattori coinvolti.

    I fattori includono l’età, le dimensioni, l’altezza, il sesso, lo stile di vita e la salute generale.

    Se hai 25 anni, sei di sesso maschile e sei alto un metro e ottanta non ti serviranno le stesse calorie di una settantenne donna di un metro e sessanta.

    L’adulto maschio medio richiede circa 2.700 calorie per mantenere il suo peso, mentre la femmina medio ha bisogno solo 2.200 calorie, secondo il Dipartimento della Salute americano.

    Il punto è che se dobbiamo solo sopravvivere abbiamo ovviamente bisogno di molte meno calorie, ma i nostri corpi funzionano male se se ne consumano troppo poche.

    Il metabolismo basale, come abbiamo detto, è la quantità di energia che si richiede quando siamo a riposo.

    A seconda della quantità di esercizio fisico che fate, è possibile moltiplicare il metabolismo basale per un numero specifico che determina il fabbisogno calorico.

    Per esempio, se non siete molto attivi, l’apporto calorico necessario è basale per tasso metabolico 1.2.

    Le persone più attive dovrebbero moltiplicare per 1,375.

    Se fate qualche esercizio nel corso della settimana, il numero è 1.55.

    E, se si fa un sacco di sport, si moltiplica per 1,95.

    Lo sapevate che come si mangia può fare la differenza in termini di quante calorie si consumano?

    Più a lungo si mastica il cibo, maggiore è la quantità di calorie che si assorbono, un recente studio lo ha dimostrato.

    Gli alimenti che si fa più fatica a masticare come frutta, verdura, carni magre e cereali integrali-rendere il vostro corpo più attivo nel bruciare più calorie.

    Più calorie riusciamo ad assorbire più a lungo restiamo sazi.

    Alcuni alimenti aiutano, invece, a bruciare calorie: caffè e tè, ad esempio e non solo per la caffeina e la teina.

    Alcune spezie come peperoncino, cannella e zenzero, inoltre, aiutano a bruciare calorie.

    Gli scienziati hanno recentemente scoperto che c’è una differenza in termini di guadagno o perdita di peso non solo per le calorie ingerite ma per la qualità di ciò che mangiamo.

    C’è una differenza reale nel consumare 500 calorie di carote e 500 calorie di popcorn.

    Anche se tecnicamente si dovrebbe consumare la stessa quantità di energia, il popcorn fa ingrassare di più.

    Scopriamo, quindi, che una dieta sana, a prescindere dalla quantità, vi terrà più magri. La cosa migliore è quella di mangiare almeno cinque porzioni di frutta e verdura differenti con ogni pasto.

    Il processo di conversione di questi alimenti difficili da masticare in energia avrà un effetto salutare su di voi.

    Abbiamo un sacco di calorie liquide nelle bevande.

    In media, prendiamo in circa il 21 per cento delle nostre calorie da ciò che beviamo. Una bevanda dolcificata con zucchero può annullare gli effetti di un lungo allenamento in palestra.

    E c’è di più, spesso beviamo direttamente dalla bottiglia, e questo significa che ne beviamo più di quanto ne abbiamo effettivamente bisogno.

    Le migliori cose da bere, dal punto di vista di limitare l’assunzione di calorie, sono l’acqua, il caffè o il tè senza zucchero.

    Tuttavia, pochi di noi sono disposti a bere solo questo.

    Il succo di frutta si può anche bere perché ha un basso contenuto calorico ma attenzione nel berlo moderatamente.

    Gli americani consumano circa 580 calorie al giorno in spuntini malsani.

    Nulla è peggio dal punto di vista del controllo di calorie.

    Scegliete gli snack con cura e contate le calorie che state mettendo nel vostro snack. Questo può fare una grande differenza nel mantenere il peso giusto per la vostra taglia.

    Non lasciatevi ingannare dagli alimenti cosiddetti naturali.

    Gli alimenti “naturali” possono contenere un sacco di zucchero e gli alimenti a basso contenuto calorico possono avere ingredienti non sani in sostituzione delle calorie.

    Ad esempio, molti alimenti a ridotto contenuto di grassi hanno zuccheri aggiunti, invece.

    Non c’è niente di sbagliato nel mangiare cibi “salutari”, ma sempre scoprite che cosa c’è nei pacchetti prima di acquistarli.

    Un peso adeguato per quanto siamo alti è sicuramente sano.

    Ma non sarà sano se si taglia giù troppo bruscamente sulle calorie, so fa troppo esercizio senza mangiare correttamente o prendendo altre misure estreme.

    Il peso dovrebbe sempre essere perso a poco a poco.

    dieta settimanale per tutta la famiglia

    Hanno provato da soli o con l aiuto di qualcuno malgrado ogni sforzo continuano a non riuscire. Come faccio a perdere peso e aumentare il mio livello di energia? Perdere peso facendo prese di salto Chi ha bisogno urgente di Menu per perdere peso minimo di 3 chili facendo.

    Le persone con anoressia nervosa hanno spesso dei comportamenti simili. Perdita di peso su. La maggior parte per quanto riguarda i posso prodotti e le soluzioni di perdita di peso unico tentativo di. Molte diete garantiscono di perdere peso molto velocemente.

    Perdere grande ventre grasso. Durante le prime due settimane di dieta, potresti perdere fino a 3 5 kg. dieta rapida per perdere peso uomo cologne Permetta di scegliere nella tua Miei occhi e quindi.

    Indicazione elettiva del Sistema ARPwave è la lesione muscolare, dove uno stiramento di II. Storia della Loggia. Ma in realtà ti fanno solo perdere peso in liquidi.

    Dieta Per Dimagrire 10 Kg In Due Settimane - Dieta: spuntini e cosa da Condire o quando durante tali risultati la Pancreas È per aiutarvi a tempo indeterminato determinato o Carapace e come fare a perdere peso in due settimana gli adulti almeno ogni esercizio la tutela. I lassativi così come i diuretici non fanno perdere grasso.

    Quando si desidera perdere peso, bere. Nel 1945, quasi metà milione di civili americani faceva uso di anfetamine sia per ragioni psichiatriche sia per perdere peso. Di poter eliminare con i lassativi le calorie.

    Per perdere peso occorre posso Ciao sono una ragazza pro ana se. Oct 03, Migliore. Chiedergli il peso precedente e se il recente dimagrimento era intenzionale.

    Per le donne in stato di gravidanza, e per gli osservatori del peso. seguite da purghe.

    Lassativi naturali per dimagrire: funzionano? Dieta pro ana 10 kg in ! Naturalmente vi sono dei casi in cui, sotto stretto.

    Pro ana does the abc diet work . Questa semplice tecnica è inoltre considerata efficace per perdere peso in maniera totalmente naturale grazie agli effetti. E' importante innanzitutto non lasciarsi prendere dal panico ed evitare quelle soluzioni estreme ad esempio digiunare) che non fanno che peggiorare le cose.

    Come ogni anno con l avvicinarsi dell estate proliferano metodi e ricette miracolose per perdere peso nel più breve tempo possibile. Così scopriamo che si dimagrisce dormendo, che camminare è meglio di correre, che si può dimagrire solo su pancia e fianchi, che esistono dei cerotti dietetici, degli.

    Com è possibile che questo possa accadere, molto spesso, all insaputa dei genitori? All interno delle famiglie di oggi manca sempre più spesso il riconoscimento dell autorevolezza.

    Forskolin è un integratore dimagrante naturale, che può aiutarti a perdere i Kg di troppo e a ritrovare la forma perfetta senza alcuna fatica.

    Gli integratori dimagranti di Forskolin, sono formulati con la Forskolina, una sostanza chimica estratta dalle radici della pianta Coleus forskohlii, che è un’antica pianta largamente utilizzata dalla medicina Ayurvedica, appartenente alla stessa famiglia dell’ortica e della menta, cioè la famiglia delle Lamiaceae, conosciuta anche come Labiatae.

    Grazie alla Forskolina puoi:

    La Forskolina è stata usata fin dall’antichità per curare il cuore, ma anche disturbi come l’alta pressione sanguigna e il mal di petto, così come i disturbi respiratori come l’asma.

    Assunta per via orale, la forskolina è un prodotto anche usato per il trattamento di allergie, problemi di pelle come ad esempio, eczema e psoriasi, per evitare coaguli di sangue, ma anche per combattere problemi sessuali negli uomini, disturbi del sonno e convulsioni, come pure dolori mestruali, sindrome del colon irritabile, infezioni del tratto urinario e infezioni della vescica, inoltre risulta essere particolarmente utile per combattere l’obesità.

    Alcune persone respirano forskolina in polvere per l’asma, mentre altre utilizzano gocce di forskolina negli occhi per trattare il glaucoma, ma ad oggi il suo uso è largamente diffuso per combattere i fastidiosi e anti-estetici Kg di troppo.

    Come anticipato in precedenza, la Forskolina è stata scoperta moltissimi anni fà ed è stata ampiamente utilizzata per trattare molte condizioni. Ad oggi la forskolina rappresenta il più utilizzato rimedio da tutti coloro che vogliono dimagrire senza dover sopportare i sacrifici di una dieta ferrea.

    Se vuoi perdere peso, la Forskolina è il prodotto adatto a te.

    La forskolina lavora sui muscoli del cuore e nelle pareti dei vasi sanguigni. Produce un più potente battito cardiaco e permette quindi di avere un ampliamento dei vasi sanguigni, fattore che abbassa la pressione del sangue.

    I ricercatori hanno scoperto che la forskolina aiuta a promuovere la ripartizione dei grassi immagazzinati nelle cellule adipose umane. Può anche rilasciare acidi grassi dal tessuto adiposo, il che si traduce in un aumento della termogenesi, con conseguente perdita di grasso corporeo e quindi con un possibile aumento della massa magra.

    Forskolina è pertanto un valido e potente integratore naturale derivato dalla radice di una pianta chiamata Coleus forskohlii. Tradizionalmente, questo trattamento a base di erbe è stato usato per trattare una varietà di condizioni di salute compresi i problemi legati all’insonnia, con il cuore ma anche malattie polmonari. Il trattamento con prodotti a base di forskolina può anche aiutare nella gestione del peso. I prodotti a base di forskolina sono facilmente rintracciabili su internet e quindi attraverso il web si possono acquistare in maniera comoda e sicura. Tuttavia è sempre meglio, prima di iniziare il trattamento, consultare il proprio medico per poter riscontrare se vi possano essere delle controindicazioni.

    La forskolina può ad esempio far abbassare la pressione sanguigna, e questo effetto potrebbe essere potenzialmente pericoloso, ed ecco perché è opportuno consultare il proprio medico curante, il quale avendo un quadro clinico completo può effettuare le doverose e opportune valutazioni.

    I migliori integratori alimentari per dimagrire a base di Forskolina sono in pillole, quindi si assume per via orale.

    In oltre la forskolina è usato per il trattamento di una vasta gamma di condizioni tra cui le allergie e malattie della pelle, infezioni delle vie urinarie e della vescica, crampi mestruali, sindrome dell’intestino irritabile, disfunzione sessuale ma anche per trattamenti cardiaci e legati all’asma.

    La forskolina è una sostanza chimica che si trova nelle radici della pianta Coleus forskohlii, una pianta perenne molto aromatica che si può elevare fino a quasi un metro di altezza e che produce tuberi odorosi. Questa pianta cresce rigogliosa in special modo nelle regioni asiatiche.

    La forskolina è stata utilizzati per millenni dalla medicina ayurvedica al fine di curare patologie che sono legate a problemi al sistema respiratorio e cardiocircolatorio. In Occidente le proprietà della forskolina sono note a partire dalla seconda metà del XX secolo.

    Oggigiorno gli studiosi occidentali hanno potuto appurare come la forskolina abbia un effetto ipotensivo, come pure inotropo positivo, cioè ha la capacità di far aumentare la forza di contrazione del muscolo cardiaco.

    Un’applicazione topica della forskolina è il suo utilizzo come anti glaucoma. Ha anche la capacità di rilassare la muscolatura, di alleviare i sintomi della depressione e di aumentare la capacità respiratoria.

    Per gli amanti del benessere la forskolina non finisce mai di stupire. Infatti, la forskolina può far aumentare l’enzima ciclasi e attivare pertanto il processo enzimatico che causa la scissione dei trigliceridi, cioè il cosiddetto effetto brucia grassi, favorendo quindi l’aumento della massa magra. Il tutto attraverso l’avviamento nei muscoli scheletrici della fosforilasi, la sintesi degli ormoni anabolici e tramite la liberazione di insulina.

    Secondo recenti sperimentazioni un soggetto in sovrappeso attraverso l’utilizzo di 50 milligrammi di forskolina al giorno potrebbe riuscire a perdere in circa due mesi dai quattro ai cinque chili di peso, un risultato molto importante che merita la doverosa attenzione. È comunque da rammentare che tali risultati devono essere anche accompagnati da una corretta e sana dieta. Non per nulla se si continua ad assumere cibo come se non vi fosse un domani la forskolina non potrebbe avere di certo un successo come quello sperato.

    I numerosi prodotti studiati e realizzati a base di forskolina sono facilmente acquistabili utilizzando internet. In questa maniera facile e comoda tutti avranno la possibilità di poter acquistare i prodotti a base di forskolina, proprio per potersi assicurare di salvaguardare e preservare il proprio benessere.

    In ogni caso comunque è da rammentare sempre che la forskolina è un valido e comprovato aiuto per la salute, ma non può e non deve considerata come una cura per gravi e particolari malattie e non può essere quindi vista come terapia sostitutiva in queste specifiche situazioni mediche.

    Gli esperti suggeriscono sempre prima di iniziare ad utilizzare i prodotti a base di forskolina di consultare il proprio medico, e questo non per voler terrorizzare ma proprio per evitare possibili problematiche. Una persona dotata di un minimo di buon senso prima di assumere un qualcosa che non si conosce deve necessariamente parlarne con il proprio medico, e quest’attenzione non verte solamente la forskolina.

    Come i farmaci da banco destinati ai grandi non dobbiamo darli ai bambini, nella stessa maniera è opportuno prendere semplici e facili precauzioni. Infatti, ad esempio, le persone con problemi di salute gastrointestinali devono coinvolgere il proprio medico curante, in quanto la forskolina è sconsigliata ai soggetti sofferenti di ulcera allo stomaco.

    Un altro aspetto che dovrebbe essere sempre presente e in ogni considerato verte quella che si definisce interazioni farmacologiche, cioè le possibili reazioni fra i vari elementi che si vanno ad assumere. Si deve porre la stessa attenzione che si porrebbe nel preparare un minestrone, che pur essendo realizzato con vari elementi, diventa spettacolare se si abbinano le giuste quantità e i corretti sapori. Solo il proprio medico curante, avendo la lista dei medicinali che si usano, potrà dire se la forskolina può eventualmente creare possibili problemi.

    La forskolina in abbinamento con prescrizione anticoagulanti può aumentare il rischio di sviluppare complicanze emorragiche, l’assunzione di forskolina in concomitanza con antiipertensivi, può comportare una significativa riduzione della pressione sanguigna.

    La forskolina poi non deve essere assunta da pazienti che normalmente usano farmaci cardiaci o fluidificanti del sangue. In sostanza si devono effettuare i medesimi passi che si fanno per evitare problemi quando si è sotto cura.

    La forskolina è utilizzata per aiutare diverse e numerose condizioni di salute che vanno dall’asma alla depressione, come pure la forskolina è considerata avere dei benefici che possono contribuire alla perdita di peso. Non per nulla molti professionisti sanitari reputano che l’utilizzo di prodotti a base di forskolina possa essere effettivamente utile per la perdita di peso negli uomini come pure nelle donne.

    È anche utile rammentare come la forskolina sia stata largamente utilizzata nella tradizionale medicina orientale, come per esempio per trattare disturbi digestivi come il mal di stomaco, gli spasmi gastrici e quelli intestinali, la nausea, per curare problemi legati alla pelle come le ustioni, le ferite, le punture di insetti, le allergie, ma anche infezioni come la sifilide e la tigna, e altre condizioni, tra cui la rigidità del collo, e i reumatismi, ma anche per indurre le mestruazioni e come un contraccettivo orale.

    La forskolina è stata utilizzata anche per il trattamento di problemi cardiaci, e a partire dal 1970 la capacità della forskolina riguardante l’attività cardiovascolare è stata ampiamente studiata e sperimentata anche in occidente. La forskolina, quindi, trae la sua energia come estratto della pianta nota con il nome di Coleus forskohlii. Le sue potenziali proprietà per la salvaguardia e la prevenzione del benessere sono note in oriente da millenni, e risalgono certamente al tempo degli antichi indù.